Ominide 18319 punti

Latte di asina


Il latte d’asina, noto fin dall’antichità per le sue caratteristiche nutrizionali e per le proprietà curative, è classificato come prodotto nutraceutico (prodotto in grado di prevenire e curare alcuni problemi metabolici). La sua composizione è molto simile al latte umano, infatti contiene messo tenore in proteine e in lipidi e un’elevata presenza di lattosio.
Per l’elevato contenuto di acidi grassi polinsaturi della serie Omega 3 è ideale nelle diete a basso contenuto di colesterolo. La minor presenza di proteine allergizzanti rende il latte di asina una valida alternativa per gli individui affetti da allergia alle proteine del latte vaccino. in particolare alla caseina e alla beta-lattoglobulina. Un altro aspetto interessante del latte di asina è l’elevata presenza di ormoni, immunoglobuline e composti azotati caratterizzati da azione antibatterica, come il lisozima e la lattoferrina, che lo rendono adatto a rafforzare il sistema immunitario e gli conferiscono una prolungata conservabili delle caratteristiche organolettiche e microbiologiche. L'elevata percentuale di sieroproteine (35-50% delle sostanze azotate) rispetto alle cascine lo rendono però inadatto alla caseificazione. Oltre all’uso alimentare il latte di asina viene sfruttato dall’industria cosmetica per la produzione di creme e saponi dalle proprietà lenitive e idratanti.
Le analisi di controllo dei parametri del latte vengono periodicamente eseguite da enti certificati, per testare la salubrità e la tenuità del prodotto. I controlli della qualità igienica del latte sono molto frequenti, perché questo prodotto alimentare è un substrato ideale di proliferazione microbica e i rischi di una sua contaminazione sono molto alti.
Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email