Che materia stai cercando?

Sistemi e tecniche per il controllo ambientale - Appunti

Appunti con un riassunto dettagliato di tutti gli appunti e slide delle presentazioni di alessandro dall'ò per l'esame di Sistemi e tecniche per il controllo ambientale della professoressa Fontana. Tra gli argomenti trattati: gli obiettivi della certificazione energetica, gli edifici a energia quasi zero.

Esame di Sistemi e tecniche per il controllo ambientale docente Prof. C. Fontana

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

DIRETTIVA EUROPEA 31/2010/UE: edificio a energia quasi zero: edificio ad altissima prestazione energetica,

il fabbisogno energetico molto basso o quasi nullo dovrebbe essere coperto in misura molto significativa da

energia da fonti rinnovabili, compresa l' energia da fonti rinnovabili prodotta in loco o nelle vicinanze.

ISOLE DI CALORE: in estate riducono il confort ambientale, l' installazione dei condizionatori, visti come

unica soluzione al problema, generano condizioni ambientali ancora peggiori.

La EFDB (energy performance building directive) si pone l' obiettivo di promuovere il miglioramento del

rendimento energetico degli edifici nella comunità, tenendo conto delle condizioni locali e climatiche

esterne, nonchè delle prescrizioni per quanto riguarda il clima degli ambienti interni e l' efficacia sotto il

profitto dei costi. l' EFDB contiene :

- un quadro generale di una metodologia per il calcolo del rendimento energetico integrato degli edifici

-l' applicazione di requisiti minimi in materia di rendimento energetico degli edifici di nuova costruzione

- l' applicazione dei requisiti minimi in materia di rendimento energetico degli edifici esistenti di grande

metratura sottoposti a importanti ristrutturazioni

-la certificazione energetica degli edifici

- ispezione periodica delle caldaie e dei sistemi di condizionamento d' aria negli edifici.

entro il 31 dicembre 2020 tutti gli edifici di nuova costruzione dovranno essere a energia quasi zero. gli

edifici di nuova costruzione occupati da enti pubblici e di proprietà di questi ultimi dovranno rispettare gli

stessi criteri a partire dal 31 dicembre 2018.

DECRETO 311/06: per tutte le categorie di edifici è obbligatorio l' utilizzo di fonti rinnovabili per la

produzione di energia termica ed elettrica. l' impianto di produzione di energia termica deve essere

progettato e realizzato in modo da coprire almeno il 50% del fabbisogno annuo di energia primaria richiesta

per la produzione di acqua calda sanitaria con l' utilizzo delle predette fonti di energia. tale limite è ridotto

del 20% per gli edifici situati nei centri storici.

EDIFICI A ENERGIA QUASI ZERO:

-le prestazioni dell' involucro riducono notevolmente i fabbisogni energetici per la climatizzazione

- i principi dell' architettura bioclimatica diventano i principi dell' architettura

-le fonti energetiche convenzionali hanno una funzione integrativa nel bilancio energetico dell' edificio

-si passa da un unico sistema di generazione a più sistemi di generazione utilizzati in funzione della

convenienza economica (es. solare termico, biomassa, pompa di calore....)

- la home e la building automation diventa elemento fondamentale per gestire in modo ottimale i servizi

energetici.

OBIETTIVI CERTIFICAZIONE ENERGETICA:

-fornire degli indicatori di prestazione energetica che consentano di comparare le prestazioni energetiche

degli edifici in condizioni standard

-garantire una maggior trasparenza nel mercato immobiliare orientando le scelte

- diventare uno strumento per orientare strategie di incentivazione dell' efficienza energetica

- creare i presupposti oggettivi per un miglioramento continuo della qualità energetica degli edifici: qualità

energetica=maggior valore.

ENERGY AUDIT: è una procedura sistematica per ottenere una adeguata conoscenza dei profili dei consumi

energetici esistenti di un edificio o gruppo di edifici, di una struttura industriale o un servizio privato o

pubblico, allo scopo di identificare e quantificare in termini di convenienza economica opportunità di

risparmio energetico e il rapporto di ciò che è emerso.

valutazione delle prestazioni energetiche nella progettazione:

il RE (regolamento edilizio) è quello strumento per l' attuazione delle regole del costruire che può gestire e

integrare indicazioni puramente architettoniche ed edilizie con quelle tecnico-operative legate all'

efficienza energetica.

il REGOLAMENTO EDILIZIO SOSTENIBILE deve:

-definire degli interventi obbligatori nel rispetto dello stato dell' arte della tecnologia e della convenienza

economica

-essere condiviso dai cittadini, ma anche dagli operatori quali costruttori, progettisti, ecc...

-essere supportato da azioni di accompagnamento efficaci (formazione e informazione a tutti i livelli)

-essere monitorato(verifica delle realizzazioni degli interventi)

- essere un processo inteso come azione di miglioramento continua

a seguito di un regolamento edilizio sostenibile seguono misure di accompagnamento quali agevolazioni,

finanziamenti...

Orientamento migliore lungo l' asse est-ovest con finestre sopratutto esposte a sud con protezioni dal

surriscaldamento.

FONTI RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ACQUA CALDA SANITARIA: per gli edifici di nuova costruzione è

obbligatorio soddisfare almeno il 60% del fabbisogno di acqua calda sanitaria attraverso il contributo di

impianti alimentati da fonti di energia rinnovabile (20% negli edifici storici). per un condominio con piu di

quattro appartamenti la copertura del 60% di acs viene attuata con 0,5 mq/ persona, se sotto le quattro

unita si può calcolare circa 1 mq/persona.

FONTI RINNOVABILI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA: è resa obbligatoria la predisposizione per l'

istallazione anche in fasi successive di un impianto solare fotovoltaico dimensionato per coprire una

potenza di picco pari a 1kW per unità immobiliare. per i fabbricati industriali, di estensione superficiale non

inferiore a 100 mq la produzione energetica minima è di 5 kW.

ogni villetta quindi, dal 2010, dovrà installare almeno 8mq (1kWp) di pannelli solari.

RECUPERO DELLE ACQUE PIVANE: per gli edifici con proiezione sul piano orizzontale della superficie in

copertura superiore a 100 mq e con piu di 3 unità abitative è consigliato dotarsi di una cisterna per la

raccolta delle acque meteoriche di accumulo.

REGOLAMENTI EDILIZI, PIANI ENERGETICI, PAES:

IL PATTO DEI SINDACI: iniziativa lanciata dalla commissione europea per aggregare in una rete permanente

le città europe al fine di milgiorare l' efficenza energetica e promuovere uno sviluppo economico a basse

emissioni di co2.

tre volte venti per il 2010:

-20% di risparmio energetico rispetto al 2005

-20%di riduzione di co2 rispetto al 2005

-20% di energie rinnovabili

e almeno il 10% nei trasporti entro il 2020.


PAGINE

5

PESO

190.14 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in architettura ambientale (MILANO - PIACENZA)
SSD:
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher barber-polimi di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Sistemi e tecniche per il controllo ambientale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Politecnico di Milano - Polimi o del prof Fontana Carlotta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Sistemi e tecniche per il controllo ambientale

Riassunto esame Sistemi e Tecniche per il Controllo Ambientale, prof. Fontana
Appunto
Acustica ambientale - esercitazione
Esercitazione
Riassunto esame Strumenti e Tecniche per il Controllo Ambientale, prof. Fontana, libro consigliato Dalla Caverna alla Casa Ecologica di Butera
Appunto
Esercizi: Esercitazione di Fisica Tecnica
Esercitazione