Test ingresso 2018: accesso programmato, come iscriversi su Universitaly

come scegliere la lista delle preferenze per le sedi universitarie

Le indicazioni per iscriversi ai test d'ingresso 2018 per le facoltà ad accesso programmato: dal 2 al 24 luglio aperte le iscrizioni per le facoltà di Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Veterinaria e Architettura. Questi concorsi si svolgono mediante graduatoria unica nazionale: il test d'ingresso viene svolto in una città ma, in potenza, vuol dire che potrete concorrere per tutti i posti disponibili in Italia. Ma è proprio in sede di iscrizione che si prendono delle decisioni che saranno in seguito molto importanti, prima fra tutte segnalare le preferenze delle sedi universitarie. La domanda che quindi gli studenti si pongono più di frequentemente è quali preferenze mettere e come ordinarle, e per questo occorre sfatare qualche mito. Vediamo quindi come iscriversi ai test d'ingresso 2018 e quali sono i prossimi appuntamenti da segnare sul calendario.

Date test ingresso 2018 da ricordare

Oltre la scadenza del 24 luglio, ultimo giorno per potersi iscrivere ai test d'ingresso, sono altre le date da ricordare. Eccole elencate di seguito:

27 luglio 2018 - ultimo giorno per il pagamento del contributo per la partecipazione al test d'ingresso
3 agosto 2018 - le università pubblicano l'elenco degli studenti che hanno completato la procedura d'iscrizione e possono sostenere i test ingresso 2018
18 settembre 2018 - Vengono pubblicati i risultati del test ingresso Medicina 2018
19 settembre 2018 - Vengono pubblicati i risultati del test Veterinaria 2018
20 settembre 2018 - Vengono pubblicati i risultati del test Architettura 2018
28 settembre 2018 - sul sito Universitaly i candidati possono prendere visione del loro test ingresso 2018, del loro punteggio e dei loro dati anagrafici.

2 ottobre 2018 - viene pubblicata la graduatoria nazionale test ingresso 2018

Iscrizione test ingresso 2018: una preferenza o tutte?

Per prima cosa va detto che il Decreto sui Test di Ingresso 2018 dice chiaramente che "Il candidato è in ogni caso obbligato a sostenere il test nella sede indicata come prima scelta". Questa è la prima regola: svolgerete il test d'ingresso nella vostra sede universitaria preferita. Ma in sede di iscrizione ai test d'ammissione 2018 dovrete fare una lista delle sedi che scegliereste in alternativa, in ordine di preferenza. Ne potrete indicare una, due o tutte, a vostra discrezione. Ovviamente più preferenze mettete, più possibilità avete di entrare in una delle università indicate, ma questo non vuol dire che la soluzione per "entrare facile" sia indicarle tutte. È molto importante ricordare che per potervi iscrivere ai test d'ingresso 2018 per le facoltà ad accesso programmato, avete tempo dal 2 luglio 2018 alle 15:00 del 24 luglio 2018.

Test ingresso 2018, come iscriversi

Per iscriversi ai test d'ingresso 2018, basta andare sul portale www.universitaly.it e registrarsi seguendo la procedura. Vi verranno chieste le seguenti informazioni esclusivamente per l'attività di selezione e, successivamente, di immatricolazione:

Cognome
Nome
Paese di nascita
Provincia di nascita
Città di nascita
Data di Nascita
Sesso
Cittadinanza
Codice Fiscale

email
Tipo Documento/Numero Documento/Rilasciato da/Valido dal al
Residenza
Paese/Provincia/Località/C.A.P./Indirizzo
Telefono Cellulare


Iscrizione test ingresso 2018: Medicina e chirurgia, Odontoiatria, Architettura e Ingegneria Edile

Terminata la registrazione potete poi procedere a inserire il vostro elenco di preferenze delle sedi, come accennato qualche riga sopra. Ricordate che potete mettere preferenze sia di Medicina che di Odontoiatria, o sia di Architettura che di Scienze dell'architettura o Ingegneria Edile. Il concorso, infatti, è unico. La vostra 1° scelta può essere Medicina - Padova, la 2° Odontoiatria - Verona e così via. Lo stesso discorso vale per gli architetti: la vostra 1° scelta può essere Scienze dell'Architettura - Milano Statale, la vostra 2° scelta Ingegneria Edile - Bari etc. Un gigantesco mito da sfatare è che non esistono dati che dimostrino che ci sono università in cui entrare sia più facile che in altre, per cui è inutile basarsi su questo per la vostra scelta.

Test ingresso 2018, come scegliere la sede

Le vostre prime scelte quando procederete con l'iscrizione online dovrebbero infatti corrispondere a quelle sedi in cui davvero vorreste studiare, e non sulla base della presunta facilità di entrare. Infatti, se parliamo di assegnazioni e del meccanismo di ASSEGNATO e PRENOTATO delle graduatorie nazionali, il Decreto ribadisce chiaramente che se risultate assegnati a una delle preferenze che avete inserito, o vi immatricolate o siete fuori. Questo significa che, se avete inserito ad esempio l'Università di Cagliari come seconda preferenza soltanto per "entrare facile", e doveste risultare assegnati in questo ateneo, la scelta da compiere è: o mi immatricolo, mi trasferisco a Cagliari e studio lì, o esco dalla graduatoria nazionale, quindi per quest'anno farò qualcos'altro.

Iscrizione test ingresso 2018: difficile cambiare sede

In molti pensano che, immatricolandosi in una università in cui non si vuole studiare, sia poi facile chiedere il trasferimento in un'altra città. Invece, non lo è per niente: le richieste di trasferimento vengono accettate solo in casi di necessità familiari o problemi evidenti di salute, casi rarissimi in cui di certo non rientra chi ha pensato di aggirare l'ostacolo.

Iscrizione test ingresso 2018, ultime raccomandazioni

Insomma, quando vi iscrivete ai test d'ingresso 2018, è bene indicare il numero e l'ordine delle preferenze che rispecchia veramente le vostre intenzioni. Stiamo parlando di almeno 3 anni (se non 6, come nel caso di Medicina) della vostra vita: scegliete seriamente dove passarli. Insomma, ragionate e scegliete con maturità.
Skuola | TV
Il tradimento? Ecco come scoprirlo!

Assieme ai nostri psicosessuologi cercheremo di esplorare questo fenomeno così complesso e capire cosa spinge alcune persona a tradire. Non perdere la puntata!

14 novembre 2018 ore 16:30

Segui la diretta