Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

08/12/2011

z Ipotizziamo che i beni ammortizzabili ammontino a 1.500.000 • ed

ipotizziamo che le spese di manutenzione ammontino a 90.000 •.

z Applicando la normativa fiscale le spese di manutenzione deducibili

ammontano a:

1

1.500.000

500 000 * 5% = 75.000

75 000 •

ç

z Abbiamo una variazione in aumento pari a 15.000 • pertanto avremo

imposte anticipate per:

15.000 * 27,5% = 4.125 •

ç Crediti per a 4.125

• Imposte anticipate

• •

imposte anticipate

Inoltre ipotizziamo:

!

z COSTI PER IL PERSONALE:

Nella Società Nuova Spa lavorano 30 dipendenti, che percepiscono

ç

uno stipendio netto mensile di 1.500 •.

Stipendio annuo netto: 19.500 •

ç Tassazzione circa 40%

ç Stipendio lordo circa 975.000 •

ç

z ONERI SOCIALI con una contribuzione del 30% avremo:

975.000 x 30% = 292.500 •

ç

z COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI: sono deliberati compensi agli

amministratori per 10.000 • 20

08/12/2011

z TFR:

z

975.000 : 13,5 = 72.222,22

Ͳ

z Scrittura contabile dell

dell'accantonamento

accantonamento TFR

Accantonamento a 72.222,22

• TFR

• •

TFR

z IMMOBLIZZAZIONI MATERIALI:

Piano degli ammortamenti ! aspetto civilistico e fiscale

CESPITE COSTO % AMM.TO CIV % AMM.TO AMM.TO CIV. AMM.TO FISC F.DO VRC

STORICO

S O CO FISC

SC AMM.TO

O

TERRENI 500.000 500.000

FABBRICATI 450.000 2% 2% 9.000 9.000 36.000 414.000

IMPIANTI 400.000 10% 10% 40.000 40.000 200.000 200.000

MACCHINARI 350.000 10% 10% 35.000 35.000 175.000 175.000

ATTREZZ. IND 300.000 25% 25% 75.000 75.000 150.000 150.000

2.000.000 21

08/12/2011

z ' DEGLI INTERESSI PASSIVI:

DEDUCIBILITA

L'art. 96 TUIR stabilsce che per le imprese industriali

e commerciali la deducibilità degli interessi passivi

eccedenti quelli attivi è permessa con un limite

d

del

l 30% del

d l ROL determinato

d in base

b alle

ll

risultanze del conto economico

L'art. 93 TUIR stabilisce inoltre che possono essere portati

in deduzione gli oneri e proventi finanziari derivanti da:

Ͳ contratti di mutuo,,

Ͳ contratti di locazione finanziaria,

Ͳ obbligazioni e titoli similari,

Ͳ ogni altro rapporto avente causa finanziaria.

ROL

Interessiattivi5.000

Int.Pass.Sumutui14.581,25

Int.Passivisuobbl.1750,00

Int.Pass.Leasing500,00

Int.Passivibancari3668,75

Intpassivitot.25.500

CalcolodelROL:

AͲB=970.000,00

,

+ammortamenti=159.000,00

+canoni=46.250,04

ROL=1.175.250,04

30%ROL=352.575,01 22

08/12/2011

Pertanto gli interessi passivi che possiamo portare

in deduzione ammontano a 5.000 •.

passivi

p non coperti

p da q

quelli

L'ammontare di interessi

attivi, pari a 15.500 •, deve essere posto a confronto

con il 30% del ROL.

Dato che la percentuale di ROL imposta dal legisltatore

nel nostro caso è capiente, potremo portare in deduzione

l

l'intero

intero ammontare di interessi passivi:

15.500 + 5.000 = 20.500 •

PROSPETTODELLAFISCALITA'DIFFERITA

VARIAZIONI Imposte

Utile ante 1.000.000

Differenze permanenti VAR IN DIM.

Pusvalenza esente (ex art 87 TUIR) -28500

Dividendi deliberati e incassati -14250

Differenze temporanee VAR in AUM.

Spese manutenzione ordinaria 15000 4125

S

Svalutazione

l t i crediti

diti 100000 27500

Compensi ad amministratori deliberati 10000 2750

ma non pagati

Reddito imponibile 1.082.250 34.375 23

08/12/2011

IRES CORRENTE: 1.082.250*0,275= 297618,75

Sotto il punto di vista contabile avremo

il caricamento delle imposte anticipate e dell'IRES da versare:

IRES corrente a 297.618,75

• Debiti tributari •

• •

Crediti per a 34.375

• Imposte anticipate

• •

imposte anticipate

PROSPETTI DI

CONTO ECONOMICO

&

STATO PATRIMONIALE 24

STATO PATRIMONIALE

ATTIVO anno n anno n-1 PASSIVO anno n anno n-1

A) CREDITI V/ SOCI PER VERS. ANCORA DOVUTI, A) PATRIMONIO NETTO

con separata indicazione della parte già richiamata I. Capitale sociale 1.500.000,00

B) IMMOBILIZZAZIONI II. Riserva da sovrapprezzo azioni

I. Immobilizzazioni immateriali III. Riserva di rivalutazione

1) Costi di impianto e di ampliamento IV. Riserva legale 800.000,00

2) Costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità V. Riserve statutarie

3) Diritti brevetto ind.le e utilizz. opere dell'ingegno VI. Riserva per azioni proprie in portafoglio

4) Concessioni, licenze, marchi e diritti simili VII. Altre riserve, distintamente indicate

5) Avviamento VIII. Utili (perdite) portati a nuovo

6) Immobilizzazioni in corso ed acconti IX. Utile (perdita) dell'esercizio 736.756,25

7) Altre Totale Patrimonio netto (A) 3.036.756,25

Totale -

II. Immobilizzazioni materiali B) FONDI PER RISCHI E ONERI

1) Terreni e fabbricati 914.000,00 1) Per trattamento di quiescenza e obblighi simili

2) Impianti e macchinario 375.000,00 2) Per imposte, anche differite

3) Attrezzature industriali e commerciali 150.000,00 3) Altri

4) Altri beni Totale Fondi per rischi e oneri (B)

5) Immobilizzazioni in corso ed acconti

Totale 1.439.000 C) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO 372.222,22

III. Immobilizzazioni finanziarie , con separata DI LAVORO SUBORDINATO

indicazione, per ciascuna voce dei crediti, D) DEBITI, con separata indicazione, per

degli importi esigibili entro l'esercizio successivo:

1) Partecipazioni in: 180.000,00 ciascuna voce, degli importi esigibili oltre Entro Oltre Entro Oltre

a. imprese controllate l'esercizio successivo 12 mesi 12 mesi 12 mesi 12 mesi

b. imprese collegate 1) Obbligazioni 50.000,00

c. imprese controllanti 2) Obbligazioni convertibili

d. altre imprese 3) Debiti verso soci per finanziamenti

4) Debiti verso banche 21.275,16 258.474,84

Entro Oltre Entro Oltre

2) Crediti: 5) Debiti verso altri finanziatori 1.750

12 mesi 12 mesi 12 mesi 12 mesi

a. verso imprese controllate 6) Acconti

b. verso imprese collegate 7) Debiti verso fornitori 1.800.000,00

c. verso controllanti 8) Debiti rappresentati da titoli di credito

d. verso altri 9) Debiti verso imprese controllate

3) Altri titoli 10) Debiti verso imprese collegate

4) Azioni proprie, con indicazione del valore 11) Debiti verso controllanti

nominale complessivo 12) Debiti tributari 297.618,75

13) Debiti verso istituti di previdenza 159.571,53

Totale 180.000 e di sicurezza sociale

Totale Immobilizzazioni (B) 1.619.000 14) Altri debiti

Totale Debiti (D) 2.588.690

C) ATTIVO CIRCOLANTE

I. Rimanenze E) RATEI E RISCONTI con separata 2.331,25

1) Materie prime, sussidiarie e di consumo 200.000,00 indicazione dell'aggio su prestiti

2) Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati

3) Lavori in corso su ordinazione 2.800.000,00

4) Prodotti finiti e merci

5) Acconti

Totale 3.000.000

II. Crediti , con separata indicazione per ciascuna Entro Oltre Entro Oltre

voce, degli importi esigibili oltre l'esercizio successivo: 12 mesi 12 mesi 12 mesi 12 mesi

1) verso clienti 895.000,00

2) verso imprese controllate

3) verso imprese collegate

4) verso controllanti

4-bis) crediti tributari

4-ter) imposte anticipate 34.375,00

5) verso altri

Totale 929.375

III. Attività finanziarie che non costituiscono

immobilizzazioni

1) Partecipazioni in imprese controllate

2) Partecipazioni in imprese collegate

3) Partecipazioni in imprese controllanti

4) Altre partecipazioni

5) Azioni proprie, con indicazione del valore

nominale complessivo

6) Altri titoli

Totale

IV. Disponibilità liquide

1) Depositi bancari e postali 407.875,04

2) Assegni

3) Denaro e valori in cassa

Totale 407.875,04

Totale Attivo circolante (C) 4.337.250

D) RATEI E RISCONTI con separata 43.749,96

indicazione del disaggio su prestiti

TOTALE ATTIVO 6.000.000 TOTALE PASSIVO 6.000.000

Conti d'ordine dell'attivo Conti d'ordine del passivo

macchinari in leasing 285.000,00 società di leasing c/macchinari in leasing 285.000,00

CONTO ECONOMICO anno n anno n-1

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni 939.872,22

2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti

3) Variazione dei lavori in corso su ordinazione 2.800.000,00

4) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni

5) Altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio

Totale (A) 3.739.872,22

B) COSTI DELLA PRODUZIONE

6) Per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci -964.899,96

7) Per servizi -100.000,00

8) Per godimento beni di terzi -46.250,04

9) Per il personale

a) Salari e stipendi -975.000,00

b) Oneri sociali -292.500,00

c) Trattamento di fine rapporto -72.222,22

d) Trattamento di quiescienza e simili

e) Altri costi

10) Ammortamenti e svalutazioni

a) Ammortamento delle immobilizzazioni immateriali

b) Ammortamento delle immobilizzazioni materiali -159.000,00

c) Altre svalutazioni delle immobilizzazioni

d) Svalutazione dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibiltà liquide -105.000,00

11) Variazione delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci -30.000,00

12) Accantonamenti per rischi

13) Altri accantonamenti

14) Oneri diversi di gestione -25.000,00

Totale (B) -2.769.872,22

DIFFERENZA TRA VALORE E COSTI DELLA PRODUZIONE (A-B) 970.000,00

C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI

15) Proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli 45.000,00

da imprese controllate e collegate

16) Altri proventi finanziari

a) Da crediti iscritti nelle immobilizzazioni, con separata indicazione di quelli

da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti

b) Da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni

c) Da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni

d) Proventi diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli verso imprese 5.000,00

controllate e collegate e di quelli da controllanti

17) Interessi ed altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese -20.000,00

controllate e collegate e verso controllanti

17-bis) Utili e perdite su cambi

Totale (15+16-17+-17-bis) 30.000,00

D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITÀ' FINANZIARIE

18) Rivalutazioni:

a) di partecipazioni

b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni

c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni

19) Svalutazioni:

a) di partecipazioni

b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni

c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni

Totale delle rettifiche (18-19)

E) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI

20) Proventi con separata indicazione delle plusvalenze da alienazione i cui ricavi

non sono iscrivibili al n. 5)

21) Oneri con separata indicazione delle minusvalenze da alienazione, i cui effetti

contabili non sono iscrivibili al n. 14), e delle imposte relative a esercizi precedenti

Totale delle partite straordinarie (20-21)

RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE (A-B±C±D±E) 1.000.000,00

22) Imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate -263.243,75

UTILE (O PERDITA) DELL'ESERCIZIO 736.756,25

SECONDO BILANCIO DI VERIFICA PRIMA SECONDO BILANCIO DI VERIFICA DOPO

DELLA FISCALITA' RETTIFICHE FISCALITA' LA FISCALITA'

VOCI DI BILANCIO DARE AVERE DARE AVERE DARE AVERE

Terreni 500.000,00 500.000,00

fabbricati 450.000,00 450.000,00

Impianti 400.000,00 400.000,00

macchinari 350.000,00 350.000,00

Attrezzature industriali 300.000,00 300.000,00

partecipazioni in controllate 180.000,00 180.000,00

Materie prime, sussidiarie e di consumo 200.000,00 200.000,00

Lavori in corso su ordinazione 2.800.000,00 2.800.000,00

crediti verso clienti 1.000.000,00 1.000.000,00

crediti per imposte anticipate 34.375,00 34.375,00

banca c\c 407.875,04 407.875,04

risconti attivi 43.749,96 43.749,96

tfr 372.222,22 372.222,22

obbligazioni 50.000,00 50.000,00

debiti verso banche 279.750,00 279.750,00

Debiti v/obbligazionisti 1.750,00 1.750,00

debiti verso fornitori 1.800.000,00 1.800.000,00

Debiti tributari 297.618,75 297.618,75

Debiti verso istituti di previdenza 159.571,53 159.571,53

Ratei passivi 2.331,25 2.331,25

Capitale sociale 1.500.000,00 1.500.000,00

riserva legale 800.000,00 800.000,00

fondo ammortamento fabbricati 36.000,00 36.000,00

fondo ammortamento impianti 200.000,00 200.000,00

fondo ammortamento macchinari 175.000,00 175.000,00

fondo ammortamento attrezzature industriali 150.000,00 150.000,00

fondo svalutazione crediti 105.000,00 105.000,00

Ricavi di vendita 939.872,22 939.872,22

Variazione dei lavori incorso su ordinazione 2.800.000,00 2.800.000,00

costi per materie prime 964.899,96 964.899,96

Manutenzioni e riparazioni 90.000,00 90.000,00

Compensi agli amministratori 10.000,00 10.000,00

Canoni di leasing 46.250,04 46.250,04

salari e stipendi 975.000,00 975.000,00

oneri sociali 292.500,00 292.500,00

accantonamento TFR 72.222,22 72.222,22

ammortamenti fabbricati 9.000,00 9.000,00

ammortamento impianti 40.000,00 40.000,00

ammortamento macchinari 35.000,00 35.000,00

ammortamento attrezzature industriali 75.000,00 75.000,00

svalutazione crediti 105.000,00 105.000,00

variazioni di rimanenze di materie prime 30.000,00 30.000,00

perdite su crediti 20.000,00 20.000,00

ICI 4.000,00 4.000,00

Bolli 1.000,00 1.000,00

Plusvalenze da alienazione da partecipazioni 30.000,00 30.000,00

Dividendi da partecip. In controllate 15.000,00 15.000,00

Interessi attivi bancari 5.000,00 5.000,00

Interessi passivi su mutui 14.581,25 14.581,25

Interessi passivi su obbligazioni 1.750,00 1.750,00

Interessi passivi bancari 3.668,75 3.668,75

Ires corrente 297.618,75 297.618,75

Imposte anticipate 34.375,00 34.375,00

società in leasing conto impegni 285.000,00 285.000,00

Macchinari in leasing 285.000,00 285.000,00

9.706.497,22 9.706.497,22 10.038.490,97 10.038.490,97

! !"!# $

% &

% ' ' !

& ( ) &

% ) # # ' * )

+ !%! *,- *# &

% ' ( '

+ !%! # !.*&

% / ! !"!# $

) & &

' &

% ' 0 '

&

% ' ( (

&

% ' ( !

/ ) 1 ! 28/11/2011

| La Società Nuova Distribuzione è una Società p

per Azioni,

,

pertanto secondo l•articolo 2327 c.c. l•ammontare del suo

capitale sociale deve essere non inferiore a 120.000 !.

Ipotizziamo un capitale sociale all•1/1/Anno n pari a 160.000 •

Ipotizziamo inoltre che all•31/12/Anno n-1 la riserva legale

avesse già raggiunto il limite del 20% del capitale sociale,

sociale pari a

32.000 • 3

| La Società opera nel settore della grande distribuzione pertanto

alcune voci rilevanti di Bilancio sono:

Rimanenze di merci in magazzino:

Secondo l•art. 2426 c.c. le rimanenze possono essere valutate con uno

dei seguenti metodi:

y Costo medio ponderato: il costo dei beni residuati nell•attivo

aziendale viene determinato in base al costo medio unitario

ponderato di tutti i beni acquistati o prodotti nelle•esercizio

y FIFO: il valore delle rimanenze viene determinato in funzione di

una rotazione dei beni secondo la quale i primi entrati o prodotti

sono i primi ad uscire dal magazzino

y LIFO: il valore delle rimanenze viene determinato in funzione di

una rotazione dei beni secondo la quale gli ultimi entrati o prodotti

sono i primi ad uscire dal magazzino

La normativa fiscale (art. 92 TUIR) lascia l•impresa libera di adottare il

criterio che ritiene più opportuno, stabilendo solamente un valore

minimo che nel caso in esame (valutazione rimanenze merci) coincide

con l•applicazione del metodo lifo a scatti, del costo medio ponderato o 4

del fifo. 2

28/11/2011

Ipotizziamo quindi di valutare le rimanenze al FIFO

COSTO VALORE

DATA DESCRIZIONE QUANTITA' UNITARIO COMPLESSIVO

01Ͳgen Esistenzainiziale 1200 150,00 •

180.000,00

15Ͳfeb Acquisto 1500 155,00 232.500,00

412.500,00

20Ͳmar Vendita 1200 150,00 180.000,00

200 155,00 31.000,00

201.500,00

30Ͳmag Acquisto 1400 160,00 224.000,00

425.500,00

31Ͳago Vendita 1300 155,00 201.500,00

224.000,0

01

01Ͳott

tt A

Acquisto

i t 600 165,00

165 00 99.000,00

99 000 00

323.000,00

28Ͳnov Vendita 800 160,00 128.000,00

195.000,00

31Ͳdic Rimanenzefinali 5

Le relative scritture di apertura e chiusura saranno quindi:

y Al 1/1/Anno n

Variazionerimanenzemerci a Rimanenzemerci 180.000,00

y Al 31/12/Anno n

Rimanenzemerci

Rimanen e merci a Varia

Variazionerimanenzemerci

ione rimanen e merci 195.000,00

95.000,00 6 3

28/11/2011

y Costi per il personale :

Ipotizziamo che la società abbia 30 dipendenti

Le retribuzioni lorde medie annue sono pari a 35.000 .

Le ritenute previdenziali a carico del lavoratore sono pari a 3500

Le ritenute fiscali sono pari a 8000

Gli oneri sociali sono pari a: (35.000 x 30) x 33 % = 346.500

Salariestipendi a Dipendentic/retribuzioni 35.000,00

Onerisociali a Debitiv/istitutiprevesociali 346.500,00

Dipendentic/retribuzioni a 35.000,00

Diversi

Debitiv/istitutiprevesociali 3.500,00

Erarioc/ritenutedaversare 8.000,00

Bancac/c 23.500,00

a Bancac/c

B / 11.500,00

11 500 00

Di

Diversi

i

Debitiv/istitutiprevesociali 3.500,00

Erarioc/ritenutedaversare 8.000,00

Ai sensi dell!art 2120 c.c. il TFR calcolato per l!Anno n sarà pari a:

(35.000 x 30)/13,5 = 77.778. 7

AccantonamentoTFR a DebitoperTFR 77.778,00

| La Società ha chiuso il precedente esercizio in perdita.

Su tale perdita era già stata contabilizzata la fiscalità

anticipata.

N

Nello

ll Stato

St t Patrimoniale

P t i i l al

l 31/12/n-1

31/12/ 1 sarà

à quindi

i di presente

t la

l

voce (C.II.4-ter) come previsto dall!art.

imposte anticipate

2424 c.c. e dall!OIC 25.

Fiscalmente tale perdita può essere ripianata mediante la

realizzazione di un piano industriale qualora si preveda la

realizzazione di utili negli esercizi futuri e qualora sia

garantita la continuità aziendale.

L

La perdita

dit in

i seguito

it alla

ll realizzazione

li i d

del

l piano

i verrà

à

•spalmata# sugli utili futuri.

Ai sensi del nuovo art. 84 del TUIR sarà deducibile nel limite

dell!80% dell!utile annuo senza limiti temporali. 8 4

28/11/2011

Ipotizziamo che la perdita dell’Anno n-1 sia pari a 20.000 €

PIANOINDUSTRIALE nͲ1 n n+1 n+2

Ͳ

Redditoimponibile 20.000,00 80.000,00 90.000,00 95.000,00

Ͳ

Ͳ

Ͳ

Utilizzoperditepregresse 20.000,00

Ͳ

Ͳ

Ͳ

Perditefiscalmenteriportabili 20.000,00

Ͳ Ͳ

Ͳ

Base

BaseimponibileIRES

imponibile IRES 60

60.000,00

000 00

Ͳ

Ͳ

Ͳ

IRES 16.500,00

Ͳ

Ͳ

Ͳ

Imposteanticipate(C.E.) 5.500,00

Ͳ

Ͳ

Ͳ

Riassorbimentoimp.ant.(C.E.) 5.500,00

Ͳ

Ͳ

Ͳ

Attivitàperimp.ant.(S.P.) 5.500,00

y Iscrizione della fiscalità anticipata nell•Anno n-1

Creditiperimposteanticipate

Crediti per imposte anticipate a Imposte

Imposteanticipate(CE)

anticipate (C ) 5.500,00

y Nonostante sia stato previsto un piano industriale della durata di

tre anni, la perdita, dal punto di vista fiscale, sarà

completamente riassorbita nell•anno n.

y Riassorbimento della fiscalità anticipata nell•Anno n 9

Imposteanticipate(CE) a Creditiperimposteanticipate 5.500,00

| Nel

N l corso dell•esercizio

d ll• i i la

l perdita

di è stata coperta utilizzando

ili d

una riserva.

Ipotizziamo che sia stata utilizzata la riserva straordinaria,

che all•1/1/Anno n era pari a 35.000 •

Riservastraordinaria a Perditad'esercizio 20.000,00 10 5

28/11/2011

| La Società è proprietaria, tra gli altri, di un immobile

(immobilizzazione materiale art. 2424 c.c., OIC 16) che nel

corso del precedente esercizio è stato rivalutato in base a

disposizioni di legge a soli fini civilistici.

La rivalutazione effettuata è di tipo monetario in quanto

consiste nell•adeguamento dei valori iscritti in bilancio a

quelli

lli previsti

i i da

d un decreto

d l

legislativo.

i l i

Tuttavia la rivalutazione non viene riconosciuta fiscalmente e

le quote di ammortamento future sono parzialmente

indeducibili.

Deve inoltre essere aperta una riserva da rivalutazione che

può essere utilizzata esclusivamente per coprire delle perdite

e/o per aumentare il capitale sociale ma in nessun caso può

essere distribuita.

di ib i

La rivalutazione può essere effettuata secondo uno dei

seguenti criteri:

rivalutazione del fondo ammortamento e del costo storico;

• 11

rivalutazione del solo costo storico;

• riduzione del fondo ammortamento.

Bene immobile:

y Costo storico di 800.000 !,

y In bilancio da 30 anni

y Aliquota di ammortamento fiscale e civile = 2%

y Quota ammortamento annua ante rivalutazione = 16.000 !

y Fondo ammortamento = 480.000 !

y Valore netto contabile = 320.000 !

y Vita utile residua = 20 anni

In base ad una perizia asseverata da un esperto, che stabilisce che il

valore di mercato dell

dell•immobile

immobile è pari a 950.000 !, gli

amministratori decidono di rivalutare l•immobile, ai soli fini

civilistici, con il metodo del costo storico.

Immobili a Riservadirivalutazione 150.000,00 12 6

28/11/2011

y Nuovo valore del costo storico = 950.000 •

y Quota ammortamento post rivalutazione:

(320.000 + 150.000)/20 = 23.500 •

y Fondo ammortamento al 31/12/Anno n = 480.000 + 23.500 = 503.500

Calcolo fiscalità differita

y Si crea un disallineamento tra valore civilistico e fiscale, sul quale

deve essere calcolata la fiscalità differita passiva nell!Anno n-1:

150.000 x 27,5 % = 41.250€

Riservarivalutazione a fondoimpostedifferite 41.250,00

y Tale disallineamento viene periodicamente riassorbito

Ammortamento AnnonͲ1

Anno n 1 Anno

Annon

n

Civilistico 16.000,00 23.500,00

Fiscale 16.000,00 16.000,00

Ͳ

Differenza 7.500,00 13

Fondoimpostedifferite a Impostedifferite(CE) 2.062,50

Brevemente mettiamo in evidenza anche gli altri due metodi di

rivalutazione utilizzando i valori visti precedentemente.

y Il metodo della rivalutazione del fondo ammortamento e del costo

storico prevede l!aumento del fondo ammortamento e del costo storico

in percentuale uguale a quella di rivalutazione del valore netto.

La percentuale di rivalutazione è pari a: 150.000/320.000 % = 46,875

%

Il costo storico viene rivalutato del 46,875% = 375.000 •

Il fondo ammortamento viene rivalutato del 46,875% = 225.000 •

Immobili a 375.000,00

Diversi

Fondoammortamento 225.000,00

Riservadirivalutazione 150.000,00

y Il metodo della riduzione del fondo ammortamento prevede la

riduzione del fondo ammortamento per un valore pari alla

rivalutazione.

Fondoammortamento a Riservadirivalutazione 150.000,00 14 7

28/11/2011

| La Società ha effettuato nel corso dell•esercizio un aumento di

capitale sociale a pagamento.

Ipotizziamo l•emissione di 4000 azioni del valore nominale di 10

•, al prezzo di 12 • ciascuna.

y Aumento capitale sociale: 40.000 !

y Riserva sovrapprezzo emissione azioni : 8.000 !

Azionistic/sottoscrizione a 48.000,00

Diversi

CapitaleSociale 40000

Riservasovrapprezzoazioni 8000

Ipotizziamo che il capitale sottoscritto sia stato interamente

versato

Bancac/c a Azionistic/sottoscrizione 48.000,00 15

| La Società detiene una partecipazione nella società PS S.p.a,

tale partecipazione è iscritta tra le immobilizzazioni

finanziarie nelle partecipazioni in imprese controllate (art.

2424, B-III-1-a).

Ai sensi dell•articolo 2426 le immobilizzazioni consistenti in

partecipazioni in imprese controllate possono essere valutate

sia per un importo pari alla corrispondente frazione di

patrimonio netto risultante dall•ultimo bilancio delle imprese

medesime sia, come in questo caso, al criterio del costo

rettificato come riportato al primo comma.

Per costo rettificato si intende il costo di acquisto comprensivo

dei costi accessori (ad esempio costi di transazione, marche da

bollo.. ect). 16 8

28/11/2011

In sede di chiusura tale partecipazione viene svalutata, e

conseguentemente aperto, o rettificato qualora fosse già presente,

un fondo svalutazione partecipazioni di importo pari alla perdita

di valore avvenuta.

Ipotizziamo che venga stimato un valore attuale della

partecipazione di 120.000 •, e che tale perdita di valore sia

considerata durevole in quanto legata alla perdita di

un•importante quota di mercato.

y Valore partecipazione al 1/1/n = 150.000

y Valore partecipazione al 31/12/n = 120.000

y Svalutazione partecipazione in bilancio = 30.000 (20 %)

Svalutazionepartecipazioni

Svaluta ione partecipa ioni a Fondo

Fondosvalutaz.Partecipazioni

svaluta . Partecipa ioni 30.000,00

Tale svalutazione è integralmente indeducibile, come previsto dagli art

94 e 101 del TUIR, in quanto assimilata a plusvalenza non realizzata.

In caso di ripristini di valore si avrò un trattamento speculare, ossia la 17

non tassabilità.

| La Società ha emesso in passato un prestito obbligazionario in

scadenza tra 4 anni, ai sensi dell•art 2410 c.c.

Ipotizziamo un prestito di 120.000 •, su cui la società paga

interessi passivi in via posticipata al tasso annuo del 5%.

La cedola viene corrisposta in due rate da 3.000 • ciascuna al

30/06 e al 31/12 di ogni anno.

Non è previsto un rimborso anticipato di quote di capitale.

Interessipassivisucedole a Obbligazionistic/interessi 3.000,00

Obbligazionistic/interessi a Bancac/c 3.000,00 18 9

28/11/2011

| La società ha in corso di estinzione un mutuo passivo, che

troveremo indicato alla voce •D-4 debiti verso banche nel

passivo dello stato patrimoniale (art. 2424).

Inoltre saranno presenti tra i costi del conto economico

i

interessi

i passivi

i i (su

( mutui)

i) alla

ll voce C-17.

C

Ipotizziamo un mutuo stipulato nel il 1/07/Anno n-10, della

durata di 20 anni, al tasso di interesse del 6% annuo.

Le quote capitali sono costanti (ammortamento all italiana).

Le rate sono pagate in via posticipata al 30/06 di ogni anno.

Calcoliamo quindi un rateo passivo al 31/12/Anno n

Quota interessi posticipati al 30/06/2010 = 6.000 !

Rateo = (6.000/12) x 6 = 3.000 ! 19

Piano di rimborso del mutuo

Anno Quota Interessi6% Rata Debito

capitale residuo

ǦͳͲ ʹͲͲǤͲͲͲ

Ǧͻ ͳͲǤͲͲͲ ͳʹͲͲͲ ʹʹǤͲͲͲ ͳͻͲǤͲͲͲ

Ǧͺ ͳͲǤͲͲͲ ͳͳͶͲͲ ʹͳǤͶͲͲ ͳͺͲǤͲͲͲ

Ǧ͹ ͳͲǤͲͲͲ ͳͲͺͲͲ ʹͲǤͺͲͲ ͳ͹ͲǤͲͲͲ

Ǧ͸ ͳͲǤͲͲͲ ͳͲʹͲͲ ʹͲǤʹͲͲ ͳ͸ͲǤͲͲͲ

Ǧͷ ͳͲǤͲͲͲ ͻ͸ͲͲ ͳͻǤ͸ͲͲ ͳͷͲǤͲͲͲ

ǦͶ ͳͲǤͲͲͲ ͻͲͲͲ ͳͻǤͲͲͲ ͳͶͲǤͲͲͲ

Ǧ͵ ͳͲǤͲͲͲ ͺͶͲͲ ͳͺǤͶͲͲ ͳ͵ͲǤͲͲͲ

Ǧʹ ͳͲǤͲͲͲ ͹ͺͲͲ ͳ͹ǤͺͲͲ ͳʹͲǤͲͲͲ

nǦ1 10.000 7200 17.200 110.000

n 10.000 6600 16.600 100.000

n+1 10.000 6000 16.000 90.000

Ϊʹ ͳͲǤͲͲͲ ͷͶͲͲ ͳͷǤͶͲͲ ͺͲǤͲͲͲ

Ϊ͵ ͳͲǤͲͲͲ ͶͺͲͲ ͳͶǤͺͲͲ ͹ͲǤͲͲͲ

ΪͶ ͳͲǤͲͲͲ ͶʹͲͲ ͳͶǤʹͲͲ ͸ͲǤͲͲͲ

Ϊͷ ͳͲǤͲͲͲ ͵͸ͲͲ ͳ͵Ǥ͸ͲͲ ͷͲǤͲͲͲ

Ϊ͸ ͳͲǤͲͲͲ ͵ͲͲͲ ͳ͵ǤͲͲͲ ͶͲǤͲͲͲ

Ϊ͹ ͳͲǤͲͲͲ ʹͶͲͲ ͳʹǤͶͲͲ ͵ͲǤͲͲͲ

Ϊͺ ͳͲǤͲͲͲ ͳͺͲͲ ͳͳǤͺͲͲ ʹͲǤͲͲͲ

Ϊͻ ͳͲǤͲͲͲ ͳʹͲͲ ͳͳǤʹͲͲ ͳͲǤͲͲͲ

ΪͳͲ ͳͲǤͲͲͲ ͸ͲͲ ͳͲǤ͸ͲͲ Ͳ 20 10

28/11/2011

| Verifico se gli interessi passivi sono deducibili

Secondo l•art 96 TUIR, gli interessi passivi sono deducibili in

ciascun periodo d•imposta in concorrenza con gli interessi

attivi e proventi assimilati; l•eccedenza è deducibile nel limite

del 30% del Risultato Operativo Lordo,

Lordo calcolato come la

differenza tra il valore e i costi della produzione (ad

esclusione degli ammortamenti delle immobilizzazioni

materiali e immateriali e dei canoni di locazione finanziaria

di beni strumentali).

Totale interessi passivi in bilancio = 15.600

• Totale interessi attivi su c/c in bilancio = 3.000

• Differenza = 12.600

• 30% del ROL = 192.722 x 30% = 57.816,60

Quindi gli interessi passivi sono totalmente deducibili 21

nell esercizio

Conto econom ico (art. 2425 C.C.) Totali ROL

Parziali

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

1) ricavi delle vendite e delle prestazioni 5.250.000

2) variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione,

semilavorati e finiti

3) variaizone dei lavori in corso su ordinazione

4) incrementi di immobilizzazioni per lavori interni

5) altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in

conto esercizio 5.250.000 5.250.000,00

TOTALE

B) COSTI DELLA PRODUZIONE - 3.500.000,00

6) per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci 3.500.000 - 65.000,00

7) per servizi 65.000

8) per godimento di beni di terzi

9) per il personale: - 1.050.000,00

a) salari e stipendi 1.050.000 - 346.500,00

b) oneri sociali 346.500 - 77.778,00

c) trattamento di fine rapporto 77.778

d) trattamento di quiescienza e simili

e) altri costi

10) ammortamenti e svalutazioni:

a) am m ortam ento delle im m obilizzazioni im m ateriali 2.400

b) am m ortam ento delle im m obilizzazioni m ateriali 36

36.500

500

c) altre svalutazioni delle immobilizzazioni

d) svalutazione dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle

disponibilità liquide 15.000,00

11) variazioni delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo -15.000

e merci

12) accantonamento per rischi

13) altri accantonamenti - 33.000,00

14) oneri diversi di gestione. 33.000 22

5.096.178 - 5.057.278,00

TOTALE 153.822 192.722,00

DIFFERENZA TRA VALORE E COSTI DELLA PRODUZIONE (A - B) 11

28/11/2011

| L

La Società

S i à ha

h sostenuto spese di manutenzione

i ordinaria

di i

superiori al massimo deducibile fiscalmente.

Secondo l•art 102 TUIR, le spese di manutenzione sono

fiscalmente deducibili nel limite del 5% del valore totale delle

immobilizzazioni (escluse quelle con manutenzione

contrattuale).

L•eventuale eccedenza può essere dedotta in quote costanti nei

5 esercizi

i i successivi.

i i 23

Ipotesi di bilancio

Immobilizzazione Costo Quotaamm. Fondoamm.

Storico Annon Annon

Fabbricati 950.000,00 23.500,00 503.500,00

Attrezzature 110.000,00 11.000,00 40.000,00

Altribeni(mobiliufficio) 25.000,00 2.000,00 10.000,00

Totale 1.085.000,00 36.500,00 553.500,00

SpesemanutenzioneAnnon 60.000,00

Quotadeducibile(5%) 54.250,00

Eccedenza 5.750,00

Fiscalitàdifferita(27,5%) 1.581,25

Creditiperimposteanticipate a Imposteanticipate(CE) 1.581,25

Tali imposte anticipate verranno recuperate nei 5 esercizi successivi:

.

Imposteanticipate(CE) a Creditiperimposteanticipate 316,25 24 12

28/11/2011

| La Società ha iscritto tra le immobilizzazioni i costi inerenti

alla modifica dello statuto.

Questi costi, secondo il principio contabile OIC n.24, vanno

riportati tra i costi di impianto e di ampliamento in quanto

includono, tra gli altri, tutti i costi e le spese direttamente

sostenuti per la costituzione della società e possono essere

ammortizzati dal punto di vista civilistico in quote costanti in

un periodo non superiore ai cinque anni (art. 2426 c.c.).

Fiscalmente sono deducibili nel limite della quota imputabile

a ciascun esercizio secondo il criterio civilistico adottato (art

108, comma 3, TUIR), con parere favorevole da parte del

collegio sindacale.

Ipotizziamo tali costi pari a 12.000 •

L•ammortamento sarà quindi pari a 2.400 • all•anno per 5

anni

AmmortamentoImmob.Imm. a FondoAmm.Immob.Imm. 2.400,00 25

FASE 2

Calcolo della fiscalità corrente e differita

26 13

28/11/2011

Fiscalitàdifferita

Variazioni (IRES27,5%)

111.222,00

UTILEAnnon(daContoeconomico)

DifferenzepermamentiAnnon

Svalutazionepartecipazione 30.000,00

Quotaspeseserviziindeducibile 5.000,00

DifferenzetemporaneeAnnon

Spesemanutenzioneeccedenti5%

5.750,00 1.581,25

RigirodifferenzetemporaneeAnnonͲ1

Utilizzoimpostedifferitesuammortamento

7.500,00 2.062,50

StornoimposteanticipatesuperditaAnnonͲ1 Ͳ Ͳ

20.000,00 5.500,00

UTILEAnnon(imponibile) 38.354,80

139.472,00

| Fiscalità corrente: 139.472 x 27,5% = 38.354,80 •

Impostesulreddito a Debititributari 38.354,80 27

| Iscrizione imposte anticipate

Creditiperimposteanticipate a Imposteanticipate(CE) 1.581,25

| Storno imposte anticipate

Imposteanticipate(CE) a Creditiperimposteanticipate 5.500,00

| Utilizzo imposte differite

Fondoimpostedifferite a Impostedifferite(CE) 2.062,50 28 14

28/11/2011

FASE 3

Schemi di Stato Patrimoniale e Conto

Economico

29 FASE 4

Prospetto di variazione del patrimonio netto

30 15

28/11/2011

Prospetto di variazione del patrimonio netto

Riserva

Capitale Riserva Utile

CONTO sovrapprezzo Riservalegale Altreriserve Totale

sociale rivalutazione d'esercizio

azioni

Ͳ Ͳ

Al1/1/Annon 160.000,00 108.750,00 32.000,00 35.000,00 20.000,00 315.750,00

AumentoC.S 40.000,00 8.000,00 48.000,00

Ͳ

Rivalutazioneimm. Ͳ

Ͳ

Coperturaperdita 20.000,00 20.000,00

Risultatoescorrente 72.867,00 72.867,00

Al31/12/Annon 200.000,00 8.000,00 108.750,00 32.000,00 15.000,00 72.867,00 436.617,00

31

| Riserva sovrapprezzo azioni (art. 2431 c.c.): nel caso di aumento di

capitale sociale la differenza tra il prezzo di emissione e il valore

nominale delle azioni viene iscritta in bilancio come riserva

sovrapprezzo azioni. Tale riserva non può essere distribuita ai soci

g non abbia raggiunto

gg il limite stabilito

fino a che la riserva legale

dall•art. 2430 c.c. Essa può essere utilizzata per copertura perdite,

aumento gratuito del capitale sociale e aumento della riserva legale;

| Riserva di rivalutazione: tale riserva accoglie le rivalutazioni

previste per legge e può essere utilizzata esclusivamente per la

copertura di perdite;

| Riserva legale: secondo l•art. 2430 c.c. dagli utili netti annuali deve

essere dedotta una somma corrispondente almeno alla ventesima

parte di essi per costruire una riserva fino a che questa non abbia

raggiunto il quinto del capitale sociale. Essa deve essere reintegrata

se viene diminuita per qualsiasi ragione. La riserva può essere

utilizzata esclusivamente per la copertura di perdite;

| La voce altre riserve accoglie le riserve facoltative. 32 16

I BILANCIO DI VERIFICA RETTIFICHE FISCALI II BILANCIO DI VERIFICA

CONTI DARE AVERE DARE AVERE DARE AVERE

Costi impianto e ampliamento € 12.000,00 € 12.000,00

Terreni e fabbricati € 950.000,00 € 950.000,00

Attrezzature industriali € 110.000,00 € 110.000,00

Altri beni € 25.000,00 € 25.000,00

Partecipazioni controllate € 150.000,00 € 150.000,00

Merci € 195.000,00 € 195.000,00

Acconti € 14.181,00 € 14.181,00

Crediti per imp. Anticipate € 5.500,00 € 1.581,00 € 5.500,00 € 1.581,00

Crediti v/clienti € 18.000,00 € 18.000,00

Crediti v/controllate € 20.000,00 € 20.000,00

Banca c/c € 262.738,00 € 262.738,00

Denaro in cassa € 7.400,00 € 7.400,00

Capitale sociale € 200.000,00 € 200.000,00

Riserva sovrapprezzo azioni € 8.000,00 € 8.000,00

Riserva rivalutazione € 108.750,00 € 108.750,00

Riserva legale € 32.000,00 € 32.000,00

Riserva facoltativa € 15.000,00 € 15.000,00

Fondo per imposte differite € 41.250,00 € 2.062,00 € 39.188,00

F.do Amm costi impianto € 2.400,00 € 2.400,00

F.do Amm fabbricati € 503.500,00 € 503.500,00

F.do Amm attrezzature € 40.000,00 € 40.000,00

F.do Amm altri beni € 10.000,00 € 10.000,00

F.do svalutazione partecipazioni € 30.000,00 € 30.000,00

TFR € 280.178,00 € 280.178,00

Obbligazioni € 120.000,00 € 120.000,00

Deb. v/banche € 100.000,00 € 100.000,00

Deb. v/fornitori € 132.669,00 € 132.669,00

Deb v/controllate € 17.000,00 € 17.000,00

Deb. v/istituti previdenziali € 14.850,00 € 14.850,00

€ 38.355,00

Deb. Tributari € 38.355,00

Ratei e risconti passivi € 3.000,00 € 3.000,00

Ricavi vendite € 5.250.000,00 € 5.250.000,00

Costi per merci € 3.500.000,00 € 3.500.000,00

Costi per servizi € 65.000,00 € 65.000,00

Salari e stipendi € 1.050.000,00 € 1.050.000,00

Oneri sociali € 346.500,00 € 346.500,00

Accantonamento TFR € 77.778,00 € 77.778,00

Ammortamento costi impianto e ampl. € 2.400,00 € 2.400,00

Ammortamento fabbricati € 23.500,00 € 23.500,00

Ammortamento attrezzature € 11.000,00 € 11.000,00

Ammortamento altri beni € 2.000,00 € 2.000,00

Variazione rimanenze merci € 15.000,00 € 15.000,00

Oneri diversi di gestione € 33.000,00 € 33.000,00

Interessi attivi su c/c € 3.000,00 € 3.000,00

Interessi passivi su prest. obbligazionario € 6.000,00 € 6.000,00

Interessi passivi su mutuo € 9.600,00 € 9.600,00

Svalutazione partecipazioni € 30.000,00 € 30.000,00

Imposte sul reddito € 38.355,00 € 38.355,00

Imposte anticipate € 5.500,00 € 1.581,00 € 3.919,00

Imposte differite € 2.062,00 € 2.062,00

TOTALE € 6.926.597,00 € 6.926.597,00 € 47.498,00 € 47.498,00 € 6.964.952,00 € 6.964.952,00

STATO PATRIMONIALE

ATTIVO anno n anno n-1 PASSIVO anno n anno n-1

A) CREDITI V/ SOCI PER VERS. ANCORA DOVUTI, A) PATRIMONIO NETTO

con separata indicazione della parte già richiamata I. Capitale sociale 200.000

B) IMMOBILIZZAZIONI II. Riserva da sovrapprezzo azioni 8.000

I. Immobilizzazioni immateriali III. Riserva di rivalutazione 108.750

1) Costi di impianto e di ampliamento 9.600 IV. Riserva legale 32.000

2) Costi di ricerca, di sviluppo e di pubblicità V. Riserve statutarie

3) Diritti brevetto ind.le e utilizz. opere dell'ingegno VI. Riserva per azioni proprie in portafoglio

4) Concessioni, licenze, marchi e diritti simili VII. Altre riserve, distintamente indicate 15.000

5) Avviamento VIII. Utili (perdite) portati a nuovo

6) Immobilizzazioni in corso ed acconti IX. Utile (perdita) dell'esercizio 71.010

7) Altre Totale Patrimonio netto (A) 434.760

Totale 9.600

II. Immobilizzazioni materiali B) FONDI PER RISCHI E ONERI

1) Terreni e fabbricati 446.500 1) Per trattamento di quiescenza e obblighi simili

2) Impianti e macchinario 2) Per imposte, anche differite 39.188

3) Attrezzature industriali e commerciali 70.000 3) Altri

4) Altri beni 15.000 Totale Fondi per rischi e oneri (B) 39.188

5) Immobilizzazioni in corso ed acconti

Totale 531.500 C) TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO 280.178

III. Immobilizzazioni finanziarie , con separata DI LAVORO SUBORDINATO

indicazione, per ciascuna voce dei crediti, D) DEBITI, con separata indicazione, per

degli importi esigibili entro l'esercizio successivo:

1) Partecipazioni in: ciascuna voce, degli importi esigibili oltre Entro Oltre Entro Oltre

a. imprese controllate 120.000 l'esercizio successivo 12 mesi 12 mesi 12 mesi 12 mesi

b. imprese collegate 1) Obbligazioni 120.000

c. imprese controllanti 2) Obbligazioni convertibili

d. altre imprese 3) Debiti verso soci per finanziamenti

4) Debiti verso banche 10.000 90.000

Entro Oltre Entro Oltre

2) Crediti: 5) Debiti verso altri finanziatori

12 mesi 12 mesi 12 mesi 12 mesi

a. verso imprese controllate 6) Acconti

b. verso imprese collegate 7) Debiti verso fornitori 132.669

c. verso controllanti 8) Debiti rappresentati da titoli di credito

d. verso altri 9) Debiti verso imprese controllate 17.000

3) Altri titoli 10) Debiti verso imprese collegate

4) Azioni proprie, con indicazione del valore 11) Debiti verso controllanti

nominale complessivo 12) Debiti tributari 38.355

13) Debiti verso istituti di previdenza 14.850

Totale 120.000 e di sicurezza sociale

Totale Immobilizzazioni (B) 661.100 14) Altri debiti

Totale Debiti (D) 422.874

C) ATTIVO CIRCOLANTE E) RATEI E RISCONTI con separata

I. Rimanenze 3.000

1) Materie prime, sussidiarie e di consumo indicazione dell'aggio su prestiti

2) Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati

3) Lavori in corso su ordinazione

4) Prodotti finiti e merci 195.000

5) Acconti 14.181

Totale 209.181

II. Crediti , con separata indicazione per ciascuna Entro Oltre Entro Oltre

voce, degli importi esigibili oltre l'esercizio successivo: 12 mesi 12 mesi 12 mesi 12 mesi

1) verso clienti 18.000

2) verso imprese controllate 20.000

3) verso imprese collegate

4) verso controllanti

4-bis) crediti tributari

4-ter) imposte anticipate 1.581

5) verso altri

Totale 39.581

III. Attività finanziarie che non costituiscono

immobilizzazioni

1) Partecipazioni in imprese controllate

2) Partecipazioni in imprese collegate

3) Partecipazioni in imprese controllanti

4) Altre partecipazioni

5) Azioni proprie, con indicazione del valore

nominale complessivo

6) Altri titoli

Totale

IV. Disponibilità liquide

1) Depositi bancari e postali 262.738

2) Assegni

3) Denaro e valori in cassa 7.400

Totale 270.138

Totale Attivo circolante (C) 518.900

D) RATEI E RISCONTI con separata

indicazione del disaggio su prestiti

TOTALE ATTIVO 1.180.000 TOTALE PASSIVO 1.180.000

Conti d'ordine dell'attivo Conti d'ordine del passivo

CONTO ECONOMICO anno n anno n-1

A) VALORE DELLA PRODUZIONE

1) Ricavi delle vendite e delle prestazioni 5.250.000

2) Variazioni delle rimanenze di prodotti in corso di lavorazione, semilavorati e finiti

3) Variazione dei lavori in corso su ordinazione

4) Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni

5) Altri ricavi e proventi, con separata indicazione dei contributi in conto esercizio

Totale (A) 5.250.000

B) COSTI DELLA PRODUZIONE

6) Per materie prime, sussidiarie, di consumo e merci 3.500.000

7) Per servizi 65.000

8) Per godimento beni di terzi

9) Per il personale

a) Salari e stipendi 1.050.000

b) Oneri sociali 346.500

c) Trattamento di fine rapporto 77.778

d) Trattamento di quiescienza e simili

e) Altri costi

10) Ammortamenti e svalutazioni

a) Ammortamento delle immobilizzazioni immateriali 2.400

b) Ammortamento delle immobilizzazioni materiali 36.500

c) Altre svalutazioni delle immobilizzazioni

d) Svalutazione dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibiltà liquide

11) Variazione delle rimanenze di materie prime, sussidiarie, di consumo e merci - 15.000

12) Accantonamenti per rischi

13) Altri accantonamenti

14) Oneri diversi di gestione 33.000

Totale (B) 5.096.178

DIFFERENZA TRA VALORE E COSTI DELLA PRODUZIONE (A-B) 153.822

C) PROVENTI E ONERI FINANZIARI

15) Proventi da partecipazioni, con separata indicazione di quelli

da imprese controllate e collegate

16) Altri proventi finanziari

a) Da crediti iscritti nelle immobilizzazioni, con separata indicazione di quelli

da imprese controllate e collegate e di quelli da controllanti

b) Da titoli iscritti nelle immobilizzazioni che non costituiscono partecipazioni

c) Da titoli iscritti nell'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni

d) Proventi diversi dai precedenti, con separata indicazione di quelli verso imprese 3.000

controllate e collegate e di quelli da controllanti

17) Interessi ed altri oneri finanziari, con separata indicazione di quelli verso imprese - 15.600

controllate e collegate e verso controllanti

17-bis) Utili e perdite su cambi

Totale (15+16-17+-17-bis) - 12.600

D) RETTIFICHE DI VALORE DI ATTIVITÀ' FINANZIARIE

18) Rivalutazioni:

a) di partecipazioni

b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni

c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni

19) Svalutazioni:

a) di partecipazioni - 30.000

b) di immobilizzazioni finanziarie che non costituiscono partecipazioni

c) di titoli iscritti all'attivo circolante che non costituiscono partecipazioni

Totale delle rettifiche (18-19) - 30.000

E) PROVENTI E ONERI STRAORDINARI

20) Proventi con separata indicazione delle plusvalenze da alienazione i cui ricavi

non sono iscrivibili al n. 5)

21) Oneri con separata indicazione delle minusvalenze da alienazione, i cui effetti

contabili non sono iscrivibili al n. 14), e delle imposte relative a esercizi precedenti

Totale delle partite straordinarie (20-21)

RISULTATO PRIMA DELLE IMPOSTE (A-B±C±D±E) 111.222

22) Imposte sul reddito dell'esercizio, correnti, differite e anticipate - 40.212

UTILE (O PERDITA) DELL'ESERCIZIO 71.010

! "

#$

% & ' &

% %()* +

% &

( , ,

( $ -

. / '


ACQUISTATO

4 volte

PAGINE

72

PESO

2.02 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in professioni contabili
SSD:
Docente: Puddu Luigi
Università: Torino - Unito
A.A.: 2015-2016

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Pantalasso di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Bilancio d'esercizio e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Puddu Luigi.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea magistrale in professioni contabili

Matematica finanziaria - Appunti
Appunto
Principi contabili internazionali IAS IFRS
Appunto
Principi Contabili Internazionali - esercizi svolti IAS/IFRS 5 parte
Esercitazione
Principi contabili internazionali - esercizi svolti IAS/IFRS  2 parte
Esercitazione