I tatuaggi

A partire da 5300 anni fa con l'uomo delle caverne, passando per i romani e gli egizi, fini ai giorni nostri i tatuaggi sono un elemento presente in ogni luogo e periodo storico.

A seconda della civiltà presa in esame acquisiscono diversi significati, talvolta anche contrastanti: nella civiltà romana i tatuaggi erano segni usati per marchiare gli schiavi e i criminali mentre nello stesso periodo presso i britannici erano segni distintivi d'onore.
In altre culture invece erano usati come segni di appartenenza a una determinata famiglia (funzione dei maori nella Nuova Zelanda precoloniale) o a un determinato clan (usanza dei componenti della yakuza, la mafia giapponese).
Solo nel secolo scorso i tatuaggi sono stati adottati da molti movimenti sociali, come da esempio il punk, come simbolo di ribellione alla società e ai suoi precetti morali.

Al giorno d'oggi il tatuaggio sta progressivamente perdendo questi significati legati alla collettività, in quanto è sempre più frequente che le persone si tatuino per motivi personali o estetici.

Sotto un certo punto di vista questa tendenza è positiva poiché sta liberando quella che può essere a tutti gli effetti considerata una forma d'arte dagli stereotipi e dai pregiudizi a cui era legata per il suo passato (almeno nella maggioranza dei casi).
D'altra parte ciò ha fatto sì che il tatuaggio sia diventato una vera e propria moda fra i giovani (in media uno su quattro ha un tatuaggio) che a cuor leggero si tatuano per dimostrare la loro libertà o trasgressione rispetto ai genitori o alla società (atteggiamento tipico dell'adolescenza) per poi pentirsene qualche anno dopo.
Fortunatamente in questi casi si può ricorrere al laser per rimuovere tatuaggi ma è una pratica costosa e complicata a cui ricorrere solo come ultima spiaggia, da non prendere in considerazione quando si decide se farsi o meno un tatuaggio.

Nonostante questo progressivo mutamento della concezione della società sui tatuaggi, ci sono ancora persone con una visione retrograda che danno vita a stereotipi e chiacchiere infondate a danno delle persone con tatuaggi, ad esempio nel cercare lavoro, che in una società come la nostra aperta al progresso e all'integrazione risultano incoerenti al limite del ridicolo.

Hai bisogno di aiuto in Saggi brevi?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità