Tutor 44996 punti
Le persone deboli

Molti sono i problemi che affliggono la società odierna, uno dei più diffusi è la discriminazione verso i più deboli. Vengono definite cosi le persone diversamente abili, coloro che soffrono di disturbi di personalità oppure chi è psicologicamente più fragile o fisicamente menomato. Si tende a colpire i più indifesi, che sono spesso le vittime di episodi di bullismo che in seguito a ciò si chiudono in se stessi arrivando a tentare il suicidio perché vengono derisi da tutti. Chi compie questi gesti brutali lo fa per sentirsi più grande o perché pensa che questo gesto sia divertente e lo renda popolare. Infatti molti sono i casi dove ragazzi down vengono insultati, picchiati e queste scene vengono filmate e poi pubblicate in rete come “video divertenti”. Questi episodi sono sempre più frequenti e tramite internet sono portati a conoscenza di una platea sempre maggiore. Quest’ultimo, infatti, è uno strumento che in molti casi è utile ma a seconda dell’uso può essere fortemente lesivo per la dignità di molti individui. Trovo condannabile che persone che si trovano in difficoltà, come i down, siano derisi ed insultati e questi gesti che dovrebbero essere puniti sono addirittura divulgabili come fossero motivo di orgoglio. D’altronde mi rendo conto che tale episodi non sono altro che l’esempio di quanto la nostra società sia spesso ostile e poco disponibile verso le persone in difficoltà. Quest’ultime vengono viste come un “peso” in quanto comportano costi notevoli per quanto riguarda la sanità, l’assicurazione, ma soprattutto non portano alcun guadagno per la società in quanto non sono persone di successo come scienziati, politici o ancora peggio VIP come vengono definiti alcuni personaggi che la televisione e altri mass media ci esaltano non per meriti ma per audience. Questo mi fa sicuramente riflettere. Queste persone pur non abili sono elementi sicuramente positivi per la loro sensibilità, bontà e altruismo. Nei giorni d’oggi si può dire che c’è un forte abbassamento del livello della società e non ci sono più quei valori di un tempo. Mentre prima si esaltava l’amore verso il prossimo ora sembra non si pensi minimamente agli altri, ognuno pena a sé, fregandosene di tutto e tutti. Possiamo definirla società “menefreghista” che invece di aiutare chi si trova in difficoltà tende ad aggravare su quest’ultimi.
Hai bisogno di aiuto in Temi di Italiano Svolti?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email