Ominide 18319 punti

Latte UHT


Il latte UHT è ottenuto mediante applicazione al latte crudo di un procedimento di riscaldamento continuo ad almeno + 135°C per non meno di un secondo in modo di inattivare i microrganismi e le spore e confezionato in recipienti opachi o resi tali dall’imballaggio, e asettici (sterilizzazione) in modo tale che le variazioni chimiche, fisiche e organolettiche siano ridotte al minimo. Trattamenti UHT: il metodo UHT consiste nell’esporre il latte a elevate temperature per un brevissimo periodo di tempo (sterilizzazione UHT). Le confezioni possono essere conservate a temperatura ambiente per circa 3 mesi. Il trattamento UHT può avvenire in modo indiretto (scambiatore di calore a piastre ravvicinate) o diretto (uperizzazione) per contatto diretto tra l’alimento e il mezzo riscaldante (vapore). Il contatto diretto tra vapore e latte si può ottenere per iniezione o per infusione. il latte viene immerso sul mercato come “latte UHT a lunga conservazione” e può essere conservato a temperatura ambiente.
le fasi di conservazione e trasformazione dal latte al burro e ai formaggio Il latte si preleva dalla mucca con l’operazione di mungitura.Dopo il latte viene filtrato per liberarlo dalle impurità più grosse. Il latte viene poi refrigerato per arrestare lo sviluppo dei microrganismi.
Dopo c’è la scrematura parziale o totale per togliere i grassi. A secondo del prodotto che si vuole ottenere si fa la pastorizzazione o la sterilizzazione. Mediante la pastorizzazione il latte viene portato ad una temperatura di 75-85°C per 20-30 secondi poi raffreddato a 3-4°C. Con la pastorizzazione si uccidono tutti i germi portatori di malattie. La sterilizzazione è un processo che provoca la totale distruzione della flora batterica. Con la sterilizzazione il latte che si ottiene è il UHT (ultra high temperature) ed è di lunga conservazione. Il burro ed i formaggi sono dei derivati del latte, in genere di quello vaccino. La panna ottenuta con la scrematura del latte costituisce la base per la produzione del burro. Il formaggio si ottiene cagliando il latte con tempistiche e temperature ben definite. Il formaggio può essere grasso, magro o semigrasso a seconda della quantità di grassi che viene lasciata nel latte. Dopo la preparazione il formaggio viene salato e fatto stagionare. Caseina: composto chimico organico, è la principale proteina del latte, dal quale si separa per coagulazione mediante l’azione del caglio o di acidi; serve per la preparazione di formaggi, r in soluzione alcalina, come adesivo nell’industria della carta, per l’appretto dei tessuti. Le cascine sono ricche di propina e di amminoacidi fosforilati e sono povere di cisterna. Si distinguono in: caseina alfa tra le varianti più importanti la variante tipica del latte vaccino; caseina beta, caseina K, caseina gamma.
Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email