Questo appunto contiene un allegato
Sala ricevimenti/ristorante - Relazione scaricato 15 volte

Progetto di un Sala ricevimenti di nuova costruzione

Relazione tecnica illustrativa

Descrizione dell’intervento:
Il progetto prevede la realizzazione di una sala ricevimenti sito nel Comune di Modugno ( BARI) . L’edificio nasce in zona produttiva (zona D) .La zona D comprende aree cui all’art.5 del D.M. 1444/68, su cui è prevista la realizzazione di attrezzature collettive, verde pubblico e parcheggi. Qualsiasi intervento edilizio dovrà avere le seguenti caratteristiche:
Indice di fabbricabilità fondiaria: 1,0 mc/mq;
Rapporto di copertura: 30% ;
Altezza massima 10,00m salvo casi particolari;
Distanze dai confini: H/2 e comunque meno di 5,00m;
Distanze fra i fabbricati: minimo di 10,00m;
Distanza dal ciglio stradale: secondo il DPR 495/92, salvo allineamenti prevalenti o prescritti dal P.R.G.C o dalla strumentazione urbanistica in attuazione delle stesso;
Parcheggi: secondo l’art. 6 del Titolo I con un minimo del 30 % dell’area;

Verde: minimo il 30% dell’area

L’edificio è costituito da una sagoma regolare di circa 24.000,00 m2, disposto con asse principale verso nord-ovest, trasversale alla strada principale di accesso al lotto, e si svilupperà su un unico livello con un’altezza massima di 6,00 m. L’edificio è realizzato con una struttura portante intelaiata realizzata in calcestruzzo armato. La fondazione è di tipo isolata con plinti collegati alle travi, e la copertura piana sarà realizzata con travi in calcestruzzo armato prefabbricato con sovrastanti pannelli in C.A.P. Le murature di tamponamento hanno uno spessore pari a 30cm e sono realizzati con termo laterizi, mentre i tramezzi interni hanno uno spessore pari a 10 cm, 15 cm , 20 cm e saranno realizzate con mattoni forati.


Dati di calcolo
SL = 24000 mq
SC = 3023,20 mq
RC = SL/SC = (24000,00 mq)/(3023,20 mq) = 8% < 30 %
VMAX = SL ∙ Iff = 24000,00 mq ∙ 1,00 mc/mq = 24000,00 mc
V= 3023,20 mq ∙ 6,00 m = 18139,20 mq < V MAX

Descrizione della struttura:


Per tutto il perimetro del lotto si è previsto un parcheggio auto custodito in cui solo i parcheggi situati posteriormente sono riservati ai mezzi per carico e scarico merci oltre che al parcheggio dei dipendenti. L’ingresso per il parcheggio è situato sulla strada statale 96 (SS96). Tutto intorno alla sala c’è un area a verde, con percorsi che collegano le varie parti attrezzate, ovvero i parchetti alberati, le fontane ,un parco giochi per i bambini, una zona relax e i parcheggi.
La sala è situata al centro del lotto ed ha una forma ad L. La forma ad L è stata studiata per realizzare due sale indipendenti lungo le due alee aventi i servizi al centro.

Le due sale hanno una capienza complessiva di 180 posti a sedere suddivise in 100 e 80 posti rispettivamente nella sala 1 e nella sala 2. I posti a sedere sono funzione un indice di affollamento di 0,7 persone/mq. Il progetto può essere diviso in due zone: zona primaria quella che si trova a Nord che è destinata al pubblico e la zona secondaria che si trova a Sud che è riservata al personale e alla preparazione di cibi e bevande. Sul lato Nord dell’edificio è presente la hall per accogliere i clienti e la direzione con l’archivio documenti.
Nelle sale i tavoli sono disposti in maniera tale da consentire al tavolo principale la visione di tutti gli altri tavoli presenti nell’ambiente che, peraltro sono posizionati in modo armonico e atti ad un’agevole fruibilità. In ogni sala è previsto un angolo bar, un palco per i musicisti e uno spazio per ballare. Inoltre, su tutto l’inviluppo delle pareti perimetrali sono disposte ampie finestre e porte finestre (con apertura antipanico) che permettono di accedere al porticato attrezzato con sedute relax. Le aperture sono in asse con il gioco di arcate del porticato. Tale porticato si sviluppa su tutto il perimetro dell’edificio che consente di creare una zona di filtro tra la sala e il giardino, oltre a consentire una riparazione dai raggi solare nel periodo estivo. Alle sale ricevimento si accede direttamente dalla sala hall.
La sala hall quindi è stata localizzata al centro dell’edificio, tra le due sale ricevimento. Al centro della hall è stata inserito il bancone di accettazione per consentire un facile smistamento degli ospiti al loro arrivo. Sempre nella hall, dietro il bancone dell’accettazione, è stato realizzato l’ufficio del proprietario. I servizi igienici per gli ospiti, dotati di areazione forzata, sono anch’essi in zona centrale accessibili da entrambe le sale e nello stesso compartimento ci sono due guardaroba custoditi.
In asse con la hall e i servizi igienici per gli ospiti, vi è la zona cucina. La cucina è ad unico ambiente ma l’attrezzatura è disposta in modo da consentire la ristorazione separata per le due sale. Infatti, al centro abbiamo la zona cottura con 36 fuochi di diverse dimensioni e ai due lati ci sono due grandi piani di lavorazione piatti. Sulle quattro pareti sono stati allocati tutte le altre attrezzature indispensabili per la cucina e quindi anche per il lavaggio delle stoviglie. Sulla parete nord ci sono anche delle finestre e una porta antipanico. Gli accessi alle sale sono localizzate ai due estremi della parete sud, munite di disimpegno antiodore. Infine, sulla parete ovest è stata inserita una porta di servizio che accede ad un’area di pertinenza alla cucina e ai dipendenti. In base alla normativa antincendio vigente in cucina sono previste muri e porte REI 120. Quest’ultima ala dell’edificio è scandita da un lungo corridoio, terminante in una porta di uscita di emergenza, che consente di accedere in altri ambienti ovvero una sala frigorifero, un deposito e carico/scarico merci e infine i servizi igieni per dipendenti, comprensivo di spogliatoio e docce, suddivisi per sesso.
Infine all’angolo nord ovest dell’edificio è stata inserita una scala di servizio, accessibile solo dal lato esterno, di collegamento del terrazzo, non praticabile, ma adibito ad accogliere tutti i motori degli impianti, ed è anche prevista una futura installazione di impianti ad energia rinnovabile come fotovoltaico e solare termico.
Per il requisito dell’accessibilità, visitabilità ed adattabilità sono previste delle rampe di accesso per diversamente abili con una pendenza inferiore all’8%.
L’edificio è realizzato con una struttura portante intelaiata realizzata in calcestruzzo armato prefabbricato con fondazione di tipo continua. Il solaio è adagiato su vespaio. Le murature di tamponamento hanno uno spessore pari a 30cm mentre i tramezzi hanno uno spessore pari a 10 cm, 15 cm , 20 cm a seconda delle diverse funzioni.


Descrizione delle caratteristiche costruttive

Le murature di tompagno saranno in poroton di spessore 30 cm, le tramezzature interne saranno in mattoni forati con spessore 10 cm, 15cm e 20 cm. La chiusura orizzontale di base sarà realizzata con un solaio contro terra areato grazie ad un vespaio realizzato con il sistema solido con elementi in plastica: chiamati “igloo” a secco ed incastrati su piano di appoggio regolare opportunamente predisposto. La copertura piana realizzata con solaio in prefabbricato in cemento armato, sarà impermealizzato con guaina elastomerica bituminosa su massetto in conglomerato cementizio isolante. Il rivestimento dei pavimenti interni sarà in ceramica monocottura unicolore di spessore 2cm. Visto la quantità di vetrate presenti, l’isolamento termico dei serramenti è molto importante. Per quanto riguarda la scelta del sistema trasparente, tenendo presente di aver adottato un telaio a taglio termico e per la presenza del porticato che assume il ruolo da frangisole nel periodo estivo, si è optato per il doppio vetro a singola camera d’aria. Le porte interne saranno in legno tamburate.
L’impianto elettrico sarà posta nel controsoffitto con tubi ad infilaggio e conduttori in rame, munito di linea a messa a terra e quadro generale di comando mentre gli gli impianti idraulici e di riscaldamento saranno a pavimento

Gli intonaci interni saranno tipici di una struttura ricettiva, a tre strati, mentre i rivestimenti esterni saranno realizzati con intonaco plastico bianco o colorato.
Tutta la costruzione sia all’interno sia all’esterno, sarà intonacata con malta di calce e tufina passata al crivello, a più mani delle quali l’ultima tirata perfettamente al liscio.
I pavimenti così come i rivestimenti, saranno realizzati con piastrelle di ceramica lavabili fino ad un’altezza di 2.00 m.
Tutti i bagni delle sale sono forniti di W.C., lavabo. Gli apparecchi igienico sanitari saranno in vetrochina e l’impianto idrico fognante sarà costituiti da tubi in PEAD e da tubi in PVC. Sul piano di cottura delle cucine sono previste un’idonee cappe collegate a canna di esalazione sfociante all’esterno.


Caratteristiche igienico-sanitarie dei locali:
Area di preparazione

• Piani di lavoro e scaffalature lisce, impermeabili e facilmente lavabili e disinfettabili; di colore chiaro, possibilmente in acciaio inox.
• Idoneo contenitore per i rifiuti con coperchio fisso ad apertura tramite pedale e con sacco di raccolta non riciclabile.
Bancone bar
• Idoneo sistema per il lavaggio delle stoviglie;
• Superfici e scomparti idonei al contatto con gli alimenti e di colore chiaro (lavabili e disinfettabili);
Servizi igienici per il personale
Nel caso vi siano più di 10 lavoratori subordinati o ad essi equiparati i servizi igienici dovranno essere suddivisi per sesso.
• Altezza minima mt. 2,40;
• Aerazione naturale (1/8 della superficie del pavimento) o artificiale a mezzo di elettroventola in grado di assicurare almeno 6 ricambi l’ora del totale della cubatura della stanza.
• I servizi non dovranno essere direttamente comunicanti con cucina, dispensa, altre zone di lavorazione o deposito e sala ristorante
• Pareti piastrellate o smaltate fino a mt. 2 da terra.
• Lavello in acciaio inox o ceramica dotato di acqua potabile corrente calda e fredda, erogata mediante rubinetteria a comando non manuale (pedale o fotocellula) con scarico sifonato in fognatura.
Servizi igienici per il pubblico

• Eventuale predisposizione di un servizio igienico opportunamente dimensionato ed accessoriato (come da normativa specifica) in modo che sia accessibile (contattare preventivamente l’ufficio Tecnico del Comune) ai soggetti portatori di handicap.
• Preferibile la suddivisione per sesso, oltre i 50 posti, salvo diverse disposizioni regolamentari.
Spogliatoio
• Idonea ventilazione, illuminazione, riscaldamento (anche artificiali).
• Pavimenti e pareti aventi superficie facilmente lavabile e disinfettabile.
• Un armadietto a doppio scomparto, facilmente lavabile e disinfettabile, per ogni addetto operante nell’attività.
• Può essere utilizzato come spogliatoio l’antibagno ad uso esclusivo dei servizi per i dipendenti.
• Nel caso vi siano più di 5 lavoratori subordinati o ad essi equiparati, gli spogliatoi, di norma, dovranno essere suddivisi per sesso (D.L.vo 626/94)


Progettista/Studentessa: Alessandra Fiore

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email