Ominide 785 punti

L'immigrazione

Ogni anno uomini e donne di tutto il mondo si spostano dai paesi più poveri a quelli più ricchi, in cerca di fortuna e un lavoro più dignitoso. Questo fenomeno è causato soprattutto dai regimi dittatoriali, dalla povertà e dalle guerre. Nei paesi più ricchi però, gli immigrati poveri vengono visti con disprezzo da molti degli abitanti. Da questo possono nascere fenomeni come il razzismo. Oggi, a differenza di molti anni fa, le politiche migratorie non si limitano solo a controllare le frontiere, ma cercano anche di creare degli accordi tra i paesi di origine e di destinazione di questi flussi, ed utilizzarli a loro vantaggio. Spesso, infatti, gli immigrati vengono assunti in industrie e pagati abbastanza bene. Questo fatto però provoca un problema chiamato “fuga dei cervelli”: molte persone sono attratte dai paesi più sviluppati e anche le persone più istruite, che sono molto utili ai paesi più poveri che a quelli più ricchi, si trasferiscono in questi ultimi.

Negli ultimi dieci anni la Fao ha organizzato diversi progetti per rimettere in sesto la Jugoslavia dopo una lunga guerra, e far ritornare gli Jugoslavi emigrati in Europa, iniziando una nuova vita nel loro paese d’origine.

Registrati via email