Che materia stai cercando?

Phylum Artropoda, Echinodermata e Chordata

Tabelle riassuntive dei phylum Artropoda, Echinodermata e Chordata. Di ogni phylum sono trattate le caratteristiche generali e la classificazione sistematica. Le tabelle contengono immagini che facilitano la memorizzazione dei vari taxa.
Appunti da lezioni frontali e basate sul libro consigliato dalla professoressa Maria Balsamo.

Esame di Biologia animale docente Prof. M. Balsamo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Sostegno e movimento Esoscheletro + muscolatura —> locomozione: deambulazione e nuoto (movimento di appendici), volo (ali =

espansioni dorsolaterali dell’epidermide).

Alimentazione e nutrizione Alimentazione varia. Bocca e appendici boccali modificate in funzione dell’alimentazione.

Tubo digerente completo con grossa ghiandola (epatopancreas) che produce enzimi digestivi.

Negli artropodi terrestri l’interstino posteriore riassorbe acqua.

Respirazione Artropodi terrestri: polmoni a libro (Araneidi) o trachee (insetti).

Crostacei: branchie.

Trasporto interno Emocele che deriva dalla fusione del blastocele con spazi residui del celoma.

Sistema circolatorio aperto con emolinfa (come nei molluschi)

Il sistema circolatorio funge anche da scheletro idraulico.

Escrezione ed Gh. Coxali (araneidi), antenalli e mascellari (crostacei, entrambe nella larva solo uno nell’adulto).

osmoregolazione Tubuli di Malpighi (Esapodi) che si aprono tra intestino medio e posteriore e occupano emocele, l’espulsione dei

cataboliti azotati avviene quindi in forma di acido urico con le feci.

Riproduzione Solo sessuale, manca la capacità di rigenerazione

In genere a sessi separati, alcuni ermafroditi.

Frequente partenogenesi per colonizzare velocemente l’ambiente.

Spesso dimorfismo sessuale (femmina più grande).

Fecondazione interna (artropodi terrestri), può essere esterna (crostacei).

Vivipari o ovipari —> spesso cure parentali come incubazione delle uova e controllo successivo alla schiusa.

Sistema endocrino Elementi neurosecerneti + gh. Endocrine + gh. Esocrine (ferormoni)

Regolazione di processi fisiologici quali: mtabolismo, differenziamento sessuale, muta, comunicazione.

SN e SS Sistema nervoso gangliare con elevata cefalizzazione in alcune forme e gangli che si ripetono metamericamente.

Setole sensoriali, occhi composti o ocelli a coppa, propriocettori. 2

Metameria caratteristica delle artropodi.

Subphyum TRILOBITI Corpo diviso in 3 settoli longitudinali, capo, tronco e segmento posteriore: prosoma, epistoma, pigidio.

Anteriormente alcuni segmenti della cuticola fusi a formare una piastra protettiva anteriore.

Antenne con Rc chimici e tattili.

Occhio composto.

Movimento attivo, forse detritivori.

! 3

Subphylum CHELICERATI Gruppo più antico.

Appendici del secondo segmento, che di solito porta la bocca, dette cheliceri con cui attaccano la preda.

Non ci sono antenne (appendici del primo segmento).

Corpo diviso in due parti: cefalo-torace o PROSOMA e addome o OPISTOSOMA.

PROSOMA: 8 segmenti, 1 paio di CHELICERI, 1 paio di PEDIPALPI, 4 paia di ZAMPE.

I pedipalpi sono zampe modificate con funzione prensile, sensoriale o copulatoria.

OPISTOSOMA: 11-13 segmenti, NO appendici, organi dig, escretore, respiratori, riproduttivi.

In alcuni gruppi Telson privo di appendici.

Erano presenti più metameri che nel corso dell’evoluzione si sono uniti per un corpo più compatto.

Occhi semplici e numerosi (fino ad 8), l’info visiva non è molto importante.

3 CLASSI:

Merostomi MEROSTOMI (classe)

Linulus, vive nelle coste Atlantiche di USA e Messico.

Cefalo-torace: forma di ferro di cavallo con piastra anteriore come Trilobiti. Bocca con piccoli cheliceri

(non a funzione alimentare), 4 paia di zampe chelate + pedipalpi (non per mangiare ma per scavare).

Occhi composti.

Addome: 6 paia di appendici laminari, il primo paio funge da opercolo che copre gli orifizi genitali, le altre

5 paia portano branchie a libro e servono per il nuoto che avviene sul dorso.

Telson molto sviluppato per girarsi quando le onde lo ribaltano.

Dimorfismo sessuale (femmine più grandi).

! Riproduzione fuori dall’acqua.

Sviluppo indiretto (larva = trilobite).

ARACNIDI (classe)

Scorpione “chelicerari moderni”

Hanno sviluppato cheliceri e pedipalpi per l’alimentazione.

3 ordini: Scorpioni, Araneidi, Acari + altri meno noti (opilioni e pseudoscorpioni)

- Ordine Scorpioni, ordine più antico; evidente metameria; attivi predatori soprattutto la notte. Colori scuri.

Corpo appiattito x adattamento a rapida locomozione.

Prosoma: Cheliceri corti ai lati della bocca + 1 paio di pedipalpi molto sviluppati a chela + 4 paia di zampe.

! 4

Opistosoma: mesosoma + metasoma.

Mesosoma: più grande, 4 paia polmoni a libro, aperture genitali, PETTINI = organi posti

ventralmente che fungono da sensori di umidità e fattori chimici.

Metasoma: più sottile, si ripiega dorsalmente e termina con telson ad aculeo con gh. velenifere.

Fecondazione interna indiretta tramite rituale di corteggiamento: il maschio con una danza porta femmina

su spermatofora precedentemente deposta all’esterno.

Viviparità + cure parantali (nuovi nati bianchi snz cuticola, protetti sul dorso della madre)

Ragno - Ordine Araneidi, predatori all’aguato. Paralizzano la preda pungendola con cheliceri e riversano all’esterno gli

enzimi digestivi secreti dallo stomaco (digestione esterna), preda risucchiata semi-liquida.

Cheliceri accuminati in cui sboccano gh. velenifere.

Pedipalpi più piccoli delle zampe, privi di chele e rivolti in avanti, ricchi di sensilli, nei maschi sono modificati

e fungono da organi copulatori (prelevano spermatofore dal poro genitale e le infilano nella femmina).

8 occhi semplici, disposizione varia in base a stile di vita.

Opistosoma con filiere che producono seta con sbocchi ventrali sull’addome. Vario uso dei fili: spostamento,

fuga, predazione, sostegno, costruzione di tane, bozzolo per le uova. Il ragno in posizione eccentrica nella tela,

riceva info vibrazionali. La forma della tela fa parte del corredo genetico. L’adattamento della tela al subtrato

! avviene ad opera del SN.

Sistema circolatorio aperto / Polmoni a libro / Gh. Coxali / Organi nell’addome.

Ragni con peli: info tattili e chimiche, gli occhi sono semplici!

Emissione di segnali visivi, tattili, chimici (ferormoni) servono al maschio per non essere predato dalla femm.

Acaro - Ordine Acari dimensioni microscopiche (zecche sono le più grandi)

Corpo compatto (no prosoma ed epistosoma).

Cheliceri e pedipalpi fusi in una struttura detta rostro, di forma conica, per perforare e succhiare.

4 paia di zampe lunghe (liberi) o corte (parassiti).

Occhi semplici / setole tattili/ sistemi tracheali o via cutanea / Tub. malpighi.

Aumento vistoso del corpo dopo il pasto (ne assumono più che possono essendo parassiti occasionali) —>

esoscheletro flessibile!.

! Acaro della scabbia, parassita microscopico che scava gallerie nel sottocutaneo nelle quali la femmina depone le

uova. Trasmissione per contatto. 5

PICNOGONIDI (classe)

Tutti marini. Acque profonde e fredde.

Molto sottili con lunghe zampe nelle quali si trovano i gonopori e si estendono le gonadi

Rostro con bocca all’apice.

Si nutrono di Cnidari.

! Fecondazione esterna

Subphylum CROSTACEI Hanno mantenuto vita in acqua (marina o dolce).

Da microscopici (Dafnia) a visibili. Molti costituiscono il plancton.

Metameria eteronoma con appendici fortemente specializzate.

Appendici bifide.

Carapace: Esoscheletro che si calcarizza (negli altri artropodi è proteico quindi flessibile!).

Capo separato da torace: CAPO - TORACE - ADDOME.

CAPO: 6 segmenti con 5 paia di appendici + 2 paia di antenne (le seconde più lunghe) + appendici alimentari

(1° e 2° mascelle). Occhi semplici o composti.

TORACE: appendici locomotorie.

ADDOME: privo di appendici + telson con ventaglio caudale per il nuoto.

! Branchie / Sis. Circolatorio aperto con funzione di trasporto ossigeno (—> pigmenti), vaso dorsale = cuore / App.

Digerente completo con grosso epatopancreas, stomaco molto anteriore (dietro bocca) / gh. Antennali o mascellari

(ammoniotelici) / cerebro + catena ventrale di gangli / statocisti, chemiorc., propriocettori, setole tattile, occhi

semplici o composti.

Riproduzione SESSUALE a sessi separati (alcuni ermafroditi)

Casi di Partenogenesi.

Fecondazione esterna.

Sviluppo indiretto: larva Nauplius (sempre presente) o larva zoea (a volte segue Nauplius).

Larva Nauplius: già simile all’adulto, 1 solo occhio, 3 paia di appendici che saranno le prime tre dell'adulto 6

4 CLASSI: Branchiopodi, Copepodi, Cirripedi, Malacostraci.

Branchiopodi e copepodi sono meno evoluti, più piccoli e planctonici.

Cirripedi sono a metà tra i crostacei panctonici e i successivi bentonici; diventano sessili ed incrostano superfici

dure, sono filtratori.

Malacostraca sono più grandi e bentonici.

Dafnia BRANCHIOPODI (classe) o pulci d’acqua

Filtratori prevalentemente di acqua dolce.

Appendici del tronco filamentose e simili tra loro con funzione di nuoto, respirazione ed alimentare.

Dafnia: 1 solo occhio composto, planctonico, esoscheletro sottile da cui sporgono 2 antenne;

Parteogenesi ciclica - generazioni partenogeniche di sole femmine si alternano ad una generazione

anfigonica, in autuno o in situazioni di affollamento le femmine danno origine x partenogenesi ad

! una generazione di maschi e femmine che si riproducono per anfigonia producendo uova durature

che si schiudono in primavera dando origine a sole femmine.

Ciclomorfosi - cambiamento ciclico della forma del corpo in funzione delle variazioni della

Copepode densità dell’acqua, nelle stagioni calde l’acqua dolce è meno densa e l’organismo rischia di

affondare quindi aumenta la superficie corporea.

COPEPODI (classe)

Più impo risorsa trofica per i pesci.

Vita libera o parassiti.

Occhio impari come il Nauplius e prime antenne più lunghe delle seconde (al contrario degli altri crost.).

! CIRRIPEDI

Marini

Cirripede Larve libere nel plancton, adulto sessile fissato direttamente al substrato o mediante peduncolo.

Durante la metamorfosi l’addome si riduce e le appendici toraciche, che portano ognuna due rami allungati

provvisti di cirri, assumono funzione alimentare e respiratoria.

Ermafroditi. 7

! MALACOSTRACI

Strepitosa differenziazione delle appendici (es: canocchia = Squilla mantis)

3 regioni: CEPHALON - PEREION - PLEON.

Capo: 6 segmenti + annulle e antenne + mandibole + mascelle 1 e 2.

Torace: 8 segmenti + 8 paia di appendici (massillipedi x cibo o zampe) n. Massillipedi / n. Zampe varia

nei vari ordini.

Addome: 6 segmenti con appendici per nuoto e trasferimento sperma, che portano le branchie + telson

con ventaglio caudale.

Appendici anche nell’addome! (sono attivi predatori!)

Squilla mantis Carapace ridotto a piastra cefalo-toracica che copre chepalon e parte del pereion.

(Stomatopode) Scafognatide = struttura laminare del secondo paio di mascelle che garantisce la circolazione dell’acqua

alla branchie, l’ossigeno è trasportato dall’emocianina (rame).

Alla base delle antenne c’è un paio di statocisti (orientamento rispetto all'attrazione di gravità).

Gh. Antennali (ammoniaca).

Sviluppo indiretto: nauplius e zoea.

! 4 ordini: stomatopodi, isopodi, anfipodi e decapodi

Porcellino di S. Antonio -

(Isopode) Ordine Stomatopodi “zampe al servizio della bocca”, canocchia.

Marini, bentonici, predatori. Occhi molto sviluppati.

5p massillipedi chelati il secondo dei quali molto sviluppato con denteli a forma di sub-chela (ultimi due

segmenti uno sull’altro) x predazione. Le appendici dell’addome portano le branchie. Telson con ventaglio

caudale. Larghi e spinosi ai lati.

Molto feroci e aggressive anche con l’uomo.

! - Ordine Isopodi “zampe tutte uguali”.

Anfipode Marini ma anche terrestri.

Carapace assente. Si appallottolano per ridurre la perdita d’acqua e a scopo difensivo (Porcellini di S. Antonio)

Alcuni parassiti di animali, parassitismo molto sviluppato.

Parassiti di pesci: la larva entra dalle branchie e si situa nella lingue nutrendosi della stessa e del cibo ingerito

dal pesce.

- Ordine Anfipodi

Manca il carapace. Corpo compresso lateralmente. 4 paia di periopodi rivolt ant + 3 paio posteriormente.

! 8

-

Granchio Ordine decapodi

Vita pelagica o bentonica.

Bentonici: corpo e zampe robusti, con addome represso (esempio: granchio).

Paguri: pleon molle e assimetrico protetto da conchiglia di gasteropode.

Granchi: ampio carapace e sottile addome ripiegato sotto il torace, grandi chele. Anche terresti con riproduzione

marina.

! Subphylum UNIRAMIA Grandezza ridotta.

Capo: un paio di antenna + appendici boccali specializzate.

Tronco: appendici locomotorie uniramose, quelle degli ultimi segmenti sono ridotte o assenti.

Talvolta, numero tergiti non corrisponde al numero dei metameri.

Epatopancreas / trachee / tubuli di Malpighi / circolazione aperta /gangli sopra e sottoesofagei.

Molto mobili.

Dimorfismo sessuale per dimensioni colori e comportamento.

Frequente partenogenesi.

Terrestri, secondariamente possono tornare all’acqua.

2 superclassi: Miriapodi ed Esapodi.

MIRIAPODI

- Classe Chilopodi (centopiedi).

- Classe Diplopodi (millepiedi), I metamero del tronco privo di appendici; II, III e IV con un paio di zampe

ciascuno, seguono una serie di diplosegmenti, derivanti dalla fusione di due metameri. Cartteristico

avvolgimento a spirale. Liberi. le gonadi sboccano anteriormente.

ESAPODI

Sei zampe toraciche.

Ben distinguibili capo (acron + 6 segm.), torace (3 segm.) ed addome (11/12 segm. + telson).

Insecta= intagliato, diviso —> metameria. 900.000 specie di insetti note.

Affermati grazie: volo, adattamenti ambientali, piccole dimensioni, esoscheletro resistente, respirazione tracheale. 9

Capo: dorsalmente c’è una fronte che contiene un ocello mediale + 2 vertex frontali ognuno con un ocello laterale.

I vertex si continuano lateralmente nelle gene, tra i vertex e i gene ci sono antenne ed occhi composti. le antenne

hanno recettori olfattivi e tattili, sono divise in 3 articoli dei quali i primi 2 hanno muscolatura intrinseca. Apparato

boccale costituito da pezzi interni (endognato) negli esapodi più primitivi, da pezzi ed appendici esterne

(ectognato) in quelli più evoluti. Labbro superiore, mandibole, mascelle, labbro inferiore. L’apparato boccale può

modificarsi in rapporto all’alimentazione: masticatore, succhiante e pungente succhiante. l’apparato succhiante si

osserva nei lepidotteri ed è caratterizzato da una spirotromba che può essere estroflessa per immissione di sangue

forzata dalla contrazione dei muscoli del capo. Quello pungente è caratteristico di alcuni ditteri (es. zanzare).

Torace: diviso in proto-, meso- e metatorace. Il mesotorace p sviluppato nei ditteri in rapporto alle ali. Il protorace

è più sviluppato in altri ordini (es. coleotteri).

Arti: 3 paia. modifiche delle zampe in rapporto a nuoto, cattura delle prede, salto (allungano i primi articoli delle

zampe, che fungono da leva), zampe pulitrici in farfalle e mosche per togliere la polvere dalgli occhi.

Addome: privo di arti.

Ali: atteri se hanno perso secondariamente le ali (pulci, pidocchi, formiche e termiti operaie); apterigoti

primitivamente privi di ali; pterigoti con ali. Nella libellula le ali presentano venature che corrispondono a trachee

e vasi sanguigni. le ali possono essere rivestite da squame o scaglie con una polvere che serve per volare. la

ventilazione delle ali è ridotta degli insetti più evoluti. Le ali si muovono per contrazione dei muscoli longitudinali

che ne determinano l’abbassamento e di quelli dorso-ventrali che ne determinano l’innalzamento; viene azionato in

maniera volontaria e prosegue automaticamente.

Apparato digerente completo / tubuli di malpighi / trachee aperte all'esterno tramite spiracoli + (non sempre) sacchi

aerei che fungono da riserva di aria ed alleggeriscono il corpo, le larve acquatiche hanno trachee chiuse e respirano

per diffusione dalla parete / trasporto tramite emolinfa contenuta nell’emocele, sangue generalmente incolore

tranne nei ditteri (emoglobina) / S.N.: cervello + 2 gangli per metamero; S.S.: fonorc (organi timpanici) chemiorc,

fotorc / gh esocrine per ferormoni, cera, seta, ecc… / A volte presente nelle femmine aculeo caudale.

Epidermide + cuticola tristratificata: epicuticola (cere e glicopr. proteggono l’animale dalla disidratazione);

esocuticola ed endocuticola (chitina e pr.). + peli (api e mosconi), squame (setole appiattite di lepidotteri), setole

sensoriali, ecc…

Metamorfosi: trasformaz diretta e totale (istiolisi + istiogenesi), la larva (stadio attivo e veloce) —> pupa che si

racchiude in un involucro (pupaio) —> adulto completamente modificato.

Muta: trasformaz graduale, tipica di insetti primitivi (cimici, cavallette). Uovo —> neanide —> ninfa con ali —>

adulto (immgine). 10


PAGINE

22

PESO

1.19 MB

AUTORE

evelinxd

PUBBLICATO

6 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze biologiche
SSD:
Università: Carlo Bo - Uniurb
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher evelinxd di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Biologia animale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Carlo Bo - Uniurb o del prof Balsamo Maria.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Biologia animale

Sistema sensoriale
Appunto
Phylum Cnidaria, Biologia Animale
Appunto
Riassunto Poriferi
Appunto
Tassonomia
Appunto