Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Vero o falso

1. Il ROI non dipende dal mix produttivo aziendale. Vero

È dato da ricavi-costi/capitale investito e il mix produttivo influenza i costi di produzione.

2. Lo scostamento elementare di mix dei ricavi (metodo del prezzo) ha un valore segnaletico

analogo a quello dello scostamento elementare di mix espresso in termini di margine lordo

di contribuzione. Vero

Il meccanismo di controllo a “feed-back” e quello a “feed-foreward” sono effettuati ponendo

3. a confronto dati programmatici (budget) con dati a consuntivo (risultati a una certa data).

Vero. Il meccanismo di controllo feed back→confronto dati programmati con quelli

intermedi. Meccanismo feed-foreward→ confronto tra i dati programmati e con i risultati

finali che si manifestano.

4. La maggior parte dei costi industriali sono parametrici. Falso. I costi parametrici sono i costi

di risorse il cui consumo è misurabile a priori in maniera oggettiva e i costi industriali sono

la somma del costo delle materie prime più i costi di trasformazione industriale.

5. Il problema di ottimizzazione del mix, in caso di risorsa scarsa, si risolve sempre calcolando

il MLC unitario di ogni prodotto e rapportandolo alla risorsa scarsa in questione,

indipendentemente dal fatto che essa sia o meno comune e trasferibile fra i diversi prodotti

aziendali. Falso. Il problema di ottimizzazione del mix in caso di risorsa scarsa deve

dipendere dal fatto che sia comune e trasferibile fra i diversi prodotti aziendali, se non è

possibile non posso risolvere il problema.

6. Il ROI è in funzione, tra l’altro, dell’incidenza dei componenti di reddito della gestione

extracaratteristica. Falso. È il ROE ad essere in funzione, oltre al resto, dell’incidenza dei

componenti di reddito della gestione extracarattteristica.

7. Lo scostamento elementare della MAT in termini di prezzi d’acquisto segnala in realtà uno

scostamento di efficienza. Falso. Questo è uno scostamento di prezzo. Lo scostamento di

efficienza corrisponde a costi che si sostengono in più (o in meno) solo perché la quantità

fisica necessaria per la realizzazione di un’unità di prodotto è diversa da quella prevista.

8. Il budget patrimoniale di un certo esercizio è dato dalla somma fra lo stato patrimoniale

consuntivo dell’esercizio precedente e il budget finanziario delle fonti e degli impieghi

programmato per il medesimo periodo. Vero. Perché bisogna vedere se l’autofinanziamento

è variato, devo vedere se l’attivo circolante ha subito variazioni; se sono variati alcuni debiti

come commerciali e bancari.

9. Gli indicatori economici hanno il pregio di orientare l’azienda alla redditività di lungo

periodo. Falso. Gli indicatori economici hanno il pregio di orientare l’azienda alla redditività

di breve periodo. Per il lungo termine bisognerebbe valutare anche altri elementi non

quantificabili come R&S e innovazione.

10. I costi variabili sono, generalmente, anche direttamente imputabili ai prodotti, mentre non

necessariamente, tutti i costi diretti di prodotto sono variabili. Vero. Costi variabili sono

sempre diretti; mentre i costi diretti possono essere sia fissi che variabili.

11. Il grado di rischiosità operativa (misurato con la leva operativa) si riduce in caso di

esternalizzazione (outsorcing) di attività o processi produttivi e/o distributivi. Nel

rispondere si faccia riferimento alla classificazione dei costi in base al loro comportamento.

Vero. Se faccio outsorcing trasformo i costi fissi in costi variabili, quindi la struttura

economica diventa più flessibile e diminuisce il grado di rischiosità.

12. La programmazione dei costi delle aree di staff e di supporto è sempre correlata alle scelte

realizzate in termini di programmi di vendita e volumi produttivi? Falso. Per la gran parte i

costi che si sostengono in queste aree sono di natura discrezionale o vincolata, cioè frutto di

scelte soggettive o comunque scelte soggettive predeterminate.

13. L’ottimizzazione della redditività delle vendite si raggiunge in corrispondenza ad un livello

di produzione vicino alla massima capacità produttiva.

Redditività delle vendite = ROS = reddito operativo/fatturato


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

9

PESO

223.51 KB

AUTORE

MorenaD

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia aziendale
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher MorenaD di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Controllo di gestione e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Culasso Francesca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Controllo di gestione

Appelli svolti Controllo di gestione
Esercitazione
Esame di controllo di gestione
Appunto
Appunti esame controllo di gestione teoria
Appunto
Appunti di Controllo di Gestione
Appunto