Che materia stai cercando?

Parassitologia medica - Appunti

Appunti di Parassitologia medica per l’esame della professoressa Spanu. Gli argomenti trattati sono i seguenti: i funghi che sono classificati in un regno separato (Myceteae), i lieviti fungiformi, la Candida albicans, l'emergenza candida, la sintomatologia frequente.

Esame di Parassitologia medica docente Prof. T. Spanu

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Infezioni superficiali

• Le infezioni superficiali interessano

l’orecchio ,le ustioni e le ferite

chirurgiche.

Funghi dimorfi

• Crescono come forme lievitiformi o

filamentose e causano infezioni

sistemiche.

• Habitat: presenti nel suolo, ma solo

in alcune aree geografiche

• Patogenicità: introdotti attraverso il

tratto respiratorio, determinano una

patologia polmonare , seguita di

solito da una malattia di tipo

generalizzato.

Principali funghi dimorfi

• Histoplasma capsulatum

• Causa l’istoplasmosi: malattia provocata

dalla inalazione da spore e si manifesta

come una patologia a livello polmonare

• Blastomyces dermatitidis

• E’ il responsabile della blastomcosi ,

malattia caratterizzata dalla formazione

di granulomi a livello polmonare o

lesioni di tipo cutaneo.

Parassitologia

• Viene definito "parassita" un organismo, vegetale o

animale, che vive in un altro organismo di una specie

diversa dalla sua. Si tratta di un ospite dannoso perché

vive alle spese dell'organismo ospitante e generalmente

gli reca dei danni.

• Vi sono dei parassiti che riescono a vivere

indipendentemente dall'organismo ospitante (detti

facoltativi) e altri che, invece, dipendono interamente

dall'organismo che li ospita per la loro sopravvivenza. Si

distinguono inectoparassiti, che vivono a contatto

della pelle (pulci, pidocchi, zecche, acari, ecc.)

e endoparassiti, che vivono all'interno dell'organismo

(protozi, vermi, ecc.).

Ricordiamo che i parassiti vivono alle spese del

corpo umano e competono con le cellule umane

per accaparrarsi il nutrimento, emettendo rifiuti

tossici. Se ne contanto più di 100 tipi e possono

entrare in noti tramite:

• l'acqua che beviamo,

• il cibo vegetale impropriamente lavato,

• carne cruda o poco cotta,

• tossine dovute all'ambiente o ai prodotti chimici

usati nell'industria farmaceutica o alimentare,

• l'uso di antibiotici e medicine che tendono ad

abbassare le difese immunitarie,

• gli animali domestici, specialmente i cani.

PARASSITI DELL’APPARATO

GASTROINTESTINALE

I parassiti intestinali sono esseri monocellulari o

pluricellulari che vivono a carico degli organismi

viventi recando loro danni talvolta notevolissimi.

Vi sono circa 170 varietà di parassiti che

circolano nell’organismo, talvolta si creano

nell’intestino o entrano attraverso la bocca

(acque, cibi, farmaci, vaccini). Essi, passando

dalla barriera osmotica intestinale, vengono

veicolati per mezzo del sangue in tutto

l’organismo, andando ad annidarsi a seconda

della specie, nei punti deboli del corpo

Classificazione dei parassiti

• Ascaridi (ascaride lumbricoides).

Sono cilindrici, lunghi da 15 a 25 mm e spessi 1/2 mm.

• Ossiuri (oxiuris vermicularis).

Sono piatti, biancastri e lunghi fino a 1 cm e mezzo.

• Anchilostoma duodenale (strongylus duodenalis).

È lungo da 6 a 18 mm. vive nel duodeno e generalmente colpisce i minatori.

• Tenia (verme solitario).

È un parassita intestinale nastriforme ed è il parassita intestinale più

comune.

• Lamblia o Giarda.

È un parassita che infesta l'intestino tenue ed il colon. Forma delle cisti

molto resistenti che provocano il diffondersi della malattia. È frequente nei

paesi caldi. Nei bambini si manifesta con mancanza di appetito, dolori

intestinali e diarrea con recrudescenze autunnali. Negli adulti i disturbi sono:

dolori addominali, disturbi digestivi, nausea, diarrea, cefalea, dolore nella

zona della cistifellea, febbre e disturbi cardiaci. Si cura con preparati

antimalarici Toxoplasma gondii

• Il Toxoplasma gondii è una specie di protista

parassitario che vive nei gatti e in altri animali a

sangue caldo e può causare

la toxoplasmosi nell‘uomo. Appartiene

agli Apicomplexa ed è l'unico membro noto

dei Toxoplasma. Gli effetti patologici del

toxoplasma riguardano esclusivamente lo stadio

di sviluppo extraintestinale. L'infezione è latente

e normalmente non presenta sintomi, ma

spesso dà sintomi simili a quelli dell‘influenza o

della mononucleosi nelle sue prime fasi acute.

Entamoeba histolytica

L'Entamoeba histolytica è un‘ameba parassita

umana.

Questa ameba per i suoi caratteristici fattori di

virulenza è tra le cellule-killer esistenti più potenti e

costituisce la seconda causa di morte

per parassitosi a livello mondiale.

Questo parassita può causare dissenteria amebica,

che può accompagnarsi a manifestazioni

infiammatorie quali la rettocolite ulcerosa e

epatite colliquativa amebica.


PAGINE

22

PESO

139.92 KB

AUTORE

ClaireKF

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in Fisioterapia
SSD:

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher ClaireKF di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Parassitologia medica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Cattolica del Sacro Cuore - Roma Unicatt o del prof Spanu Teresa.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!