Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

inverse,per cui c’è un rientro di acqua,metaboliti vari e gas (il gas che proviene dal metabolismo cellulare

è la C02).

Lo scambio capillare è per questo motivo importantissimo,assicura tutti gli scambi di acqua e soluti, ,se

si blocca il flusso capillare (esempio dovuto ad una vasocostrizione da freddo intenso,in cui gli sfinteri

capillari restano chiusi),si blocca il flusso di sangue e si avrà un carenza di ossigeno e sostanze nutritive è

un accumulo di anidride carbonica e metaboliti prodotti a livello cellulare.

Il sistema capillare è un grosso sistema di regolazione di liquidi e sostanze che assicurano l’equilibrio

omeostatico, del pH e concentrazioni varie.

Perché le proteine nel liquido interstiziale sono pochissime?

Perché la sintesi delle proteine avviene dentro le cellule e poche di esse escono fuori,perché non possono

attraversare le membrane.

Bisogna prendere in considerazione in qualsiasi capillare,i gradienti, le forze e la struttura della

membrana stessa.Nel caso di membrane sclerotiche,lo spessore della membrana aumenta,e pur essendoci

un giusto gradiente pressorio ai due lati della membrana,questo non serve,perché non vi sarà passaggio di

sostanze.

La barriera ematoencefalica (costituita dalle membrane pia e dura madre) che avvolge tutto l’asse

cerebrospinale,è costituita da membrane molto poco permeabili,ecco perché definite barriera, permettono

un passaggio minimo di liquidi e di sostanze.La barriera ematoencefalica,crea una condizione di camera

chiusa,in cui c’è una data quantità di liquido,che fa da ammortizzatore idraulico.

Che differenza c’è tra il liquido cefalorachidiano e il plasma?

Se la barriera ematoencefalica è poco permeabile,sarà passata solo acqua,essa contiene gli stessi

componenti del plasma,ma solo in tracce.

La barriera ematoencefalica che ha la funzione di ammortizzatore idraulico (il sistema nervoso in esso

galleggia),quando la sua quantità di acqua diminuisce,il cervello scende e si poggia sulla prima

vertebra.Importante è il volume e non la composizione del liquor.Trovandosi il liquor in una camera

chiusa,la sua composizione è molto più costante rispetto a quella del sangue,perché si hanno poche

influenze dall’esterno.La composizione del sangue varia continuamente,esempio dopo un pasto,aumenta

la glicemia.

La costante composizione del liquido cerebrospinale,nonostante i cambiamenti che si hanno a livello

plasmatico,facendo attività fisica,mangiando,ecc; assicura una certa costanza della funzione

cerebrospinale,anche il pH si mantiene molto costante. Se dentro la barriera si crea una condizione

patologica di infiammazione,si verificherà una variazione di pH, vi si troveranno virus o batteri (anche se

difficilmente essi vi possono entrare,data la natura delle membrane che formano la barriera ),non vi sono

mezzi di controllo del sistema,non vi sono le proteine che fanno da sistema tampone,non vi sono i

leucociti per attivare il sistema di difesa.In caso di infezioni meningee,la terapia viene fatta direttamente

con farmaci iniettabili nel liquor (iniezione intrarachidea).

Anche a livello articolare,le iniezioni di cortisonico vengono fatte direttamente nell’articolazione,perché

la capillarizzazione alle articolazioni è scarsissima,per far arrivare un farmaco,è necessario l’iniezione

locale.

Un altro fattore importante per lo scambio capillare,oltre ai gradienti pressori,alla struttura della

membrana,alle variazioni pressorie; è la velocità di circolo del sistema,che dipende dal cuore.

Se ho un insufficienza cardiaca,il sangue scorrerà più lentamente,percorrerà meno spazio nell’unità di

tempo,lo scambio tende a rallentare.

Anche in condizioni di aumento di velocità di circolo,lo scambio a livello capillare sarà minore,perché il

tempo è ridotto.

FATTORI DI REGOLAZIONE DELLA PRESSIONE ARTERIOSA

Visti nella precedente lez

Oltre ai fattori predominanti : forza,viscosità ecc

Come viene regolata la pressione,chi la controlla?

Fattori emozionali,attività fisica,fanno variare la pressione arteriosa.

4

I meccanismi che tendono a mantenere costante la pressione sono:

sistemi a breve termine

sistemi a lungo termine

I sistemi a breve termine sono quelli rapidi

Esempio:al mattino,alzandosi dal letto,si possono avere le vertigini,perché,cambiando posizione,si avrà

uno spostamento di liquidi dalle parti alte del corpo,verso le parti più periferiche.

Cosa cambia nella parte alta del sistema circolatorio?

Spostandosi una certa quantità di sangue,si abbassa la pressione,seppure per poco tempo.

A livello dell’ arco dell’aorta e della biforcazione della carotide ci sono recettori nervosi,i barorecettori o

pressocettori (per recettori si intende la struttura capace di ricevere un segnale e tradurlo in un altro

segnale ).

La pressione è la forza su di una superficie. A livello dell’aorta e della biforcazione della carotide,se

aumenta la pressione,la parete si distende,all’interno della parete vi sono i tensiocettori (recettori che

scaricano attraverso filamenti nervosi,al SNC,un informazione di tipo elettrico che è partito dal segnale

“distensione della parete”. Questi recettori vengono deformati nella loro struttura.

I tensiocettori,non sono dei misuratori di pressione,lo stiramento della parete aortica e carotidea,determina

una depolarizzazione,cioè un’apertura dei canali per il Na,il Na entra,si avrà depolarizzazione di quelle

cellule e partenza del segnale elettrico.

Quali sono le cause che determinano l’apertura dei canali per il Na?

Lo stiramento delle membrane determina l’apertura dei canali per il Na,oppure per variazione di gradiente

elettrico,per attività enzimatiche,oppure per azioni di sostanze chimiche o ormoni.

I recettori di membrana,sono proteine,glicoproteine,arrivato l’ormone,si lega al recettore,forma un

complesso e determinerà il cambiamento di conformazione,aprendo o chiudendo un canale.

L’apertura o la chiusura di un canale,non è altro che una proteina che cambia forma,nel cambiare

forma,se determina l’apertura del canale,essendoci un gradiente di Na,il Na entra nella cellula e si crea un

potenziale elettrico.

I nostri recettori sono capaci di tradurre vari tipi di segnali (caldo,freddo,lo stiramento ecc) in segnale

bielettrico.

L’aorta e la carotide sono punti importanti in cui partono i segnali di variazione di pressione,questi punti

sono strategici per regolare la pressione arteriosa,prima che arrivi agli organi. I recettori a livello della

carotide,controlla la pressione prima che vada al cervello.

Se aumenta la pressione a livello femorale,lì non vi sono i recettori per rilevare l’aumento della

pressione,infatti da lì,non partono segnali di regolazione di pressione.

distensione della parete arteriosa stimolazione dei barorecettori del seno

Aumento di pressione → →

carotideo e dell’arco aortico aumentati impulsi che vanno verso il cervello.

I segnali arrivano al bulbo,dove troviamo i centri regolatori della pressione.Aumentando gli impulsi al

cervello,aumenta l’attività del sistema parasimpatico,e diminuisce l’attività del simpatico (diminuendo

l’attività del simpatico che è prevalentemente vasocostrittore),viene diminuita la resistenza periferico del

sistema (che abbiamo visto controllare la pressione), e controlla la pressione che era aumentata.

Questo sistema è quello più rapido di controlla della pressione.

La cosa più rapida da controllare a livello periferico è la vasocostrizione e la vasodilatazione.

Gli sfinteri precapillari e la muscolatura liscia sono sotto il controllo prevalentemente del simpatico,se

attivo il simpatico,si restringe,se lo disattivo o attivo il parasimpatico si dilata.

Vi è una regolazione della pressione a medio e lungo termine,determinata da ormoni.

Esempio il cortisolo, (glicoattivo) che stimola la produzione di alcuni ormoni che hanno effetto sulla

pressione. I glicoattivi hanno dei ritmi di produzione,durante l’arco della giornata la loro produzione è

diversa,questo incide sulla regolazione della pressione durante la giornata.

5


PAGINE

6

PESO

44.98 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia (ordinamento U.E. - durata 6 anni) (CASERTA, NAPOLI)
SSD:
Docente: Brizzi G.
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeria0186 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Fisiologia e Biofisica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Seconda Università di Napoli SUN - Unina2 o del prof Brizzi G..

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Fisiologia e biofisica

Fisiologia e biofisica - la memoria
Appunto
Fisiologia e biofisica - vasi sanguigni
Appunto
Fisiologia e biofisica - circolazione sanguigna
Appunto
Fisiologia  e biofisica - recettori tattili, termici, dolorifici
Appunto