Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

LEZIONE 4

Le reazioni chimiche

Perchè gli atomi si legano fra loro? Per raggiungere uno stato a energia minore

Il legame ionico

È una attrazione tra cariche di segno opposto (cationi e anioni). Non c'è un legame che sia

totalmente ionico, ma per molti composti il modello ionico funziona ed è idoneo a descrivere i

composti tra gli elementi a carattere metallico (specialmente quelli del blocco s) e i non metalli .

NB: i metalli presentano energia di ionizzazione bassa e quindi possono cedere abbastanza

facilmente i loro elettroni di valenza e formare cationi.

In tutti i casi il trasferimento di elettroni da luogo a un ottetto di elettroni, cioè a una

2 6

configurazione del tipo s p su ciascuno degli atomi.

Simboli di Lewis: ogni elettrone di valenza viene rappresentato da un

puntino. Si disegnano sia gli elettroni appaiati che quelli spaiati.

Lo stimolo alla creazione del legame ionico viene dalla grande diminuzione

di energia che si verifica quando ioni di segno opposto si organizzano in un

solido: le loro cariche di segno opposto infatti si attraggono fortemente:

questa diminuzione di energia è di gran lunga superiore a quella necessaria per ionizzare gli

atomi: la formazione del catione o dell'anione (che necessità di un certa quantità di energia), ma

una volta formata la molecola ionica ne viene liberata in misura maggiore, il saldo netto è

negativo

Un composto ionico non è formato da un anione vicino ad un catione, ma si organizzano in

strutture cristalline regolari: i solidi ionici manifestano tipicamente punti di fusione ed ebollizione

elevati (maggiore ebollizione, maggiori in entità e numero i legami), sono fragili e se disciolti in

acqua danno luogo a soluzioni elettrolitiche.

Il legame covalente

È un’attrazione tra 2 atomi che deriva dalla condivisione/compartecipazione di una coppia di

elettroni (non cessione totale ma parziale). Spesso è un legame fra due non metalli, che non

sono in grado di generare cationi mono-atomici a causa dell'eccessiva energia di ionizzazione.

I 2 elettroni di una coppia condivisa possono attrarre i nuclei tra cui si muovono; si tratta sempre

di una coppia per il principio di Pauli. Un orbitale molecolare è la somma di due orbitali atomici,

dove la probabilità di trovare l'elettrone è nell'intersezione tra i due.

Nella formazione di legami covalenti gli atomi tendono a completare il loro ottetto, condividono i

loro elettroni per avere uno strato di valenza ad 8 elettroni (Cl ha 7 elettroni, gliene manca 1, H

ne ha 1 e gliene serve un altro, etc): guardando la tavola periodica e quanti elettroni ha nello

strato di valenza un elemento possiamo capire come formerà legami covalenti.

Valenza: numero di legami covalenti che l'elemento è in grado di stabilire.

Prendiamo le molecole biatomiche Cl e F : qual’è la loro valenza? 1, manca un elettrone per

2 2

l'ottetto. Si fanno avvicinare i due atomi di F o di Cl fino a che non si sovrappongono gli orbitali p

a cui manca un elettrone (ma si possono avvicinare solo fino a una soglia critica oltre la quale le

forze di repulsione prevalgono su quelle di attrazione). La forma dell'orbitale molecolare di F è

2

la sovrapposizione di due orbitali p.

Il C è tetra valente: ha 4 elettroni, 2 orbitali di valenza nel 2s e 2 nel 2p; per formare 4 legami

uguali quindi bisogna fare ricorso al concetto di ibridazione di cui parleremo più avanti.

Possono essere presenti delle coppie solitarie, i coppietti di non legame dei due atomi, che

influenzano le proprietà della molecola.


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

3

PESO

80.61 KB

AUTORE

albiz94

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in medicina e chirurgia
SSD:
Università: Verona - Univr
A.A.: 2014-2015

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher albiz94 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Chimica e chimica biologica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Verona - Univr o del prof Bertoldi Maria Rita.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Chimica e chimica biologica

Chimica e chimica biologica - Reazioni chimiche e chimica nucleare
Appunto
Chimica e chimica biologica - modelli atomici
Appunto
Chimica e chimica biologica - molecole
Appunto
Chimica e chimica biologica -  tavola periodica e le proprietà  periodiche
Appunto