Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Tessuto osseo Lamellare Compatto

- Rivestimenti (con potenzialità osteogeniche):

Esterno : PERIOSTIO costituito di due strati:

- Esterno fibroso e compatto, poche cellule , ma molti vasi

- Interno ricco di cellule, rete capillare e fibre elastiche

Interno : ENDOSTIO costituito da un sottile strato di cellule pavimentose:

Tessuto osseo Lamellare Compatto

CANALI VASCOLARI :

DI HAVERS: scorrono parallelamente alla sezione longitudinale dell’osso

DI VOLKMANN: scorrono perpendicolarmente ai Canali di Havers

- Sistemi di Havers od OSTEONI : lamelle (da 8 a 20) organizzate concentricamente

attorno ai Canali di Havers

- Sistemi interstiziali : spazi interposti tra gli osteoni, riempiti da lamelle disposte

irregolarmente

- Sistemi circonferenziali o limitanti esterno ed interno: strati di lamelle disposte

alla superficie esterna dell’osso al di sotto del periostio e alla superficie interna, al

di sotto dell’endostio

Tessuto osseo Lamellare Spugnoso

-Aspetto alveolare

- Trabecole (o spicole) formate da lamelle addensate

- Lamelle disposte parallelamente che si ramificano e anastomizzano in una rete

tridimensionale

- Cavità midollari = inserite nella rete tridimensionale costituita dalle trabecole

nelle quali è accolto il midollo osseo

- Cavità midollari rivestite da ENDOSTIO ( sottile strato di cellule pavimentose

con potenzialità osteogeniche)

- Mancano sistemi haversiani completi

- Trabecole non attraversate da vasi sanguigni

Componente cellulare

CELLULE OSTEOPROGENITRICI (Preosteoblasti)

OSTEOBLASTI

OSTEOCITI

OSTEOCLASTI

CELLULE OSTEOPROGENITRICI (Preosteoblasti)

Derivazione

dalla cellula mesenchimale

Elementi indifferenziati

Danno origine sia a cellule destinate a differenziarsi

che a cellule osteoprogenitrici

Forma

Fusata, non distinguibili dai comuni fibroblasti o dalle cellule mesenchimali

Localizzazione

Trabecole ossee in via di ossificazione

Tessuto connettivo delle cavità midollari dell’osso

Strato continuo alla superficie interna del periostio e dell’endostio

Canali di Havers e di Volkmann

OSTEOBLASTI

Derivazione

dalla cellula osteoprogenitrice

Funzioni

Regolano la deposizione dei sali minerali

Secernono componenti organici della matrice: collagene, proteoglicani, glicoproteine

Forma

Cellule grandi, nucleo rotondo nucleolato, RER, e Golgi ben sviluppati,

numerosi ribosomi liberi e associati, a formare uno strato epitelioide

Presenza di vescicole a contenuto polisaccaridico-proteoglicanico che vengono espulse

nella matrice dove funzionano da “ nuclei d’inizio” per la mineralizzazione

Localizzazione

In corrispondenza delle superfici in via di espansione delle ossa

Nello strato osteogenico del periostio e dell’endostio

OSTEOCITI

Componente cellulare più numerosa nell’osso che ha completato lo sviluppo

Osteoblasti rimasti imprigionati dalla matrice calcificata

Alloggiati nelle lacune ossee

Nel processo di riassorbimento possono ritornare osteoblasti

Sono incapaci di dividersi

Si nutrono attraverso i canalicoli

Funzioni

Intervengono nella regolazione omeostatica della concentrazione di calcio nell’organismo

Forma

Appiattita, con numerosi e sottili prolungamenti citoplasmatici

Presenza di giunzioni Gap nei punti di contatto dei prolungamenti citoplasmatici

Sono rivestiti da materiale glicoproteico

Collocazione osteociti

Gli osteociti si trovano tra una lamella e l’altra

Lacune

Spazi tra una lamella e l’altra che contengono gli osteociti

Canalicoli

Prolungamenti delle lacune che contengono i prolungamenti degli osteociti

OSTEOCLASTI

Derivazione

Dalla cellula staminale emopoietica (sincizi derivati dalla fusione di elementi mononucleati

appartenenti al sistema dei macrofagi)

Funzioni

Erosione della matrice organica e inorganica mediante acidificazione dello spazio extracellulare e

secrezione di enzimi di origine lisosomiale

Forma

Cellule giganti, polinucleate, citoplasma vacuolizzato

Presentano molti mitocondri, polisomi liberi, lisosomi con idrolasi acide

Orletto striato “ increspato” negli osteoclasti attivi sulla superficie adiacente l’osso in riassorbimento

Localizzazione

Sulla superficie di trabecole ossee in via di riassorbimento

Nelle fossette o lacune di Howship formatesi per la loro azione

erosiva

Istofisiologia dell’osso

Fattori che regolano i livelli del calcio:

- Ormone paratoroideo ( mobilizza i minerali dalla matrice ossea, stimola la

sintesi di calcitriolo , metabolita naturale della vitamina D)

- Calcitonina (prodotta dalla cellule parafollicolari della tiroide, inibisce il

riassorbimento dell’osso)

- Vitamina D ( se carente provoca rachitismo )


PAGINE

23

PESO

1.15 MB

AUTORE

vip22

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Esame: Istologia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in scienze infermieristiche ed ostetriche
SSD:
Università: Bologna - Unibo
A.A.: 2008-2009

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher vip22 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Istologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Bologna - Unibo o del prof Caramelli Elisabetta.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Istologia

Ghiandole Esocrine
Appunto
Organi Emopoietici
Appunto
Tessuto cartilagineo e tessuto adiposo
Appunto
Tessuto muscolare
Appunto