pser di pser
Ominide 5819 punti

Stratagemma di Agide, re spartano

INIZIO: Αγις ο βασιλευς, Πελοποννεσιων Λακεδαιμονιοις πολεμουντων, φοβησαι...
FINE: Φενακισθεντες, ως μεγαλης επικουριας ηκουσης αυτικα φευγοντες ωχοντο.

Il re Agide, poiché i Peloponnesiaci combatterono contro gli Spartani, volendo spaventare i nemici, inviò dei disertori affinchè annunciassero falsamente che il giorno seguente sarebbero giunti agli Spartani grandi truppe ausiliarie. Da una parte ordinò che le bocche del bestiame fossero legate per tutto il giorno, dall’altra quando giunse la notte ordinò che fossero liberate dai lacci, cosichè il bestiame affamato, libero dai lacci, mangiando l’erba ed il foraggio, gioisse, nitrisse e causasse un gran frastuono: anche le gole dei monti riecheggiavano. Ordinò ai soldati gli uni da una parte gli altri dall’altra di appiccare doppi e tripli fuochi. I Peloponnesiaci, ingannati dal gran numero di grida e dalla grande rumorosità, se ne andarono via credendo che fossero giunte grandi truppe ausiliarie.

Hai bisogno di aiuto in Versioni del Mese?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità