Risultati test Medicina 2019: punteggi per ogni ateneo

Carla Ardizzone
Di Carla Ardizzone
risultati test medicina 2019

Nuova passaggio cruciale per chi ha svolto i test d'ingresso a Medicina per l'anno accademico 2019/2020. Oggi 17 settembre sono state pubblicate le graduatorie anonime, molti ragazzi potranno iniziare a farsi un'idea sul proprio destino. Dal 27 settembre tutti i candidati potranno visionare il loro test, il punteggio e la propria scheda anagrafica. L' 1 ottobre però, uscirà la graduatoria nazionale del test di Medicina 2019: per consultarla, basterà accedere all'area riservata sul sito Universitaly. Ma il percorso he porta verso l'immatricolazione non è ancora finito. Ecco, dunque, quelle che c'è da sapere sui risultati, i punteggi, le graduatorie e gli scorrimenti.

Accedi alla tua area riservata su Universitaly per scoprire i risultati


Pubblicazione risultati test medicina 2019

Come fa sapere il Miur, candidati effettivi del test di medicina 2019 (quelli che hanno effettivamente svolto il tets) sono stati 60.776, un numero decisamente inferiore alle 68.694 domande pervenute a luglio: quasi 8mila in meno.
Più chance quindi per chi è risultato idoneo al test. Coloro che hanno totalizzato i 20 punti minimi necessari per concorrere alla graduatoria nazionale e alla distribuzione dei posti disponibili, sono quest’anno 42.745, il 70,33% del totale.
Il punteggio medio nazionale registrato tra gli idonei è di 35,23. Il punteggio medio più alto a livello di ateneo è di 39,12 a Pavia. La percentuale di idonei più alta è stata registrata a Udine (83,5%). Il punteggio più alto è stato conseguito presso l’Università Statale di Milano (82,4).
I primi 100 classificati sono concentrati in 22 atenei. Quelli con il maggior numero di candidati tra i primi 100 sono Milano-Bicocca (14), Bologna (14), Catania (10), Padova (10), Pavia (8).

Punteggi e risultati test medicina 2019

I risultati del test medicina, come stabilito dal Miur, sono stati pubblicati il 17 settembre sempre sul sito Universitaly.it. Mentre il 27 settembre saranno resi noti i questionari svolti da ogni candidato.
Come accennato, i risultati del test di medicina pubblicati dal Miur il 17 settembre non sono nominativi e non corrispondono alla graduatoria nazionale, che stabilisce invece chi è assegnato o prenotato alle sedi universitarie.
Il primo ottobre viene invece pubblicata la graduatoria nazionale del test di medicina 2019, mentre il 9 ottobre ci sarà il primo scorrimento di graduatoria.

Risultati test medicina 2019

I primi risultati test medicina 2019, il 17 settembre, vengono pubblicati divisi per ateneo, e non ordinati per punteggio. Nel documento, ogni punteggio è assegnato al corrispondente codice di identificazione (codice etichetta) che ogni candidato ha ricevuto al momento di svolgere il test. E' necessario quindi avere il codice per riconoscere il proprio punteggio. Altrimenti, se lo avete perso o dimenticato, dovrete aspettare il 27 settembre per conoscere i risultati nominativi.
Come accennato, in questo modo ci si può fare un'idea del posizionamento, ma per sapere se si sarà effettivamente assegnati o prenotati alla sede scelta bisogna consultare la graduatoria unica nazionale sulla propria area riservata su Universitaly.

Risultati test medicina 2019: punteggio minimo e idonei

Quanti punti servono per entrare in graduatoria nazionale? Se il punteggio raggiunto dovesse essere inferiore a 20, purtroppo si dovrà rinunciare a sperare, almeno per quest'anno. E' fissato proprio a 20 punti, infatti, il limite minimo per risultare idonei e poter accedere alla graduatoria.

Graduatoria nazionale Medicina 2019

Dopo la pubblicazione dei punteggi anonimi e dei risultati nominativi del test di medicina 2019, la data da cerchiare in rosso sul calendario è quella dell' 1 ottobre, data della pubblicazione della prima graduatoria di Medicina. La graduatoria del test di medicina 2019 è unica e nazionale, gestita direttamente dal Miur. In questo modo, ad essere premiati sono gli studenti che hanno ottenuto i punteggi più alti, indipendentemente dalla città in cui hanno svolto i quiz. L'assegnazione dei posti avviene tuttavia in base alle preferenze segnalate al momento dell’iscrizione al test.

Test Medicina 2019: assegnato o prenotato

Ogni candidato infatti ha dovuto indicare, al momento dell'iscrizione, le liste delle sedi universitarie per le quali intendeva concorrere, in ordine di preferenza. L'ateneo segnalato come prima scelta è la sede dove bisognava svolgere il test. Una volta sostenuta la prova di ammissione, come anticipato, ogni studente doveva aver ottenuto un minimo di 20 punti per risultare idoneo ed entrare in graduatoria. Chi, dopo l'uscita delle graduatorie ufficiale, risulterà 'assegnato', significa che è riuscito ad ottenere un posto nella sede preferita e ha 4 giorni per immatricolarsi; chi risulta 'prenotato', è stato ammesso in un'altro ateneo da lui segnalato e può immatricolarsi, o aspettare che nei successivi scorrimenti si liberi un posto nella sede preferita confermando l'interesse di rimanere in graduatoria.

Punteggi test ingresso Medicina

Il massimo punteggio possibile al test di medicina 2019 è di 90 punti, il minimo per entrare in graduatoria è di 20 punti. Per ogni risposta corretta, vengono assegnati 1,5 punti, per ogni risposta sbagliata vengono tolti 0,4 punti e non viene assegnato nessun punto in caso di risposta lasciata in bianco. In caso di parità di punteggio tra due o più candidati, si attribuisce diversa priorità alle materie del test. Ad essere diversa è la priorità con cui le singole materie vengono considerate, non il punteggio. L’ordine di importanza decrescente delle materie è: ragionamento logico, cultura generale, biologia, chimica, matematica e fisica.

Scorrimenti Medicina 2019

Il primo scorrimento della graduatoria è previsto per il 9 ottobre 2019. Il secondo, per il martedì successivo e così via. Gli scorrimenti di graduatoria sono estremamente importanti ed è essenziale seguire tutti gli aggiornamenti. Ma cosa vuol dire "scorrimento"? In poche parole, si forma una nuova graduatoria in base a chi ha rinunciato ad immatricolarsi, non ha confermato l'interesse ad iscriversi entro i termini stabiliti (e ha quindi perso il posto in graduatoria), e chi invece si è effettivamente immatricolato. In questo modo, si rimescolano le carte per chi era in attesa di entrare in posto utile o di accedere ad una sede migliore.
Potrebbe Interessarti
×
Skuola | TV
Buone vacanze ragazzi!

La Skuola Tv torna a ottobre. Buone vacanze a tutti gli studenti!

1 ottobre 2019 ore 16:00

Segui la diretta