Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

D A

OPO LA PACE DI NTALCIDA

La pace portò anche alla disgregazione dei movimenti

democratici del Peloponneso: 385 a.C. diecismo di Mantinea (fu

divisa in 5 comunità territoriali autonome, ognuna delle quali

doveva fornire un contingente alla Lega Peloponnesiaca).

382 a.C., spedizione contro la Lega Calcidica (Olinto); lungo

la marcia, lo spartano Febida occupò la Cadmea (rocca di Tebe)

con una guarnigione; i democratici si rifugiarono ad Atene.

379/8 a.C.: capitolazione di Olinto e scioglimento della Lega

Calcidica; gli esuli tebani (guidati da Pelopida) rientrarono da

Atene a Tebe e cacciarono il presidio spartano (azione avvertita

come fondante rispetto alla successiva espansione del potere

tebano). Atene, minacciata al Pireo dall’armosta spartano Sfodria

(azione poi sconfessata da Sparta), inviò l’esercito in Beozia,

rafforzando l’alleanza con Tebe.

La seconda Lega Marittima (febbraio-marzo 377 a.C.)

Negli anni precedenti Atene aveva proceduto alla stipula di una

serie di accordi bilaterali (Chio, Lesbo, Bisanzio, Rodi, Tebe). In

particolare l’alleanza con Chio, antica alleata privilegiata della

prima lega, costituisce anche ora il modello su cui si adattano i

successivi accordi. Con il «decreto di Aristotele», promulgato nel

377 a.C., venne rifondata la seconda Lega Marittima ateniese, a

cento anni di distanza dalla prima. Di fatto esso costituisce

l’ampliamento e l’organizzazione complessiva dei precedenti

accordi, con l’inglobamento degli alleati di più recente

immissione. Il testo del decreto conserva l’enunciazione dei

principi che animarono la Lega: a. adattamento politico ai

contenuti della pace del Gran Re (abile creazione di una specie di

lega ‘concordata’ e ‘condivisa’); b. riappropriazione del concetto

di libertà e di pace comune in polemica contro Sparta; c.

autocritica e revisione degli atteggiamenti egemonici del V secolo.

Alleati: le città che già avevano stretto accordi precedentemente

al decreto sono iscritte per prime, di seguito al testo del decreto. Il

numero complessivo dei membri iscritti raggiunge

complessivamente sessanta nomi, anche se fonti letterarie

(Eschine e Diodoro) suggeriscono 70-75 membri. Nel corso del

tempo i nomi furono aggiunti successivamente: si riconoscono

numerose e diverse mani di lapicidi (una stessa mano ha inciso il

testo del decreto e i nomi delle prime sei città). Esistenza di un

sinedrio degli alleati.

Obiettivi strategici: Egeo settentrionale, mar Ionio, Cicladi.

Cabria (376-5 a.C.) sconfisse la flotta Peloponnesiaca a Nasso e

ottenne successi sulla costa della Tracia (alleanza col re macedone

Aminta III); Timoteo (375 a.C), figlio di Conone e allievo di

Isocrate, ottenne l’annessione alla lega di Corcira, Epiro e

Acarnania.

375/4 a.C., congresso di Sparta, su iniziativa del Gran Re,

voluto anche da Sparta e Atene: proclamazione di una koinè

eirene («pace comune») tra tutti i Greci. La pace fu subito infranta

dagli interventi di Timoteo nelle vicende interne di Zacinto.

374 a.C.: Tebe, che pur faceva parte della Lega, distrusse

Platea, alleata di Atene. Si raffreddano gli entusiasmi di Atene per

Tebe.

371 a.C., secondo congresso di Sparta, convocato dal Gran Re:

fu riconosciuta ufficialmente la Lega Marittima e si riconobbero i

diritti ateniesi sull’area tracica e del nord dell’Egeo. Tebe non

volle ratificare la Pace del Re, perché Epaminonda, favorevole al

potenziamento tebano sulla lega beotica, voleva “sostituire il

nome di Tebani con quello di Beoti” (Senofonte; il che equivaleva

a riconoscere la Lega Beotica), quando già i Tebani avevano

firmato solo a loro nome. Agesilao rifiutò.

Battaglia di Leuttra (371): il re spartano Cleombroto marciò

contro Tebe; gli alleati furono sbaragliati dai Tebani di

Epaminonda, che impiegò la tecnica della falange obliqua.

Questo episodio, uno degli avvenimenti cruciali della storia greca,

decretò la fine dell’egemonia spartana e del mito dell’invincibilità


PAGINE

5

PESO

24.08 KB

AUTORE

flaviael

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Storia greca
Corso di laurea: Corso di laurea in lettere
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher flaviael di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Storia greca e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Culasso Enrica.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Storia greca

Riassunto esame Storia greca, prof. Culasso, libro consigliato Manuale di Storia greca, di C. Bearzot
Appunto
Civiltà Minoica e Micenea
Appunto
Guerra del Peloponneso
Appunto
Rivolta ionica e guerre persiane
Appunto