Che materia stai cercando?

Domande Neuroscienze Appunti scolastici Premium

L’esame è formato da una parte scritta e una orale (ma facoltativa). La parte scritta viene preparata dal professore del canale A, Sacchetti. Non è un’informazione scontata poiché, seppur il programma sia lo stesso, Sacchetti dà più importanza ad alcune cose e ne approfondisce meno altre, rispetto a Tamietto. Se si pensa di essere preparati ci si deve... Vedi di più

Esame di Neuroscienze docente Prof. B. Sacchetti

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

152. I recettori olfattivi inviano gli assoni al bulbo olfattivo? V

153. Nuovi recettori olfattivi sono continuamente generati per tutta la vita? V

154. Per stimoli sonori di frequenze diverse il picco di vibrazione della membrana basilare si trova

in punti diversi? V

155. Le olive superiori partecipano alla localizzazione dei punti nello spazio? V

156. Ogni neurone della via acustica risponde preferenzialmente a stimoli di una determinata

frequenza? V

157. L’orecchio medio permette l’amplificazione del segnale acustico?

158. Le sostanze liposolubli attraversano le membrane cellulare per diffusione facilitata? F

159. Il neurone è interamente ricoperto da membrana cellulare? V

160. La diffusione facilitata può avvenire contro il gradiente di concentrazione? F

161. I fosfolipidi delle membrane cellulari sono disposti con le teste polari verso l’esterno e le

code apolari verso l’interno della membrana? V

162. Alcune proteine presenti nella membrana neuronale sono enzimi?

163. La pompa sodio potassio trasporta ioni sodio e potassio attraverso la membrana contro il

gradiente di concentrazione? V

164. La pompa sodio potassio trasporta ioni sodio all’interno del neurone e ioni potassio

all’esterno? F

165. La diffusione facilitata richiede consumo di energia? F

166. La diffusione semplice richiede l’intervento di trasportatori, vettori?

167. La diffusione semplice può avvenire contro il gradiente? F

168. I principali elementi costituenti la materia vivente sono sodio, potassio, calcio e zinco? F

169. Nuovi recettori olfattivi sono continuamente generati per tutta la vita? V

170. Nel neurone il potassio è più concentrato all’interno della cellula? V

171. In condizioni di riposo alcuni ioni attraversano la membrana cellulare. Essi sono:

A. NESSUNO? F

B. POTASSIO? V

C. SODIO? V

172. Il flusso delle informazioni attraverso il neurone viaggia dai terminali sinaptici verso il corpi

cellulare? Falso

173. la miellina è prodotta dall’assone dei neuroni? Falso, prodotta dalle celle cellule di swann,

oligodendrociti

174. la maggior parte delle proteine del neurone sono sintetizzate nel nucleo? Falso

175. i dendriti possono presentare delle estroflessioni, delle spine sulle quali terminano in sinapsi

gli assoni di altri neuroni? Vero

176. il corpo cellulare dei neuroni contiene il nucleo, da esso si origina sia i dendriti che l’assone?

Vero

177. le fibre amielliniche conducono il segnale elettrico più rapidamente rispetto alle fibre

mielinizzate? Falso

178. le cellule di Purkinje si trovano nel cervelletto?vero

179. il flusso assoplasmatico è piu lento del trasporto assonico? Vero

180. gli astrociti formano guaine mieliniche nel sistema nervoso periferico?falso

181. gli astrociti regolano l’apporto di sostenze dai vasi sanguigni ai neuroni? Vero

182. Il potenziale d’azione serve principalmente per trasportare informazioni a lunghe distanze? V

183. In generale stimoli di intensità crescente determinano un numero maggiore di potenziali

d'azione? V, per la frequenza di scarica

184. La depolarizzazione della membrana è caratterizzata dall'apertura delle porte dei canali per il

sodio voltaggio dipendenti a porta elettrica? V

185. Durante la fase discendente del potenziale d'azione i canali per il sodio sono inattivati? V

186. I nodi di Ranvier sono tratti dell'assone non ricoperti da guaina mielinica? V

187. Il valore del potenziale di membrana del neurone durante la fase ascendente del PdA

diventa positivo (da -70 mV a +30mV) perché?

Il potenziale di membrana diventa più positivo del potenziale d'equilibrio per il sodio? F

Il potenziale di membrana si avvicina al potenziale d'equilibrio per il sodio. V

Aumenta la concentrazione di sodio all'interno della cellula. V

188. La conduzione del PdA lungo un assone è bidirezionale? F, è solo unidirezionale a differenza

dei potenziali locali.

189. Il potenziale d'azione insorge quando:

ogni volta che arriva una depolarizzazione. F

quando uno stimolo depolarizza la membrana fino al valore soglia. V

quando uno stimolo iper-polarizza(assume valori più negativi)una membrana. F

190. Nel neurone il potassio è più concentrato all'interno della cellula. V

191. A riposo i canali per il sodio sono nello stato inattivato. F ( a riposo sono chiusi)

192. Il PdA si propaga senza diminuire la propria ampiezza, quindi senza decremento? V

193. Nel PdA la ripolarizzazione da +30 a – 70(fase discendente) è causata principalmente

dall'entrata di ioni cloro? F

194. La pompa sodio potassio trasporta iodi sodio potassio attraverso la membrana contro il

gradiente di concentrazione. V

195. Una domanda potrebbe essere: il neurotrasmettitore viene rilasciato tramite un

meccanismo di esocitosi costitutiva?

196. Di regola la deprivazione sensoriale produce effetti più gravi in un individuo adulto che in un

individuo in via di sviluppo. F

197. La diffusione semplice di una sostanza attraverso la membrana tende a ridurre il gradiente di

concentrazione. V

198. Le sostanze iposolubili attraversano le membrane cellulari per diffusione facilitata. F

199. Sono neurotrasmettitori classici: GMP ciclico F, noradrenalina V, endorfina. F

200. La corteccia cerebrale riceve le informazioni direttamente, senza che queste passino dal

talamo. F

201. L'ampiezza del potenziale d'azione è circa 100 mV. V

202. L'acuità tattile si misura in mm. V

203. La corteccia visiva si trova nel lobo occipitale. V

204. Il talamo si trova nel telencefalo . F, diencefalo

205. Un nervo spinale è formato dall’unione di due radici posteriori. F, da una radice ventrale e

una dorsale.

206. Le sostanze esogene (es. farmaci, droghe) non possono in nessun caso superare la barriera

ematoencefalica. F

207. I dendriti di alcuni tipi di neuroni sono dotati di strutture specializzate dette “spine

dendritiche” . V

208. I nodi di Ranvier sono ispessimenti della guaina mielinica posti in corrispondenza delle

ramificazioni dell’assone. F

209. La densità presinaptica contiene canali per il calcio a porta elettrica e proteine necessarie

per il processo di esocitosi delle vescicole sinaptiche. V

210. Durante il periodo refrattario relativo non è possibile evocare un nuovo potenziale d’azione

(F) si può generare ma con una soglia maggiore da superare

211. Al potenziale di riposo la membrana è esclusivamente permeabile agli ioni potassio (F)

anche a Na, a Cl, Ca

212. La velocità di conduzione dei potenziali d’azione lungo un assone mielinizzato aumenta nel

corso dello sviluppo (V) sì, perché aumenta la costante dello spazio, mente il numero dei nodi di

Ranvier rimane uguale

213. I recettori metabotropi sono canali ionici a porta chimica (F) non sono ionici ma formati da

una proteina ad alfa elica associati ad una proteina G

214. I potenziali postsinaptici inibitori possono essere dovuti all’apertura di canali a porta chimica

per il cloro (V)

215. Il glutammato è un neuropeptide (F) è un neurotrasmettitore classico

216. La noradrenalina è un neurotrasmettitore classico (V)

217. I motoneuroni escono dalle radici dorsali del midollo spinale (F) ventrali

218. Le aree motorie primarie sono localizzate nel lobo occipitale (F) frontale

219. Nell’uomo, il midollo spinale non è regolato dalla corteccia motoria (F)

220. Si dice “stimolo adeguato” per un dato recettore lo stimolo capace di evocare una risposta

con la minore intensità di stimolazione (contenuto di energia) (V)

221. La corteccia somatosensoriale primaria (SI) si trova nel lobo frontale. F, nel parietale

222. Dopo una lesione del midollo spinale nell’uomo, gli assoni sezionati rigenerano

spontaneamente (F)

223. L'inibizione laterale diminuisce il contrasto tra le regioni stimolate e quelle circostanti (F)

224. La corteccia somatosensoriale riceve le informazioni dal complesso ventrobasale (F)

arrivano AL complesso

225. Tutti i recettori tattili e propriocettivi sono meccanorecettori (V)

226. Nei mammiferi tutti gli assoni sono ricoperti da guaina mielinica (F)

227. La guiana mielinica determina riduzione di resistenza interna . F, aumenta quella di

membrana

228. I nervi spinali fanno parte del SNC (F) i nervi sono del SNP

229. I ventricoli cerebrali sono cavità contenenti liquido cerebrospinale (V)

230. Le meningi sono strutture membranose che avvolgono l'encefalo ma non il midollo spinale.

F

231. ll telencefalo comprende corteccia cerebrale, corpo calloso e alcuni nuclei sottocorticali

come i gangli della base (V)

232. Col crescere dell'intensità degli stimoli, aumenta l'ampiezza dei potenziali locali (V)

233. Le sinapsi elettriche sono più rapide delle chimiche (V)

234. La corteccia uditiva primaria contiene una rappresentazione delle frequenze degli stimoli

sonori (V)

235. I recettori olfattivi si trovano nel bulbo olfattivo (F)

236. I recettori gustativi sono neuroni che si generano continuamente per tutta la vita (V)

237. L’organo tendineo del Golgi è posto in serie con le fibre muscolari (V)

238. I motoneuroni che innervano i muscoli distali si trovano nella porzione del midollo spinale. V

239. L’acromatopsia è l’incapacità di vedere il movimento (F) i colori

240. Le neurotrofine (es. NGF) sono importanti per la sopravvivenza dei neuroni nel corso dello

sviluppo (V)

241. I neuroblasti originano dalla zona ventricolare del tubo neurale (V)

242. Il blocco della sintesi proteica impedisce l’instaurarsi dell’apprendimento a lungo termine

senza modificare quello a breve termine?

243. Gli ormoni della tiroide contengono atomi di iodio (V)

244. L'aldosterone è un ormone tiroideo (F) surrenale

245. L’ipofisi posteriore secerne l’ormone della crescita e la prolattina (F) ipofisi anteriore

246. La vasopressina (ormone antidiuretico) controlla il mantenimento dell’osmolarità e dei volumi

plasmatici (V)

247. La sostanza reticolare partecipa alla regolazione della postura. V

248. La corteccia parietale posteriore, pur non essendo una corteccia motoria, partecipa alla

pianificazione e alla regolazione dei movimenti (V)

249. Gli organi otolitici sono contenuti nell’utricolo e nel sacculo. V

250. I recettori NMDA sono importanti per il potenziamento a lungo termine delle sinapsi

dell’ippocampo. V

251. La deprivazione monoculare dopo la fine del periodo critico non altera la distribuzione delle

colonne di dominanza oculare (V)

252. L’ossitocina controlla il volume e l’osmolarità dei liquidi extracellulari. F

253. L’ormone della crescita (GH) è un ormone glandotropo (F) non glandotropo

254. La guaina mielinica determina la riduzione di resistenza interna?

255. Il telencefalo comprende corteccia cerebrale, corpo calloso e alcuni nuclei sottocorticali

come i gangli della base.?

256. I nervi cranici sono nervi spinali?

257. Il riflesso miotatico inverso consente di regolare la tensione, forza del muscolo. V

258. I motoneuroni spinali sono neuroni che formano sinapsi con le fibre muscolari. V

259. Le vie discendenti ??miliari? terminano nella porzione laterale della sostanza grigia del

midollo spinale? F, mediale

260. I movimenti ritmici sono in parte provocati e in parte riflessi. V

261. Nella corteccia motoria primaria il quarto strato è particolarmente sviluppato. “Ci sarà

sempre una domanda su quarto e quinto strato” cit. saccottino. F, nelle cortecce motorie è il 5

(efferenze), in quelle sensoriali il 4 afferenze

262. La corteccia motoria primaria regola la direzione dei movimenti. V

263. Il cervelletto partecipa alla pianificazione dei comandi motori.? V

264. La sensibilità gustativa è rappresentata nella corteccia parietale e nell’insula. V

265. La corteccia visiva primaria presenta un 4 strato particolarmente sviluppato. V

266. I coni e i bastoncelli si trovano nello stato più vicino all’epitellio pigmentato. V

267. il nervo ottico è formato dagli assoni delle cellule bipolari della retina. F, dalle cellule

ganglionari

268. nella corteccia visiva di ogni emisfero cerebrale giungono esclusivamente le informazioni

provenienti dall’occhio controlaterale. F dominanza oculare

269. Si definisce adattamento la capacità di un recettore di rispondere a stimoli di tipo

differente(ad es. uditivi, meccanici, etc). F. es maglietta

270. La legge di Stevens mette in relazione l’intensità di uno stimolo con l’intensità della

sensazione. V

271. I campi recettivi dei recettori cutanei presenti nei polpastrelli delle mani hanno dimensioni più

piccole di quelli posti sul torace. “Questo è un classico” cit. saccottino. V

272. La trasmissione della sensibilità ??? (qualcosa col dolore) è regolata da vie discendenti che

terminato nel midollo spinale. V

273. Un nervo spinale è formato dalla confluenza di due radici dorsali. F, una dorsale e una

ventrale

274. Nel midollo spinale la sostanza bianca si trova al centro circondata dalla sostanza grigia. F, è

il contrario

275. Il talamo è formato da un insieme di nuclei con funzioni differenti. Ad es. nucleo genicolato

laterale e nucleo genicolato mediale. V

276. I gangli delle radici dorsali contengono i corpi cellulari dei neuroni sensitivi primari del

sistema sensoriale. V

277. La corteccia uditiva si trova nel lobo occipitale. F

278. Il corpo calloso mette in comunicazione aree corticali dei due emisferi.

279. I neuroni pregangliari dell’ortosimpatico si trovano nel midollo spinale toracico

280. Gli astrociti partecipano alla formazione della barriera ematoencefalica.

281. La zona attiva del terminale pre sinaptico contiene canali per il calcio a porta elettrica

necessarie per il processo di esocitosi delle vescicole sinaptiche.

282. Affinchè avvenga il distacco delle vescicole sinaptiche del citoscheletro è necessario … pda

nel terminale pre sinaptico.

283. In generale i potenziali postsinaptici inibitori possono essere dovuti all’apertura di canali a

porta elettrica per il sodio?

284. I potenziali locali:

a. sono una risposta la cui ampiezza dipende dall’intensità dello stimolo

b. sono generati di regola da una modificazione della permeabilità agli ioni

c. si propagano per lunghe distanze

d. in alcuni casi consistono in una iperpolarizzazione della membrana

285. La depolarizzazione della membrana determina l’apertura delle porte dei canali per …

voltaggio dipendenti (a porta elettrica)

286. La depolarizzazione facilita il raggiungimento della soglia d’innesco del potenziale…

287. La soglia d’innesco del potenziale d’azione è di circa +30 mv F

288. Uno stimolo d’intensità crescente in generale determina un aumento del numero di potenziali

d’azione (codice di frequenza).

289. La corteccia motoria primaria serve principalmente per la pianificazione e programmazione

dei movimenti.

290. I corpi cellulari dei motoneuroni che innervano i muscoli prossimali sono localizzati nella

porzione mediale delle corta ventrali.

291. La stimolazione della via diretta consente ai gangli della base di eccitare la corteccia

motoria.

292. Il campo recettivo di un neurone è spesso costituito da zone antagoniste(che eccitano ed

inibiscono il neurone).

293. Il campo recettivo di una cellula ganglionare della retina è di regola circolare

294. Il campo recettivo ha un’estensione che può variare a seconda delle esperienze fatte dal

soggetto.

295. Nell’orecchio interno, le cellule cigliate presentano dei canali per il potassio la cui apertura

determina l’entrata di ioni potassio nella cellula.

296. La superficie della membrana timpanica è minore di quella della finestra ovale.

297. L’orecchio medio consente l’amplificazione del segnale aumentando la pressione esercitata

dalle onde sonore.

298. La corteccia prefrontale è in grado di regolare l’attività di strutture sottocorticali come

l’amigdala

299. La corteccia prefrontale presenta un elevato numero di recettori per la dopamina.

300. La tiroide è controllata da ormoni liberati dalla neuroipofisi.

301. Ossitocina e vasopressina sono neuro-ormoni sintetizzati (è meno ambiguo) dall’ipotalamo V

302. Il potenziamento a lungo termine (LTP) rafforza la trasmissione sinaptica tra neuroni

303. La memoria dichiarativa è conservata nell’ippocampo anche per tutta la vita

ORALE

Da gente anni passati: all' orale mi ha chiesto un po' troppo nel particolare l' occhio quindi

chimicamente parlando di parlare della fototrasduzione qualche domanda sui bastoncelli e cose

così e poi mi ha chiesto i campi ricettivi dei recettori cutanei spiegargli la funzione dell' estensione

del campo ricettivo.

All' orale tende a chiedere macro argomenti ma è molto pignolo! a me aveva chiesto l'apparato

endocrino, i motoneuroni (non solo cosa sono ma anche tutto il percorso che fanno per arrivare al

cervello!!) ,la vista e qualche domandina veloce tipo ATP e proteine canale. Impara bene la

suddivisione del cervelletto perchè lo chiede spesso.

Appello 10/01/14

Leto, che mi ha chiesto: il dolore e la corteccia somatosensoriale e il sistema somatosensoriale in generale,

la plasticità, le spine dendritiche, l'evoluzione del sistema nervoso, il passaggio dallo stadio a tre vescicole

anche i neuropeptidi e le

allo stadio a cinque vescicole, e qualcosa sul cervelletto che non ricordo...

sinapsi chimiche

all'orale io sono passato con sacchetti, non è cattivo ma bisogna ricordarsi le cose che ha detto a

lezione; mi ha chiesto: reazione da stress, differenze nei sistemi orto/parasimpatico, un po' tutto

l'orecchio, specialmente quello medio e la trasduzione del suono, l'amigdala, in particolare voleva

sapere che è connessa cone le cortecce, l'area motoria primaria, neuroipfisi e neuro-ormoni; forse

anche altro ma non ricordo.

Io sono passata con la Carulli che mi ha chiesto la fototrasduzione, i 5 tipi di movimenti del sistema

vestibolare e poi il potenziale locale. Io personalmente ho parlato a macchinetta e ho cercato di

fare più collegamenti possibili in modo che lei non avesse tempo di bloccarmi e la strategia ha

avuto successo!


ACQUISTATO

5 volte

PAGINE

15

PESO

35.94 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

L’esame è formato da una parte scritta e una orale (ma facoltativa). La parte scritta viene preparata dal professore del canale A, Sacchetti. Non è un’informazione scontata poiché, seppur il programma sia lo stesso, Sacchetti dà più importanza ad alcune cose e ne approfondisce meno altre, rispetto a Tamietto. Se si pensa di essere preparati ci si deve ricordare però che ogni domanda sbagliata allo scritto vale -2 punti (quelle giuste +2 e non date 0). Ciò penalizza un sacco e una sola domanda giusta/sbagliata in più fa la differenza tra una bocciatura oppure una differenza di voto. Le domande sono 50, mezz’ora di tempo (sufficiente), punti massimi 100 e 50 per avere un 18. Con lo scritto si può arrivare solamente al 24, e le fasce di voto sono strutturate in modo da ammettere solo 18, 20, 22 e 24.
Questa è una raccolta di 300 domande effettuate durante gli scritti.


DETTAGLI
Esame: Neuroscienze
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze e tecniche psicologiche
SSD:
Università: Torino - Unito
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher oldarmando di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Neuroscienze e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Torino - Unito o del prof Sacchetti Benedetto.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Neuroscienze

Appunti di neuroscienze utilissimi per studiare e per superare l'esame!
Appunto
Riassunto Neuroscienze
Appunto
Neuroscienze - prof. Sacchetti/Tamietto
Appunto
Appunti completi Neuroscienze, prof Sacchetti
Appunto