Che materia stai cercando?

Elettronica 1 - Caratterizzazione di un Mosfet a canale N ad accumulo: Relazione 2

Appunti di Elettronica 1 per l'esame della professoressa Merlo. Gli argomenti trattati sono i seguenti: la relazione sulla caratterizzazione di un transistor Mosfet a canale N ad accumulo, la descrizione delle misure, i dati ottenuti e l'elaborazione.

Esame di Elettronica 1 docente Prof. S. Merlo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Caratterizzazione di un mosfet a canale n ad accumulo

!

Obiettivo

Tracciamento delle caratteristiche di uscita del transistor, determinare i relativi parametri: gd, r0, |Va|, Vt, K,

gm. Successivamente, porre Vs=2V e ripetere le misure. Tracciare la nuova transcaratteristica e stimare il nuovo

valore di Vt.

!

Dispositivi-componenti utilizzati

! Semiconductor Parameter Analyzer HP4155B:!

!

!

!

! Mosfet a canale n ad accumulo:

Descrizione delle misure

L’esperimento si basa sullo stesso laboratorio virtuale trattato nella relazione precedente, effettuata sul diodo

1N914. Questa volta, dall’interfaccia è stato selezionato il transistor NMOS. E’ più complicato da configurare

rispetto al diodo, perchè i terminali da controllare sono tre. Di conseguenza saranno tre anche i Source/Monitor

Unit “SMU”. Per non danneggiare il transistor sono stati scelti dei limiti di tensioni e correnti applicate. Sul SMU1

è stata impostata la funzione VAR1*, la tensione Vd varia da 0V a 5V con step di 185mV; limitando la corrente a

100mA. Sul SMU2 bisogna impostare la funzione VAR2**, la Vg varia da 0V a 3V con step di 190mV; la corrente di

gate è stata limitata a 100nA. Nella sezione “User defined functions” dell’applicativo, è possibile impostare

alcune funzioni molto utili, per esempio possiamo calcolare la conduttanza gd: “DELTA(Id)/DELTA(Vd-Vs)”. Il

SMU3 è semplicemente collegato a massa per il momento.

Dopo aver elaborato i dati, il SMU3 verrà collegato ad una batteria di 2V, per poi riprendere la

transcaratteristica. Per l’elaborazione dei dati è stato utilizzato il programma “Matlab 2011b”.

Fig.!1

* VAR1 è il source primario per la scansione, definito da un valore iniziale, uno finale e uno step. Il numero di punti ottenuti è dato dalla

!"#$%&!!"!#!$%&

! + 1 .

seguente espressione: !"#$

** VAR2 è il source secondario, definito come VAR1 ma la sua scala è sempre lineare. Il suo valore viene incrementato solamente dopo aver

completato una scansione di VAR1. 1!

! !

! !


PAGINE

4

PESO

2.35 MB

AUTORE

shiva28

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Elettronica 1
Corso di laurea: Corso di laurea in bioingegnerie (Facoltà di Ingegneria e di Scienze Matematiche, Fisica e Naturali)
SSD:
Università: Pavia - Unipv
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher shiva28 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Elettronica 1 e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Pavia - Unipv o del prof Merlo Sabina.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Elettronica 1

Elettronica 1 - Appunti e esercizi
Appunto
Elettronica 1 - Caratterizzazione di un diodo a giunzione pn: Relazione 1
Esercitazione
Calcolatori elettronici - codice di Cesare in Assembler MIPS 32bit
Esercitazione
Elettronica 1 - Caratterizzazione di un diodo a giunzione pn: Relazione 1
Esercitazione