Che materia stai cercando?

Anna Freud

Appunti di psicologia dinamica sui seguenti argomenti: i meccanismi di difesa come funzioni di adattamento , Angoscia, Meccanismi di difesa, Osservazione diretta e teoria annafreudiana dello sviluppo infantile , Psicopatologia dello sviluppo e analisi infantile.

Esame di Psicologia dinamica docente Prof. F. Gazzillo

Anteprima

ESTRATTO DOCUMENTO

Con lo scopo di correggere una certa tendenza alla pedagogia psicoanalitica dell'epoca a ritenere

che l'atteggiamento genitoriali dovesse ridurre al minimo le restrizioni per timore di indurre nei figli

conflitto inibizioni nevrotiche Anna Freud spiegava: "i bambini che ricevono un'educazione molto

permissiva in cui si dà primaria importanza l'attività pulsionale imparano a vivere secondo il

principio di piacere molto più a lungo di quanto abbiano il diritto di fare. Fra i 2 e i 5 anni il

controllo delle azioni deve passare dall'es che pensa solo l'appagamento dei desideri all'io che

tiene conto della realtà. In questo arco di tempo il bambino deve imparare ad attendere per il

soddisfacimento, controllare la propria attività pulsionale, a interporre il pensiero fra desiderio e

appagamento, e non può prendere tutto ciò sulla base di un soddisfacimento personale senza

restrizioni".I genitori devono comprendere e riconoscere i bisogni sessuali aggressivi manifestati

dai piccoli come inevitabile espressioni della natura funzionale del funzionamento mentale naturale

del bambino, ma devono anche accompagnare la propria amorevole comprensione con un

altrettanto necessaria tendenza a frustrare e limitare l'irrequietezza con cui sono comunicate le

pretese dell'es nella prima infanzia.

A proposito dell'aggressività la Freud scrive: "Se volete indurre il bambino a diventare un membro

della società premuroso, dolce, accomodante, arrendevole, non lasciategli sfogare troppo

l'aggressività nell'infanzia, ma se volete che sia coraggioso, esuberante ed espansivo, non

aspettatevi che si sepai presto della pulsione aggressiva.

Ai genitori è affidato il compito di svolgere le funzioni dell'io fintanto che il piccolo, attraverso

l'identificazione, non interiorizza tali funzioni.

I compiti dell'io nella regolazione della vita psichica sono riassunti in due funzioni principali:

- Eleva il livello dei processi di pensiero nella misura in cui conduce processi cognitivi a operare

non più solo assecondando indiscriminatamente i bisogni pulsionali, ma riconoscendo e valutando

la realtà esterna attraverso il pensiero cosciente, logico e razionale del processo secondario

-Interpone il pensiero cosciente fra desideri e azioni, modificando sostanzialmente la modalità di

adattamento dell'individuo, che risulta così fondata su sicurezza, realtà e buon senso.

Psicopatologia dello sviluppo e analisi infantile

L'osservazione diretta e l'interesse per lo sviluppo normale dei bambini si traducono in una

psicopatologia dell'età evolutiva centrata sulla considerazione dei fattori di rischio nel corso dello

sviluppo che Anna Freud definisce come esigenza di individuare precocemente gli agenti patogeni.

Due concetti fondamentali della considerazione dello sviluppo sano versus patologico: il costrutto

di linee evolutive e quello di regressione normale.

Approccio pedagigico e non interpretativo.

Lo sviluppo della personalità individuale si articola lungo diverse linee evolutive, ciascuna delle

quali deve essere valutata separatamente dalle altre in un processo diagnostico e nella formulazione

di una prognosi evolutiva, comporta una disamina attenta dei diversi livelli di maturità che un

bambino, a qualsiasi età, può mostrare in diverse aree del suo funzionamento mentale e della vita

sociale. Lo squilibrio tra le diverse linee evolutive che viene in tal modo a crearsi non è patologico

di per sé. Una disarmonia limitata non fa che preparare il terreno alle innumerevoli differenze che

esistono tra gli individui sin da una fase precoce.

- Dalla dipendenza all'indipendenza affettiva

- Dall allattamento all'alimentazione razionale

- Da incontinenza a controllo dello sfintere

- Da irresponsabilità a responsabilità

- Da egocentrismo a socievolezza

- Da corpo a gioco a lavoro


PAGINE

4

PESO

105.63 KB

PUBBLICATO

5 mesi fa


DETTAGLI
Corso di laurea: Corso di laurea in psicologia e processi sociali
SSD:
A.A.: 2018-2019

I contenuti di questa pagina costituiscono rielaborazioni personali del Publisher AliceDP97 di informazioni apprese con la frequenza delle lezioni di Psicologia dinamica e studio autonomo di eventuali libri di riferimento in preparazione dell'esame finale o della tesi. Non devono intendersi come materiale ufficiale dell'università La Sapienza - Uniroma1 o del prof Gazzillo Francesco.

Acquista con carta o conto PayPal

Scarica il file tutte le volte che vuoi

Paga con un conto PayPal per usufruire della garanzia Soddisfatto o rimborsato

Recensioni
Ti è piaciuto questo appunto? Valutalo!

Altri appunti di Psicologia dinamica

Riassunto esame Psicologia Dinamica, prof. Gazzillo, libro consigliato "Psicologia dinamica: Modelli teorici a confronto", De Coro, Ortu
Appunto
Riassunto esame Psicologia Dinamica, prof. Gazzillo, libro consigliato "Freud: la costruzione di un sapere", Gazzillo, Ortu
Appunto
Riassunto esame Psicologia Dinamica, prof. Gazzillo, libro consigliato "Una base sicura", John Bowlby
Appunto
Control Mastery Theory (CMT)
Appunto