Che materia stai cercando?

Storia della cultura inglese 1 - Appunti

Appunti di Storia della cultura 1 per l’esame del professor Falzon. Gli argomenti trattati sono i seguenti: Miss Temple (santuario ausilio), le due prove: Rochester e St. John Rivers prima di diventare matura, John Ruskin – Pathetic Fallacy, Ragione vs Passione.

Esame di Storia della cultura inglese I docente Prof. R. Falzon

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Wide Sargasso Sea come parodia critico-creativa di Jane Eyre

La prima edizione di Jane Eyre fece scalpore, la critica definì il romanzo eversivo, immorale e

anticristiano. Charlotte scrisse una prefazione alla seconda edizione.

In Jane Eyre abbiamo avuto una prima definizione di pazzia, è una pazzia allegorica, di stampo

morale in quanto Bertha incarna il peccato che è l’antitesi della sanità. Charlotte ha privato

Bertha di ogni umanità, è solamente un simbolo.

1) Testo parodiato = IPOTESTO o TESTO PRIMARIO o TESTO MATRICE (JE)

2) Testo parodiante = IPERTESTO o TESTO SECONDARIO o TESTO SATELLITE (WSS)

Jane Rhys è stata una delle prime a parodiare, temeva e soffriva per fare questa cosa. Rhys non

vuole sminuire Jane Eyre, lei amava molto quel romanzo. Wide Sargasso Sea è una riscrittura

critico-parodica, ma non è una parodia classica (meschina imitazione), né trasferimento burlesco

né riscrittura in chiave comica, è una parodia moderna. Non vuole distruggere l’ipotesto, ma lo

vuole commentare e mettere in discussione certi assunti del testo di partenza. Wide

Sargasso Sea è una rilettura creativa, apporta modifiche e varianti, altera il testo primario e lo

trasforma, conduce il testo verso un nuovo senso, nuova interpretazione critico creativa. Serve

nuovi obbiettivi non previsti nel testo di partenza. La parodia critico-creativa è sempre

ripetizione con differenza. Ogni testo è un ipertesto, va visto come un testo secondario, usa gli

aspetti dell’ipotesto, spetta al lettore trovare i rovesciamenti informativi operati.

Nel mettere in discussione un testo del passato, questo viene riattivato dalla critica-creativa, da

nuova linfa, lo riattiva, lo trasforma e rende il testo attuale in un contesto contemporaneo. Wide

Sargasso Sea anticipa appieno gli anni ’60, è del ’66. Il ’68 è significativo perché da voce a chi

prima non l’aveva. Il romanzo era WASP (white anglosaxon protestant, bianco anglosassone

protestante ed eterosessuale), dopo il ’68 nascono nuove discipline e si sente la voce dei vinti;

viene allora a crollare l’idea monolitica della realtà e della verità. È un testo che sta dalla parte dei

vinti, atto di accusa contro il colonialismo.

La Rhys vuole mettere in dubbio l’innata follia di Bertha (secondo Rochester è ereditaria),

questi elementi sono l’espressione di una coscienza che è stata alienata. Dare vita e voce a

uno spettro muto nell’ipotesto, facendo raccontare la sua vita a lei stessa e a nome proprio. La

prima differenza sta nel nome, cambio di identità. Da Bertha Mason a Antoinette Cosway

. Bertha

è un nome inglese, Antoinette è francese, ciò rimarca il divario che c’è tra Bertha e Antoinette.

Antoinette ricalca il nome della madre Annette, indica che hanno un destino comune di sofferenza

e alienazione. Antoinette è un diminuitivo, spesso reagisce al mondo circostante con stupore

(elemento infantile). Mason è il patrigno di Antoinette.

Cosway = sentiero rialzato che attraversa paludi, zone acquitrinose, richiama il titolo del romanzo,

ci sono le acque.

Sargassi = alghe enormi che rendono il mare stagnante e difficile da navigare. La vita di Antoinette

deve percorrere un cammino pericoloso.

Il grande mare dei Sargassi allude alla distanza che spara Rochester (UK) da Antoinette (Caraibi).

Cosway ricorda anche il “Dark Passage”: corridoio buoio fuori dalla stanza di Bertha a Thornfield.

Rochester in Wide Sargasso Sea si rifiuta di chiamarla Antoinette perché simile ad Annette,

le due sono legate dalla pazzia. La pazzia della madre è stata indotta dal secondo marito,

come avviene con Antoinette e Rochester. Antoinette, rifiutata dalla madre che preferisce il

fratello, trova l’affetto materno in Cristophine. In Jane Eyre Bertha viene presentata come un

incubo persecutorio mentre in Wide Sargasso Sea la Rhys ribalta il personaggio, diventa

una vittima perseguitata. Rochester in WSS si dà all’adulterio con Ameliè, umilia e tormenta

Antoinette, ed è lui nella sua alienazione a spingerla verso l’alcol e l’adulterio e dice di avere la

conferma di quello che è lei, dimenticandosi di cosa ha fatto lui fin dall’inizio.

La Rhys cambia la dimensione temporale. In Jane Eyre St. John Rivers regala a Jane una copia

di Marmion di Walter Scott del 1808 dicendole che è fresco di stampa, l’autobiografia di Jane

finirebbe nel 1819. La Rhys ci dice subito che è appena avvenuta l’emancipazione degli schiavi

(ebbe luogo nel 1833). A Spanish Town Antoinette ricama la data 1839 mentre era in convento

(periodo più felice della propria vita, dopo incontra Rochester; anche la sua vita è divisa in quattro

stagioni, però inizia con la primavera e finisce con l’inverno). Tale cambiamento è assai funzionale

per la Rhys. L’emancipation Act (atto di abolizione della schiavitù) fa scomparire la vecchia classe

di coloni che si era arricchita con la schiavitù e che poi viene sfrutta da nuovi coloni. La famiglia

Cosway viene sfruttata dai Mason e poi da Rochester. Antoinette appartiene alla classe decaduta.

La ricerca d’identità di Antoinette è la metafora della nascita della nuova Giamaica (momento di

ristrutturamento sociale). Antoinette Cosway si trova fra due culture (essere liminale = tra e fra),

pur non appartenendo in pieno a nessuna di esse.

Antoinette è rifiutata dalla società di colore e da quella dei nuovi bianchi, non è accettata da

nessuno. Lei continuamente si sente rifiutata, la sua alienazione incomincia molto prima di

conoscere Rochester. La madre le preferisce il fratellino invalido. Lui muore nell’incendio della

piantagione di Coulibrì, il libro si apre con un incendio e si conclude con l’incendio di Thornfield

Hall. Annette respinge Antoinette.

Antoinette rimane per tre anni in collegio. L’ultima notte che è in convento fa un sogno

premonitore: persona che la costringe a seguirla fuori dai Caraibi verso un orto rinchiuso.

Grandbois = grande bosco, ricorda Lowood. ¾ del romanzo è ambientata nei Caribi.

Rochester come il signor Mason non capisce né la cultura né le tradizioni dei Caraibi. Per

Rochester la Giamaica diventa un inferno, l’altro da sé, identifica quel paesaggio

lussureggiante e selvaggio con Antoinette, vista in maniera abominevole e come una cosa

da dominare ed eliminare. La Giamaica diventa per lui la terra dell’eccesso.

Pathetic fallacy = ha origini morali, John Ruskin era profondamente cristiano (preferiva il gotico al

rinascimento)

Rochester proietta la sua alienazione sul paesaggio (stordisce i sensi, molto sensuale). I Caraibi

diventano per lui luoghi selvaggi. Quando Bertha viene rinchiusa ha 18 anni. Oscillazione tra

desiderio e paura verso la moglie, Antoinette è solare ma è considerata inferiore a lui (la considera

un oggetto, la reifica = trasforma in pietra). Antoinette incarna per lui l’altro da sé, l’opposto

della razionalità. Più Rochester starà in Giamaica più sarà destabilizzato, accusa il paesaggio e la

natura di Antoinette. Il suo senso di spaesamento gli fa accusare alla moglie di essere insicura,

pensa di poter essere contaminato anche lui rimanendo più a lungo sull’isola. Pensa di essere

manovrato dalla famiglia di Antoinette come prima era stato manovrato da suo padre (senso di

persecuzione), anche lui è una vittima del patriarcato, la vittima non è solo Antoinette. La

Rhys si serve dei dati preesistenti ma poi li rielabora dando nuove visioni.

Una delle tecniche usate è la variazione con differenza, la Rhys rilegge la fitta di rete di simboli

con la natura (la natura per Rochester in Giamaica è eccessiva), ogni tappa del cammino di Jane è

legata ad una stagione particolare. Anche il percorso di Antoinette è contrassegnato da

quattro tappe ma è una catabasi, inizia con la primavera e finisce con l’inverno, discesa agli

inferi mentre per Jane è un climax.

La prima tappa è la piantagione di Coulibrì (dopo l’incendio eden perduto), infanzia e adolescenza.

La seconda è il convento di Spanish Town (14-17 anni), estate, periodo più spensierato della sua

vita, esce per il matrimonio. La terza è Grandbois, autunno, luna di miele. Infine, Thornfield Hall,

inverno-inferno, non ancora ventenne viene rinchiusa. Il percorso di Antoinette è inverso a

quello di Jane. Il sole è collegato ai Caraibi. La notte e la pioggia a Rochester e all’Inghilerra. Il

tempo non ha più senso per lei. La sua alienazione ha avuto inizio con il rifiuto da parte della

madre e termina con il rifiuto da parte della società. Il fuoco diventa lo strumento della

morte, dell’odio, sembra una ribellione culturale, sole della Giamaica che vuole mettere fine

all’Inghilterra e alla sua società.

Rochester non cercherà mai di collegarsi ai Caraibi, come quando decide di non portare con sé il

bambino giamaicano.

La focalizzazione (prospettiva) non è quella monolitica e fissa come avviene in Jane Eyre e

monodialogica, in Wide Sargasso Sea il punto di vista è plurimo a rotazione, abbiamo

quindi una polifonia: Antoinette, Rochester e Grace Poole. Dall’onniscienza e dalla visione

parziale di Jane si passa ad un punto di vista plurimo e diversificato.

La prima parte appartiene esclusivamente ad Antoinette, Caraibi

La seconda parte alterna Rochester-Antoinette-Rochester, Caraibi

La terza parte a rotazione Grace Poole-Antoinette, Inghilterra

Le voci degli altri personaggi vengono filtrate da Antoinette e da Rochester

Per articolare i pensieri di Grace poole viene utilizzata la tecnica dello Stream of Consciousness

CONVERGENZE

- Uso della narrazione in prima persona, però in Jane c’è una focalizzazione interna fissa

con autore onnisciente (prospettiva univoca), in Wide Sargasso Sea focalizzazione interna

variabile.

- A livello di contenuti sia Jane che Antoinette fanno sogni premonitori

- Rochester è un libertino in entrambi i testi, tradisce Antoinette con Ameliè e poi ha 3

concubine mentre Bertha è rinchiusa

- 4 tappe nella vita sia di Jane sia di Antoinette

- Pathetic fallcy, Jane proietta il suo animo sulla natura come Rochester in Wide Sargasso

Sea

- In entrambi i romanzi sia Bertha che Rochester sono vittime del patriarcato, Rochester è

rifiutato dal padre come Bertha dalla madre

- Jane Eyre non da una voce a Berhta come Wide Sargasso Sea non da una voce a Jane

L’incendio e il fuoco svolgono in ambedue i testi un ruolo determinante, in Wide Sargasso

- Sea è apparentemente duplice e circolare mentre in Jane Eyre è unico

Sia Jane che Antoinette hanno all’incirca 18 anni quando incontrano Rochester

-

DIVERGENZE

Cambiamento della dimensione temporale, Jane Eyre finisce nel 1819, Wide Sargasso Sea

- inizia nell’anno 1833(Emancipation Act)

Jane Eyre è ambientato interamente in Inghilterra, Wide Sargasso Sea nei Caribi e in

- Inghilterra

In ambedue i testi la madre si chiama Annette però porta ad una divergenza importante

- (Rochester la rinomina Bertha per differenziarla dalla madre)

In Jane Eyre c’è un finale chiuso, mentre Wide Sargasso Sea non ce l’ha (Bertha sogna

- l’incendio)

In ambedue c’è l’inferno, ma in Jane Eyre è alla fine e in Wide Sargasso Sea è all’inizio

- In Jane Eyre Rochester dice che Bertha ha 5 anni più di lui mentre in Wide Sargasso Sea

- lei ha 5 anni meno di Rochester

In Jane Eyre Rochester dice che fu costretto a sposare Bertha, ma quando lei è indecisa se

- sposarsi è proprio lui che riesce a convincerla

Strutture di fondo a livello ideologico, Wide Sargasso Sea attacca i pregiudizi razziali

- eurocentrici impliciti nel testo della Bronte

Il finale di Wide Sargasso Sea si presta ad una duplice lettura. La Rhys lascia il romanzo

con Bertha ancora viva. Non è detto in modo esplicito quello che succede. Finale tipicamente

modernista (è ambiguo, ambivalente), il finale ottocentesco è chiuso (come in Jane Eyere). La

terza parte si apre con una focalizzazione su Grace Poole.

Jane Rhys rischiò grosso quando decise di scrivere questo prequel, in quanto Wide Sargasso Sea

poteva risultare imitativo e ripetitivo (parodia classica), ma riuscì nei suoi intenti e questo non è

solo indipendente ma getta una nuova luce sul testo matrice stesso e fa tutta una serie di

domande (uomo e donna; pazzia ereditaria; schizofrenia come fuga; rapporti di coppia basati sul

potere e non condivisione; schiavitù: solo i neri comprati o anche Rochester; innocenza di

Antoinette e colpevolezza di Rochester fino a che punto). Il romanzo non offre una visione

manichea della vita (no tutti buoni e tutti cattivi).

La parodia esiste anche come travestimento burlesco (divertimento, chiave comica, dissacrazione)

e tutto questo appartiene alla parodia classica. Sembra un esercizio minore e non creativo o

addirittura una critica malevole che ridicolizza opere (spesso autori inferiori). La parodia

postmoderna è un mezzo di trasformazione e rinnovazione sia letteraria che culturale. La

parodia della Rhys mette in discussione le convenzioni letterarie vittoriane (un punto di vista vs

polifonia). La parodia può rinnovare le forme letterarie. Un esempio di parodio critico-creativa

precedente è l’ “Ulysses” di James Joyce (1922). Anche Jane Austen con “Northanger Abbey” fa

una parodia del romanzo gotico.

Linda Hutchelom: “A theory of parody” (1985) nel suo saggio sottolinea che l’aspetto innovativo e

critico era già presente fin dall’inizio (nell’etimologia). – contro(para)canto(oide)- qualcosa che sta

accanto all’ode. Wide Sargasso Sea è il controcanto di Jane Eyre “there is always another side,

always”. Tale controcanto imita il modello iniziale ma lo modifica e propone nuovi contenuti.

La funzione primaria non è prendere in giro, ma dislocare (destrutturare) il testo pre-

esistente dal suo significato primario e dargli un nuovo significato che era occultato

nell’ipotesto. Wide Sargasso Sea rende disponibile Bertha che in Jane Eyre era stata occultata,

prima grugniva ora ha una voce. Wide Sargasso Sea è una sfida a Jane Eyre. Non è un testo

burlesco o comico che tende a svilire il testo di partenza. La parodia critico-creativa conserva

aspetti al testo primo ma al tempo stesso li altera portandoli verso un altro senso. Le lettere

della Rhys ci mostrano quanto fosse ossessionata dal testo della Bronte. Fa un’operazione seria e

non burlesca. La parodia critico-creativa è profondamente trasformativa, vitale e dinamica (non

puerile e comica), può fare uso di ironia ma non vuole sminuire il testo parodiato, no ridicolizzarlo.

Metanarrativa = tipo di narrativa che riflette su di sé

La parodia critica non è solo meta testuale ma anche metanarrativa, è anche ipertestuale

fiflette ed incorpora un altro testo nelle sue strutture. La parodia è tipica del postmoderno. La

parodia postmoderna mette in rilievo non solo la propria natura fittizia (artifici) ma mette in rilievo

gli artifici dell’ipotesto, Wide Sargasso Sea contesta Jane Eyre e lo demistifica. Bertha da una

posizione ex-centrica passa ad occupare una posizione di primo piano, non è più un mostro ma

assume sembianze umane. La Rhys sovverte anche le convenzioni formali di Jane Eyre. La

sezione di Grace Poole deve riassumere che cosa è successo nel frattempo, informa anche il

lettore.

La Rhys non ci presenta Bertha morta ma è ancora viva e non si sa se realizza il sogno. Nel

postmoderno si può scrivere la sessa storia. La Rhys è una delle prime, lei aveva paura di essere

considerata una parodista classica.

La parodia è sempre contrassegnata dalla doppiezza, un testo parodico è un’opera

indipendente ma anche satellitare (una e bina). Il testo parodico contiene sempre un

contenuto doppio, contenuto esplicito (contenuto dell’opera parodiante) e contenuto implicito

(contenuto dell’opera parodiata). Nell’usare Jane Eyre, Wide Sargasso Sea assume la propria

valenza meta testuale e ipertestuale. Convergenza deve essere esplicita nell’intertesto. La parodia

per essere efficace è fondata sulla maggiore o minore riconoscibilità del testo di partenza.

La parodia critico-creativa non solo mette in discussione i contenuti dell’ipotesto ma critica anche il

contesto epistemico in cui il testo matrice appare per la prima volta, sovvertendo le convenzioni

letterarie e le ideologie profonde del testo. La Rhys presentandoci più punti di vista smonta

l’assolutismo, il dogmatismo che sta alla base dell’onniscienza presentata in Jane Eyre.

Nel romanzo ogni dubbio e aporia veniva risolto facendolo rientrare nell’ideologia

dominante (talvolta creava inceppamenti). Nel postmoderno l’aporia è sta assunta nel set

strutturale. Nella parodia critico-creativa si presume una partecipazione attiva del lettore (figura

indispensabile, deve riconoscere il gioco intertestuale). Nella parodia l’atto di scrittura e rilettura

sono inscindibili, ogni riscrittura è una rilettura e viceversa.

Ogni parodia ha 3 punti di riferimento (sia quella classica che quella postmoderna):

1) Ipotesto

2) Ipertesto

3) Il lettore (duplice, uno e bino)

Wide Sargasso Sea è una parodia metanarrativa , critica e creativa, riprendendo la voce

della Bronte presenta una rilettura con livello ideologico opposto all’ipotesto. Il lettore

diventa indispensabile, deve riconoscere il gioco instaurato tra i due testi (ripetizione con

differenze).

La parodia critica occupa una dimensione liminare e duplice e lo è perché al tempo stesso si

presenta come una dimensione sincronica e diacronica. Ciò avviene anche in Wide Sargasso Sea,

contemporaneo e commenta il contesto vittoriano di Jane Eyre.

La Rhys vuole esorcizzare e ripudiare un progenitore ingiusto. La Rhys giustifica il suo

operato. La sua Antoinette non è quella della Bronte: è giovane, non vecchia, quando si uccide. La

Rhys prova compassione per tutti i protagonisti del romanzo (Antoinette, Annette, Rochester).

Jane è l’unico personaggio che non cita mai, la priva di una propria voce cosi come lei

aveva fatto con Bertha. Jane Rhys non solo non ha perdonato Jane Eyre ma l’ha addirittura

rimossa, non c’è posto per Berhta e Jane nello spazio del romanzo. La leggenda a cui si

riferisce la Rhys è una leggenda che la Bronte conosceva e su cui si è basata. Nel 1845 aveva

visitato North Lees Hal, che conteneva la stanza di una pazza e che morì nell’incendio che bruciò

la casa di proprietà degli Eyre. Bertha era importante fin dall’inizio nel testo della Bronte,

nonostante la abbia sminuita e degradata, la Rhys le restituisce la sua personalità e cerca di

spiegare com’è che è diventata un mostro.

Identikit – Muriel Spark

“Robinson” è una parodia critico-creativa del ’58 che riprende “Robinson Crusoe” di Daniel Defoe

del 1719.

Identikit è del 1970. È chiamato il sedile del conducente, the driver’s seat. Ogni singola scena è

ironico-tragica. Affronta un genere letterario ben consolidato come il detective novel (romanzo

giallo alla Agatha Cristie). Rivaluta completamente il genere, trasformandolo in qualcosa di nuovo

(metaphysical thriller, giallo metafisico). Carattere fondamentale di questo genere è

l’intertestualità:

In Identikit oltre al romanzo giallo troviamo riferimenti ad altri generi: gothic romance e true

romance e allusioni alla tragedia greca classica.

Identikit è una contaminazione polistilistica.

Nella letteratura postmoderna tale contaminazione non riguarda solo la forma dei generi ma anche

le strutture profonde, giungendo ad abbattere le barriere ancora presenti nel modernismo. Due

autori irlandesi nel ’39 anticipano il postmoderno: Joyce con “Finnigan’s Wake” (se esistono più

realtà la realtà non esiste), il romanzo postmoderno è ontologico (realtà interna); in questo libro

tutte le parole sono attaccapanni (con varie radici), ogni frase si presta a molte interpretazioni (ci

ha messo 16 anni a scriverlo). L’altro romanzo è “Una pinta d’inchiostro irlandese”, i personaggi si

ribellano contro l’autore e manovrano la trama, è di Flan O’Brien.


PAGINE

17

PESO

48.31 KB

AUTORE

lucag51

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in lingue e comunicazione interculturale
SSD:
Università: Siena - Unisi
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher lucag51 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia della cultura inglese I e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Siena - Unisi o del prof Falzon Roger.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in lingue e comunicazione interculturale

Storia della letteratura inglese, Bertinetti - Appunti
Appunto
Medea di Corneille, Letteratura francese
Appunto
The Old English Orosius, Filologia germanica
Appunto
Appunti su Virginia Woolf & Aldous Huxley
Appunto