Ominide 925 punti

La rete globale


Uno dei principali mezzi di comunicazione di massa è ormai rappresentato da Internet, una rete ad accesso pubblico e a copertura mondiale. Chiunque disponga di un personal computer, dotato di opportuni software, può infatti collegarsi a un provider (fornitore di servizi Internet), che gli fornisce l'accesso a Internet attraverso una linea di telecomunicazioni dedicata. Formata da centinaia di milioni di computer, la rete di Internet è di dimensioni immense, seconda solo a quella dei normali collegamenti telefonici. L'ambiente in cui opera è noto come Web, abbreviazione dell'espressione World Wide Web («gran- de ragnatela mondiale»), la cui sigla WWW compare negli indirizzi Internet. Le possibilità di utilizzo del Web sono praticamente infinite. Attraverso Internet, per esempio, si possono contatta- re uffici pubblici e banche, consultare archivi e biblioteche, ottenere informazioni di ogni tipo. E poi, fare acquisti a distanza, effettuare pagamenti, scaricare musica e film, "chattare" con un numero illimitato di persone, mandare messaggi di posta elettronica (e-mail) Da qualche tempo, inoltre, mediante Internet si possono fare video-telefonate gratuite un ogni parte del mondo. La rapida crescita del traffico Internet, e l'esigenza di una sempre maggiore velocità di trasmissione dei bit, ha costretto gli operatori delle telecomunicazioni ad adeguare le reti. Le normali linee telefoniche in rame, e le centrali che ne indirizzano le comunicazioni, sono state modificate e aggiornate per permettere di inviare sempre più informazioni nell'unità di tempo: dai pochi kilobit al secondo dei primi anni del secolo si è passati in breve tempo agli attuali 20 Mb/s consentiti dalle linee ADSL, ma velocità ancora superiori si potranno ottenere dalla diffusione su larga scala dei collegamenti a fibre ottiche. Il divario digitale L'accesso alle informazioni di Internet è in gran parte gratuito, ma il suo utilizzo ha comunque un costo, legato al tempo di utilizzo delle linee. Il prezzo dei collegamenti, inizialmente elevato, si è molto ridotto, ma rimane comunque significativo per le popolazioni a basso reddito, come elevato rimane anche il costo dei computer. Per questo motivo sono ovunque comparsi , soprattutto nei paesi in via di sviluppo, gli Internet point, piccoli negozi che danno la possibilità a chiunque di usufruire di Internet, pagando soltanto il tempo del collegamento. Questo strumento ha consentito di ridurre il digital divide, il divario esistente nell'accesso alle nuove tecnologie digitali, che separa i poveri dai ricchi, e in particolar modo gli abitanti dei paesi sviluppati, da quelli in via di sviluppo. La misura di questo divario si ricava da una serie di dati, quali il numero di server impegnati in ciascun paese nello svolgimento di determinate operazioni (smistamento della posta elettronica, esecuzione di transazioni di commercio elettronico ecc.) e soprattutto dal numero di collegamenti Internet. Negli Stati Uniti, per esempio, nel 2007 se ne contavano 720 ogni 1.000 abitanti, in Italia 184 e nel Niger, per limitarsi a un solo esempio, appena 2,8.
Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email