Che materia stai cercando?

Sindromi Troncoencefaliche Appunti scolastici Premium

Appunti di Neurologia della prof.ssa Carlucci sulle Sindromi Troncoencefaliche: Sindrome di Weber, Sindrome di Benedikt, Sindrome di Parinaud, Sindrome di Raymond, Sindrome di Millard-Gubler, Sindrome Pontina, sindrome di Wallenberg, sindrome basilare completa.

Esame di Neurologia docente Prof. D. Carlucci

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

vertigini oggettive, nistagmo, vomito (x lesione nervo vestibolare o archicerebellum)

disfagia e disfonia (x lesioni del IX e del X)

atassia, incoordinazione, lateropulsione (x lesione fasci spino-cerebellare e olivo-cerebellare)

sindrome di Bernard-Horner [ptosi+miosi+enoftalmo] (x lesione fibre ortosimpatiche pupillari)

sintomi controlaterali:

ipoestesia termo-dolorifica dell'emisoma controlaterale (x lesione via spino-talamica)

La sindrome di Wallemberg è causata da un'occlusione della PICA (arteria cerebellare posteriore inferiore), che come

sappiamo è il ramo collaterale dell'arteria vertebrale.

La situazione più frequente da cui può derivare un'occlusione di questa arteria è una dissecazione arteriosa della

vertebrale con conseguente a) occlusione della vertebrale prima dell'emergenza della PICA, b) tromboembolia che va ad

occludere la PICA.

Vedi nel file della lezione un'angio-RM di un soggetto con sindrome di Wallemberg, in cui è visualizzato il circolo di

Willis ma manca evidentemente una vertebrale: questo spiega la patogenesi della sindrome.

ALTRE SINDROMI NON-ALTERNE DEL TRONCO:

SINDROME BASILARE COMPLETA:

si realizza per occlusione o comunque mancanza di flusso a livello dell'intera arteria basilare: è un evento assolutamente

catastrofico che può derivare da: - occlusione della basilare

- occlusione contemporanea di entrambe le vertebrali

- occlusione completa di una vertebrale e parziale dell'altra.

In questa situazione praticamente si ha coinvolgimento di tutte le strutture del ponte, del cervelletto e del mesencefalo,

per cui avremo deficit bilaterali dei nervi cranici e di entrambi gli emisomi, deficit cerebellari...

Una distinzione importante si deve fare a seconda dell'interessamento o meno della formazione reticolare, che come

sappiamo è importante per lo stato di veglia.

Quindi una sindrome basilare completa può

a) far cadere il soggetto in uno stato di coma, se la formazione reticolare è vittima di ischemia

b) provocare una sindrome "locked-in", nel caso in cui la formazione reticolare sia risparmiata ma siano colpiti

invece dall'evento tutti i nervi cranici di ponte e mesencefalo + i fasci corticospinali:

per cui il soggetto è sveglio e cosciente ma muto e tetraplegico, e viene scambiato per uno in coma mentre invece è

cosciente ma totalmente incapace di comunicare!

SINDROME DELLA CIMA DELLA BASILARE:

questa è una sindrome di origine cardioembolica che si realizza quando un embolo a partenza dal cuore va a localizzarsi

in prossimità della biforcazione della basilare nelle due arterie cerebrali posteriori.

Un'occlusione a questo livello causa infarto del mesencefalo, infarto della parte paramediana del talamo e della regione

subtalamica: ciò causa sonnolenza e disturbi dello stato di vigilanza (per il solito interessamento della formazione

reticolare), paralisi dello sguardo in direzione verticale, stato di agitazione...

sono tutti sintomi che di solito hanno durata limitata nel tempo, perché gli emboli sono piccoli e friabili, però residuano

disturbi della memoria.

_

Alla RM il reperto che ci indica una sindrome della cima basilare è la presenza di piccoli infarti a livello di entrambi i

talami. raramente

può capitare che una lesione ischemica sia talmente piccola da interessare un solo nervo cranico, e allora in tal caso è

difficile che si pensi a una lesione vascolare del tronco ma piuttosto alla lesione del nervo periferico.


PAGINE

4

PESO

93.89 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Neurologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (a ciclo unico - durata 6 anni)
SSD:
Università: Firenze - Unifi
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Neurologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Firenze - Unifi o del prof Carlucci Domenica.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Neurologia

Demenze frontotemporali
Appunto
Traumi cranici
Appunto
Vie motorie
Appunto
Tronco encefalico
Appunto