Mille volti della maschera, tesina

Tesina di terza media sul tema della maschera, elemento inscindibile dall'esperienza umana e l’uomo da sempre è un collezionista di maschere, un attore intento a recitare una parte della propria vita.

Allegati
Questo appunto contiene 1 file allegato

Questo download è disponibile soltanto per gli utenti registrati.
Dimensione: 1483 kB, scaricato 0 volte

E io lo dico a Skuola.net

I mille “volti” della maschera


Indice
Introduzione………………………………………………………..…….……5
I. LETTERATURA ITALIANA
I.1. La “maschera sociale” nella poetica di Pirandello: “Uno, nessuno
Centomila” e “La Patente”… ……………………………………… .…7
II. STORIA
II. 1 Il doppio “volto” della politica Giolittiana…………………..…......9
III. STORIA DELL’ ARTE
III. 1 James Ensor: un simbolista del grottesco…………………….…12
III. 1.1 L’Espressionismo……………………………………….….……....12
III. 1.2 “L’entrata di Cristo a Bruxelles”: la denuncia contro un popolo di
“maschere” ……………………………………………………….….13
IV. LINGUA SPAGNOLA
IV. 1 La comedia barroca de Tirso de Molina: “El burlador de Sevilla y
el Convidado de piedra ”. La màscara como seducciòn………...…15
IV. 1.1 Contexto historico: el Barroco………………………………….……15
IV. 1.2. Tirso de Molina………………………………………………….…16
V. LINGUA INGLESE
V. 1. The Second Romanticism: “Don Juan” by Lord Byron.
The mask as escape from the reality . …………………….….…..18
VI. SCIENZE
VI. 1. L’immagine ingannevole delle stelle…………….………...……..20
VI. 1.1. Il Miraggio e la Fata Morgana: un illusione ottica……………...……..21
VII. SCIENZE MOTORIE
VII. 1. L’inganno nella competizione sportiva: il Doping…………….22
VII. 1.2. Il significato autentico dello sport………………………………….22
VIII. MUSICA
VIII. 1. La maschera protagonista nella Commedia dell’ Arte………24
IX. RELIGIONE
IX. 1. Il concetto spirituale delle maschere africane…….....................28
IX 1.1. Struttura delle maschere…………………………………….……....29
X. GEOGRAFIA
X. 1. Le principali caratteristiche del continente africano……………32
XI. TECNOLOGIA
XI. 1. L’energia idroelettrica…………………………………………....34
XI. 1.1. Come funzionano le centrali idroelettriche………...……………….…35
Conclusioni
Bibliografia

INTRODUZIONE
Nel mio percorso tematico ho scelto di approfondire il tema della maschera poiché penso che sia un elemento inscindibile dall'esperienza umana e l’uomo da sempre è un collezionista di maschere, un attore intento a recitare una parte della propria vita. Già il termine maschera fin dalle sue origini greche aveva il significato di “ maschera dell' attore”, ma deriva anche dal latino personare e cioè “parlare attraverso”. Ho affrontato l’argomento descrivendo le varie sfaccettature delle maschere e i suoi mille volti, dalla maschera sociale alla base della poetica pirandeliana a quella politica di Giovanni Giolitti detto bifronte in quanto durante tutta la sua carriera politica indossava costantemente delle maschere celando quali fossero i suoi veri interessi.
La maschera politica da sempre è una costante adottata dai vari governi che hanno cercato di strumentalizzare le masse per i propri fini politici ed economici soprattutto attraverso la propaganda.
Questo è anche il tema che possiamo riscontrare nel quadro espressionista di James Ensor, l’entrata di Cristo a Bruxelles in cui tutti i personaggi indossano maschere grottesche, privi di una propria individualità.
Sono passata inoltre ad analizzare l’uso della maschera utilizzata come strumento di seduzione e inganno facendo un confronto tra il Don Giovanni di Tirso de Molina, un ateo e arrogante libertino che pratica l’amore libero burlandosi delle donne per puro divertimento, e il Don Giovanni di Byron che invece è un individuo passivo disilluso in una società corrotta nella quale la maschera diventa un mezzo per evadere dalla triste realtà in cui vive.
Ho ripreso il tema dell’inganno sottolineando nel campo astronomico l’immagine ingannevole delle stelle portando come esempio di inganno ottico il fenomeno del miraggio e della fata morgana.
Nel mondo dello sport, invece, un esempio di inganno è rappresentato dall’uso di doping da parte degli sportivi che indossano la maschera dell‘ uomo di ferro pur di primeggiare sugli altri.
Nell’ ambito del teatro mi sono soffermata sulla Commedia dell’Arte che ha dato origine alle maschere che ancora oggi animano il Carnevale italiano, dall’uso per amplificare la voce all’idea dell’attore che indossando la maschera diventava il personaggio stesso che rappresentava.
Un concetto simile si può riscontrare all’interno della cultura africana dove la maschera era ritenuta un oggetto sacro utilizzato per mettersi in contatto con l’aldilà e ogni uomo indossando una maschera perdeva la sua identità per assumere quella dello spirito rappresentato.
Pertanto ho analizzato i caratteri principali del Continente Africano il quale dispone di una vasta gamma di minerali preziosi e strategici, diverse risorse energetiche esauribili ma anche rinnovabili in cui la più grande fonte di energia è rappresentato dall’ energia idroelettrica.

Registrati via email