Ominide 17 punti

Tema Sull'Adolescenza


L’adolescenza è un periodo di “passaggio” dall’infanzia all’età adulta durante la quale si possono provare grandi passioni sia per le persone sia per le cose o per le situazioni, ma anche grandi delusioni così come grandi amori.
Gli adolescenti sono impegnati nella costruzione della loro identità personale e questo porta a forme di ribellione nei confronti delle regole e di ogni forma di autorità. Ogni giovane in questa fascia di età riflette seriamente su di sé per comprendere ciò che è e vuole diventare. Tutto questo impegno ha lo scopo di giungere ad avere opinioni proprie, di voler sperimentare, nei pensieri e nei comportamenti, una certa autonomia dai genitori e dagli adulti.
Tuttavia, nell’adolescenza, ci sono anche dei cambiamenti e delle incertezze. Una delle caratteristiche è il bisogno di identificazione che si prova verso il gruppo, il quale costituisce il luogo delle prime affermazioni sociali fuori dalla famiglia. Per i ragazzi che vivono a modo pieno queste esperienze, il gruppo di coetanei rappresenta uno dei momenti più felici e spensierati della vita anche se a volte esclude mostrandosi ostile verso qualcuno. Esso spesso rappresenta un rifugio per i ragazzi che sentono di non avere un posto in famiglia.
Nell’adolescenza esplodono anche i primi amori che per i giovani rappresentano la rivelazione di un mondo sconosciuto. I primi complessi sentimenti d’amoree determinano stati d’animo e sentimenti di grande intensità. Nell’animo degli adolescenti si scatenano vere e proprie tempeste di emozioni.
Il passaggio dall’infanzia all’età adulta attraverso la fase adolescenziale non è facile, è anzi molto complesso. Tanto che molti ragazzi, per emulazione, si fanno persuadere ad assumere droghe. Questo è assolutamente un problema che è necessario prevenire, in quanto una volta entrati è molto difficile uscirne. Secondo me, la giusta prevenzione scaturisce da una corretta conoscenza delle droghe e degli effetti e dei danni provocati dall’assunzione. Molto spesso gli adolescenti sottovalutano il problema e pensano che, una volta sola, tanto per provare non può avere conseguenze gravi. Ma il più delle volte si sbagliano e finiscono per prendere una strada da cui è difficile tornare indietro. Spesso quando ci si trova davanti un tossicodipendente si commette l’errore più grande di pensare che ormai non c’è niente da fare. Invece il primo passo è quello di farlo sentire bene, aiutandolo a ritrovare se stesso, ma soprattutto fargli capire che può curarsi.
In questa fascia di età si può verificare un altro grande problema: l’anoressia. Essa è una malattia psichica che generalmente comincia con una dieta drastica per perdere peso ma dopo si trasforma nell’ossessione del cibo che viene rifiutato. L’anoressia può essere causata da una situazione familiare particolarmente difficile o può sopraggiungere in seguito a una separazione, un abbandono o un lutto. C’è chi non vuole mangiare e chi si abbuffa. In questo caso si parla di bulimia. I bulimici sono quelle persone spinte dal bisogno incontrollabile di assumere enormi quantità di cibo. Anche nella bulimia si rincorre il desiderio di magrezza ideale, infatti, per evitare l’aumento di peso si ricorre l’eliminazione forzata del cibo che si ingerisce.
Da quanto scritto, si deduce che la fase adolescenziale non è facile per nessuno; ognuno la vive alla propria maniera più o meno dolorosa e tormentata. Tuttavia se si vive in un clima familiare sereno, se i genitori sono preparati a guidare i propri figli, a consigliarli e incoraggiarli, essa può essere superata senza eccessivi traumi. Anche praticare uno sport può aiutare a prendere consapevolezza di sé e a sapersi confrontare in modo leale con gli amici.
Leggere libri adatti a quest’età può essere molto utile. Il libro può diventare l’amico che ti consiglia, che ti insegna con le esperienze raccontate e scritte da altri.
Anche scrivere può aiutare a superare eventi dolorosi: scrivere pagine libere (poesie, racconti, pagine di diario, …) dove l’adolescente riversa le proprie amarezze, i successi, le sconfitte, gli amori, …
Dunque i genitori e gli educatori devono sapere indicare agli adolescenti gli strumenti più idonei per crescere e trovare la propria identità.
Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email