Che materia stai cercando?

Appunti di letterature comparate al cinema (dalla nascita del cinema a Gomorra e Tarantino)

appunti per l'esame di letterature comparate al cinema, dalla nascita del cinema 1895 a Tarantino e Saviano, passando per D'Annunzio, Verga, Pierpaolo Pasolini, Parise, Micheal Moore e molti altri, dell'università degli Studi Ca' Foscari Venezia - Unive.

Esame di Letterature comparate docente Prof. A. Cinquegrani

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

scopo era esaltare le acciaierie italiane (“sono le più belle del mondo”). Mussolini si

rivolge alla Cines, dove lavora Emilio Cecchi (figura importante). Chiamano poi

anche Pirandello, così da assicurarsi la cultura italiana per il film. È l'esempio più

eclatante durante il fascismo.

2. Estetismo → Mario Soldati con “Piccolo mondo antico” crea film dove l'estetica

viene prima di tutto, visto che non può dire la verità, si incentra su “come” dire di

cose. Soldati vive un brutto periodo e usa questo film per parlarne in maniera velata.

3. Pavese e Vittorini → contrari al fascismo. Vittorini scrive: conversazioni in Sicilia

(inizia con rabbia astratta) questi due grandi autori sono ispirati degli autori

americani. Hanno tradotto testi americani e li hanno divulgati in Italia. Alla base della

loro cultura c'è il cinema americano. Sono arrivati prima al cinema, e poi arrivano alla

letteratura.

Hemingway → “Il vecchio e il mare” trama breve.

Principio dell'Iceberg: ciò che si vede è molto più piccolo di ciò che è davvero. La parte

emersa è la sola che va scritta, ma lo scrittore sa tutta anche quella sommersa.

Bisogna raccontare solo fatti no spiegazioni. Ognuno può trovare il senso che vuole

al libro.

Nel cinema questo principio vale quasi sempre, non si entra mai nella psiche dei

personaggi, si vedono solo atti e azioni. Nei libri viene spiegato tutto, nel cinema si

vedono solo le azioni (ciò che emerge).

In America non c'è stata una tradizione letteraria grande come quella Europea, infatti il

grande cinema americano ha dovuto ripiegare su paesaggi, storie di conquiste che

non sono parte della letteratura perché non ce l'hanno avuta.

Età del fascismo e neorealismo → sono realtà quasi opposte

Cinema fascista: no grandi nomi, no grande successo.

Cinema neorealista: grandi premi, cinema più importante e livello mondiale.

Caduta del fascismo: è stato come togliere un tappo alla popolazione. Hanno passato 20

anni senza poter dire niente, tutti avevano qualcosa da raccontare. La priorità va al

cinema ancora → arte collettiva, raggiunge più persone, non è solitaria. Il cinema fa

sentire uniti. Film campioni di quest'epoca: Ladri di biciclette (de sica) e roma città

aperta (rossellini)

Dal cinema nasce la parola “neorealismo” → 1943 Luchino Visconti “Ossessione” film

che passa la censura, viene realizzato, va nelle sale poi viene sequestrato (tutte le

copie tranne una). La parola neorealismo nasce dal montatore di Visconti che vede

le pellicole e dice che gli sembra di vedere qualcosa di “neo-realista”. Cinema >

letteratura

QUASIMODO

poeta ermetico, poesia astratta. Dopo la guerra cambia radicalmente il suo modo di

scrivere. Scrive di guerra, resistenza, attraverso la poesia diventa poeta civile.

“poesia contemporanea” → manifesto su cosa deve fare un poeta e la poesia ovvero

BISOGNA RIFARE GLI UOMINI perché sia buoni sia cattivi avevano le mani sporche

di sangue. Si sta anche auto criticando, Quasimodo critica quello che era anche lui

fino al giorno prima. Esempio forte ed emblematico perché lui ha sempre fatto questo

tipo di poesia.

IL CINEMA NEOREALISTA

● non fa ricorso a attori professionisti (vengono scelti dalla strada) la cosa importante è

che fisicamente assomigliassero a colui/colei che dovevano impersonificare.

● Fa uso del dialetto (anche con sottotitoli quando non si capisce) perché ancora non

c'era una parlata nazionale, che arriva con l'avvento della televisione.

CALVINO - IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO (1947)

c'è un sottofondo neo-realista, ma c'è anche qualcosa di diverso del grande

scrittore, ovvero il bambino Pin che partecipa alla resistenza. I partigiani facevano

parte del paesaggio, la guerra partigiana era disorganizzata, i partigiani erano

persone qualsiasi. Vivevano nascosti nella natura, nei boschi, si aveva paura a

addentrarsi nei boschi.

PERSONE FUSE CON IL PAESAGGIO, questo viene reso meglio con il cinema.

Pratolini → la coscienza di sé viene dal cinema, il cinema fa da specchio dell'uomo

(quotidiano) ​

● LADRI DI BICICLETTE: 1948 Vittorio De Sica. Racconta la vita di tutti i giorni:

bicicletta = lavoro, lavoro = felicità. Tutto questo cade quando gli viene rubata la

bicicletta. La scenografia è reale, girato per le strade di Roma davvero, gli

attori non sono professionisti. Rappresenta l'umanità quotidiana, persone povere.

Effetto melodrammatico del neorealismo (Fortini lo critica e lo chiama

“neo-populismo”) ​

● Braccio destro di De Sica è CESARE ZAVATTINI​ , lavora a stretto contatto e trae la

storia per il film da un romanzo.

● MIRACOLO A MILANO 1951, protagonisti poverissimi vivono nelle baraccopoli nella

periferia di Milano. Racconta della vita di un orfano che a 18 anni uscito

dall'orfanotrofio incontra una donna che tratterà come madre, che una volta morta si

reincarna in una colomba (elemento fantastico che non ha granché a che fare con il

neo-realismo)

Punti in comune di questi 2 film: intenzione di raccontare storie di persone molto povere,

rappresentazione di esterni, uso del dialetto, attori non professionisti.

Differenze: nell'ultima parte di Miracolo a Milano → sembra una favola, volano via su

delle scope volanti. Metafora narrativa → come la “morale” delle favole. Questo film è

più favolistico che fantastico. Questo film è neo-realista ma possiede già elementi di

un'epoca successiva.

1951 → soglia di un'altra epoca

GOFFREDO PARISE →​ il ragazzo morto e le comete (1951, quando aveva 17 anni)

ha scritto “sillabari” un testo per ogni lettera dell'alfabeto, poi quando è arrivato alla S non

aveva più ispirazione. Credeva nell'ispirazione per scrivere le cose.

Ne “ il ragazzo morto e le comete” gli elementi fantastici sono ricorrenti e centrali. È la

storia di un ragazzo morto che fa tutto quello che fanno i vivi, ma è morto, ed è

accompagnato nel suo viaggio da comete.

3° FASCIA CRONOLOGICA 1951/1975

1951 perchè → anno di Miracolo a Milano, cambia la tradizione del neorealismo, ha

ancora elementi del neorealismo e elementi nuovi, di favola.

1975 perchè → anno di morte di PP Pasolini: figura più importante di questo periodo

storico. È icona dell'intellettuale (= aveva autorevolezza nella società). Oggi nel 2017

questo non esiste più, una volta si ascoltavano gli intellettuali perchè si era poveri e

ci si affida a quelli più colti.

Pasolini: prendeva sempre una posizione e diceva sempre la sua opinione. Ha

pubblicato romanzi ed era anche regista, era un punto di riferimento in entrambi i

campi, e era anche poeta. Era esperto di storia dell'arte, e saggista. Viene ucciso nel

1975 → cambiamento d'epoca.

1951-1975 → CONTESTUALIZZAZIONE DI FINE EPOCA

● STORICO: guerra fredda USA vs URSS = blocchi in contrapposizione tra loro,

capitalismo vs comunismo. Fredda = senza armi, lotte a colpi di “ideologie”.

L'Italia stava con gli USA

● POLITICO:​ morte di JFKennedy, Robert Kennedy; In Italia c'era la democrazia

cristiana e il PCI. La DC è sempre per 50 anni la vincitrice. Era un partito con ideali

religiosi. Quando crolla il muro di Berlino crolla il PCI. Inizio degli anni 90 alcuni

magistrati denunciano atti di corruzione. Quando nel 1992 crolla l'URSS crolla

anche la DC, non essendoci più un nemico da “sconfiggere”, non c'è più bisogno

della DC se non esiste più il comunismo e il pericolo comunista. Il comunismo ha

influenzato la scena italiana perché = la DC era corrotta perchè doveva PER FORZA

vincere, quindi c'è da sempre corruzione, e c'è anche oggi.

● ECONOMICO:​ boom economico.Elettrodomestici,tv,automobili. Miglioramento

condizioni di vita. Dagli anni 80 fino ad oggi non c'è mai più stata una condizione di

benessere simile. Oggi siamo pieni di cose che non ci servono, nascono i “bisogni

indotti” (che la gente non ha, in realtà)

● SOCIALE: moti del 68 = i ragazzi volevano avere voce in capitolo,distanza

generazionale, non c'era dialogo coi professori. Molte polemiche sulla famiglia, si

mette in discussione l'autorità. Volevano libertà sessuale, lotte per l'aborto e il

divorzio. Forza della figura femminile “io sono mia”, cambiamento sociale

potentissimo. In America scontri per i diritti per le persone di colore con MLKing

● CULTURALE:​ sbarco sulla luna, emblema del sogno romantico. Film e libri = si

esce dal neo realismo, e quindi dalla rappresentazione diretta della realtà.

1. Ideologia: condiziona molto la produzione. Es: il gattopardo viene rifiutato

perché la società rappresentata era contraria a come la vedevano i comunisti.

2. Strutturalismo: si pensa che le opere vadano intese come oggetti e

interpretate come oggetti autonomi dai loro autori, come parte di un

sistema chiuso e codificabile. (l'opera è una struttura dove ci sono

personaggi, autore, relazioni ecc → si pensava fosse una struttura fissa

anche illinguaggio, l'antropologia, il cinema e la la letteratura.

METZ: che cos'è il cinema? Una lingua o un linguaggio? Pasolini e Eco

CARATTERISTICHE DEL PERIODO POST NEOREALISMO

● contrapposizione ideologica

● superamento neorealismo → Fortini e il neo-populismo (=tendenza ad assecondare i

bisogni più bassi del popolo, anche se spesso quello che vuole la gente è sbagliato)

FEDERICO FELLINI

● uno dei registi più importanti

● cinema fondamentale in tutto il mondo

● Roma diventa Hollywood, punto di riferimento mondiale

● fa un cinema totalmente diverso dal neorealista, è “visionario”

Film esempio: “IL CASANOVA” → racconta la storia di Casanova MA interpreta in un altro

modo la storia. Testi scritti da Andrea Zanzotto. per la scena del carnevale di venezia usa

una “Lingua nuova” che non è veneziano. scena di grande letteratura, cinema e poetica.

Scena di inizio Carnevale a Venezia: dal canal grande emerge una figura di donna con la

corona, la scena si ispira al carnevale (che è vero) ma la scena della grande madre ha un

che di visionario, e di simbolico. Un Casanova → cerca sempre qualcuno di diverso, non ha

mai una partner fissa. Questo è spesso dovuto a:

1. problemi tra i genitori

2. complesso di Edipo: uccisione del padre, per la successione c’è bisogno di risolvere

un enigma, viene risolto da Edipo, che sposa la madre e diventa re. Quando lo

scopre si acceca.

Freud pensava che il complesse di Edipo stesse alla base del progresso sociale, era

essenziale.

Casanova cerca sempre nuove donne, ma l’unica che vuole davvero non la può avere, ed è

sua madre →​ significato​ della grande madre che esce dalle acque del canal grande.

DIFFERENZE TRA NEOREALISMO E POST NEOREALISMO

livello simbolico (dopo il neorealismo) → può diventare anche visionario

livello realistico (neorealismo) → non ci sono significati nascosti, non ha 2 livelli di

interpretazione. viene raccontato terra terra quello che succede

FIGURA DI PP PASOLINI

era un intellettuale= aveva voce su fatti sociali e sapeva interpretarli. Molta sua produzione

era influenzata dall’ideologia (di sx, comunista, anche se spesso era in contrapposizione con

il partito). durante i moti del 68 si schiera contro gli studenti (posizione insolita) perché dice

che sono dei borghesi, posizione contraria a quella del partito comunista.

Esempio: Uccellacci e uccellini (con Totò)

..vedono un CORVO che li segue e poi inizia a parlare. la voce del corvo è quella di Pasolini

che rappresenta l’intellettuale di sinistra. vi è anche una lotta tra falchi e passeri (metafora

della lotta di classe del comunismo)

Importante ASPETTO IDEOLOGICO​ : alla fine mangiano il corvo

Pasolini ha sempre un ruolo importante nelle sue opere, fa appunto parte di questo “mondo”,

entra all’interno dell’opera. Egli stesso frequenta il sottoproletariato urbano di Roma, nelle

periferie cerca ragazzi e conosce in prima persona questo mondo e ci partecipa.

Anche Totò e l’altro personaggi rappresentano figure. Totò De Curtis → figura illustre,

Ninetto Davoli, veniva dal sottoproletariato urbano.

SI RACCONTA LA REALTÀ’ STANDOCI DENTRO = CINEMA NUOVO

Leonardo SCIASCIA​ : primo scrittore a parlare di mafia (“Il giorno della civetta”)

Cosa pensava Calvino del cinema? → “cinema come evasione dalla realtà, e elemento

fondamentale del percorso di formazione di una persona”

Anche Parise​ ammette che la sua formazione si basi principalmente sul cinema.

ENNIO FLAIANO

è oltre che scrittore, anche lo sceneggiatore di Fellini. è un tipo strano, ironico, scrive

parecchi aforismi. Rappresentazione indiretta della realtà (Simbolica)

Tempo di uccidere → 1947 il suo libro più importante, dovrebbe stare nell’epoca prima, ma è

nuovo. vince il premio strega, e lo strega degli strega.

Protagonista arruolato finisce in Etiopia e trova una ragazza che sta lavando, tra una cosa e

l’altra finiscono a dormire insieme e nella notte lui sente dei rumori e spara pensando fosse

un animale invece spara alla ragazza. scopre che il turbante che portava la ragazza era

perché aveva la lebbra, allora cerca di curarsi. nel frattempo guarisce dalla lebbra ma non

dai sensi di colpa che lo tormentano. la base del film può sembrare neorealista ma alla fine

si scopre un universo simbolico (lebbra è la malattia fisica e simbolica del senso di colpa)

questo libro che ebbe molto successo venne richiesto per farci un film​ ma nessuno ci riuscì

fino agli anni 80, e l’unico che fecero non ebbe alcun successo.

questo perché: nel libro i dialoghi sono assenti, è basato sull’introspezione del protagonista,

è tutto sulla psiche e dentro la testa del protagonista, questo è impossibile da realizzare al

cinema. E anche perché nel libro si mantiene l’ambiguità (non si sa se il vecchio esista

davvero o sia frutto dell’immaginazione del protagonista) invece nel film è palese che esista

perché parla.

NON SEMPRE UN BUON LIBRO PUÒ’ FUNZIONARE AL CINEMA E VICEVERSA.

FILM → IL DECAMERON - P.P. PASOLINI 1971

Girato a Napoli, mentre il libro era ambientato a Firenze. Al tempo era stato ritenuto erotico e

satirico. Per Pasolini era importante:

1. l’ideologia (era comunista ma non allineato)

2. La presenza dell'IO (intellettuale di grande cultura di giorno, e di notte vagava per i

sobborghi alla ricerca di ragazzini con i quali passare la notte.

3. contaminazione tra le arti (era regista, scrittore, esperto di arti visive)

Pasolini dà sempre la sua interpretazione per tutto. per lui nessuna opera è fine a sè stessa.

PRESENZA DELL’IO:​ Pasolini si identifica nel pittore perché è l’autore dell’opera, e anche

del film. Pittura → Arti (Sinergia) pittura paragonata al cinema. Urgenza creativa: il

personaggio mangia veloce perché deve tornare a dipingere e ha un gruppo di allievi che lo

seguono. All’interno del film compare prima coperto, poi lo vediamo chiaramente e si

catapulta all’interno del film. Arte, pittore e regista. L’opera d’arte resta incompiuta nel film

come nel libro. Finale= giudizio universale di Giotto.

Critica a Pasolini regista= è legato alle immagini statiche perché è laureato in storia dell’arte.

‘68:​ movimento di liberazione dei costumi/poteri/libertà sessuale (= film scandaloso per il

1971) è Pasolini a liberare il cinema della convenzioni moralistiche dell’epoca. Oggi non c’è

censura, all’epoca sì. Ma Pasolini voleva liberare la società.

BOOM ECONOMICO:​ estinzione progressiva del proletariato, grande trasformazione sociale

per l’epoca.

Questo cambiamento è visto male da chi è comunista (che sostenevano il proletariato che è

diventato borghesia) Il comunismo vedeva male chi si è fatto da solo (anche magari

forzando le regole). La borghesia ha vissuto tre momenti importanti:

1. 1900

2. 1700: crescita borghese e cadono i nobili

3. quella raccontata da Boccaccio nel Decameron (= persone che con l’inganno

riescono ad ottenere quello che vogliono, esempi: donna che tradisce il marito con

l’amante davanti a lui, monache con il tizio muto ecc ecc. ) i valori antichi andavano

perdendosi in questa società, perché il valore stava diventando IL CAVARSELA, in

tutte le situazioni e in tutti i modi possibili (legali e meno)

Esempio: il dialetto delle poesie di Pasolini se ne stava andando, la TV ha unificato l’italiano.

Muore ad Ostia nel 1975. Morte misteriosa ed enigmatica → si era appartato di notte con un

ragazzo che per rapinarlo lo aveva ucciso. ma è stato trovato anche investito da un’auto. è

stato ucciso mentre scriveva PETROLIO, trattava dell’ENI, delle truffe e dei brogli. avrebbe

causato scalpore. dopo la sua morte è sparito il capitolo 21.

Dopo la morte di Pasolini inizia una nuova fascia cronologica. (ultimi 25 anni del 900)

NUOVA FASCIA CRONOLOGICA 1975- ANNI 2000

● Data importante per l’Italia: 1978: assassinio di Aldo Moro → viene rapito e ritrovato

morto. anni di terrorismo in Italia (piazze, treni, stazioni) Rosso (sx) vs nero (dx); Aldo

Moro era un importante politico del tempo, era della DC e stava tentando di trovare

un accordo politico con la sx, era l’esempio del moderato. cerca di mettere d’accordo

parti opposte. Le brigate rosse sono contrarie all’accordo, perché sono estremiste, e

quindi lo rapiscono e uccidono. all’inizio non vogliono ammazzarlo, vogliono che sia

un gesto simbolico.le brigate chiedono una mediazione con il governo che risponde

“non trattiamo con i criminali” e decidono di ammazzarlo e lasciarlo nel bagagliaio di

una macchina. Le brigate rosse lo uccidono a sangue freddo → quindi l’immagine

che si erano creati crolla, e la contrapposizione ideologica crolla con la morte di A

Moro.

● Data importante a livello internazionale 1989: caduta del muro di Berlino. Crollo

comunismo. Quello che succede nel mondo nell’89 si può dire succeda in Italia nel

78.

Dopo il 1989 nasce il movimento PULP (ES. pulp fiction 1994 → non ci sono ideologie, e

quelle che ci sono sono derise come la scena dell'orologio del Vietnam )

Dopo la morte di Pasolini, domina la scena Calvino, con una letteratura del tutto diversa da

quella del precedente autore. lavorava da Einaudi, era scritto ed editore, e quindi sveglieva

lui cosa pubblicare. Caratteristiche:

● l’IO deve restare fuori

● leggerezza (ne parla in Lezioni americane); ovvero lo scrittore deve alzarsi con una

mongolfiera e guardare tutto dall’alto → esatto contrario di quello che diceva

Pasolini.

Calvino scopre De Carlo e Del Giudice.

Nasce una linea contrapposta a quella “calviniana”:

● 1979: “Boccalone” (E. Palandri : parla della bologna dell’epoca ma il punto centrale è

l’amore tra due ragazzi. rivoluzione culturale → non era interessato alle ideologie

ecc. vende tantissimo e viene notato da Tondelli, che era suo amico)

● 1980 “Altri Libertini” (P.V. Tondelli: è la vera rivoluzione. ragazzi che cercano la

propria strada oltre le ideologie, sono omosessuali ecc.

Il cinema è una grande passione di Tondelli, era un cinema di strada, si poteva portare in

giro la macchina da presa per strada. era proprio contrario alla poetica di Calvino.

Gli anni 80 →​ si leggevano e vendevano più saggi (ragionamento sociale) che romanzi.

Sempre in questi anni nasce la TELEVISIONE PRIVATA, che porta nelle case ragazze

seminude, programmi basati su barzellette facili ecc. Quindi Berlusconi ha portato nelle case

il godimento, voleva far pensare agli italiani “ va tutto bene, godetevi la vita “

Cambia totalmente il clima precedente.

1981: ultimo attacco terroristico in Italia.

Anni 90 →​ 1989 caduta muro di Berlino (livello internazionale).

Anni di “Mani pulite”: inchieste sui sistemi di potere precedenti (ovvero quando non c’era

legalità, ma dilaga la corruzione)

Dal 1990 al 1994 → partiti traballano fino a cadere grazie a queste inchieste.

1992-1994 → vuoto di potere perché tutti i governatori erano finiti in carcere.

La gente ora diceva “finalmente, possiamo prendere in mano la situazione noi, e darci

da fare” SOPRATTUTTO DA PARTE DEI GIOVANI, che erano stufi dei vecchi come

Andreotti ecc.


PAGINE

16

PESO

178.87 KB

PUBBLICATO

10 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in mediazione linguistica e culturale (TREVISO)
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher lisafiorot di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Letterature comparate e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Ca' Foscari Venezia - Unive o del prof Cinquegrani Alessandro.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Letterature comparate

Dalla nascita del cinema al Neorealismo
Appunto
Appunti di lingua inglese 1 - Verb forms, valency patterns, passive form
Appunto
Appunti di lingua spagnola 1 - Fonètica, formas verbales, lenguaje de los jovenes, fraseologìa, lèxico
Appunto
Guerra civile spagnola e franchismo
Appunto