Ominide 11268 punti

Fattori climatici e il loro rapporto con le piante


Luce, fotosintesi clorofilliana, esigenza di luce per i vegetali, fotoperiodo


La luce, oltre ad essere utilizzata per la fotosintesi, è importante anche per le sue funzioni di regolazione nella pianta. Data la differente intensità di luce che arriva a colpire i vegetali, possiamo distinguere le piante in: sciafile, adatte ad ambienti poveri di luce (zone in ombra), eliofile, adatte ad ambienti ricchi di luce (zone al sole).
Nei climi temperati, la durata del giorno e della notte varia con le stagioni; le piante perciò hanno adottato dei meccanismi di controllo, basati sulla durata delle ore di buio e di luce, che permettono loro di regolare alcune funzioni, come ad esempio la fioritura.
Questo fenomeno viene chiamato fotoperiodismo, e le piante, in funzione del fotoperiodo, vengono chiamate: longidiurne (fioriscono quando la durata del giorno è lunga) e brevidiurne (fioriscono quando la durata del giorno è corta).

Temperatura, esigenze termiche delle piante, danni da alte e basse temperature


La temperatura regola molte funzioni della pianta, perciò ne condiziona lo sviluppo in una determinata area. La germinazione del seme, il germoglia mento delle gemme, la fioritura, la fotosintesi, sono tutte funzioni regolate dalla temperatura, a volte con il concorso della luce.
Per ogni specie, esistono dei limiti massimi e minimi di temperature sopportabili, chiamati temperature critiche; comprese tra queste vi sono le temperature ottimali, alle quali la pianta vegeta regolarmente.
L’influenza della temperatura sulle gemme e sui semi, non riguarda solamente il loro sviluppo esterno, ma interessa anche la loro “maturazione” interna, che è condizionata da un periodo di basse temperature chiamato fabbisogno di freddo; se questa fase viene a mancare; gli organi risultano in qualche modo danneggiati e il loro sviluppo è sicuramente compromesso.

Idrometeore e piante coltivate: origini, tipologie, effetti sulle colture, aspetti tecnici correlati


L’acqua è il componente principale degli esseri viventi ed è indispensabile alla vita. Le piante consumano enormi quantità d’acqua mediante la traspirazione, durante la quale il vapore acqueo esce dagli stomi.
Nei confronti dell’acqua, le piante vengono suddivise in: idrofite (che vivono immerse nell’acqua), igrofite (che vivono in ambienti molto umidi e possiedono forti esigenze idriche), xerofite (che vivono in ambienti molto secchi e possiedono scarse esigenze idriche), mesofite (che hanno esigenze intermedie) e tropofite (che vivono in ambienti nei quali si alternano periodi molto umidi a periodi molto secchi).
Hai bisogno di aiuto in Agraria?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove