Ominide 621 punti

Tema di Italiano sull’importanza dello studio


Il libro “La passione ribelle” di Paola Mastrocola tratta l’argomento dello studio e la sua importanza anche se l’autrice stessa ammette che, in un certo periodo della sua vita, ha finto di non essere una studiosa per non apparire diversa dagli altri. Inoltre si domanda il motivo della differenza tra uno studioso ed un atleta. Lo sforzo del primo non viene riconosciuto mentre quello del secondo è visibile e viene apprezzato. Io penso che lo studio sia importante, necessario ed indispensabile, poiché senza una formazione scolastica non è possibile nessun tipo di futuro. La mente dei giovani deve essere aperta alle novità e non pensare che lo studio sia fine a sé stesso e che i risultati ottenuti siano per gli insegnanti o per i genitori; ciò che si raggiunge è per se stessi, per il proprio presente e soprattutto per il proprio futuro. Il paragone tra lo sforzo di un atleta con quello di uno studente mi ha stupita. Credo che, come lo sportivo raggiunge ottimi livelli e viene gratificato dagli applausi del pubblico, lo studente che si applica e si concentra dovrebbe avere ottimi risultati apprezzati da tutti e non un distacco con le altre persone. Lo studio, quindi, vale tanto quanto la preparazione sportiva anche se svolto in ambiti diversi. Il banco di scuola è una palestra per la mente e per la cultura cosi come una pista è il luogo di allenamento per l’atleta. Nella mia esperienza personale mi dedico molto allo studio e la più grande soddisfazione è sapere che quello che sto imparando mi sarà utile per il futuro. Non è facile immaginare cosa farò da grande ma, avendo una buona base culturale creata dallo studio, riuscirò ad attuare i miei progetti. Io, quindi, non mi considero “sfortunata” perché studio ma, anzi, penso di essere privilegiata a poter studiare.
Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email