Che materia stai cercando?

Persistenza della tradizione e modernità: Tony Garnier, Adolf Loos, Auguste Perret Appunti scolastici Premium

Appunti del corso di Storia dell'architettura contemporanea basati sulle lezioni del professore e sulla rielaborazione dei libri consigliati dal professore: Storia dell'architettura moderna di K. Frampton, Dizionario enciclopedico di Architettura e Urbanistica di P. Portoghesi e Architettura e Città nel Novecento di G. Montanari e A. Bruno Jr.

Esame di Storia dell'architettura contemporanea docente Prof. G. Montanari

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

commercio. La costruzione degli edifici segue una visione razionalista, cioè vengono costruiti secondo la loro funzionalità

(Gropius e la Bauhaus). Urbanisticamente la città è costruita come una griglia così da poterla ampliare e i modelli abitativi sono

replicabili con bassi costi. Nella parte centrale della città pone un centro non storicizzato ma con tutte le sedi dei servizi

(Biblioteche, Amministrazione, Impianti sportivi, Edifici per l’istruzione, ecc.). La città la pone in un’area vicina ad un borgo antico

conservato integralmente come testimonianza storica del luogo. Progetta anche un ospedale fuori dall’agglomerato urbano

suddiviso in padiglioni in base alle patologie(modernità!). Le residenze comprendono case unifamiliari basse disposte nel verde e

case a più piani per lavoratori. La tecnica costruttiva di tuti gli edifici è il cemento armato, ma le scelte formali ricordano ancora gli

elementi tradizioni con l’adozione di simmetrie ed elementi decorativi come cornici, vetri colorati o incisioni sulle pareti.

La Cité Industrielle di Garnier troverà una parziale messa in pratica in una serie di opere commissionate dall’allora sindaco socialista

di Lione Edouard Herriot nell’ambito dei Grand Travaux (Grandi lavori) promossi durante gli anni ’20 per una modernizzazione della

città:

 Mercato del bestiame e macello di La Mouche(1906-28) con la Grande Halle,

cioè un’ambia copertura conclusa da una parete in muratura a gradoni con una

struttura metallica simile a quella per l’esposizione del 1889.

 Ospedale Grande Blanche (1910-33) organizzato in padiglioni disposti nel

verde.

 Stadio Olimpico (1914-33) con porte monumentali ad arco.

 Quartiere Etats Units (1920-33), un complesso residenziale economico con

palazzine di quattro piani dotato di servizi, arredi e zone verdi aperte al

pubblico.

L’aspetto che accomuna tutte queste realizzazioni è l’innovazione strutturale e impiantistica a cui si accompagna però una ricerca

formale che non rifiuta l’uso di elementi classici, come colonne, archi, capitelli e decori, ma ne fa un uso molto sobrio e semplificato

senza riproporne mai una copia storicista. Soprattutto ogni edificio è pensato come parte di un complesso urbano con particolare

attenzione ad una sua riproduzione seriale ma variata per evitare effetti di monotonia e asetticità del luogo.

La proposta di Garnier costituisce un convincente progetto di razionalizzazione della città industriale, risolvendone i problemi di

congestione, di insalubrità, di conflitto sociale e inefficienza. Nel contenuto Garnier anticipa e influenza un ventennio prima gli studi

che porteranno all’urbanistica moderna a partire dalla carta di Atene (1933-43) di Le Corbusier e la costruzione ex novo della città

di Chandigar (India) da parte di Le Corbusier.

Auguste Perret Calcestruzzo armato: sintesi tra gli aspetti

Auguste Perret nasce in Belgio nel 1974 da padre francese scappato da Parigi di compressione tipici della pietra dati

dopo la Comune. Nel 1890 entra nella sezione di architettura dell’Ecole de dall’impasto in sabbia, inerti e cemento del

calcestruzzo, e di resistenza a trazione tipici

Beaux-arts di Parigi dove conosce il tradizionalismo di Gaudet e Durand ma del ferro, trafilato in tondini e annegato in

rimane affascinato dalla ricerca strutturale di Viollet-le-Duc. Nel 1902 opportune posizioni nell’impasto gettato in

interrompe però gli studi per lavorare con fratello alla direzione dell’impresa casseforme.

paterna. Nei primi anni del ‘900 realizzano varie opere sperimentando l’uso del

calcestruzzo armato, che si rivela uno strumento eccezionale per realizzare

strutture prefabbricate economiche e di facile montaggio e per essere gettato

in opera e costruire rapidamente strutture a telaio che permettono all’edificio di liberarsi da spessori e vincoli della muratura

portante. Perret però è innovativo in quanto inizia a costruire in cemento armato puro, senza rivestimenti, così cercandone un

certo valore estetico. Egli inizia infatti a studiare dei metodi di decorazione in cemento armato, materiale che può essere utilizzato

per la costruzione di ogni edificio, persino per edifici di culto.

Opere:

 Casa di Rue Franklin (Parigi, 1903): edificio di sette piani più un attico sito

su un fronte stradale compatto. Grazie alla costruzione in cemento

armato, vengono lasciate libere ampie metrature che disposte di sbieco

consentono di illuminare bene cinque locali dove di norma ce ne

sarebbero stato solamente quattro. L’ingresso principale è disassato e la

zona delle scale e dei servizi è posta sul retro in modo da lasciare il

migliore affaccio ai locali di soggiorno. In questo edificio è innovativa


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

4

PESO

739.17 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in architettura (I Facoltà di Architettura e II Facoltà di Architettura)
SSD:
A.A.: 2016-2017

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher gian.luca.mazza di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia dell'architettura contemporanea e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Politecnico di Torino - Polito o del prof Montanari Guido.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia dell'architettura contemporanea

Storia dell'architettura contemporanea: dal Neoclassicismo alla contemporaneità
Appunto
Scuola di Chicago
Appunto
Storia dell'architettura contemporanea - Architettura neoclassica, tra 1700 e 1800.
Appunto
Il Dopoguerra e la ricostruzione
Appunto