Che materia stai cercando?

Fisiopatologia della digestione e dell'assorbimento - la nutrizione Appunti scolastici Premium

Appunti di Fisiopatologia della digestione e dell'assorbimento sulla nutrizione, il processo attraverso il quale l’organismo utilizza i nutrienti ingeriti con il cibo. I nutrienti sono sostanze non sintetizzate dall’organismo in quantità sufficiente che devono essere assunte quindi con la dieta. Sono le uniche sostanze che apportano energia all’organismo e... Vedi di più

Esame di Fisiopatologia della digestione e dell'assorbimento docente Prof. R. Terracciano

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Cuscinetto attorno agli organi

• Contribuiscono al senso di sazietà

I segni e i sintomi per una carenza di acidi grassi essenziali sono:

Cute secca e prurito

• Diarrea

• Infezioni

• Crescita ritardata

• Scarsa guarigione delle ferite

• Anemia

L’idrogenazione invece è il processo che aggiunge idrogeno ai grassi e questo li

rende insaturi, solidi a temperatura ambiente e più stabili.

Ecco le categorie di cibi divise per contenuto di grassi:

molto magri: carni bianche senza pelle, alcuni pesci, alcuni formaggi,

• bianco d’uovo

magri: vitello e maiale magro, carni bianche con pelle, alcuni pesci

• mediamente grassi: uova, pesce fritto, roastbeef

• alto contenuto di grassi: hot dogs, salsicce, prosciutto, formaggi, burro di

• arachidi

I cosiddetti grassi nascosti si trovano invece nella frutta secca, nel latte intero e

nel cioccolato.

Gli steroli invece hanno una struttura a più anelli, sono insolubili in acqua e

possono essere di origine animale o vegetale.

Fra quelli di origine animale più importanti ci sono il colesterolo e la vitamina D,

mentre quelli di origine vegetale sono molto importanti perché bloccano

l’assorbimento del colesterolo nell’intestino aiutando a ridurre la

colesterolemia.

PROTEINE

Sono composte da aminoacidi legati tra loro da legami peptidici, vanno

incontro a sintesi e demolizione (turnover proteico) e ammontano a circa 12 kg

in un uomo adulto.

Gli aminoacidi vengono divisi in:

essenziali: istidina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina,

• treonina, triptofano e valina 3

non essenziali: alanina, arginina, asparagina, acido aspartico, cisteina,

• acido glutammico, glutamina, glicina, prolina, serina e tirosina.

Le funzioni delle proteine sono:

struttura di alcuni componenti del corpo

• contribuiscono all’equilibrio acido-base nel sangue

• funzione immunitaria (anticorpi)

• mantengono l’equilibrio idrico

Le proteine possono avere varie forme che si dividono in:

struttura primaria: sequenza di aminoacidi

• struttura secondaria: conformazione spaziale delle catene (esempio a

• spirale)

struttura terziaria: forma 3D

• struttura quaternaria: struttura 3D con tutte le catene polipeptidiche

Le proteine possono classificarsi anche in base ai legami peptidici:

dipeptide

• tripeptide

• oligopeptide (4-10 aminoacidi)

• polipeptide

I piatti suggeriti per un corretto apporto di proteine sono il pesce e le carni

magre.

ACQUA

E’ composta da idrogeno e ossigeno (H2O)

• E’ un nutriente essenziale

• Solvente delle reazioni metaboliche

• Trasporta i nutrienti

• Regola la temperatura corporea

• Permette la rimozione delle scorie

• Apporta Sali minerali

• Non è una fonte energetica

Le maggiori fonti d’acqua sono le bevande, il cibo e H2O metabolica.

L’H2O metabolica deriva dal metabolismo di proteine, amido e grassi, questi

ultimi sono la principale fonte di acqua metabolica (1,07 g).

Il bilancio idrico è il bilancio tra liquido cellulare e liquido interstiziale, regolato

dalla concentrazione di potassio nelle cellule e sodio negli spazi interstiziali.

L’osmosi è lo scambio di acqua tra i vari compartimenti, dal compartimento a

minore a quello a maggiore concentrazione di elettroliti.

4

L’edema è l’accumulo di acqua nel compartimento interstiziale, per accumulo

di sodio o per grave carenza proteica.

MINERALI

Sono elementi inorganici residui della combustione dei tessuti animali, sono

all’incirca 22, sono coinvolti in numerosi processi metabolici e si dividono in

elementi minerali maggiori (grammi) e in tracce (milligrammi).

Le funzioni principali sono:

Strutturale (ossa e denti)

• Trasmissione impulsi nervosi

• Contrazione muscolare

• Bilancio elettrolitico

Tra i minerali più importanti ci sono gli elettroliti che sono delle particelle

caricate positivamente o negativamente, i più importanti sono:

Sodio Na+

• Potassio K+

• Magnesio Mg+

• Calcio Ca+

• Cloro Cl-

• Fosfato PO-

• Il sodio è il principale catione del fluido extracellulare, è responsabile

1. della conduzione degli impulsi nervosi ed è fondamentale per la

regolazione del bilancio idrico.

Le fonti alimentari di sodio sono carne, pesce, prodotti caseari, sottaceti

e sale da cucina.

Il fabbisogno giornaliero di sodio è di circa 500 mg.

Il potassio è una catione del liquido intracellulare, è responsabile della

2. conduzione dell’impulso nervoso e della contrazione muscolare, è

fondamentale per il controllo del bilancio idrico e acido.

Le fonti alimentari di potassio sono la frutta fresca, la frutta secca, carni,

legumi, patate, pomodori e pane.

Il fabbisogno giornaliero di potassio di aggira intorno ai 2000 mg.

Il calcio è il minerale più abbondante di cui il 99% è contenuto nelle ossa

3. ed è molto importante nella filtrazione renale.

La regolazione della calcemia avviene con la vitamina D e il PTH che la

aumentano, mentre la calcitonina la inibisce.

Le sue funzioni sono la struttura ossea, coagulazione, trasmissione

dell’impulso nervoso, contrazione muscolare, ecc.

5

Il fabbisogno giornaliero di calcio si aggira intorno ai 1000 mg e le

maggiori fonti di calcio sono prodotti caseari, succo d’arancia, pesce e

cavoli.

Il ferro è presente il piccole quantità in tutte le cellule ed è diffuso un

4. deficit frequente nel sesso femminile.

Le funzioni principali del ferro sono di trasportare ossigeno ed anidride

carbonica nei globuli rossi sotto forma di emoglobina ed è presente nella

mioglobina nelle cellule muscolari.

Le fonti alimentari di ferro sono le carni rosse e i cereali, e di solito il

fabbisogno giornaliero si aggira intorno ai 15 mg.

VITAMINE

Sono 13 sostanze organiche essenziali perché non sintetizzate a sufficienza

dall’organismo, non forniscono energia ma facilitano reazioni chimiche che la

producono.

Vengono classificate in:

Liposolubili: A, D, E e K

• Idrosolubili: C, B1, B2, niacina, B6, acido pantotenico, biotina, B12 e acido

• folico

Le vitamine liposolubili sono sotto forma di depositi, quindi non è necessaria

l’assunzione giornaliera, possono essere tossiche se assunte in quantità

maggiori rispetto al raccomandato e i deficit si sviluppano più lentamente.

Per le vitamine idrosolubili è necessaria l’assunzione giornaliera, sono

facilmente disperdibili nei processi di cottura, e i deficit si sviluppano più

rapidamente.

La vitamina A è importante per la vista, la crescita, la pelle ed ha

1. funzione immunitaria.

Un deficit di vitamina A può portare lesioni e cecità notturna.

La vitamina D è sintetizzata maggiormente dalla cute per azione della

2. luce ultravioletta e necessita di attivazione biologica promossa dal PTH e

viene attivata da fegato e rene.

E’ importante perché nell’osso incrementa il rilascio di Ca, mentre nel

rene e nel piccolo intestino incrementa il riassorbimento del Ca.

Le fonti di vitamina D sono latte, cereali, uova, olio di fegato di merluzzo

e salmone.

Un deficit può causare diminuita concentrazione di calcio e fosforo,

iperparatiroidismo, convulsioni da ipocalcemia, debolezza muscolare e

dolori osteoarticolari. 6

La vitamina E funziona da anti ossidante e interviene nel metabolismo

3. del ferro.

Un deficit di vitamina E può causare degenerazioni assonali con sintomi

della colonna posteriore, neuropatie e retinopatie.

La vitamina K è indispensabile per la coagulazione e un suo deficit può

4. causare emorragie.

La vitamina C è un antiossidante, ha una funzione immunitaria,

5. promuove l’assorbimento del ferro ed è importante per la sintesi del

collagene.

È largamente diffusa negli alimenti di origine vegetale, negli agrumi e nei

pomodori.

Lo scorbuto è causato dalla carenza di vitamina C e rappresenta un

danno alla formazione di collagene, causando sanguinamenti, fatica,

debolezza e depressione.

BILANCIO ENERGETICO

È il bilancio tra introito e consumo di energia.

L’introito di energia è influenzato da fattori fisiologici, psicologici e fattori

esterni, mentre il consumo di energia è influenzato da geni e livello di attività.

L’energia dei cibi si trova nei legami chimici e quando si ingeriscono alimenti,

l’energia è convertita in calorie e in contrazione muscolare.

L’energia viene consumata con:

Metabolismo basale: energia utilizzata per compiere lavori interni

• necessari all’organismo (sintesi e degradazione, cicli biochimici, pompe

ioniche, turnover proteico, ecc.).

Incide per circa il 70% del dispendio energetico totale.

I maggiori organi che utilizzano energia sono fegato, cervello, cuore e

reni, mentre i muscoli pur essendo in massa maggiore ne consumano

meno.

I fattori determinanti della dieta basale sono principalmente l’età (il

metabolismo si riduce con l’avanzare degli anni) e il sesso (il

metabolismo è minore nelle donne)

Termogenesi dieta-indotta: è l’incremento del dispendio energetico in

• risposta all’assunzione di alimenti e viene distinta in facoltativa (legata

alla quantità di alimenti assunti) e obbligatoria (legata all’utilizzazione dei

singoli nutrienti).

Varia in funzione della quantità e della qualità degli alimenti assunti.

Attività fisica: è un movimento volontario che richiede energia e i fattori

• che determinano l’entità di energia da usare sono il tipo, la frequenza, la

durata, l’intensità e la massa mossa.

7

L’attività comporta il consumo di energie e se l’attività è intensa e di

lunga durata, il metabolismo basale viene incrementato per diverse ore

dopo l’esercizio.

Il bilancio energetico si effettua nel seguente modo:

Kcal introdotte = Kcal spese peso stabile

Kcal introdotte > Kcal spese incremento peso

Kcal introdotte < Kcal spese riduzione peso

LE CALORIE

In biologia e in nutrizione la grande caloria o caloria alimentare viene indicata

con Cal o kcal, ed equivale a 1000 piccole calorie, ed è utilizzata per indicare

l'apporto energetico medio di un qualsiasi alimento per unità di massa.

Viene usata la dicitura kcal o Cal, ma in entrambi i casi (e non bisogna quindi

confondersi) è la stessa cosa.

Tenendo conto che un grammo di glucosio sviluppa 3,92 kcal, un grammo di

proteina circa 4 kcal, e un grammo di lipidi circa 9 kcal, tutti gli altri alimenti

sono rapportati ad essi per calcolarne il loro apporto energetico medio.

Oggigiorno quasi tutti gli alimenti possiedono una precisa tabella sulla

confezione, con l'apporto calorico medio, espresso in Cal o Kcal, calcolata per

porzione singola di quell'alimento e/o per ogni 100 gr di quell'alimento.

LA MALNUTRIZIONE

La malnutrizione è la conseguenza prolungata nel tempo di difetti di nutrizione.

È associata ad un aumento della mortalità.

La malnutrizione si può classificare in: 8

Globale: ridotto apporto nutrizionale, aumento del dispendio energetico o

• perdita di nutrienti

Selettiva: deficit di vitamine, Sali minerali, oligoelementi o da altre

• carenze nutrizionali

Le cause di una malnutrizione sono:

Riduzione apporto orale di alimenti (anoressia, nausea, disfagia, dolore,

• ostruzioni gastrointestinali, vomito, alcolismo, depressione, ecc.)

Alterata digestione (colestasi, stasi batterica intestinale, insufficienza

• pancreatica, fibrosi cistica, sindrome dell’intestino corto, ecc.)

Malassorbimento (celiachia, linfoma intestinale, sindrome dell’intestino

• corto, ecc.)

Alterata utilizzazione dei nutrienti (insufficienza epatica e renale,

• neoplasie, sepsi, AIDS, ipertiroidismo, ecc.)

Perdita dei nutrienti (diarrea, emorragie, dialisi, ecc.)

• Aumentati fabbisogni (sepsi, traumi, ustioni, neoplasie, interventi

• chirurgici, ecc.)

La malnutrizione può essere da digiuno o da stress, e quella da digiuno può

essere da digiuno breve o da digiuno prolungato.

La malnutrizione da stress può essere causata da ustioni, necrosi, infezioni

gravi, traumi penetranti, neoplasie, radiazioni, malattie croniche, ecc.

Le conseguenze della malnutrizione sono:

Primarie: ridotta guarigione delle ferite, ridotta funzionalità intestinale,

• ridotta funzionalità muscolare, ridotta risposta ventilatoria, ridotta

risposta immunitaria, aumento del rischio di infezioni e aumento di

complicanze

Secondarie: aumento mortalità, aumento della durata di degenza,

• aumento dell’impiego di farmaci, aumento della durata della

riabilitazione, ridotta qualità della vita, aumento dei costi di gestione

sanitaria

Le caratteristiche dei test diagnostici per la valutazione dello stato nutrizionale

sono: Semplice determinazione

• Non invasività

• Riproducibilità nel tempo

• Affidabilità

• Sensibilità

• Basso costo

Lo scopo della valutazione dello stato nutrizionale è quello di accertare

l’esistenza della malnutrizione, valutarne la gravità e individuare la terapia.

9


PAGINE

17

PESO

44.71 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Appunti di Fisiopatologia della digestione e dell'assorbimento sulla nutrizione, il processo attraverso il quale l’organismo utilizza i nutrienti ingeriti con il cibo. I nutrienti sono sostanze non sintetizzate dall’organismo in quantità sufficiente che devono essere assunte quindi con la dieta. Sono le uniche sostanze che apportano energia all’organismo e sono divise in due categorie:
- Macronutrienti: proteine, lipidi, carboidrati e acqua;
- Micronutrienti: vitamine e minerali.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in infermieristica
SSD:
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher wallacekr di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Fisiopatologia della digestione e dell'assorbimento e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Magna Graecia - Unicz o del prof Terracciano Rosa.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in infermieristica

Biochimica - Appunti
Appunto
Microbiologia e malattie infettive - malattie infettive
Appunto
Microbiologia - Microbiologia medica
Appunto
Anatomia umana - il sangue
Appunto