Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

1)Quali Sono i requisiti e le qualità che deve avere l'Istruttore di

Calcio?

A livello istituzionale deve essere laureato in scienze motorie e aver frequentato corsi

riconosciuti dalla federazione. Le qualità che deve possedere sono: capacità comunicative,

conoscenza della tecnica, saper motivare ed essere appassionato, mostrarsi propositivo,

serio e professionale nella programmazione degli allenamenti

2)Descrivi le strategie comunicative e la loro importanza nel ruolo

che ha l'Istruttore di calcio

Per strategia comunicativa si intende la scelta di un metodo che, attraverso una

comunicazione efficace, permetta di raggiungere il risultato desiderato senza che vi siano

incomprensioni tra 2 o più soggetti. L’istruttore di calcio deve tenere conto di alcuni fattori

come:

non mostrare favoritismi, mostrarsi fiducioso ma non fanatico, non abbattersi quando si

perde e esaltarsi quando si vince, essere predisposto alla risoluzione di problemi, creare

occasioni di incontro con le famiglie, comunicare attraverso la società ai genitori e non

direttamente, comunicare sempre con lo staff tecnico

3)Parla dei principi didattici per istruire il giovane calciatore

I giovani calciatori si dividono in più categorie e per ogni categoria variano i principi didattici:

piccoli amici 6-8 anni= l’istruttore deve essere spontaneo e lasciare liberi di esplorare i

piccoli amici. Va limitata il più possibile l’imitazione dei grandi. In questo periodo vanno

sviluppate le capacità cognitive e coordinative

pulcini 8-10 anni= si iniziano ad insegnare i primi gesti tecnici come finta e dribbling,

esordienti 10-12 anni= ci si inizia a concentrare sullo sviluppo della tecnica e si allungano le

sedute di allenamento, si sviluppano le capacità del metabolismo aerobico, graduale

passaggio da metodi a libera esplorazione a metodi prescrittivi

4)Descrivi che cosa sono le "fasi sensibili"o di miglior risposta

motoria e la loro importanza nell'allenamento giovanile

Le fasi sensibili sono dei periodi nei quali l’atleta è predisposto a sviluppare determinate

capacità rispetto che altre. Si possono distinguere in

Prima infanzia 0-4 anni (sviluppo delle capacità cognitive e senso percettive)

seconda infanzia 4-10 anni (sviluppo degli schemi motori di base e delle capacità

coordinative, molta motivazione all’apprendimento ma scarsa attenzione)

età pre puberale (sviluppo determinante delle capacità coordinative generali e speciali,

puberale (adattamento ai segmenti corporei, inizio dello sviluppo delle capacità condizionali)

età post-puberale (lavoro sulle capacità condizionali)

-------------------------------------------------------------------------------------------------

5)Parla di valutazione,misurazione e verifica delle prestazioni

calcistiche

Valutazione= si fa all’inizio e alla fine di un percorso per verificare la situazione di partenza e

se è stato raggiunto l’obiettivo prefissato

Misurazione= si ha una raccolta di dati quantitativi numerici che dimostrano il livello di una

determinata capacità o abilità raggiunta dall’allievo

Verifica= si effettua durante il percorso per vedere se sono stati raggiunti gli obiettivi

intermedi prefissati

5.1)Descrivi I principi esecutivi per la somministrazione e la

successiva ripetizione dei TEST nel Calcio

Per essere ritenuto valido, un test deve essere:

valido= il test deve valutare la capacità interessata e non altre

attendibile= il test deve essere ripetibile con gli stessi risultati sullo stesso soggetto

obiettivo= l’istruttore deve esprimere meno possibile il proprio parere

standardizzato= unicità nelle procedure di somministrazione

-------------------------------------------------------------------------------------------------

6)Parla di Allenamento Al ruolo di Formazione didattica al ruolo di

Specializzazione Al ruolo dei giovani calciatori

La scelta del ruolo è motlo delicata soprattuto per i portieri. I bambini dovrebbero fare

esperienza di ogni ruolo, e se dovessero optare per un ruolo in particolare, andrebbe data

loro la possibilità di cambiarlo in seguito. Nella scelta del ruolo del portiere ci sono 3 fasi:

1- allenamento= lavori di coordinazione

2-Formazione= insegnamento della tecnica

3-Specializzazione= allenamenti specifici per incrementare l’agonismo

7)Parla dei processi che intervengono nei primi pensieri tattici del

giovane calciatore durante le "azioni tecniche" negli sport di

squadra

Nel momento in cui inizia un’azione, il giocatore innanzitutto percepisce e calcola come

poter anticipare l’azione, in seguito elabora uno schema mentale per poi passare allo

schema motorio

8)Descrivi Le "fasi" possibili della correzione dell'errore tecnico

esecutivo nei giovani calciatori

Individuaizone dell’errore

scelta se correggerlo o meno

correzione dell’errore

verifica se il gesto è stato migliorato oppure no

---------------------------------------------------------------------------------------

9)Parla delle caratteristiche biofisiche e psico-motorie e di

allenamento della categoria: Pulcini(8-10 anni)

Il bambino di 8-10 anni presenta le seguenti caratteristiche

- Bassa capacità di sopportare lavoro lattacido

- Bassa attenzione

- capacità di apprendimento coordinativo e di rapidità

- bassa capacità di sottoporsi a lunghi allenamenti

10)Parla delle caratteristiche biofisiche e psicomotorie e di

allenamento della categoria Esordienti (10-12 anni)

Possibilità di inziare a fare dei piccoli lavori di forza con lavori funzionali

miglioramento importante delle cpacità cooridnative


ACQUISTATO

2 volte

PAGINE

6

PESO

66.18 KB

PUBBLICATO

4 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in scienze motorie e sportive (Facoltà di Medicina e Chirurgia, di Scienze della Formazione)
SSD:
Università: Perugia - Unipg
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher carlitograsso di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Calcio e sport di squadra e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Perugia - Unipg o del prof Antonelli Alessandro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Corso di laurea in scienze motorie e sportive (facoltà di medicina e chirurgia, di scienze della formazione)

Teoria e metodologia del movimento umano - Appunti seconda parte
Appunto
Teoria e metodologia del movimento umano - Appunti
Appunto
Riassunto esame Pedagogia, prof. Farinelli, libro consigliato Capire l'educazione, Nosari
Appunto
Pedagogia - Appunti
Appunto