Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

EMOPOIESI

Per emopoiesi si intende quel complesso processo di formazione delle cellule del sangue.

L’emopoiesi si realizza attraverso varie modalità durante l’embriogenesi dei vertebrati

partendo da poche cellule del MIDOLLO OSSEO, chiamate CELLULE STAMINALI.

Queste cellule rispondono a due esigenze:

La necessità di rinnovamento cellulare

- La necessità che le cellule si differenzino nei vari progenitori che porteranno agli

- elementi maturi del sangue – eritrociti, leucociti e megariociti.

Le cellule del sangue derivano dal tessuto MESODERMICO embrionale sotto il controllo di

fattori solo in parte noi, fattori di trascrizione dell’emopoiesi. Il sacco vitellino sarebbe la

fonte di cellule per l’embrione da cui si sviluppa il sistema cardiocircolatorio. E’ la sede di

produzione quindi delle cellule del sangue prima della nascita, anche se le altre zone in cui si

producono cellule del sangue in periodo embrionale sono il fegato, la milza, il timo e il

midollo osseo. Dopo la nascita il midollo diventa l’organo dove è prodotta la maggior parte

delle cellule del sangue. In tutti i casi parliamo di ORGANI EMOPOIETICI.

Gli organi emopoietici si distinguono in:

MIELOIDI: il midollo è l’organo mieloide per eccellenza dove sono prodotti eritrociti,

- granulociti, monociti e piastrine

LINFOIDI: vanno ascritti il midollo osseo, il timo, la milza i linfonodi. Producono

- linfociti

Il quadro emopoietico può distinto in due momenti:

EMOPOIESI PRENATALE

• EMOPOIESI POSTNATALE

Emopoiesi prenatale

Essa è distinta in cinque fasi:

EMOPOIESI VITELLINA: caratterizzata dalla presenza di ISOLE SANGUIGNE DI

1. WOLFF o ISOLE EMATICHE, aggregati di emangioblasti (cellule pluripotenti) che

danno vita ai primitivi elementi del sangue, prevalentemente la LINEA

ERITROBLASTICA al centro mentre in periferia alle cellule endoteliali che formano

le pareti dei vasi

EMOPOIESI EPATICA: fase che compare durante verso la sesta settimana di vita

2. dell’embrione e ha sede nel fegato, che anche dopo la nascita, mantiene la sua attività

emopoietica al pari della milza, ma solo in caso di patologia come metaplasie mielose.

Questa attività è inizialmente eritroblastica e solo successivamente si osservano la

granulocitopoiesi e megacariocitopoiesi.

EMOPOIESI SPLENICA: fase che avviene contemporaneamente con quella epatica.

3. E’ una fase che interessa particolarmente l’eritropoiesi.

EMOPOIESI TIMICA: fase anch’essa contemporanea alle altre due in cui c’è la

4. comparsa della linfocitopoiesi. Questa avviene verso il terzo mese con declino nel


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

2

PESO

44.99 KB

AUTORE

Atreyu

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in biotecnologie
SSD:
Università: L'Aquila - Univaq
A.A.: 2011-2012

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher Atreyu di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Citologia, istologia ed embriologia e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università L'Aquila - Univaq o del prof Teti Anna Maria.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Citologia, istologia ed embriologia

Tessuto ghiandolare
Appunto
Tessuto epiteliale
Appunto
Ghiandole endocrine e sistema endocrino
Appunto
Citoscheletro
Appunto