Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

sottile" o"zona occludente". Queste giunzioni,

collegando le cellule tra loro, fanno sì che

l'epitelio sia un tutt'uno. La giunzione è

costituita da due strati che presentano alcune

interruzioni. Nelle immediate vicinanze di

questa giunzione ve n'è un'altra che è

denominata "giunzione intermedia" o "zona

aderente", costituita da una struttura a 6 strati

proveniente da un doppio strato di membrana

plasmatica che si ripiega tre volte. Il

citoplasma della cellula nell'arca adiacente la

giunzione intermedia è molto denso. Queste

zone di giunzione sono molto importanti

perché svolgono il ruolo di collegamento tra le

cellule per il passaggio tra loro di ioni e piccole

macromolecole.

Lo spessore della membrana basale tubulare

si riduce gradualmente lungo il decorso del

tubulo. Nello spazio basale e in quello laterale

sono localizzate le pompe ioniche sodio-

potassio (Na+, K+).

L'orletto a spazzola è costituito da numerosi

microvilli che aumentano la superficie apicale

di 36 volte. In ogni microvillo vi sono 6-10

filamenti dello spessore di 6 nm. Questi

filamenti di actina terminano nella zona

apicale della cellula in direzione

perpendicolare ai microvilli.

Studi di immunoistochimica hanno dimostrato

la presenza di proteine citoscheletriche nella

parte centrale del microvillo, mentre miosina

e spectrina sono presenti nella parte apicale

del citoplasma cellulare.

Tra i microvilli vi sono invaginazioni apicali che

hanno un contenuto proteico diverso da

quello dei microvilli; è importante ricordare la

presenza di un antigene (gp 330) responsabile

della nefrite di Heymann.

Le cellule della parte convoluta del tubulo

prossimale contengono un apparato

lisosomiale che partecipa al riassorbimento e

alla degradazione delle macromolecole

provenienti dall'ultrafiltrato (fig. 1.7).

L'assorbimento delle macromolecole avviene

per un processo di endocitosi (eterofagocitosi)

e, pertanto, nei lisosomi si osservano spesso

proteine. I lisosomi e i vacuoli cellulari, inoltre,

rivestono un ruolo importante nel processo di

autofagocitosi dei costituenti intracellulari;

essi contengono materiale residuo non


PAGINE

6

PESO

101.79 KB

AUTORE

nolyta

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Nefrologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - 6 anni)
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher nolyta di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Nefrologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Gabriele D'Annunzio - Unich o del prof Bonomini Mario.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Nefrologia

Nefrologia - dotto collettore
Appunto
Nefrologia - Anatomia microscopica del nefrone
Appunto
Nefrologia - Anatomia microscopica vie urinarie
Appunto
Nefrologia - anatomia dei Reni
Appunto