Che materia stai cercando?

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

ILLYCAFFE’ SPA

Le “Plusvalenze da alienazione cespiti” sono per lo più relative alla dismissione di attrezzature

aziendali ed hanno natura ordinaria.

La voce "Rimborso spese di trasporto" è principalmente costituita dai rimborsi di spese di

trasporto nei confronti della controllata statunitense.

I “Canoni attivi” sono relativi a beni, sia mobili che immobili, concessi in locazione.

La voce "Prestazioni di servizi v/controllate" è costituita dai rimborsi di costi per l’IT Service

fornito alle società del gruppo.

La voce "Contributo L.26/86 Fondo Trieste" comprende la quota di contributo in conto capitale

correlata alla quota di ammortamento dei beni assoggettati ai contributi ricevuti in conformità a

quanto previsto dai principi contabili.

La voce “Contributo L.488/92” comprende la quota di contributo in conto impianti correlata alla

quota di ammortamento degli investimenti già effettuati alla data di bilancio e relativi al piano di

investimenti ammesso al contributo deliberato dal Ministero per lo Sviluppo Economico.

La quota residua dei contributi imputabile proporzionalmente al conto economico, legata alla

vita residua dei beni, e l’importo del contributo relativo ad investimenti ancora da completare

sono stati sospesi e rimandati agli esercizi futuri mediante l’utilizzo di risconti passivi.

Le “Altre prestazioni di servizi” sono relative prevalentemente ai rimborsi di costi sostenuti

nell’ambito della joint venture con The Coca-Cola Company.

La voce “Sopravvenienze attive” accoglie la liberazione dell’eccedenza del Fondo

accantonamento operazione a premi denominata illylovers, per Euro 1.700.000.

B) Costi della produzione Saldo al 31/12/2009 Saldo al 31/12/2008 Variazioni

226.584.645 229.422.354 (2.837.709)

Descrizione 31/12/2009 31/12/2008 Variazioni

Materie prime, sussidiarie e merci 97.640.030 109.469.787 (11.829.757)

Servizi 58.496.691 64.236.805 (5.740.114)

Godimento beni di terzi 5.639.070 4.317.091 1.321.979

Salari e stipendi 26.054.840 24.973.506 1.081.334

Oneri sociali 8.289.490 8.017.202 272.288

Trattamento di fine rapporto 1.683.844 1.621.354 62.490

Trattamento quiescenza e simili

Altri costi del personale 590.640 999.102 (408.462)

Ammortamento immobilizzazioni immateriali 5.539.100 6.592.064 (1.052.964)

Ammortamento immobilizzazioni materiali 10.027.216 9.319.518 707.698

Altre svalutazioni delle immobilizzazioni 274.579 0 274.579

Svalutazioni crediti attivo circolante 993.316 436.067 557.249

Variazione rimanenze materie prime 2.180.788 (8.578.820) 10.759.608

Accantonamento per rischi

Altri accantonamenti 3.515.684 1.650.632 1.865.052

Oneri diversi di gestione 5.659.357 6.368.046 (708.689)

TOTALE 226.584.645 229.422.354 (2.837.709)

La voce “Materie prime, sussidiarie e merci” è diminuita principalmente per effetto di

minori quantità di caffè verde acquistato nel corso dell’anno.

Si segnala che la voce include anche oneri pari ad Euro 1.154.980 legati all’operatività in

derivati sulla commodity caffè nel corso del 2009.

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 36

ILLYCAFFE’ SPA

Costi per materie prime, sussidiarie, di consumo e di merci e Costi per servizi

Sono strettamente correlati all'andamento del punto A (Valore della produzione) del Conto

economico. Descrizione 31/12/2009 31/12/2008 Variazione

Materie prime 48.885.096 59.678.613 (10.793.517)

Prodotti finiti 12.581.654 7.875.413 4.706.241

Materiali di consumo 1.349.578 1.511.280 (161.702)

Imballi 19.972.938 22.201.462 (2.228.524)

Acquisti componenti macchine 2.199.500 4.920.825 (2.721.325)

Beni commercializzati 10.176.175 9.904.326 271.849

Cancelleria 93.555 133.250 (39.695)

Materiale pubblicitario 388.547 763.347 (374.800)

Carburanti e lubrificanti 352.310 350.953 1.357

Prodotti per mensa aziendale 57.340 55.585 1.755

Spese accessorie su acquisti 1.583.072 2.073.553 (490.481)

Beni di costo unitario non superiore a Euro 516,46 265 1.180 (915)

TOTALI 97.640.030 109.469.787 (11.829.757)

La voce “Spese accessorie su acquisti” comprende tutti i costi relativi alla gestione del caffè

crudo.

Costi per servizi Descrizione 31/12/2009 31/12/2008 Variazione

Trasporti 6.086.017 6.444.450 (358.433)

Magazzinaggio e navettaggio 640.980 706.223 (65.243)

Servizi industriali 2.694.844 2.891.408 (196.564)

Lavorazioni esterne 5.149.359 4.094.067 1.055.292

Energia elettrica, acqua e gas 1.771.700 1.658.624 113.076

Manutenzione esterna macchinari, impianti e altro 1.727.051 1.759.759 (32.708)

Servizi di vigilanza 528.927 624.077 (95.150)

Consulenze 4.098.717 7.799.256 (3.700.539)

Collaborazioni a progetto 313.703 344.401 (30.698)

Compensi agli amministratori 3.122.582 3.477.790 (355.208)

Compensi ai sindaci ed organi di controllo 86.625 86.059 566

Ricerca, addestramento e formazione 399.182 365.821 33.361

Pulizia esterna 417.478 401.953 15.525

Provvigioni a intermediari 8.230.588 9.746.175 (1.515.587)

Spese pubblicitarie 15.361.296 15.864.759 (503.463)

Spese per automezzi 120.505 178.329 (57.824)

Informazioni sulla clientela 35.346 33.775 1.571

Servizi amministrativi 1.724.187 1.618.197 105.990

Mense gestite da terzi e buoni pasto 491.921 508.370 (16.449)

Spese telefoniche e comunicazione dati 1.118.163 951.955 166.208

Spese postali e di affrancatura 293.537 290.541 2.996

Assicurazioni diverse 633.915 621.824 12.091

Spese di viaggio 3.265.886 3.376.837 (110.951)

Altri costi per servizi 184.182 392.155 (207.973)

TOTALE 58.496.691 64.236.805 (5.740.114)

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 37

ILLYCAFFE’ SPA

I costi per servizi si sono generalmente abbassati per effetto di una maggior attenzione aziendale

al contenimento dei costi salvaguardando al contempo la qualità dei servizi acquisiti .

Il costo delle lavorazioni esterne include il costo dell’esternalizzazione della produzione delle

capsule per sistemi porzionati ad I.T.A.CA., già iniziata lo scorso anno.

Ai sensi dell’articolo 2427 n° 16) del Codice Civile si evidenziano i compensi complessivi

spettanti agli amministratori e ai membri degli organi di controllo.

Qualifica Compenso

Organo amministrativo 3.122.582

Organi di controllo 86.625

Costi per il godimento di beni di terzi

In questa voce sono compresi:

Descrizione 31/12/2009 31/12/2008 Variazioni

Fitti passivi 527.856 357.556 170.300

Noleggio attrezzature d’ufficio ed elettroniche 908.430 711.700 196.730

Leasing attrezzature professionali 3.207.172 2.305.969 901.203

Noleggio a lungo termine autovetture 995.612 941.866 53.746

TOTALE 5.639.070 4.317.091 1.321.979

Relativamente al leasing, come già indicato precedentemente nella nota integrativa, la società

ha contabilizzato tali contratti con il metodo patrimoniale, contabilizzando a conto

economico i canoni per competenza di maturazione. Se la società avesse utilizzato il metodo

finanziario l’effetto di tale trattamento è specificato nella tabella che segue:

Euro/1000

Storno di canoni su operazioni di leasing finanziario - 2.541,83

Rilevazione Oneri finanziari su operazioni di leasing finanziario 238,30

Rilevazione di

Quote di ammortamento su contratti in essere 2.336,80

Quote di ammortamento su beni riscattati

- rettifiche/riprese di valore su beni in leasing finanziario 42,57

75,84

Effetto sul risultato prima delle imposte

Rilevazione dell'effetto fiscale 31,40% - 23,81

52,03

Effetto sul risultato d'esercizio delle rilevazioni delle operazioni di leasing

con il metodo finanziario

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 38

ILLYCAFFE’ SPA

Costi per il personale

La voce comprende l'intera spesa per il personale dipendente ivi compresi i miglioramenti di

merito, passaggi di categoria, scatti di contingenza, costo delle ferie non godute,

accantonamenti di legge e contratti collettivi.

Sono ricomprese in tale voce anche gli altri costi relativi, direttamente o indirettamente, al

personale dipendente.

Si segnala inoltre che sono stati versati a Fondi Pensione Integrativa Euro 280.292 quale

versamento aggiuntivo volontario dell’azienda.

Ammortamento delle immobilizzazioni materiali

Per quanto concerne gli ammortamenti si specifica che gli stessi sono stati calcolati sulla base

della durata utile del cespite e del suo sfruttamento nella fase produttiva.

Altre svalutazioni delle immobilizzazioni

Sono state imputate svalutazioni straordinarie di immobilizzazioni materiali per Euro

274.579.

Svalutazioni dei crediti compresi nell'attivo circolante e delle disponibilità liquide

La voce comprende lo stanziamento al Fondo svalutazione crediti per Euro 894.868, e la

contabilizzazione di perdite su crediti rilevate nel corso dell’esercizio per Euro 98.448.

Altri accantonamenti

La voce comprende: l’Accantonamento indennità suppletiva di clientela per Euro 234.525,

l’Accantonamento per resi merce per Euro 181.810, l’Accantonamento garanzia prodotti per

Euro 393.954, l’Accantonamento per operazioni a premio per Euro 513.601,

l’Accantonamento per rischi tributari per Euro 500.363 e l’ Accantonamento ad altri fondi

rischi per Euro 1.691.430.

Oneri diversi di gestione Descrizione 31/12/2009 31/12/2008 Variazione

Imposte e tasse (ICI, bollo, registro, pubblicità) 2.381.290 2.390.837 (9.547)

Abbonamenti a pubblicazioni editoriali 45.255 68.671 (23.416)

Oneri di utilità sociale 306.694 191.049 115.645

Minusvalenze ordinarie di alienazione cespiti 57.447 214.506 (157.059)

Costi vari di ricerca 15.616 71.077 (55.461)

Spese di rappresentanza e relazioni esterne 735.235 1.816.574 (1.081.339)

Annualità diritti di proprietà intellettuale 165.287 112.612 52.675

Quote associative 452.938 389.191 63.747

Altri oneri diversi di gestione 1.499.595 1.113.529 386.066

TOTALE 5.659.357 6.368.046 (708.689)

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 39

ILLYCAFFE’ SPA

Nella voce “Oneri di utilità sociale” è ricompreso il contributo di Euro 270.000 versato nel

corso dell’anno alla Fondazione Ernesto Illy.

C) Proventi e oneri finanziari Saldo al 31/12/2009 Saldo al 31/12/2008 Variazioni

(4.516.566) (2.042.718) (2.473.848)

Descrizione 31/12/2009 31/12/2008 Variazioni

Da partecipazione 1.625.991 445.398 1.180.593

Da crediti iscritti nelle immobilizzazioni 75.368 240.106 (164.738)

Da titoli iscritti nelle immobilizzazioni

Da titoli iscritti nell'attivo circolante

Proventi diversi dai precedenti 1.354.783 1.762.700 (407.917)

(Interessi e altri oneri finanziari) (5.927.563) (7.566.157) 1.638.594

Utili (perdite) su cambi (1.645.145) 3.075.235 (4.720.380)

TOTALE (4.516.566) (2.042.718) (2.473.848)

Come già segnalato alla sezione Valore della produzione , sono stati riclassificati alla voce

“Interessi ed altri oneri finanziari” gli sconti di natura finanziaria concessi a clienti nel 2009.

Proventi da partecipazioni

Descrizione Controllate Collegate Altre

Proventi da partecipazioni

Dividendi 1.500.000 125.991

TOTALE 1.500.000 125.991

La voce “Dividendi” accoglie i dividendi incassati dalla controllata Illycaffè Nederland e

l’accantonamento dei dividendi spettanti dalla partecipazione in Kafea Emporiki Techniki.

Altri proventi finanziari

Descrizione Controllanti Controllate Collegate Altre Totale

Da crediti iscritti nelle immobilizzazioni:

Interessi su finanziamenti 18.934 56.434 75.368

Proventi diversi dai precedenti:

Interessi bancari e operaz. derivate 1.240.448 1.240.448

Interessi su crediti commerciali 47.116 47.116

Altri proventi 67.219 67.219

TOTALE 66.050 56.434 1.307.667 1.430.151

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 40

ILLYCAFFE’ SPA

Gli interessi verso società controllate e collegate sono in prevalenza relativi ai mutui concessi

alla controllata “Magic L’Espresso SL” e alla collegata “Ilko coffee international”, dettagliati

nell’apposito capitolo della presente nota integrativa.

Gli interessi bancari e operazioni derivate includono principalmente i differenziali positivi

sugli strumenti finanziari Interest Rate Swap pari ad Euro 1.029.625 e premi attivi su opzioni

per Euro 135.000.

Interessi e altri oneri finanziari

Descrizione Controllanti Controllate Collegate Altre Totale

Interessi su obbligazioni

Interessi bancari 411.393 411.393

Interessi fornitori

Interessi medio credito 2.187.878 2.187.878

Interessi su operaz. derivate 2.352.750 2.352.750

Sconti finanziari 467.496 467.496

Interessi su finanziamenti 23.635 23.635

Oneri e commissioni bancarie 328.899 328.899

Altri oneri su operazioni finanziarie 155.512 155.512

Accantonamento al fondo rischi su cambi

TOTALE 23.635 5.903.928 5.927.563

La voce “interessi su operazioni derivate” include principalmente i differenziali negativi sugli

strumenti finanziari Interest Rate Swap pari ad Euro 2.156.893, di cui Euro 992.118 inerenti

alla valutazione al fair value a fine esercizio.

Utile e perdite su cambi

Dell’ammontare complessivo della perdita netta su cambi risultante dal conto economico,

pari ad Euro 1.645.145, la componente realizzata ammonta ad Euro 1.739.877 e scaturisce da

operazioni di copertura in cambi e da incassi/pagamenti di natura commerciale in dollari

effettuati nel corso dell’esercizio. La componente non realizzata corrisponde ad un utile di

Euro 94.732.

D) Rettifiche di valore di attività finanziarie

Saldo al 31/12/2009 Saldo al 31/12/2008 Variazioni

(1.723.682) (425.569) (1.298.113)

Svalutazioni Descrizione 31/12/2009 31/12/2008 Variazioni

Di partecipazioni 1.333.295 425.569 907.726

Di immobilizzazioni finanziarie 390.387 390.387

Di titoli iscritti nell'attivo circolante

TOTALE 1.723.682 425.569 (1.298.113)

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 41

ILLYCAFFE’ SPA

Le svalutazioni di partecipazioni comprendono la perdita per liquidazione della società

“Biosensor Tehnologies SRL” per Euro 56.254 e la svalutazione della partecipazione nella

controllata “Illy bar concept SpA” per Euro 1.277.041.

La svalutazione di immobilizzazioni finanziarie è relativa al credito finanziario che la società

vanta nei confronti della “Illycaffè Asia Pacific LTD”.

E) Proventi e oneri straordinari

Saldo al 31/12/2009 Saldo al 31/12/2008 Variazioni

1.159.842 (13.394) 1.173.236

Descrizione 31/12/2009 31/12/2008 Variazioni

Plusvalenze da alienazioni

Imposte rimborsate anni precedenti 0 16.236 (16.236)

Varie 1.547.922 1.144.774 403.148

Totale proventi 1.547.922 1.161.010 386.912

Minusvalenze

Imposte esercizi precedenti (6.261) (128.779) 122.518

Varie (381.819) (1.045.625) 663.806

Totale oneri (388.080) (1.174.404) 786.324

TOTALE 1.159.842 (13.394) 1.173.236

Imposte sul reddito d'esercizio

Saldo al 31/12/2009 Saldo al 31/12/2008 Variazioni

6.132.706 6.677.348 (544.642)

Imposte Saldo al 31/12/2009 Saldo al 31/12/2008 Variazioni

Imposte correnti: 6.923.888 8.088.890 (1.060.888)

IRES 4.967.261 6.173.527 (1.109.405)

IRAP 1.956.627 1.915.363 48.517

Imposte sostitutive

Imposte differite (anticipate) (791.182) (1.411.542) 516.246

IRES (670.611) (1.302.644) 535.172

IRAP (120.571) (108.898) (18.926)

TOTALE 6.132.706 6.677.348 (544.642)

Nel seguito si espone la riconciliazione tra l'onere teorico risultante dal bilancio e l'onere

fiscale teorico:

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 42

ILLYCAFFE’ SPA

Riconciliazione tra onere fiscale da bilancio e onere fiscale teorico IRES

Descrizione Valore Imposte

Risultato prima delle imposte 13.533.270

Onere fiscale teorico (%) 27,50 3.721.649

Differenze temporanee tassabili in esercizi successivi:

Differenze cambio positive non realizzate (94.724)

Altre (16.913)

(111.637)

Differenze temporanee deducibili in esercizi successivi:

Accantonamento a fondi diversi 3.743.858

Altre 1.921.128

5.664.986

Rigiro delle differenze temporanee da esercizi precedenti

Riassorbimento ammortamenti anticipati, plusval.,rappresentanza 2.268.085

Utilizzo fondi diversi (2.688.795)

Altre (2.694.069)

(3.114.779)

Differenze che non si riverseranno negli esercizi successivi

Dividendi (1.544.691)

Altre 3.635.619

2.090.928

Imponibile fiscale 18.062.768

Imposte correnti sul reddito dell’esercizio 4.967.261

Determinazione dell’imponibile IRAP Descrizione Valore Imposte

Differenza tra valore e costi della produzione 18.613.676

Costi non rilevanti ai fini IRAP 41.402.393

Premi INAIL e deduzione del cuneo fiscale (10.407.232)

Costi non deducibili 4.280.963

Ricavi non rilevanti ai fini IRAP

Componente deducibili attività prodotte stabili organizzazioni (5.108.295)

48.781.505

Onere fiscale teorico (%) 3,90 1.902.479

Differenza temporanea deducibile in esercizi successivi:

Utilizzo fondi diversi (2.202.249)

Accantonamento a fondi diversi 782.951

Ammortamenti anticipati (al netto quota contributi)

Riassorbimento ammortamenti anticipati (al netto quota contr.) 2.103.914

Altre 703.796

Imponibile Irap 50.169.917

IRAP corrente per l’esercizio 1.956.627

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 43

ILLYCAFFE’ SPA

Ai sensi del punto 14) dell'articolo 2427 del Codice civile si evidenziano le informazioni

richieste sulla fiscalità differita e anticipata.

Fiscalità differita e anticipata

La fiscalità differita viene espressa dall'accantonamento effettuato nel fondo imposte differite

e nei crediti per imposte anticipate.

Le imposte differite sono state calcolate secondo il criterio dell'allocazione globale, tenendo

conto dell'ammontare cumulativo di tutte le differenze temporanee, sulla base dell'aliquota

effettiva dell'ultimo esercizio, tenendo tuttavia conto delle aliquote medie attese in vigore nel

momento in cui tali differenze temporanee si riverseranno.

Le imposte anticipate sono state rilevate in quanto esiste la ragionevole certezza

dell'esistenza, negli esercizi in cui si riverseranno le differenze temporanee deducibili, a

fronte delle quali sono state iscritte le imposte anticipate, di un reddito imponibile non

inferiore all'ammontare delle differenze che si andranno ad annullare.

Le principali differenze temporanee che hanno comportato la rilevazione di imposte differite

e anticipate sono indicate nella tabella seguente unitamente ai relativi effetti.

Rilevazione delle imposte differite e anticipate ed effetti conseguenti:

Esercizio 31/12/2009 Esercizio 31/12/2008

Ammontare delle Effetto Ammontare delle Effetto

differenze fiscale differenze fiscale

temporanee temporanee

Imposte anticipate

Limitazioni per accantonamenti a

fondi del passivo e rettifiche di

valore

Svalutazione crediti 1.420.397 390.609 409.503 121.667

Ammortamento beni materiali (quote 450.209 141.365 542.985 170.497

contributi)

Ammortamento marchi 929.597 291.894 674.955 211.936

Ammortamento avviamento 1.482.332 465.453 1.035.346 325.099

Perdite su cambi non realizzate 0 0 1.105.216 303.934

Oneri derivanti da operazioni e 364.210 100.341 1.495.730 454.333

concorsi a premio

Altri accantonamenti non previsti da 3.965.820 1.134.630 2.697.355 804.488

norme tributarie

Deducibilità parzialmente differita

4/15 spese di rappresentanza 22.960 7.212 48.246 15.148

Imputazione fiscale secondo il

criterio di cassa

Compensi amministratori 1.219.500 335.363 1.588.966 436.970

Totale Imposte anticipate 9.855.025 2.866.867 9.598.302 2.844.072

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 44

ILLYCAFFE’ SPA

Imposte differite

Ammortamenti anticipati 8.119.409 2.435.256 10.382.745 3.228.028

Plusvalenze rateizzate 33.708 9.798 51.330 15.716

Dividendi rilevati per competenza 121.060 36.310 21.843 6.007

Totale imposte differite 8.274.177 2.481.364 10.455.918 3.249.751

Imposte differite (anticipate) nette (1.580.848) (385.503) 857.616 405.679

Non sono state iscritte imposte anticipate derivanti da perdite fiscali riportabili di esercizi

precedenti.

Informazioni su “illycaffè Sucursal en Espana” ed “illycaffè Niederlassung”

Vengono riassunti i dati salienti relativi all’esercizio in corso e comprensivi dei rapporti

interni: Illycaffè Sucursal en Espana Importo

Ricavi di vendita 8.923.032

Costo del venduto (5.892.147)

Costi per servizi (1.687.356)

Godimento beni di terzi (157.508)

Costo del personale (998.250)

Ammortamenti, svalutazioni ed acc.ti (505.146)

Oneri diversi di gestione (20.712)

Risultato della gestione finanziaria e straordinaria (58.357)

Risultato economico (396.444)

Illycaffè Niederlassung Importo

Ricavi di vendita 11.312.427

Costo del venduto (5.712.371)

Costi per servizi (1.826.443)

Godimento beni di terzi (280.568)

Costo del personale (1.893.232)

Ammortamenti, svalutazioni ed acc.ti (552.171)

Oneri diversi di gestione (1.205.793)

Risultato della gestione finanziaria e straordinaria (177.382)

Risultato economico (335.533)

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 45

ILLYCAFFE’ SPA

Informazioni sugli strumenti finanziari emessi dalla società

La società non ha emesso strumenti finanziari in base all’articolo 2346 o destinato patrimoni

a singoli affari, secondo quanto previsto dagli articoli 2447-bis e seguenti del Codice Civile.

Il presente bilancio, composto da Stato patrimoniale, Conto economico, Nota integrativa e

corredato dalla Relazione sulla gestione, rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione

patrimoniale e finanziaria nonché il risultato economico dell'esercizio e corrisponde alle

risultanze delle scritture contabili. illycaffè s.p.a.

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 46

ILLYCAFFE’ SPA

Flusso monetario netto 2009

2008 7.400.564 8.714.553

Utile (perdita) dell'esercizio

Ammortamenti dell'esercizio 15.566.316 15.911.582

(Plusvalenze)o minusvalenze da realizzo immobilizzazioni 29.215 167.570

Accantonamenti al TFR 1.683.844 144.862

Accantonamenti ai fondi rischi e oneri 3.515.684 1.657.275

Utilizzo di fondi rischi ed oneri (2.750.726) (1.280.002)

Decremento per TFR liquidato (1.853.720) (623.935)

Svalutazioni (ripristino) di immobilizzazioni 1.998.261 425.569

Totale (A) 25.589.438 25.117.474

Variazioni delle rimanenze 2.336.358 (11.297.882)

Variazioni dei crediti (2.273.851) (6.161.315)

Variazioni delle att. finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni 36.361 619.545

Variazioni dei ratei e risconti attivi e passivi (664.739) (1.120.480)

Variazioni dei debiti finanziari, commerciali e diversi entro 12 mesi (2.932.689) (438.365)

Totale (B) (3.498.560) (18.398.497)

Totale (A) + (B) 22.090.878 6.718.977

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 47

ILLYCAFFE’ SPA

Rendiconto finanziario 2009

2008 (6.510.727) (1.039.989)

Disponibilità monetarie (disavanzo) iniziali

di cui:

Disponibilità liquide (c/c attivi, cassa assegni) 1.085.311 3.455.389

Debiti v/banche a breve (7.596.038) (4.495.378)

Fonti

A. Fonti interne

1. Flusso monetario netto delle operazioni d'esercizio 22.090.878 6.718.977

2. Valore di realizzo delle immobilizzazioni 115.483 2.255.576

22.206.361 8.974.553

Totale (A)

B. Fonti esterne

1. Incremento di debiti e finanziamenti a medio - lungo 33.800.000 40.700.000

termine 2. Contributi in conto capitale

3. Apporti liquidi di capitale proprio

4. Altre fonti 33.800.000 40.700.000

Totale (B)

C. Totale fonti (A) + (B) 56.006.361 49.674.553

D. Impieghi

Investimenti in immobilizzazioni

1. Immateriali 3.294.618 3.043.807

2. Materiali 8.724.060 10.649.716

3. Finanziarie 743.536 12.799.426

12.762.214 26.492.949

Totale (D)

E. Altri impieghi

1. Rimborso di finanziamenti 33.313.830 23.652.347

2. Distribuzione di utili e riserve 5.999.805 4.999.995

3. Rimborso di capitale sociale

4. Altri impieghi

Totale (E) 39.313.635 28.652.342

F. Totale impieghi (D) + (E) 52.075.849 55.145.291

G. Variazione netta delle disponibilità monetarie (C) – (F) 3.930.512 (5.470.738)

Disponibilita' monetarie (disavanzo) finali (2.580.215) (6.510.727)

di cui:

Disponibilità liquide (c/c attivi, cassa assegni) 2.040.708 1.085.311

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 48

ILLYCAFFE’ SPA

Debiti v/banche a breve (4.620.923) (7.596.038)

Si dichiara che il presente documento informatico è conforme a quello trascritto e sottoscritto sui libri sociali della

società.

Imposta di bollo assolta in modo virtuale tramite la Camera di Commercio di Trieste – Autorizzazione n.

10943/598-II del 09.06.1988 emanata dal Ministero delle Finanze – Dip Delle Entrate – Uff. Entrate di Trieste.

Il documento informatico in formato XBRL contenente lo stato patrimoniale e il conto economico è conforme ai

corrispondenti documenti originali depositati presso la società.

Nota integrativa al bilancio al 31/12/2009 Pagina 49

"ILLYCAFFE' - S.P.A." - CON SEDE IN TRIESTE - VIA FLAVIA N. 110 -

CAPITALE SOCIALE € 6.300.000,00 INT. VERSATO - ISCRITTA NEL REGISTRO

IMPRESE DELLA C.C.I.A.A. DI TRIESTE AL N. 554 - C.F. IT 00055180327

VERBALE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

L'anno duemiladieci, il giorno sei del mese di maggio (06/05/2010),

alle ore 11.00, presso la sede sociale, si tiene l'assemblea

ordinaria degli azionisti della “ILLYCAFFE' - S.P.A.", con sede in

Trieste, via Flavia n. 110, capitale sociale €uro 6.300.000,00

interamente versato, iscritta nel registro imprese C.C.I.A.A. al n.

554, c.f. 00055180327, convocata dal Presidente del Consiglio di

Amministrazione per deliberare sul seguente

Ordine del giorno

1. Presentazione del Bilancio di Esercizio della illycaffè s.p.a.

chiuso al 31/12/2009, corredato della Relazione degli

Amministratori, della Relazione del Collegio Sindacale e della

relazione della Società di Revisione; Deliberazioni conseguenti;

2. Presentazione del Bilancio Consolidato della illycaffè s.p.a.

chiuso al 31/12/2009, corredato della Relazione degli

Amministratori sulla Gestione, della relazione del Collegio

Sindacale e della Relazione della Società di Revisione;

3. Rinnovo cariche sociali: Consiglio di Amministrazione, Collegio

Sindacale e Controllo Contabile. Deliberazioni ai sensi dell’art.

2364 comma 1 punti 2) e 3) del Codice Civile;

4. Conferimento del mandato per la revisione e certificazione del

Bilancio di Esercizio e del Bilancio Consolidato della illycaffè

s.p.a. e determinazione del relativo corrispettivo spettante alla

Società di Revisione; Deliberazioni conseguenti.

Presiede l'assemblea ordinaria il Presidente Andrea Illy; funge da

segretario Francesca Tassini.

Il Presidente constata che:

a) della convocazione è stata data comunicazione agli interessati

mediante raccomandata a.r. anticipata via e-mail spedita in

data 15/04/2010;

b) è presente l’azionista unico Gruppo Illy S.p.A., rappresentato

dall’amministratore unico Riccardo Illy;

c) n. 105.000 azioni sono di proprietà della Illycaffè S.p.A., a

norma dell'art. 2357 Codice Civile;

sono presenti il Vicepresidente Riccardo Illy, i consiglieri Anna

Rossi Illy, Anna Illy, Mario Cannata, Maurizio Dallocchio, Anna

Maria Testa, i sindaci Umberto Picciafuochi, Franco Asquini e Guido

Pastori. E’ assente giustificato il consigliere Enrico Tommaso

Cucchiani.

Tutto ciò constatato, il Presidente dichiara la presente assemblea

validamente costituita ed atta a deliberare sul predetto ordine del

giorno.

Sul primo punto all’ordine del giorno:

Vengono consegnate all’Assemblea copia del Bilancio di Esercizio

della illycaffè s.p.a. al 31.12.2009, corredato della relazione

sulla gestione redatta dal Consiglio di Amministrazione, della

Relazione del Collegio Sindacale e della relazione della Società di

Revisione.

Il Presidente del Collegio Sindacale riassume i punti principali

della relazione del Collegio Sindacale, dichiarando l’accettazione

della proposta formulata dagli amministratori sulla proposta di

bilancio di esercizio e sulla proposta di destinazione utili.

Informa inoltre della scadenza del proprio mandato che rimette

all’Assemblea, ringraziando della fiducia accordata.

L’Assemblea prende atto di tale relazione.

L’Assemblea si sofferma ad analizzare il contenuto degli altri

documenti, in particolare delle relazioni del Consiglio di

Amministrazione e della società di revisione.

L’Assemblea approva all'unanimità il bilancio di esercizio e la nota

integrativa che lo accompagna.

Facendo propria la proposta del Consiglio di Amministrazione e

sentito il parere favorevole del Collegio Sindacale, l'assemblea

all'unanimità delibera la seguente ripartizione dell'utile 2009:

Utile d’esercizio al 31.12.2009: Euro 7.400.564

A riserva straordinaria: Euro 1.400.759

A dividendo: Euro 5.999.805 (pari a Euro 6,349 per ogni azione

ordinaria ad esclusione delle azioni proprie in relazione a quanto

disposto dall’art. 2357 e ss. codice civile).

Sul secondo punto all’ordine del giorno:

Vengono consegnate all’Assemblea copia del Bilancio consolidato al

31.12.2009, corredato della relazione sulla gestione redatta dal

Consiglio di Amministrazione, della relazione della Società di

Revisione e della Relazione del Collegio Sindacale.

L’Assemblea prende atto del bilancio consolidato.

Sul terzo punto all’ordine del giorno:

omissis

Sul quarto punto all’ordine del giorno:

omissis

Null'altro essendovi da deliberare, l'Assemblea viene tolta alle

ore 11.30.

IL PRESIDENTE IL SEGRETARIO

Si dichiara che il presente documento informatico è conforme a quello trascritto e sottoscritto sui libri

sociali della società.

Imposta di bollo assolta in modo virtuale tramite la Camera di Commercio di Trieste –

Autorizzazione n. 10943/598-II del 09.06.1988 emanata dal Ministero delle Finanze – Dip Delle

Entrate – Uff. Entrate di Trieste.

Il documento informatico in formato XBRL contenente lo stato patrimoniale e il conto economico è

conforme ai corrispondenti documenti originali depositati presso la società.

illycaffè SpA

Sede in VIA FLAVIA n. 110 – 34147 TRIESTE (TS)

Capitale sociale € 6.300.000 i.v.

Registro delle Imprese: 0055180327

Repertorio Economico Amministrativo: 21080

Premessa

Andamento Macroeconomico

Nel corso del 2009 abbiamo assistito all’acuirsi della recessione iniziata nell’anno precedente ed

innescata dalla crisi finanziaria internazionale.

Per stabilizzare i dati macroeconomici i governi hanno adottato congiuntamente straordinari

stimoli di natura fiscale e monetaria, consentendo nella seconda metà dell’anno una debole fase di

ripresa.

La conseguente modifica delle aspettative unita al ruolo delle economie emergenti in particolare di

Cina, India e Brasile hanno contribuito ad aumentare il ritmo nella produzione e il ripristino delle

scorte.

In tale scenario i principali indici dei mercati azionari hanno recuperato decisamente rispetto al

2008 trainati in particolare dai settori merceologici legati alle materie prime, alle banche, ai

chimici e agli industriali.

I tassi di interesse dei mercati obbligazionari nell’area euro si sono stabilizzati su livelli molto

bassi mentre i differenziali in termini di spread tra titoli corporates e titoli governativi si sono

ristretti.

Le Banche Centrali hanno mantenuto un comportamento fortemente espansivo immettendo

liquidità nel sistema e riportando i tassi interbancari al di sotto di quelli ufficiali.

Sul mercato delle valute il dollaro ha segnato un progressivo deprezzamento nei confronti

dell’euro salvo invertire questa tendenza nel mese di dicembre come conseguenza del

cambiamento in senso restrittivo nella politica monetaria della Federal Riserve e il peggioramento

delle tensioni sul debito delle Grecia.

1. IL MERCATO DEL CAFFE’

a) ILLY E LA SITUAZIONE COMPETITIVA

Nel 2009 illy ha realizzato a volume un ammontare pari a 15.000 tons subendo un lieve calo (-

2.5%) rispetto all’anno 2008.

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 1

Nel segmento HoReCa ITALIA, illy aumenta leggermente la sua quota di mercato a volume

rispetto al 2008 attestandosi al 5,9% (dati interni su estrapolazioni DATABANK).

In ITALIA, il mercato RETAIL, pari a 114.000 tons, risulta in leggero aumento rispetto al 2008 a

volumi (+1,45%), mentre con 960 milioni di euro, realizza una crescita del 5,4% a valore per

effetto dell’aumento dei listini di vendita. I Supermercati sviluppano quasi il 60% del business,

mentre gli Ipermercati realizzano circa il 20% del totale giro d’affari.

Da un’indagine condotta da IRI, società specializzata nelle Ricerche di Mercato, nel segmento

Retail italiano, illy risulta essere il secondo torrefattore per il prodotto Espresso a valore subito

dopo Lavazza.

b) CAFFE’ VERDE: lo scenario

Pur con una situazione dei fondamentali leggermente sbilanciata sulla domanda (offerta

globale non sufficiente) e con stock bassi, NYC si è mantenuto per I primi cinque mesi in una

banda di oscillazione ridotta, fra i 110 e i 120 US$ cts/lb. Tra maggio e giugno si è avuta una

fiammata speculativa, legata al rischio di gelata in Brasile, che ha sfiorato i 143 US$ cts/lb,

riportandosi rapidamente sui livelli precedenti. Dai primi di agosto il mercato ha iniziato una

serie di variazioni altalenanti che hanno segnato una tendenza al rialzo che ha portato il valore

ad attestarsi intorno ai 145 US$ cts/lb verso la fine dell’anno, sia per il manifestarsi di un certo

decremento delle produzioni attese, dovute essenzialmente a fenomeni meteorologici avversi

nel periodo prossimo alla maturazione dei frutti, sia per una serie di eventi speculativi legati

principalmente agli andamenti del cambio €/$.

La produzione globale sembra attestarsi intorno ai 124-125 milioni di sacchi, contro i 128-

130 previsti, mentre la domanda globale dovrebbe aggirarsi sui 130 milioni di sacchi.

La situazione degli stocks permane molto bassa e, se nel 2010 è prevista una produzione

record in Brasile (almeno 53-55 milioni), la situazione dei prezzi potrà rimanere

sostanzialmente invariata considerato il ruolo ormai fortissimo giocato dagli speculatori.

2. ILLYCAFFE’: I RISULTATI ECONOMICO/FINANZIARI DEL 2009

a) Dati di sintesi

Anche per la illycaffè gli effetti della crisi finanziaria e la successiva diminuzione dei consumi a

livello mondiale hanno prodotto un rallentamento della domanda in particolare nella prima

parte dell’anno compreso il mercato nord-americano.

Il fatturato rimane sostanzialmente stabile rispetto al 2008 in quanto la diminuzione dei

volumi di vendita è stata compensata dall’aumento dei prezzi medi (+3%) e da un effetto

medio positivo del cambio dollaro/euro (+5,2% rispetto al 2008) che ha inciso per circa 1,1

milioni di euro nelle vendite complessive.

In sintesi i dati economico-finanziari evidenziano per il 2009 un Margine Operativo Lordo

(EBITDA) in miglioramento sia in valore assoluto (+0,7 mio) che in termini di incidenza sui

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 2

Ricavi netti (+0,3%) rispetto al 2008, un aumento della Redditività Operativa (EBIT) ed una

diminuzione della Redditività Netta della Società.

Per effetto di una minore crescita degli investimenti, di acquisizioni di nuove partecipazioni per

un valore inferiore e di un minore acquisto di caffè verde, la Posizione Finanziaria Netta

migliora del 3,3% attestandosi a -102,1 milioni di euro.

In sintesi vengono riportati i dati economici e patrimoniali riclassificati (espressi in migliaia di

Euro): 2009 2008 Delta

FATTURATO 241.031 240.865 +0.1%

MARGINE OPERATIVO LORDO (EBITDA) 34.455 33.785 +2.0%

MARGINE OPERATIVO NETTO (EBIT) 18.614 17.874 +4.1%

UTILE NETTO 7.401 8.715 -15.1%

POSIZIONE FINANZIARIA NETTA -102.069 -105.513 -3.3%

Nella presente relazione vengono utilizzati alcuni indici il cui significato e contenuto sono

illustrati di seguito:

EBITDA:

 si intende il risultato operativo al lordo degli ammortamenti;

EBIT:

 è il risultato ante imposte ed ante proventi e oneri finanziari;

PFN (Posizione Finanziaria Netta):

 si intende la somma dei debiti verso banche e dei

finanziamenti a breve e medio lungo termine, al netto delle disponibilità liquide e dei titoli

immediatamente smobilizzabili.

ROI (Return on Investiments):

 si intende il rapporto fra l’utile operativo netto e la somma

fra il capitale circolante netto (pari alla somma algebrica delle rimanenze di magazzino,

crediti commerciali e debiti commerciali a breve) e le attività fisse (materiali ed

immateriali);

ROE (Return on Equity):

 è calcolato come rapporto tra il risultato netto ed il valore del

patrimonio netto;

ROS (Return on Sales):

 si intende il rapporto tra utile operativo netto (EBIT) e fatturato;

PFN/Equity:

 si intende il rapporto fra la posizione finanziaria netta sul patrimonio netto;

PFN/Ebitda:

 si intende il rapporto fra la posizione finanziaria netta ed il margine lordo

operativo;

Quoziente Disponibilità:

 è calcolato come rapporto fra l’attivo corrente ed il passivo

corrente;

Quoziente Tesoreria:

 evidenzia il rapporto tra le liquidità immediate e le liquidità differite

con le passività scadenti entro l’anno;

Numero dipendenti:

 è dato dal numero dei dipendenti iscritti a libro matricola all’ultimo

giorno dell’esercizio.

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 3

Conto Economico scalare % sul % sul

Illycaffe 31/12/2009 31/12/2008

fatturato fatturato

(importi €/1000)

Ricavi netti 241.031 240.865

100,0% 100,0%

Consumi di materie prime 101.366 97.383

42,1% 40,4%

Margine lordo industriale 139.665 143.482

57,9% 59,6%

Costo del personale 36.619 35.611

15,2% 14,8%

Costi per beni e servizi 48.774 52.689

20,2% 21,9%

Pubblicità e Marketing 15.361 15.865

6,4% 6,6%

Altri costi (al netto di ricavi) di gestione -53 3.446

0,0% 1,4%

Accantonamenti 4.509 2.087

1,9% 0,9%

Margine operativo lordo (EBITDA) 34.455 33.785

14,3% 14,0%

Ammortamenti materiali 10.302 9.320

4,3% 3,9%

Ammortamenti immateriali 5.539 6.592

2,3% 2,7%

Margine operativo netto (EBIT) 18.614 17.874

7,7% 7,4%

Risultato della gestione finanziaria 6.240 2.468

2,6% 1,0%

Altri proventi ed oneri -1.160 13

-0,5% 0,0%

Utile ante imposte 13.533 15.392

5,6% 6,4%

Imposte sul reddito 6.133 6.677

2,5% 2,8%

Utile netto 7.401 8.715

3,1% 3,6%

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 4

Stato patrimoniale

Illycaffe 31/12/2009 % 31/12/2008 %

ATTIVITA'

Crediti commerciali 62.671 28,2% 61.350 27,2%

-Debiti commerciali -29.194 -13,2% -30.942 -13,7%

Rimanenze 55.657 25,1% 57.993 25,7%

Cap.circolante netto 89.133 40,2% 88.400 39,2%

Altri crediti 14.744 6,6% 14.732 6,5%

Partecipazioni 38.128 17,2% 38.718 17,2%

Imm.materiali nette 67.141 30,3% 68.864 30,5%

Imm.immateriali nette 12.778 5,8% 15.022 6,7%

Attivo immobilizzato 118.046 53,2% 122.604 54,3%

TOTALE ATTIVO 221.924 100,0% 225.737 100,0%

PASSIVITA'

Banche a breve 58.147 26,2% 37.160 16,5%

Banche a medio-lungo 45.963 20,7% 69.438 30,8%

-2.041 -0,9% -1.085 -0,5%

- Cassa, banche attive e titoli

immediatamente liquidabili

Pos.Finanziaria Netta 102.069 46,0% 105.513 46,7%

Altri debiti 11.003 5,0% 12.599 5,6%

TFR 3.905 1,8% 4.075 1,8%

Altri fondi 8.148 3,7% 8.152 3,6%

Totale fondi 12.052 5,4% 12.226 5,4%

Mezzi di terzi 125.125 56,4% 130.338 57,7%

Capitale proprio 96.799 43,6% 95.398 42,3%

TOTALE PASSIVO 221.924 100,0% 225.737 100,0%

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 5

La tabella riporta di seguito alcuni indicatori di sintesi:

2009 2008

ROI 16,9% 13,7%

ROE 7,6% 9,1%

ROS 7,7% 7,4%

PFN/Equity 1,05 1,11

PFN/Ebitda 2,96 3,12

Quoziente Disponibilità 1,31 1,58

Quoziente Tesoreria 0,74 0,86

Numero dipendenti 576 572

Nel corso del 2009 alcuni indicatori finanziari sono migliorati in particolare quello relativo al

rapporto tra la PFN e Ebitda e il ROI coerentemente con l’attenzione riposta alla produzione di

cassa e alla redditività degli investimenti.

b) Vendite

Il prospetto che segue evidenzia la ripartizione per area geografica delle vendite nette di

illycaffè SpA dell’esercizio 2009 confrontate con l’anno precedente:

Bilancio 2009 Consuntivo Consuntivo

2009 % 2008 % Delta

€/000

Italia -888

129.025 53,5% 129.913 53,9%

Europa -1.186

82.811 34,4% 83.997 34,9%

Usa & Canada -399

13.031 5,4% 13.430 5,6%

RdM 2.639

16.164 6,7% 13.525 5,6%

Totale 241.031 100,0% 240.865 100,0% 166

i) Le vendite dei prodotti caffè si attestano a 215,1 milioni euro contro i 215,9 milioni di euro

del 2008 (-0,4%).

L’Italia, si conferma il principale mercato per illycaffè, e subisce una flessione contenuta al -

3,5%, ma si segnala la tenuta sul canale HoReCa supportata dai programmi di successo “Artisti

del Gusto” e “Crescendo”, che compensa parzialmente la flessione sul mercato Retail.

Con riferimento ai mercati Esteri si registra un andamento in crescita del +3,5% sui

Distributori, con le migliori performance in Austria (+6,9%) e UK (+8,5%).

Le Branches estere hanno registrato un andamento divergente, rispettivamente la Spagna ha

subito una flessione del -1,4% rispetto al 2008, e la Germania una crescita del +5%.

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 6

Le macchine del caffè hanno realizzato vendite complessive per 10,0 milioni euro rispetto ad un

consuntivo 2008 di 10,1 milioni di euro, risultando quindi sostanzialmente allineate (-0,7%).

La parte più rilevante delle vendite di macchine del caffè è costituita da quelle a sistema chiuso

Iperespresso, ed in particolare destinate al segmento Home.

ii) Espressamente illy

Alla fine dell’anno risultano aperti in tutto il mondo 230 espressamente illy.

Nel corso del 2009 sono state effettuate 26 aperture a fronte di 12 chiusure.

In area EMEA sono stati aperti 12 nuovi locali di cui 2 a Parigi: uno presso l’aeroporto di Roissy

CDG nel terminal S3 ed uno presso Galeries Lafayette che segna l’inizio di una collaborazione e

che ha portato alla firma di un accordo di sviluppo.

Sempre in area EMEA si segnalano due aperture ad Istanbul effettuate dal Master Franchisee

locale, una a Dubai nel Dubai Mall, la prima apertura in Croazia (a Zagabria presso il Westgate

shopping center) e l’apertura a Londra presso la stazione ferroviaria di Euston.

In area Asia Pacific le aperture sono state 12 di cui 3 in Giappone, 2 ad Hong Kong attraverso

la JV locale (di cui si segnala il secondo locale all’interno dell’International Airport di HK al gate

16) e 4 in Vietnam.

In area Americas è stato aperto il locale all’interno del nuovo Marriott a Montreal, che segna la

prosecuzione della collaborazione con il gruppo Marriott a livello internazionale e che porterà

nuove aperture nel corso del 2010.

Nel corso dell’ultimo trimestre è stata ridefinita la strategia di espressamente che ha portato

all’approvazione di un conseguente piano triennale. Il ruolo di espressamente è quello di

essere la catena di riferimento di autentici bar all’italiana incaricata di portare e promuovere la

cultura, lo stile e i prodotti della illycaffè (e del gruppo illy) nei luoghi di transito di tutto il

mondo tramite partnership con primari operatori del mondo Horeca.

Conseguentemente è stato ridefinito internamente il concept con chiari obiettivi di

rafforzamento dell’identità illy, dare maggiore visibilità all’offerta commerciale, enfatizzazione

della ‘customer experience’ e riduzione dei costi d’investimento. Il nuovo concept store ha

preso vita a Rue Auber (unico locale a gestione diretta) a Marzo 2010.

iii) Università del Caffè

L’attività di formazione ha registrato la presenza di 12.991 corsisti (di cui 1.344 produttori,

7.821 professionisti e 3.826 consumatori), a fronte degli 11.404 del 2008. Le nuove aperture

di Istanbul, Città del Messico hanno portato a 16 le sedi aperte nel mondo. Il catalogo dei

corsi si è arricchito di 7 nuove proposte formative. L’Udc ha avviato, in collaborazione con le

Università di Trieste e Udine, la Sissa e altri attori istituzionali (tra i quali la Fondazione Ernesto

Illy) la realizzazione di un Master universitario di secondo livello in Economia e Scienza del

Caffè. L’attività pubblicistica della Direzione Cultura del Caffè si è arricchita di un secondo

Il caffè perfetto Il caffè

cofanetto multimediale, del completamento della collana e del volume

espresso a firma di Andrea Illy.

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 7

c) Costi ed Accantonamenti

Il costo del Venduto passa da 97,4 milioni di euro a 101,4 milioni di euro, in aumento di 4

milioni euro e con un’incidenza sulle vendite che aumenta dal 40,4% al 42,1%.

Conseguentemente il margine lordo industriale, calcolato sui Ricavi delle vendite, passa dal

59,6% al 57,9%.

I costi per Servizi pari a 48,8 milioni di euro, diminuiscono di 3,9 milioni di euro rispetto al

2008. L’incidenza sulle vendite passa dal 21,9% dei ricavi al 20,2%.

La spesa di pubblicità e marketing diminuisce di 0,5 milioni di euro e l’incidenza sui ricavi netti

passa dal 6,6% dei ricavi al 6,4%.

Il costo complessivo del personale aumenta di 1 milione di euro, passando da 35,6 milioni di

euro a 36,6 milioni del 2009. L’incidenza sui ricavi di vendita passa dal 14,8% del 2008 al

15,2% del 2009.

Gli ammortamenti scendono in valore e passano da 15,9 milioni di euro a 15,8 milioni e

l’incidenza sui ricavi rimane al 6,6%.

d) Utile netto e tassazione

L’utile netto si riduce a 7,4 milioni di euro, in diminuzione di 1,3 milioni di euro rispetto al

2008, dopo aver stanziato imposte per 6,1 milioni di euro.

Le imposte incidono il 45,3% sull’utile ante tassazione, rispetto al 43% del 2008.

e) Posizione Finanziaria Netta

La posizione finanziaria netta della illycaffè passa da -105,5 milioni di euro a -102,1 milioni di

euro, con un leggero miglioramento di 3,4 milioni di euro rispetto al 2008.

Complessivamente 46 milioni di euro sono posizionati nel medio/lungo termine per

un’incidenza del 44,15 % sul totale verso il sistema creditizio; nel corso del 2010 andranno in

scadenza due linee di credito per un totale di 30 milioni di euro per le quali sono in corso

alcune negoziazioni con primari istituti di credito.

Il risultato della gestione finanziaria è pari a 6,2 milioni di euro, in aumento rispetto al 2008

(2,5 milioni di euro), con un’incidenza sui ricavi che passa dal 1% al 2.6%.

La variazione del risultato è riconducibile principalmente alle componenti negative registrate

durante l’esercizio nelle transazioni in valuta per l’effetto combinato di oscillazioni del cambio

euro/dollaro e delle operazioni di copertura. La parte di oneri finanziari registrati verso gli

istituti bancari ha registrato invece un leggero miglioramento per effetto dell’abbassamento

dei tassi di interesse di riferimento.

L’attuale andamento dei tassi d’interesse (EURIBOR) e le aspettative del 2010, dovrebbero

condurre ad un sostanziale mantenimento del costo del denaro ai livelli registrati nell’esercizio

precedente

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 8

f) Stabili Organizzazioni

Nel corso del 2009 ha continuato ad operare a Barcellona (Spagna) la stabile organizzazione di

illycaffè SpA attiva nella commercializzazione dei nostri prodotti su tutta la penisola iberica ed

a Monaco (Germania) la stabile organizzazione sul territorio tedesco della illycaffè SpA, sempre

per commercializzare i prodotti illy.

Rispettivamente con il domicilio in C/Pere IV 397-401, Naves 7-8 08020 Barcellona ed in

Staffelseestrasse 4, 81477 Muenchen.

g) Nuove partecipazioni

In data 16 febbraio 2009 è incrementata la partecipazione nella società illycafè AG con sede a

Thalvil (CH) con acquisizione di n. 5 azioni per un corrispettivo complessivo di CHF 400 mila.

L’attuale quota di partecipazione è salita al 30% del capitale sociale.

In data 9 aprile 2009 è stato acquisito il 100% del capitale sociale della Enterprise Srl con sede

a Trieste, società proprietaria di un immobile in affitto attiguo l’attuale complesso aziendale,

per un corrispettivo di euro 450 mila. Con l’acquisizione risulta facilitato il collegamento fisico

con l’immobile detenuto dalla illy real estate Srl.

Nel corso del mese di ottobre 2009 la controllata illy Asia Pacific – Hong Kong – ha ceduto alla

illy bar concept SpA l’intera partecipazione detenuta pari al 30% del capitale sociale delle

seguenti società:

- DACHAN Espressamente illy ltd (HK) per un ammontare di euro 538 mila;

- Cafè de Espressamente illy ltd (HK) per un ammontare di euro 238 mila;

Trattasi delle JV costituite nel 2008 dalla illycaffè SpA con partner locali per lo sviluppo del

franchising rispettivamente in Cina ed Hong Kong.

3. RICERCA & SVILUPPO

Ricerca e Sviluppo

Nel corso dell’anno 2009, dal punto di vista organizzativo è stato ulteriormente consolidato il

laboratorio di tecnologia alimentare FoodScienceLab al fine di supportare lo sviluppo di Ilko e

lo sviluppo di nuovi prodotti (illycrema). AromaLab (laboratorio presente in Area Science Park)

e SensoryLab sono stati rifocalizzati sull’accreditamento; sono stati attuati ring-test ed è stata

svolta attività di formazione e di allestimento del manuale qualità al fine di sostenerne

l’accreditamento in base alla norma ISO 17025.

Sul versante della ricerca industriale sono state svolte attività di ricerca sulla sostenibilità, con

l’Università di Trieste su Materiali Plastici Biodegradabili e con Università di Trieste e SPRIN Srl

sullo sviluppo di biodiesel da residui di lavorazione del caffè.

Sono stati inoltre studiati composti biologicamente attivi diversi dalla caffeina nel tostato, con

l’Università di Udine sull’attività lipasica, con l’Università di Padova sulla determinazione di

lipidi via nmr, con l’Università di Trieste sull’attività antiproliferativa di arabinogalattano, con

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 9

CBM-Bracco sul complesso caffeina-clorogenato e con lo Slovak Academy of Sciences di

Bratislava sulla caratterizzazione chimico-strutturale di arabinogalattano.

Il gruppo dei ricercatori ha presentato 4 pubblicazioni su riviste scientifiche e 7 comunicazioni

a congressi scientifici.

Divisione macchine e sistemi

Nel maggio 2008 si inizia un progetto di razionalizzazione della supply chain macchine. Il 30

gennaio 2009 viene firmato il contratto OSMAP della durata di 3 anni per la produzione in Cina

di macchine home, a gennaio parte l’installazione della prima linea produttiva a Shenzhen, il

30 aprile viene chiuso lo stabilimento Francis Francis di via Caboto e il 13 maggio 2009 viene

prodotta a Shenzhen la prima macchina X7.

Brevetti

Il portafoglio brevetti di proprietà illycaffè al 25 Novembre 2009 comprendeva 354 titoli

depositati di cui 214 concessi e 140 allo stato di domanda, suddivisi in 40 famiglie.

Nel 2009 la società ha investito circa 1,2 milioni di euro al netto dei crediti d’imposta in spese

di Ricerca & Sviluppo pari allo 0,4 % delle vendite consolidate, così ripartiti:

 Immobilizzazioni 0,7 milioni di euro

 Ammortamenti 0,7 milioni di euro

 Oneri di gestione 0,1 milioni di euro

 Costi per servizi 0,4 milioni di euro

 Costi per materiali 0,1 milioni di euro

 Costi di godimento beni di terzi 0,1 milioni di euro

 Credito d’imposta R&S (0,9) milioni di euro

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 10

4. RAPPORTI CON LE SOCIETA’ CONTROLLATE E COLLEGATE

Si riportano i dati delle società controllate direttamente o indirettamente dalla illycaffè SpA:

Ragione sociale Paese Capitale sociale Patrimonio netto Utile (Perdita) % Possesso Società

della controllante

illycaffè spa

Illycaffè Olanda 181.600 795.968 190.877 100% illycaffè spa

Nederland B.V.

illycaffè North Stati Uniti US$ 4.970 US$ 16.104.191 US$ 131.132 100% illycaffè spa

America Inc.

Illy espresso Canada CAN$ CAN$ CAN$ illycaffè North

100%

Canada Inc. 2.000.100 1.214.527 (24.399) America Inc.

illycaffè France Francia 1.064.000 1.011.217 (91.409) 99,99% illycaffè spa

SAS

Illy Real Estate Italia 26.000 11.684 (65.106) 100% illycaffè spa

srl

Experimental

Agricola do Brasile R$ 4.242.853 R$ 2.983.068 R$ (31.247) 99,9°% illycaffè spa

Brasil Ltda

Porto de Santos Experimental

Commercio e Brasile R$ 420.000 R$ 2.838.555 R$ 2.395.339 50,949% Agricola do

Exportacao Ltda Brasil Ltda

Illy Bar Concept Italia 5.522.600 3.787.844 (686.730) 99,99% illycaffè spa

spa

Espressamente Francia 1.200.000 1.210.013 (537.781) 99,99% Illy Bar Concept

France SAS spa

Espressamente Stati Uniti US$ 25.000 US$ 349.176 US$ (315.220) 99,99% Illy Bar Concept

illy America Inc. spa

Bar Finance

International spa Italia 1.250.000 1.717.060 (53.158) 100% illycaffè spa

Magic Spagna 279.465 (886.300) (73.886) 100% illycaffè spa

L’Espresso SL

Illycaffè Asia Hong Kong HK$ 1 HK$ (4.702.511) HK$ (16.683) 100% Illycaffè spa

Pacific Ltd

Enterprise srl Italia 10.000 85.353 3.485 100 Illycaffè spa

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 11

Di seguito vengono indicate in dettaglio le società collegate direttamente o indirettamente

dalla illycaffè SpA:

Ragione Paese Capitale Patrimonio Utile (Perdita) % Possesso Società

sociale sociale netto della illycaffè partecipante

spa

I.T.A.CA Srl Italia 1.820.000 6.975.484 220.664 50,00% illycaffè spa

Ilko Coffee

International Italia 20.000 1.210.014 (1.710.053) 50,00% illycaffè spa

srl

Ilko Hellenich Ilko Coffee

Partners Austria 35.001 136.180 (1.863.820) 33,33% International

GmbH srl

Cafè de Illy Bar

Espressamente Hong Kong HK$ 10.000 HK$ HK$ 30,00% Concept spa

ltd 7.896.261 (1.271.522)

Dachan Illy Bar

Espressamente Repubblica USD USD USD (20.912) 30,00% Concept spa

illy ltd. Popolare 3.500.000 3.451.250

Cinese

Espressamente Repubblica Dachan

illy Food & Popolare RMB RMB RMB 30,00% Espressamente

Beverage Cinese 19.431.007 9.978.492 (3.832.140) illy ltd.

Management

Co. ltd.

Espressamente NT$ NT$ NT$

illy ltd. Taiwan 48.000.000 18.427.147 (18.162.880) 30,00% iIlycaffè Asia

Pacific ltd.

Per maggiori dettagli sui rapporti economici e patrimoniali con le parti correlate si rinvia alla

nota integrativa.

5. RAPPORTI CON LA SOCIETA’ CONTROLLANTE

Le posizioni di credito e debito verso la controllante, iscritte nello Stato Patrimoniale, si

riferiscono ai crediti e debiti della società verso la Gruppo Illy SpA derivanti dall’opzione

rinnovata nel 2008 per il regime fiscale del Consolidato fiscale nazionale.

6. AZIONI PROPRIE

La società detiene in portafoglio 105.000 azioni proprie, corrispondenti al 10% del capitale

sociale. La società non possiede azioni o quote di società controllanti anche per il tramite di

società fiduciaria o interposta persona. Durante l’esercizio non sono state acquistate azioni di

società controllanti.

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 12

7. OBIETTIVI E POLITICHE IN MATERIA DEL RISCHIO FINANZIARIO

La società monitora costantemente i rischi finanziari cui è esposto con l’obiettivo di

minimizzare l’impatto di variazioni negative sul risultato economico aziendale.

I rischi finanziari da considerare sono: il rischio di credito, il rischio di liquidità e i rischi di

mercato (che comprendono il rischio tasso di cambio, il rischio tasso d’interesse e il rischio

prezzo commodity).

Tali rischi sono gestiti a livello centralizzato dall’Ufficio finanziario e amministrativo sulla base

di linee guida concordate con il vertice aziendale.

La società utilizza anche strumenti finanziari derivati al solo scopo di copertura.

Rischio di credito

La società tende a ridurre il più possibile il rischio derivante dall’insolvenza dei propri clienti

tramite regole che assicurino che le vendite vengano effettuate a clienti affidabili e solvibili.

Tali regole, basate sulle informazioni disponibili sulla solvibilità dei clienti e serie statistiche di

dati storici, associate a limiti di esposizione per singolo cliente, permettono una ridotta

concentrazione del credito e pertanto minimizzano il rischio relativo. L’esposizione creditoria

risulta inoltre suddivisa su un largo numero di controparti e clienti.

Sono oggetto di svalutazione individuale le posizioni, di significativo ammontare, per le quali il

Gruppo rilevi situazioni di oggettiva inesigibilità, totale o parziale, tenuto conto di eventuali

garanzie ottenute e degli oneri e delle spese per il recupero. A fronte dei crediti che non sono

stati oggetto di svalutazione individuale, la società provvede a stanziare adeguati fondi tenuto

conto dell’esperienza storica e di dati statistici.

Rischio di liquidità

Il rischio in esame si può manifestare con l’incapacità di reperire, a condizioni economiche

ottimali e con la tempistica corretta, le risorse finanziarie necessarie per il supporto delle

attività operative. I flussi di cassa, le necessità di finanziamento e la liquidità della società sono

costantemente monitorati a livello centrale sotto il controllo della tesoreria al fine di garantire

un’efficace ed efficiente gestione delle risorse finanziarie.

Rischi di mercato

Rischio tasso di cambio

La società opera sui mercati esteri, generando dei flussi in valuta che determinano

un’esposizione al rischio di cambio. In particolare, la totalità della materia prima (caffè verde) e

parte delle vendite viene regolata in US$, determinando un’esposizione netta a debito in

questa divisa (le vendite hanno coperto nel 2009 circa il 25% degli acquisti). Gli andamenti

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 13

degli ultimi periodi, di fatto, consentono di trarre beneficio dall’attuale debolezza della valuta

statunitense. In coerenza con i flussi previsti, in un orizzonte temporale massimo di 12 mesi,

vengono, tuttavia, effettuate delle coperture in concomitanza a momenti particolarmente

favorevoli, nel rispetto del principio sopra enunciato. Gli strumenti utilizzati sono,

normalmente, operazioni a termine nonché combinazioni di opzioni a costo “0” con controparti

bancarie tra le più prestigiose e competenti.

Rischio tasso d’interesse

L’indebitamento verso il sistema bancario espone la società al rischio di variazioni dei tassi di

interesse. In particolare, i finanziamenti a tasso variabile determinano un rischio di

cambiamento dei flussi di cassa, mentre quelli a tasso fisso comportano una potenziale

variazione del fair value dei finanziamenti stessi.

La società valuta regolarmente la propria esposizione al rischio di variazione dei tassi di

interesse e gestisce tale rischio attraverso il ricorso a strumenti finanziari derivati denominati

Interest Rate Swaps (I.R.S.) i quali vengono utilizzati per minimizzare la volatilità dei flussi di

cassa. Le controparti sono primarie istituzioni finanziarie e per il contratti in oggetto, all’inizio

della copertura, esiste la designazione formale e la documentazione della relazione di

copertura.

Rischio prezzo materia prima

La società è esposta al rischio di variazione del prezzo della materia prima, dal momento che

l’andamento dei mercati e gli eventi atmosferici stagionali ne influenzano la quotazione. Per

limitare la volatilità del prezzo, la società utilizza strumenti derivati con controparti bancarie

specializzate nel settore agricolo.

8. GESTIONE DEI PRINCIPALI RISCHI D’IMPRESA

Di seguito si riporta una disamina dei principali rischi ed incertezze cui la Società risulta

potenzialmente esposto nel raggiungimento dei propri obiettivi di operatività, unitamente alla

descrizione delle modalità di gestione di tali rischi.

Per una più agevole esposizione, i fattori di rischio sono raggruppati in funzione della loro

origine in categorie di rischio omogenee distinguendo tra quelli che nascono all’esterno (rischi

esterni) e quelli connessi alle caratteristiche dell’organizzazione stessa (rischi interni).

Rischi esterni

Per ciò che riguarda i rischi esterni, la società effettua innanzitutto una gestione a livello

centralizzato dei rischi finanziari, così come descritto al punto 7 della presente relazione.

Per quanto riguarda i rischi connessi alla materia prima, accanto a quello di variazione del

prezzo, potrebbe aggiungersi quello della difficoltà di reperimento del caffè considerato che la

società seleziona ed acquista da sempre la migliore qualità di caffè arabica. Va comunque

considerato che la politica di approvvigionamento è pianificata con largo anticipo e vengono

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 14

stipulati, talvolta, accordi esclusivi pluriennali con i nostri produttori in paesi strategici per

garantire la qualità del prodotto.

Tra i rischi strategici vale la pena di menzionare i fattori che potrebbero influenzare le

opportunità e le minacce strategiche. In particolare la società deve garantire la capacità di:

- cogliere nuove opportunità di business in termini di aree geografiche e segmenti di

business;

- valutare correttamente le potenzialità dei mercati;

- tutelare i propri marchi, indispensabile per il successo e la competitività sul mercato.

Quali rischi di mercato potremmo includere gli effetti che cambiamenti nel mercato potrebbero

avere sulla nostra attività. Dal punto di vista della distribuzione, la concorrenza potrebbe

aumentare anche per le poche barriere all’ingresso. Inoltre, il nostro principale concorrente a

livello mondiale potrebbe ulteriormente aumentare la sua quota di mercato con massicci

investimenti in pubblicità e comunicazione.

La società punta principalmente sulla qualità del prodotto e sul fatto di utilizzare un unico

blend di caffè tostato. Inoltre, il nostro business potrebbe essere sensibile ai cambiamenti

nelle scelte di spesa del consumatore, essendo il nostro prodotto posizionato sulla fascia alta

del mercato (high-end). Le preferenze dei consumatori potrebbero cambiare di volta in volta in

ciascun mercato nel quale operiamo.

Il nostro business è poi in qualche misura sensibile alle condizioni climatiche. Forti siccità o

gelate nel momento dei raccolti del caffè verde potrebbero innescare un sensibile rialzo del

costo della materia prima con potenziali effetti negativi sui risultati economici.

La pressione deflattiva sui prezzi derivante da aumento della concorrenza e cambiamenti nelle

scelte del consumatore potrebbe arrecare effetti negativi sui risultati economici e di

conseguenza sulla situazione finanziaria.

Per quanto riguarda i rischi attinenti alla salute, sicurezza e ambiente, esiste una forte

attenzione sugli aspetti ambientali e di salute e di sicurezza sul posto di lavoro. Vengono

frequentemente organizzati corsi di formazione e work-shop al personale dipendente

soprattutto in tema di sicurezza. Illycaffè ha poi ottenuto nel 2003 la certificazione di Sistema

di gestione Ambientale secondo la norma UNI EN ISO 14001rilasciato dall’organismo di

Certificazione DET NORSKE Veritas Italia e nel 2004 ha conseguito il certificato di Registrazione

EMAS (Eco-Management and Audit Scheme) rilasciato dall’APAT (Agenzia per la Protezione

dell’Ambiente e Servizi Tecnici).

Per quanto riguarda la salute non va dimenticato che il caffè è a volte oggetto di campagne e

articoli di stampa che mettono in evidenza i rischi che potrebbero esser associati ad elevati

consumi giornalieri della bevanda e a potenziali danni che potrebbero essere arrecati.

Rischi interni

Tra i rischi interni, possiamo menzionare i rischi operativi legati a possibili conseguenze

avverse legate a processi, organizzazione o sistemi interni connessi alla gestione corrente

delle attività. La strategia di espansione e crescita ha fatto aumentare la quota dei costi fissi ed

operativi, anche per rafforzare l’immagine e la nostra quota di mercato. Sono poi in fase di

implementazione alcune modifiche ai nostri sistemi informatici che per loro natura implicano il

rischio di interruzione temporanea della attività. Le modifiche riguardano la sostituzione dei

sistemi aziendali attuali con loro versioni più recenti. Crediamo, comunque, di aver intrapreso

tutte le misure necessarie per contenere i rischi tramite attività di testing, training, sviluppo di

fasi preparatorie con i fornitori delle tecnologie sostitutive.

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 15

Per quello che riguarda l’insieme dei rischi connessi alla gestione delle risorse umane, la

società riconosce la centralità delle risorse umane, partner strategico, e l’importanza di

mantenere chiare relazioni basate sulla reciproca lealtà e sulla fiducia, nonché

sull’applicazione dei comportamenti dettati dal Codice Etico adottato di recente dalla nostra

azienda. La gestione e la collaborazione nei rapporti di lavoro si ispira al rispetto dei diritti dei

lavoratori e alla piena valorizzazione del loro apporto nell’ottica di favorirne lo sviluppo e la

crescita professionale. Si applica inoltre sistemi di valutazione delle perfomance annuali basati

su una chiara definizione di obiettivi condivisi, misurabili in termini numerici, economici e

finanziari oltreché individuali, cui è subordinata l’erogazione di un importo variabile in base al

grado di raggiungimento degli stessi.

9. DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA

“Informazione ai sensi del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati

personali)”

Si ricorda, ai sensi di quanto disposto nel paragrafo n. 26 del Disciplinare Tecnico in materia di

misure minime di sicurezza, che costituisce l’Allegato B al D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196

(Codice in materia di protezione dei dati personali), che nel mese di marzo 2009 è stato

aggiornato il Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS) con riferimento al trattamento

dei dati personali.

Il DPS contiene le informazioni richieste nel paragrafo n. 19 del citato Disciplinare Tecnico e

descrive le misure di sicurezza adottate dalla Società allo scopo di ridurre al minimo i rischi di

distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati personali, di accesso non autorizzato o di

trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

10. FATTI DI RILIEVO AVVENUTI DOPO LA CHIUSURA DELL’ESERCIZIO E PREVEDIBILE SVILUPPO

DELLA GESTIONE

L’andamento delle vendite nei primi mesi dell’anno mostrano un inversione di tendenza

rispetto ai primi mesi del 2009. Nonostante ciò rimangono in essere adeguati piani di controllo

dei costi e degli investimenti per cercare di fronteggiare al meglio l’evolversi della debole

ripresa oltre a poter garantire alla società una redditività in linea con le aspettative formulate in

sede di budget 2010.

Non vi sono tensioni sul lato finanziario e la società continua ad operare per la sua espansione

con le linee di affidamento concesse dal sistema bancario.

Sono parzialmente rientrate le tensioni sul fronte delle “commodities”, in particolare per

quanto ci riguarda sul fronte caffè.

I tassi d’interesse denominati in Euro sembrano confermare un generale trend di assestamento

e stabilità mentre l’euro continuare a risentire della situazione della Grecia sia nei confronti del

dollaro che delle altre valute.

L’Agenzia delle Entrate ha effettuato nei mesi da maggio a luglio 2009 una verifica contabile e

fiscale per il periodo d’imposta 2006 nonché un controllo formale relativamente all’esercizio

2009 delle scritture contabili e di altri elementi di maggior interesse fiscale. Al termine

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 16

dell’accesso è stato notificato il processo verbale di constatazione nel quale per il controllo

formale anno 2009 non sono state rilevate violazioni di carattere formale mentre per quanto

riguarda il periodo d’imposta 2006 sono stati evidenziali rilievi che possono determinare un

maggiore imponibile fiscale. Si rileva che non è stato ad oggi notificato alla società avviso di

accertamento in relazione ai rilievi evidenziati dell’Agenzia delle Entrate ma prudenzialmente è

stato stanziato un fondo a fronte di questo potenziale rischio.

Si invita ad approvare il bilancio così come presentato dal Consiglio di Amministrazione e si

propone di destinare il risultato d’esercizio come segue:

Utile d’esercizio al 31.12.2009 7.400.564

a riserva straordinaria (*) 1.400.759

a dividendo 5.999.805

(pari a 6,349 euro per ogni azione ordinaria

ad esclusione delle azioni proprie in relazione

a quanto disposto dall’art. 2357 e segg. C.C.)

(*) di cui differenze cambio positive non realizzate nel 2009 per euro 94.732 che sono

destinate a riserva straordinaria non distribuibile.

Trieste, 1 aprile 2010

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione

Dott. Andrea Illy

Si dichiara che il presente documento informatico è conforme a quello trascritto e sottoscritto sui libri sociali

della società.

Imposta di bollo assolta in modo virtuale tramite la Camera di Commercio di Trieste – Autorizzazione n.

10943/598-II del 09.06.1988 emanata dal Ministero delle Finanze – Dip Delle Entrate – Uff. Entrate di

Trieste.

Relazione sulla gestione del Bilancio Civilistico al 31/12/2009 17

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE DELLA ILLYCAFFE’ S.P.A.

SUL BILANCIO AL 31/12/2009

(art. 2429, II comma, Codice Civile)

Signori Azionisti,

nel corso dell’esercizio 2009 il Collegio ha svolto la propria attività

in ottemperanza alla normativa in vigore e secondo i prescritti principi

di comportamento per i Sindaci.

Il Bilancio chiuso al 31.12.2009, che il Consiglio di Amministrazione ha

presentato per l’approvazione, è stato redatto in conformità alla

normativa in vigore. Esso è costituito dalla Stato Patrimoniale, dal

conto Economico, dalla Nota Integrativa ed è corredato dalla Relazione

sulla gestione. Tutti i documenti sono stati posti a disposizione del

Collegio

La società di revisione Price WaterHouse Coopers S.p.A., incaricata del

controllo contabile, ha valutato che il Bilancio 2009 è redatto con

chiarezza ed è rappresentativo della reale situazione patrimoniale,

finanziaria e del risultato economico.

La relazione del revisore rilasciata ai senti dell’art. 2409 ter C.C. non

indica fatti censurabili.

Il Collegio prende atto che, nel corso dell’esercizio, non sono stati

conferiti alla società di revisione ulteriori incarichi oltre quello

stabilito, né risultano conferiti incarichi a soggetti legati a

quest’ultima da rapporti continuativi.

Il Collegio sindacale nell’esercizio delle proprie funzioni:

- Ha effettuato n. 12 riunioni; ha partecipato a n. 6 sedute del

Consiglio di Amministrazione; ha presenziato a n. 8 riunioni del

Comitato Esecutivo.

In tutte le circostanze il Collegio ha constatato il rispetto delle

disposizioni che regolano gli organi societari e la conformità di

quanto deliberato alla normativa vigente. Ha inoltre partecipato a

n. 1 Assemblea dei soci;

- Ha presenziato, in via continuativa alle varie riunioni, ottenendo

dagli Amministratori informazioni sull’attività societaria e sulle

operazioni economiche, finanziarie e patrimoniali di maggior

rilievo effettuate dalla Società e dalle controllate, così da poter

1


ACQUISTATO

1 volte

PAGINE

82

PESO

5.58 MB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DESCRIZIONE APPUNTO

Il file contiene il bilancio della Illy società per azioni, con riferimento a: i conti d'ordine, lo stato patrimoniale, il conto d'ordine (oneri e proventi straordinari, utile dell'esercizio, rettifiche di valore di attività finanziarie), i criteri di formazione e di valutazione.


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in economia e amministrazione aziendale
SSD:
Università: Palermo - Unipa
A.A.: 2013-2014

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher valeriadeltreste di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Finanza Aziendale e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Palermo - Unipa o del prof Frisella Giuseppe.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Finanza aziendale

Finanza aziendale
Dispensa
Analisi di bilancio
Dispensa
Riassunto esame Finanza Aziendale, prof. Frisella, libro consigliato Analisi Finanziaria
Appunto
Misurazione e controllo del rischio finanziario
Appunto