Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

In ¼ circa dei casi i pazienti dopo il trauma presentano un "intervallo libero" o "lucido" che trae in inganno ma non

deve trarre in inganno: ogniqualvolta c'è una frattura anche sospetta fare TC.

Sintomi: dopo alcune hh dal trauma compaiono

cefalea, vomito, alterazioni coscienza fino al coma, riflesso di Cushing, alterazioni del respiro,

ernie cerebrali e poi morte cerebrale: entro 12-24 hh.

Le alterazioni della coscienza sono la cosa più importante specialmente quando seguono un "intervallo lucido": la

sonnolenza presentata da un paziente con trauma cranico non deve essere mai sottovalutata o misconosciuta, anzi è una

indicazione a fargli una TC d'urgenza se già non l'ha fatta prima.

MA QUESTI SINTOMI NON SI DEVONO VERIFICARE: il pz deve già aver fatto una TC prima ed essere

già sul tavolo operatorio.

Aspetto TC dell'ematoma extradurale: iperdensità a forma di lente biconvessa.

Sede + frequente è il lobo temporale ----> ecco perché facilmente l'ipertensione endocranica evolve in un'ernia.

Un'altra molto più rara ma estremamente pericolosa è la fossa cranica posteriore.

Trattamento dell'ematoma extradurale: intervento di craniotomia (cioè con il trapano si "scoperchia" una parte di

calotta cranica), asportazione dell'ematoma e coagulazione dell'arteria meningea che ha sanguinato.

E' un intervento molto semplice che però salva la vita.

Per fortuna negli ultimi anni, da quando è diventato obbligatorio l'uso del casco per i motociclisti, di ematomi

extradurali in seguito a traumi se ne vedono molti meno di prima.

EMATOMA SOTTODURALE: ++ in pz anziani

causa: rottura delle vene a ponte.

Fattore predisponente: terapia anticogulante in corso.

a) ACUTO o SUBACUTO:

si verifica entro 3 giorni (acuto) o entro 4-21 giorni (subacuto) dopo traumi cranici severi;

si manifesta con deterioramento acuto dello stato neurologico.

Diagnosi alla TC: iperdensità "a falda" con margine concavo, a volte anche bilaterale, con effetto-massa;

gran parte del danno non è dato dalla presenza dalla falda quanto dallo spostamento controlaterale della linea mediana.

L'ematoma sottodurale acuto provoca effetto massa e ipertensione endocranica, proprio come l'ematoma extradurale,

ma ha anche un'altra componente di danno: il contatto più stretto con il parenchima cerebrale fa sì che i prodotti di

degradazione del sangue abbiano un effetto tossico sulla corteccia, ecco perché insieme ai sintomi di ipertensione

endocranica compaiono anche segni neurologici.

Gli ematomi sottodurali più devastanti si verificano nei pazienti in terapia anticoagulante con INR alto.

Trattamento dell'ematoma sottodurale acuto: come per l'extradurale, si fa una craniotomia solo che questa volta si apre

anche la dura madre, poi asportazione dell'ematoma e coagulazione della sede di sanguinamento.

Spesso però, sopratuttto negli anziani in t.a.o., non si fa in tempo a portare il paziente sul tavolo operatorio.

b) CRONICO:

si verifica oltre 21 giorni dopo un trauma cranico spesso lieve, spesso neanche ricordato dal pz né dai familiari.

Si può manifestare con a) sintomi di ipertensione endocranica cronica (cefalea, vomito, alterazioni vista, sonnolenza)

b) emisindrome controlaterale ingravescente

c) demenza rapidamente progressiva.

Diagnosi alla TC: ipodensità con margine concavo, a volte bilaterale.

A differenza che nell'ematoma sottodurale acuto, quello cronico una volta riconosciuto ha una prognosi ottima perché

l'intervento chirurgico è semplice da eseguire e comporta un completo recupero.

Contusione Cerebrale ----> Emorragia intracerebrale:

La contusione cerebrale è un focolaio necrotico-emorragico del parenchima cerebrale, formatosi in seguito al trauma:

è come una ferita lacero-contusa della cute e alla TC appare come una lesione disomogenea.

_

I focolai di contusione cerebrale possono però ingrandirsi ed assumere i caratteri di vere e proprie emorragie

intracerebrali, come quelle conseguenti alla rottura di vasi perforanti o intracranici: alla TC appariranno come grandi


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

3

PESO

83.85 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Neurologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - durata 6 anni)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Neurologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Sorbi Sandro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Neurologia

Demenze frontotemporali
Appunto
Vie motorie
Appunto
Tronco encefalico
Appunto
Clinica del coma
Appunto