Che materia stai cercando?

Appunti di casi di studio dell'America Latina e concetti politici

Appunti di lingua, cultura e istituzioni dei paesi di lingua spagnola basati su appunti personali del publisher presi alle lezioni del prof. Gardini dell’università Ca' Foscari Venezia - Unive, Facoltà di Lingue e letterature straniere. Scarica il file in formato PDF!

Esame di Lingua, cultura e istituzioni dei paesi di lingua spagnola dal corso del docente Prof. G. Gardini

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Il messico tende a allontanarsi dall'America Latina, nel 2012 torna il PRI con Enrique Pena Nieto,

che cerca oggi di riavvicinare il Messico all'AL.

Concetti politici principali = le esperienze latino americane

1. liberalismo

2. populismo

3. autoritarismo

4. rivoluzione

5. democratizzazione

6. neoliberalismo → onda rosa

il retaggio coloniale

1810-20 → indipendenza da Spagna e Portogallo, quindi gli stati latino americani diventano

repubbliche, imitando USA. La società era cattolica al momento dell'indipendenza, e vista come

“senza individui” perché percepita come una comunità.

Il re decideva tutto, mentre la Chiesa i valori ecc. Quindi cambia il modo di pensare, cambiano

luoghi e spazi. In questi tempi è altissima la soglia di tolleranza.

Eredità di Simòn Bolìvar → era un conservatore, visto come eroe dell'unità latino americana

Nella dimensione economica:

-colonie commerciano solo con la madre patria → POI → verso il libero mercato, export di materie

prima e minerali, investimenti diretti esteri

-integrazione nei mercati internazionali, dipendenza, vulnerabilità

-scambi e influenze reciproci

EU ha importato pomodori, patate, tabacco e ananas

AL ha importato caffè, canna da zucchero, banana

-relazione centro-periferia 1.LIBERALISMO

1810-1840 = consolidamento stato. Ci sono diversi problemi:

rescissione con madre patria

• economie disastrate e budget statali limitati

• scarso controllo del territorio e “caudillismo”

• liberali vs conservatori

1850 = CAMBIO DELLE CIRCOSTANZE

sviluppo strutture statali grazie a:

-integrazione nei mercati globali

sogni dell'unità mutilati dall'indipendenza perché infatti non saranno mai uniti

-incremento delle risorse e sviluppo di stati più moderni (esercito, burocrazia, tasse, giustizia,

scuola → istituzioni tipiche di uno stato moderno)

modello agro esportatore → basato sull' esportazione di materie prime e prodotti agricoli e minerari

in cambio di manufatti

-concentrazione delle ricchezze e delle proprietà terriere

-fluttuazione dei prezzi internazionali e budget statali

innovazione tecnica porta → treni, navi a vapore (tempi e costi minori per l'esportazione)

LIVELLO ECONOMICO E SOCIALE MOLTO BUONO

Grandi ondate migratorie → portano nuove idee in AL tipo democrazia ecc

ARG nel 1850 1 milione di abitanti vs 11 milioni nel 1930

Urbanizzazione, terziarizzazione, industrializzazione

MEX, ARG, BRA, CILE → precursori industrializzazione in AL

NONOSTANTE QUESTO: POTERE IN MANO ALLE ELITE BIANCHE, RICCHE E ISTRUITE

DECLINO ETA' LIBERALE (1915-1929)

dal punto di vista politico:

-entrata masse nel sistema politico e nasce un ceto medio

-domanda di partecipazione e nuova classe media

-nuovi partiti, dentro il sistema (UCR, APRA) e anti-sistema

dal punto di vista economico:

-grande guerra e declino dell'Europa come modello

-no import/export con l'Europa

-crescita del capitale e della penetrazione economica USA

ascesa dei nazionalismi e delle strategie economiche “interne” → perché non si può più fare

affidamento sull'estero 2.POPULISMO (=in favore del popolo)

-fenomeno eterogeneo e sfuggente

-ampio sostegno popolare (a favore del popolo, e dei più poveri)

-politiche re-distributive (clientelismo)

-centralità dello stato

-convergenza tra sett. Imprenditoriale e sindacale: corporativismo e nazionalismo

-centralità di relazioni sociali e giustizia sociale

-comunità organica: nazione, stato, partito, leader

-leader carismatico

-partiti e istituzioni politiche come inutili intermediari

-politiche economiche espansive, popolari ma non sostenibili

1930-1950

1. Vargas e “l'estado nuevo” BRA

2. Càrdenas e il PRI MEX

3. Peròn in ARG

4. Ibanez CILE

5. Ibarra ECUADOR

6. Estenssoro BOL

STRATEGIE E POLITICHE PUBBLICHE

stato forte e unitario (accentrare il potere nel partito)

• nazionalismo nella retorica e nella pratica

• inclusione masse e politiche re-distributive

• sostegno/emanazione delle forze armate

• controllo politica, sindacati, censura e carcerazione


PAGINE

6

PESO

100.37 KB

PUBBLICATO

+1 anno fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in mediazione linguistica e culturale (TREVISO)
SSD:
A.A.: 2017-2018

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher lisafiorot di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Lingua, cultura e istituzioni dei paesi di lingua spagnola e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università Ca' Foscari Venezia - Unive o del prof Gardini Gianluca.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Lingua, cultura e istituzioni dei paesi di lingua spagnola

Guerra civile spagnola e franchismo
Appunto
Esercitazione esame " Istituzioni dei paesi di lingua spagnola, Spagna"
Esercitazione
Casi di populismo in America Latina e situazione del Cile
Appunto
Appunti di didattica delle lingue
Appunto