Che materia stai cercando?

Osteoporosi

Appunti di endocrinologia: lezione frontale integrata con studio autonomo dal libro di testo di riferimento dell’Harrison e con articoli di PUB MED.

Ottimo per: preparare l’esame; preparare il test di abilitazione; preparare il concorso nazionale di specializzazione.

Esame di Endocrinologia docente Prof. P. Pozzilli

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

La MOC si basa sul principio dell'assorbimetria fotonica: un sottile fascio di raggi X attraversando i tessuti viene assorbito in misura

proporzionale alla densità dei componenti; grazie a opportuni algoritmi matematici si può calcolare la densità di questi tessuti,

distinguendo tra tessuti molli e tessuto osseo.

La MOC misura il patrimonio minerale dello scheletro, prevalentemente costituito da cristalli di idrossiapatite di calcio e consente di

valutare nel tempo piccole variazioni della densità minerale ossea.La MOC non è invasiva ed è inoltre scevra da rischi di radiazione

per il paziente.

Indicazioni:

• Donne oltre i 65 anni

• Donne in menopausa prima dei 65 anni se fattori di rischio

• Uomini oltre i 70 anni

• Adulti con fratture da fragilità ossea

• Adulti in terapia con farmaci che riducono la BMD

• Monitoraggio terapia (ogni 18-24 mesi).

Siti di misurazione:

• Colonna: tutti prima dei 65 anni (attenti Fx o artrosi). L1-L2-L3-L4

• Femore: tutti. Neck or Total

• Polso: colonna e femore non valutabili, iperPTH, obesi.

Nel femore studiamo tre cose: il collo, la regione trocanterica e il femore totale. Sulla base di questi indici si calcola la cosa totale.Il

coinvolgimento del femore è più tardivo. Questo prchè la colonna è più sottoposta al peso e poi la struttura delle vertebre è a sandwich:

ci sono due sottili strati di osso corticale e il centro è corticale. La parte corticale è al parte più fragile perchè è metabolicamente attiva.

Il collo del femore invece è 50% compatto e 50% trabecolare.

Foto 4: schema struttura vertebre

Foto 3: schema struttura femore

Parametri da valutare.

1. BMD: bone mineral density (g/cm2)

2. T-score: deviazione standard del picco medio di massa ossea

3. Z-score: solo nelle età estreme, donne premenopausa, uomini di età < a 50

NORMALI: T-score > -1

OSTEOPENIA: T-score tra -1 e -2,5

OSTEOPOROSI: T-score < -2,5

Laboratorio.

I battuta:

• Calcio-fosforo s/u

• PTH e TSH

• 25(OH)vitD (30-40 ng/ml)

• emocromo+formula e profilo proteico

• calcio ionizzato

• creatinina/clearance

• LP urinaria (9-20 pmol/umol; ideale 10)

• Altri MARCATORI DEL METABOLSIMO OSSEO

II battuta:

• calcio-fosforo-Na-K-Cl s/u 24h

• pH urinario (in olio minerale)

• ALP

• osteocalcina

• citraturia-ossaluria 24/h

• testosterone, cortisoluria, Ab anti gliadina-anti endomisio.

Attenti alla fosfatasi alcalina. Si fa per 2 malattie:

• stasi epatica.

• malattia di Paget.

MARCATORI DEL METABOLISMO OSSEO.

NEOFORMAZIONE:

1. ALP ossea → fosfatasi alcalina ossea S

2. OSTEOCALCINA S

3. PICP → peptide C-terminale del collagene tipo 1 S

4. PINP → peptide N-terminale del collagene tipo 1 S

RIASSORBIMENTO:

1. NTX → telopeptide N-terminale S e U

2. DPD → idrossipiridinolina)U

3. LP → lisilpiridinolina U

4. CTX → cross-links dell’idrossipiridinolina U

Rx rachide dorso lombare + morfometria.

Frattura a cuneo Frattura a lente biconcava Frattura da compressione (collasso)

riduzione di 4mm o del 15% riduzione di 4mm o del 15% riduzione di 4mm o del 15% di tutte le altezze

dell’altezza anteriore rispetto a quella dell’altezza centrale rispetto a quella rispetto alla media della vertebra superiore e

posteriore. posteriore. inferiore.

Fratture vertebrali.

La reale incidenza non è calcolabile, in quanto queste fratture sono spesso asintomatiche e si realizzano in assenza di uno specifico ed

efficiente evento traumatico. Le fratture vertebrali sono un fattore predittivo importante di fratture femorali, responsabili del più alto

rischio di decesso, specie nella popolazione anziana, indipendentemente dal valore di BMD. È importante la diagnosi e il trattamento

precoce delle fratture vertebrali per evitare la progressione dell’osteoporosi.

Il pz ha dolore alla colonna e viene confuso dai medici con l'artrosi. Sono indice frequente e la prima spia di frattura di femore. Avere

una frattura vertebrale aumenta di 6 volte il rischio di avere anche una frattura di femore.

Nel nostro pz se andiamo a fare una RX aveva anche delle fratture vertebrali. Guardiamo sempre le vertebre. Non è solo la MOC che

ci dà il valore, ma anche la Rx.

Clinica.

• Dolore intenso a livello della frattura (da 2 settimane a 3 mesi).

• Dolore vertebrale cronico (spondiloartrosi secondaria).

• il pz ha un'alterazione della stazione eretta → Se sommiamo queste fratture, la colonna non sarà più dritta, ma incurvata. Se

il pz sta così non vive bene.

• Interessamento radicolare molto raro.

• Riduzione dell’altezza.

• Cifosi dorsale.

• Riduzione delle escursioni polmonari (ridotta tolleranza allo sforzo).

• Protrusione addominale → senso precoce di sazietà e perdita di peso. Il pz si alimenta solo di sostanze morbide, non magia

proteine. La mancanza di proteina negli anziani è la principale causa di sarcopenia → aumento di fratture: il muscolo ha

meno massa e non regge. Il muscolo poi interagisce con l'osso continuamente. Inoltre , hanno, Si fa la MOC tra L1-L4 perchè

si è visto che sono sufficienti queste vertebre a fare diagnosi.

• Perdita dell’autostima, distorsione dell’immagine corporea, depressione.

• Dipendenza dagli analgesici.

Terapia.

• Bisfosfonati

• Estrogeni/analoghi

• Ranelato di stronzio

• PTH

nuove trapie

• (OPG, Denosumab)

Il tutto + Calcio + Vitamina D.

Bisfosfonati.

• os: assunti a digiuno protratto per 1-2 ore

• im: mensili (neridronato - OI nel bambino -) oppure ogni 15 gg

• ev: pamidronato, zolendronato (indicazione oncologica)

Meccanismo d’azione:

Si legano ai cristalli di idrossiapatite posti sulla superficie ossea rimanendo inglobati nell’osso per lunghi periodi. Oosteoclasti:

inibiscono la loro attività riducendo la produzione di enzimi litici.

Attenzione: RGE, necrosi ossea della mandibola

ALENDRONATO: aminobisfosfonato. 5-70 mg

• Studi disponibili: FIT

• riduzione del 44% delle fratture vertebrali e del 16% di fratture non vertebrali

RISEDRONATO: aminobisfosfonato di 3 generazione. 5-35 mg

• Studi disponiobili: VERT

• riduzione del 36% delle fratture vertebrali e del 27% di fratture non vertebrali

CLODRONATO: fl im ogni 15 giorni

Estrogeni.

HRT: un tempo considerata l’unica terapia utile per l’osteoporosi post menopausale.

SERM (Selective Estrogen Receptor Modulators): Competono con il recettore estrogenico, modulandone gli effetti.

RALOXIFENE 60mg: Effetti solo su osso e fegato. Effetti antagonisti sulla mammella.

• Studi disponiobili: MORE


PAGINE

5

PESO

152.66 KB

PUBBLICATO

5 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Gabriel_strife di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Endocrinologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Campus biomedico - Unicampus o del prof Pozzilli Paolo.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Endocrinologia

Sindrome metabolica
Appunto
Patologie della tiroide
Appunto
Obesità: Appunti integrati
Appunto
Diabete e sue complicanze
Appunto