Che materia stai cercando?

Le «Metamorfosi» di Ovidio tradotte e commentate, Libro I

Il documento costituisce una preziosa risorsa per la traduzione e lo studio del primo libro delle «Metamorfosi» di Ovidio. Il mio lavoro infatti non si limita a tradurre meccanicamente il testo, ma propone tra parentesi la traduzione delle parole meno conosciute al fine di facilitare lo studio: in altri termini, solleva quasi del tutto lo studente dal compito gravoso di cercare ogni singola... Vedi di più

Esame di Lingua latina docente Prof. C. Gubert

Ulteriori informazioni

ACQUISTATO

4 volte

PAGINE

44

PESO

336.50 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Il documento costituisce una preziosa risorsa per la traduzione e lo studio del primo libro delle «Metamorfosi» di Ovidio. Il mio lavoro infatti non si limita a tradurre meccanicamente il testo, ma propone tra parentesi la traduzione delle parole meno conosciute al fine di facilitare lo studio: in altri termini, solleva quasi del tutto lo studente dal compito gravoso di cercare ogni singola parola sul vocabolario, perché questo lavoro è quasi sempre già stato fatto.
Il lavoro, oltre alla traduzione, è interessante soprattutto per un ricco e puntuale commento dei versi del poeta, seguendo le pieghe della narrazione e prestando attenzione ai miti e ai significati riposti e non subito intuibili a una prima lettura.
Il file non affronta traduzione e commento di tutto il primo libro; ne contiene tuttavia la maggior parte, con particolare riguardo a quelle più pregnanti dal punto di vista letterario.

Di seguito propongo la traduzione dei vv. 128-131, corrispondente alla narrazione dell’avvento dell’età del ferro (si tenga presente che la formattazione nella seguente presentazione viene inevitabilmente perduta):


protinus ìnrupìt venaè peiòris in aèvum
omne nefàs: fugère pudòr verùmque fidèsque;
130 in quorùm subière locùm fraudèsque dolùsque
insidiaèque et vìs et amòr sceleràtus habèndi.

all’improvviso irruppe nell’età del peggior metallo[=in quell’età della peggior vena]
ogni peccato: fuggirono il pudore, la verità e la lealtà;
al posto di queste sopraggiunsero la slealtà, l’inganno
e il tradimento, e la violenza e lo scellerato amore del possesso.


DETTAGLI
Esame: Lingua latina
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in filologia e critica letteraria
SSD:
Università: Trento - Unitn
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher SolidSnake86 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Lingua latina e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Trento - Unitn o del prof Gubert Carla.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Lingua latina

Il «De magia» di Apuleio e la tradizione oratoria a Roma, tradotto e commentato
Appunto
Le «Georgiche» di Virgilio tradotte e commentate, Libro IV
Appunto
Lingua latina - Declinazione dei pronomi e degli aggettivi della lingua latina
Appunto
Lingua latina - cinque declinazioni della lingua latina
Appunto