Sapiens Sapiens 13859 punti

[h]Il granoturco - Tecnica culturale[/h2]

Originario dell’ America Meridionale, il granturco si è diffuso in Europa dopo il 1750. Grazie alle concimazioni abbondanti che esso richiede, nel tempo ha contribuito alla preparazione ottimale del terreno per il grano. Si tratta di una pianta monoica col fiore maschile a forma di pannocchia, collocato in cima allo stelo e quello femminile all’ascella delle foglie mediane. Il mais appartiene ai cereali estivi sarchiati e la durata del suo ciclo vegetativo è piuttosto breve: da due a cinque mesi, a seconda della varietà
Il mais è assai esigente, sia per l’ambiente che per i lavori, la concimazione ed altri interventi. Richiede un clima caldo-umido, una zona non soggetta a freddi tardivi primaverili, né a nebbie persistenti, né a siccità estiva. Esige dei terreni di medio impasto, freschi, profondi, fertili e ricchi di humus. Trae notevoli vantaggi dalle irrigazioni. Nella rotazione esso occupa il primo termine per cui precede e segue il grano; ottima è la coltura consociata con i fagioli nani. La concimazione organica deve essere molto abbondante in modo da servire anche per il grano che lo succederà.

L’epoca più opportuna per la semina è aprile-maggio. Per i mais di seconda raccolta, l’epoca è giugno, subito dopo la mietitura del grano. Durante la coltivazione vanno fornite le cure seguenti: diradatura, sarchiatura, rincalzatura, cimatura, irrigazione e sfogliatura.
La prima raccolta ha luogo ad agosto-settembre, mentre per la seconda si deve attendere ottobre-novembre
Le malattie più frequenti sono di natura crittogamica, fra cui il carbonchio che, però, non arreca mai danni troppo ingenti. Tale malattia si manifesta con la presenza di rigonfiamenti ripieni di una sostanza nera, untuosa e che emana cattivo odore. L’unico rimedio è estirpare tutte le piante colpite, bruciarle ed evitare di gettarle nella concimaia o farle mangiare agli animali.
Tra i parassiti che attaccano volentieri il mais abbiamo i grillotalpe e i maggiolini oltre alle cariossidi del granaio
Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email