Colori della vita, tesina

Tesina per l'esame di terza media con collegamenti alle varie materie scolastiche sulla tematica dei colori.

Allegati
Questo appunto contiene 1 file allegato

Questo download è disponibile soltanto per gli utenti registrati.
Dimensione: 2600 kB, scaricato 20 volte

E io lo dico a Skuola.net

I colori della vita:
Introduzione

Ho scelto come titolo I Colori Della Vita, perché voglio rappresentare le sfumature della vita di alcuni personaggi della storia, della letterature, della musica, dell’arte, del mondo e della terra…
L’ America Settentrionale

L’America Settentrionale si estende dal Mar Glaciale Artico a Nord, al Golfo del Messico a Sud, a Est e a Ovest è bagnata rispettivamente dall’Oceano Atlantico e dall’Oceano Pacifico, il suo territorio può essere diviso in tre zone con caratteristiche fisiche diverse:
A occidente una zona montuosa con catene e altopiani piuttosto elevati
A oriente una catena di dimensioni più modeste
In mezzo un amplissimo bassopiano, nella cui parte meridionale scorre il Mississippi.
Questo fiume imponente forma con i suoi affluenti, uno dei maggiori bacini ideografici del mondo.
l’America settentrionale è interamente occupata da due soli stati: il Canada, e gli Stati Uniti


L’imponente sistema montuoso è formato da: Montagne Rocciose, i Monti dell’ Alaska, la Catena Costiera, la Catena delle Cascate, la Sierra Nevada.
Tra le Montagne Rocciose e le catene costiere si estendono altopiani di discreta ampiezza, che si presentano estremamente aridi e talvolta sono occupati da deserti veri e propri come (il Gran Deserto Sabbioso), e da profonde depressioni (come la Valle della Morte), e da laghi senza emissario (come il Gran Lago Salato, il più grande degli U.S.A occidentali).
Nella regione a sud si estendono le cosiddette Pianure Centrali.
Nella regione orientale, a ridosso della costa Atlantica, si innalzano gli Appalachi, monti di altitudine modesta in quanto di antiche origini e dunque lungamente erosi dagli agenti esogeni.

Lungo il Mar Glaciale Artico, le coste si presentano molto articolate per il susseguirsi di penisole e insenature, come l’ampia Baia di Hudson.
Le coste orientali si susseguono golfi, penisole e isole.
Le coste occidentali, bagnate dall’Oceano Pacifico, si presentano frastagliate a nord e più uniformi a sud, dove l’unica insenatura è creata dalla lunga penisola di California.

I fiumi principali sono: Missipi, Rio Grande, Columbia, Colorado e Yukon

I grandi laghi sono cinque: Superiore, Michigan, Huron, Eire, Ontario

In America Settentrionale tutta la fascia più a nord ha un clima artico ed è occupata totalmente dalla tundra. Il clima freddo, favorevole allo sviluppo di immense foreste di conifere interessa l’ampia regione canadese fino al confine con gli USA. La regione statunitense è invece caratterizzata prevalentemente da climi temperati.
Ad influenzare il clima dell’America settentrionale è anche la particolare morfologia del territorio.


The Life of Martin Luther King
Martin Luter King was born in Atlanta, Georgia, in 1929.
He was the son of a baptist pastor.
After studying theology at Boston University, in 1955 Martin Luther King was the first black pastor in Montgomery, Alabama, in the South of the United States.
In the Southern states racial discrimination against black people was very common.
They were not allowed the enter many restaurant, hotels, schools, libraries and parks. There were separate seats, for whites and blacks on buses and trains.
Martin Luther King was one of the leaders of a campaign to stop the discrimination .
Martin believed in non violence.
On 28th August 1963 200.000 people, black and white, marched to Washington. Martin Luther King spoke to them. He was a superb orator: “ I have a dream that my four little children will on day live in a nation where they will not be judged by the color of their skin”.
The protest was a success. Life was still difficult for black people but racial discrimination was now illegal.
In 1964 Martin Luther King received the Nobel Peace Prize for Peace
On the 4th April 1968 Martin Luther King was assassinated on the balcony of a hotel in Memphis, Tennessee.Il Biennio Rosso e la nascita del partito comunista in Italia

La piccola borghesia italiana si appassionava alla propaganda nazionalista sulla “vittoria mutilata”, i lavoratori non erano più disposti a tollerare la fame e la disoccupazione del dopoguerra: la ventata rivoluzionaria che soffiava dalla Russia sovietica li incoraggiava ad agire. I loro sindacati, Confederazione Generale Italiana del Lavoro (CGIL), socialista, e la Confederazione Italiana dei Lavoratori (CIL), cattolica in totale organizzavano ben 3milioni di operai e contadini. Furono proprio i contadini, tra il 1919 e il 1920, a dare il via al “Biennio Rosso” in Italia. Nel nord , dove era diffusa l’agricoltura capitalistica prevalsero gli scioperi dei braccianti per il rinnovo dei contratti; nel mezzogiorno, dove dominava il latifondo, i contadini poveri occuparono le terre incolte dei latifondisti. Tuttavia, la mancanza di una direzione politica e le violente reazioni dei proprietari portarono il Movimento ad esaurirsi nell’autunno del 1920.
Intanto uno scontro di classe ancora più duro stava opponendo gli operai agli industriali che nel marzo del 1920 si erano riuniti nella Confederazione Generale dell’industria. A uno sciopero alla Fiat a Torino contro il carovita, che si era esteso ad altri impianti, il padronato reagì con la serrata delle fabbriche. In risposta, dal 30 agosto 1920 500000 lavoratori dell’intero “triangolo industriale” ( Milano - Genova - Torino) penetrarono negli stabilimenti chiusi dai padroni iniziando l’occupazione delle fabbriche e tentandone l’autogestione.
Giolitti preferì lasciare che l’agitazione si spegnesse da sola,senza spargimenti di sangue. Egli sapeva che gli operai non sarebbero riusciti a far funzionare a lungo gli stabilimenti senza i tecnici e senza i soldi delle banche. Del resto gli stessi dirigenti socialisti erano divisi sull’opportunità di scatenare una rivoluzione.
Così prima della fine di settembre gli operai, affamati e delusi abbandonarono le fabbriche accontentandosi di un aumento dei salari. Il fallimento dell’occupazione delle fabbriche aprì una grave crisi nel movimento operaio.
Nel gennaio del 1921, al termine del Congresso di Livorno del partito socialista, Antonio Gramsci e Palmiro Togliatti, e altri dirigenti dell’ala rivoluzionaria ruppero con i riformisti di Filippo Turati e fondarono il Partito Comunista Italiano.


Le mouvement impressioniste
L’impressionisme nait dans la première moitié du XIX(eme) siècle en réaction contre les principaux courants en vogue, romanticisme, classicisme, realisme, academisme.
Les peintres impressionnistes, aux personnalités très différentes, n’ont jamais constitue une école; leur principal trait d’ union a été le rejet de la peinture “officielle” et la recherche d’une nouvelle manière de représenter le réel.
Voici quelques-uns des aspects les plus caractéristiques de leur art.

Le premier noyau du groupe se forme à Paris entre 1859 et 1862, quand Claude Monet, Camille Pissarro, Paul Cézanne, Pierre Auguste Renoir, Alfred Sisley et d’autres se rencontrent et commencent à élaborer leurs idées nouvelles.
En 1863, Cèzanne et Pissarro reussissent à exposer leurs toiles au “Salon des refusés, où est également present Manet, avec son oeuvre Le Déjeuner sur l’herbe, qui provoque un véritable scandale. Les jeunes peintres sont enthousiastes du style innovatif de Manet, qui deviendra bientôt leur maitre et inspirateur.
C’est à cette époque qu’ Edgar Degas se joint au groupe.
Après la guerre de 1870, le style des impressionnistes s’affirme et un nouveau personnage importante entre en scène : le marchand de tableaux Durand - Ruel.
Il lance l’idée de créer une exposition indépendante.
C’est à l’occasion de la première exposition de 1874 que le célèbre tableau impression soleil levant de Monet donnera son nom au mouvement.


Il pessimismo leopardiano
Giacomo Leopardi nasce a Recanati nel 1798. L’ingegno precocissimo del giovane Leopardi e la sua estrema sensibilità lo inducono ben presto a riversare tutta la sua passione sui libri della biblioteca paterna. Così tra 1909- 1916, si svolgono quei sette anni di studio matto e disperatissimo che gli conferiscono una vasta cultura, ma che minano la sua salute fisica. Dedicandosi giorno e notte allo studio e alla scrittura, impara il latino, il greco l’ebraico, l’inglese e lo spagnolo e compone numerose opere di erudizione che testimoniano la vastità delle sue conoscenze. nel 1833 si trasferisce a Napoli nella speranza che il clima più mite possa giovare al suo precario stato di salute. Qui muore a 39 anni nel 1837.

Le sue opere principali furono:
Lo Zibaldone : una raccolta di pensieri sulla vita;
Operette Morali: sono 24 prose per lo più scritte sottoforma di dialoghi tra personaggi reali o immaginari;
I Canti : le composizioni principali di Leopardi sono raccolte nel libro dei Canti un volume di poesie pubblicato nel 1831 a Firenze. Il testo comprende due importanti gruppi di liriche: i Piccoli Idilli e i Grandi Idilli;

Tutta l’opera leopardiana è pervasa da una concezione pessimistica della vita. L’uomo infatti vive in una condizione continua di infelicità e dolore che gli procura inquietudine e angoscia. Interrogandosi sull’origine dell’ infelicità umana e approfondendo la sua meditazione sul problema del dolore il poeta individua la causa di tutto ciò nella natura matrigna, che ha creato l’uomo con un profondo desiderio di felicità, pur sapendo che non l’avrebbe mai raggiunta.
Così di fronte alla Natura, Leopardi assume un duplice atteggiamento: di fascino e di repulsione.
Le poesie di Leopardi hanno un’intensa e suggestiva musicalità, che nasce sia dalla collocazione delle parole sia dalla distribuzione degli accenti, della stessa punteggiatura sia dell’utilizza della strofa libera.
Kandinskij
Il pittore di origine russa Kandinskij (1866- 1944) fu uno dei fondatori del gruppo Der Blaue Reiter, egli si dedicò allo studio del rapporto tra musica e pittura.
Nella sua indagine sugli strumenti espressivi specifici della pittura, Kandinskij approfondisce particolarmente la ricerca sul colore.
Secondo l’artista, tra i colori e i suoni esistono segrete corrispondenze che sono il segno dello stretto legame tra musica e pittura.
GIALLO = il colore della forza ed irrequietezza e se dovesse essere espresso in musica sarebbe rappresentato da una tromba acuta che squilli sempre più forte o come una fanfara in crescendo;
AZZURRO = il colore celestiale se chiaro assomiglia ad un flauto se più profondo assomiglia ad un violoncello;
VERDE = il colore della tranquillità e in musica è rappresentato da suoni calmi, lunghi e semi-bassi del violino;
BIANCO = il colore della pace rappresenta un grande silenzio simile a certe pause in musica che interrompono momentaneamente il suono;
NERO = il colore del silenzio eterno rappresenta una pausa che chiude definitivamente;
GRIGIO = il colore che si unisce ottenendo il BIANCO e il NERO , rappresenta l’immobilità;
ROSSO = colore caldo, vivace e irrequieto in campo musicale rappresenta il suono della tuba e della fanfara;
ARANCIONE = il colore si ottiene dall’unione di GIALLO e ROSSO, rappresenta il suono della campana mediana;
VIOLA = il colore nasce dal ROSSO che si accosta all’uomo e allontanandosi per opera dell’AZZURRO lo forma, in musica rappresenta il corno inglese e somiglia ai suoni profondi degli strumenti di legno.Arnold Schonberg
Arnold Schonberg, caro amico di Kandinskij si dedicò alla sperimentazione e alla ricerca di nuove teorie musicali. Nel 1903 egli fonda una scuola musicale a Vienna, che avrà grande importanza per l’affermazione delle sue teorie. Negli anni che seguono la Prima Guerra Mondiale fissa le regole del suo nuovo modo di comporre: il sistema dodecafonico. Con l’avvento, del Nazismo si trasferisce negli Stati Uniti dove rimane fino alla morte. Nella musica di Schonberg la melodia diventa imprevedibile e frammentaria, la pulsazione ritmica tende a scomparire e il canto si trasforma in una specie di parlato.
Tra le sue opere più note si ricordano:
Pierrot Lunaire
Un Sopravvissuto di Varsavia
La Suite op.25
Le Variazioni per orchestra op.31
Il concerto per pianoforte op.42
Mosè e Aronne ( il melodramma)

VARIAZIONI PER ORCHESTRA OP.31
Le variazioni op. 31 sono la prima composizione di grandi dimensioni scritta con il sistema dodecafonico. La prima esecuzione avviene nel 1928 a Berlino. Il pubblico non gradisce l’opera, che gode però di grande considerazione fra i musicisti più aperti alla sperimentazione. L’orchestra, molto ricca, comprende anche strumenti insoliti come la celesta e il mandolino. Il brano è caratterizzato dal suono di arpe seguite da bassi, clarinetto e fagotti che suonano un motivo breve e continuamente ripetuto. La sonorità aumenta progressivamente, per dare vita a una complessa polifonia. Verso la fine del brano rende omaggio a Bach, il maestro della tecnica polifonica.

La Bomba Atomica
Il 6 Agosto 1945 il bombardiere americano Enola Gay sganciò su Hiroshima la prima bomba atomica della storia.
La bomba aveva una potenza terrificante.
Quando la bomba cadde su Hiroshima, 30.000 persone che si trovavano nel raggio di 1 km dall’esplosione furono completamente incenerite.
Dalla terra si alzò un’immensa colonna di fumo e polvere che in 3 minuti raggiunse un’altezza di 9.000 metri e poi di 17.000 metri assumendo la caratteristica forma del fungo atomico.
Più tardi iniziò una strana pioggia fangosa: erano le scorie radioattive che ricadevano sulla terra, anche le generazioni successive subirono le conseguenze delle radiazioni, nacquero infatti molti bambini deformi.
Quando il pilota conobbe gli effetti della bomba impazzi per il rimorso, e molti scienziati iniziarono ad interrogarsi angosciosamente sulla legittimità dell’uso distruttivo delle loro scoperte.
L’esplosivo Nucleare utilizzato nelle bombe a fissione era costituito da Uranio e Plutonio, due materiali fissili ogni qual volta un nucleo si divide per l’urto con un neutrone, produce almeno due nuovi neutroni se si accumula una quantità di Uranio e Plutonio arricchito si innesca un processo a catena incollata, in cui le fissioni di nuovi nuclei si susseguono. La liberazione di energia che ne deriva ha carattere esplosivo.
La bomba di Hiroshima era costituita da due masse di Uranio. In essa era usata una carica esplosiva convenzionale per spingere una metà della massa di Uranio contro l’altra metà lungo un tubo, la massa esplose con la potenza equivalente a 12/13.000mila tonnellate di tritolo.
Le Galassie e le Stelle
Le galassie sono i giganteschi agglomerati di stelle osservabili nello spazio; ogni galassia costituisce un sistema a sé stante ed è per questo motivo che vengono anche dette universi isole.

Le galassie si suddividono in:
GALASSIA ELLITTICA


GALASSIA SPIRALE


GALASSIA SPIRALE SBARRATA

- GALASSIA DI FORMA IRREGOLARE

Le stelle sono definite un corpo celeste che brilla di luce propria, una stella è un agglomerato di materia allo stato gassoso (75% di Idrogeno e 20% di Elio e tracce di altri elementi come Carbonio e Ossigeno) in grado di produrre una grandissima quantità di energia.
Questa energia è dovuta alle reazioni di fusione nucleare che avvengono all’interno della stella, dove la temperatura è elevatissima ( miliardi di gradi). La luce che noi vediamo è solo una piccolissima parte di tutta l’energia che ogni stella irradia costantemente.
In base alla loro temperatura superficiale, alle dimensioni e alla distanza che le separa dalla Terra le stelle ci appaiono di colore e luminosità diversa.

Come nasce una stella?
Nello spazio cosmico sono presenti vaste zone dove si ha una concentrazione elevata di polvere e atomi di gas ( prevalentemente idrogeno).
In tali zone, dette nubi interstellari o nebulose, a un certo punto le varie particelle iniziano a collassare, cioè ad addensarsi sotto l’azione della propria attrazione gravitazionale, concentrandosi verso una zona centrale.
Gli urti e la forza gravitazionale generano calore: è l’energia cinetica che si trasforma in energia termica. so forma così un globo chiamato protostella, in cui si raccoglie quasi tutta la massa della nebulosa; a mano a mano che questa massa si concentra, l’interno della protostella, il nucleo, diventa sempre più caldo.
In un arco di tempo che può essere anche di milioni di anni la temperatura aumenta sempre più, fino a raggiungere i 10milioni di gradi.
A questa temperatura si innesca la fusione nucleare: i nuclei di atomi di idrogeno si fondano fra loro, dando origine ad atomi di elio e ad un enorme quantità di energia.
è nata una stella: le sue dimensioni sono il risultato dell’equilibrio tra la sua tendenza ad espandersi e quella a contrarsi.


Le Olimpiadi

Il simbolo delle Olimpiadi che rappresenta i cinque continenti: Asia, Africa, America, Oceania e Europa.

Le olimpiadi furono istituite alla fine dell’ 800 dal barone Pierre De Coubertin per coinvolgere tutti i popoli in un evento universale con significato Romantico legato all’antichità. Si svolgono ogni quattro anni in un paese sempre diverso. Nel 1896 la prima Olimpiade moderna ad Atene decreta un successo senza precedenti allo sport. Torna a vivere lo spirito degli antichi Greci, si gareggia fra nazione e nazione con spirito prettamente agonistico, senza odi, senza rancori. La frase del barone De Coubertin: " Quello che importa nei Giuochi olimpici non è il vincere ma il partecipare. Nella vita non è essenziale la vittoria, ma il combattere bene” , diviene l'emblema della grande manifestazione.
Dal 1896 le Olimpiadi vengono disputate regolarmente ogni quattro anni con un continuo crescendo d'interesse e di partecipazione. In oltre in cinquanta anni solo tre volte esse non ebbero svolgimento, a causa di avvenimenti bellici, come nel 1916 a causa della prima guerra mondiale. Ritornarono a Parigi nel 1920 dando inizio a un periodo intermedio fino al 1936 a Berlino sotto il regime nazista di Hitler, per poi fermarsi di nuovo a causa della seconda guerra mondiale. In quest’occasione parteciparono anche atleti ebrei. Uno dei protagonisti delle olimpiadi di Berlino fu Jesse Owens, un nero americano che vinse quattro ori nei 100mt, 200mt, la staffetta nei 400mt e stabilì un nuovo record olimpico nel salto in lungo. Hitler si rifiutò di congratularsi con l’atleta, comunque i tedeschi furono primi con 36 medaglie.
Le Olimpiadi del 1964 a Tokio rappresentano un periodo di ripresa per il Giappone, nazione colpita anche dalla bomba atomica. Nel 1968 si svolgono per la prima volta nell’ America Latina, a Città del Messico. Nelle altre olimpiadi vengono battuti i record di Owens, vincono i nero africani. Nel 1992 finisce il periodo politico e inizia quello legato al business, agli atleti professionisti, al doping e agli sponsor. Nel 1992 le olimpiadi si sono svolte a Barcellona, nel 1996 ad Atlanta, nel 2000 a Sidney, nel 2004 ritornano ad Atene, nel 2008 si svolgono a Pechino, per la prima volta in Cina, e le prossime si svolgeranno a Londra. Il numero delle Nazioni e degli atleti iscritti è aumentato notevolmente di Olimpiade in Olimpiade.
Non esiste una regola che stabilisca l'elenco delle gare in programma; però, per consuetudine, si considerano obbligatorie le specialità classiche, cioè le stesse in cui si cimentavano i mitici atleti greci (corse, lanci, salti, lotta, ecc.), mentre per certi sport moderni, come il calcio, la pallacanestro, il tennis, l'hockey su prato eccetera, spetta al Paese ospitante la decisione di ammetterli o no ai Giuochi.
Dal 1924 vengono pure disputate le Olimpiadi invernali; queste gare si svolgono nello stesso anno delle Olimpiadi estive, ma non sempre le ospita la stessa Nazione. Il regolamento delle Olimpiadi vieta che si stabilisca una classifica tra le Nazioni partecipanti; ciò nonostante i tecnici sportivi e i giornali, alla conclusione dei Giochi, ne pubblicano parecchie, basandosi sul numero delle medaglie conquistate nelle diverse specialità (d'oro al primo, d'argento al secondo, di bronzo al terzo) oppure sui primi cinque atleti piazzati, o sui primi dieci, o sui tempi e sulle misure. All'epoca dei giuochi la fiamma di Olimpia viene portata dalle staffette podistiche da Olimpia lungo i vari continenti, fino a giungere alla città in cui i giochi hanno luogo.

Registrati via email
In evidenza