Graduatoria medicina 2019: primo scorrimento dal 9 ottobre

Marcello G.
Di Marcello G.
primo scorrimento medicina

Neanche il tempo di digerire la delusione che già inizia una nuova battaglia a colpi di punteggio. Per gli studenti che hanno sostenuto i test ingresso 2019 per il corso di laurea di Medicina e Chirurgia o Odontoiatria, ma che per il momento non ce l’hanno fatta a ottenere il posto che speravano dopo il test di medicina, le possibilità di iscriversi in una delle facoltà non sono certo finite. All’orizzonte c’è più di un’opportunità. Sono gli scorrimenti di graduatoria del test.

Guarda anche:

Scorrimenti graduatoria medicina 2019, come funziona

Dopo che il Miur ha pubblicato la graduatoria, a partire dal primo scorrimento del 9 ottobre si aprono nuove chance ogni settimana. Un processo che, probabilmente, durerà mesi. Finché il ministero dell’Istruzione non avrà assegnato tutti i posti e chiuderà l’elenco della graduatoria test medicina 2019 . Bisogna partire con una distinzione fondamentale: quella tra studenti ‘prenotati’ e ‘in attesa’.

Primo scorrimento test medicina 2019: prenotati e in attesa

I primi, in realtà, dopo la graduatoria del 1 ottobre un posto nella facoltà di medicina ce l’avrebbero già; solo che non è nella sede indicata come prima scelta – e in cui hanno svolto i quiz – al momento dell’iscrizione ai test ma in una di quelle alternativa. I ‘prenotati’, però, possono scegliere di rinunciare alla prima assegnazione e partecipare agli scorrimenti, sperando si liberi qualche posto nell’ateneo preferito. Gli studenti ‘in attesa’, invece, per ora non sono riusciti ad avere il punteggio minimo entrare e devono affidarsi completamente all’esito degli scorrimenti; quasi sicuro che, loro, dovranno accontentarsi di sedi secondarie.

Scorrimento medicina 2019, cosa sapere

Il primo scorrimento, come detto, avviene quasi subito: il 9 ottobre. In quel caso a essere ridistribuite saranno le caselle lasciate vuote da quei candidati ‘assegnati’ nella graduatoria del 1 ottobre – quelli che hanno passato i test e hanno trovato posto nella prima sede indicata – ma che non hanno formalizzato l’immatricolazione entro i 4 giorni lavorativi previsti (ed è perciò stato escluso definitivamente dalla graduatoria).

Per partecipare a questa ‘lotteria’, però, i candidati che risultano ‘prenotato’ o ‘in attesa’ dovranno confermare l’interesse all’immatricolazione. Per farlo gli basterà entrare nella loro area riservata del sito Universitaly e completare la procedura entro 5 giorni lavorativi (partendo sempre dal 1 ottobre), pena l’esclusione.

Interesse all’immatricolazione e scorrimento graduatoria

Un’operazione che, ad ogni scorrimento, andrà ripetuta con le stesse tempistiche e modalità. Il Miur, infatti, man mano che le aspiranti matricole riempiono i posti vacanti avvierà nuovi scorrimenti per piazzare gli studenti in attesa, nelle sedi con meno iscritti.

Ciò avviene con cadenza settimanale. Ogni volta che verranno pubblicati gli esiti di uno scorrimento, i ragazzi che non ce l’hanno fatta ma che vogliono continuare a provarci, dovranno nuovamente confermare l’interesse all’immatricolazione, sempre entro 5 giorni lavorativi, sempre sul sito Universitaly. Così fino alla chiusura della graduatoria.
Potrebbe Interessarti
×
Skuola | TV
Non perdere la prossima puntata!

Curioso di conoscere il prossimo ospite? Ti diamo un indizio, ha a che fare con un certo Osho...

14 ottobre 2019 ore 17:45

Segui la diretta