1. Planimetria (scala 1:1000)

2. Profilo longitudinale (scala distanze 1:1000; quote 1:100)

3. Quaderno delle sezioni (scala 1:100)

4. Diagramma delle aree

5. Diagramma delle aree con indicazione dei paleggi

6. Diagramma delle aree depurate dai paleggi

7. Diagramma dei volumi

8. Sezione stradale tipo


L’alunno Il professore Alessandra Fiore Prof. Ezio Virgilio
Relazione tecnica


Il tratto di strada in progetto, si snoda nel territorio del comune di Bari e costituisce il un collegamento più adeguato da Alex’s Restaurant al Fabbricato Giovanni Rossi.
Trattandosi di una strada che si trova in collina e avendo una limitata intensità di traffico, in fase di progetto sono stati utilizzati i seguenti dati a scopo didattico:

 pendenza massima del 3 %;

 raggio minimo delle curve di 30 m;

 velocità di progetto di 60 km/h (strada tipo F1);

 strada di tipo F1-CNR’98 ( avente unica carreggiata composta da 2 corsie di 3 metri ciascuna e da 2 banchine agli estremi delle corsie di 1 metro ciascuna).


La nuova strada si innesta si sviluppa con un tracciato da 4 rettifili e 3 curve. Le quote variano da 17.17 m a 23.37 m.
La strada ha uno sviluppo totale di 2289.58 m , e non supera un dislivello di 1.24 m;
il tracciato, che è composto da sezioni di sterro, di riporto e a mezza costa, ha una pendenza media del 1.08 %.
Le scarpate sono realizzare con una pendenza pari a 3/2 per quelle di riporto e 1/1 per quelle di sterro.

Il tracciato stradale è stato studiato in modo da restare aderente il più possibile all’andamento del terreno e non turbare l’equilibrio di esso.
Particolare cura è stata posta nello studio delle opere per la smaltimento delle acque superficiali e per il senza alterare l’ equilibrio idrogeologico dei terreni attraversati.
Il convogliamento delle acque sarà assicurato mediante cunette e fossi di guardia.
Il solido stradale è costituito dalla fondazione stradale in misto granulometrico calcareo di 40 cm (circa), uno strato di base in conglomerato bitumato di 10 cm , uno strato di collegamento in conglomerato bituminoso ( binder ) di 6 cm, uno strato d’usura in conglomerato bituminoso da 4 cm.
Completano la realizzazione dell’opera, la fornitura e collocazione di barriere metalliche (guard rails con nastro a onda ‘tipo omega’) e la segnaletica orizzontale e verticale in conformità alle vigenti norme.


Relazione tecnica a fine didattico


Chiamato dalla scuola a redigere il progetto di un breve tratto di strada si è resa necessaria la ricerca di una carta a curve di livello del comune di Bari in scala 1:1000 con equidistanza di ml 0.50
Per la realizzazione del breve tratto di strada di collegamento intercomunale nel comune di Bari, in base alla limitata intensità di traffico, in fase di progetto sono stati utilizzati i seguenti dati :

 pendenza massima del 3%;

 raggio minimo delle curve di 30 m;

 velocità di progetto di 60 km/h;

 strada di tipo F1-CNR’98 ( larghezza della piattaforma di 9,00 m)

La nuova strada si estende da quota 17.17 m a quota 23.37 m.
Con questi parametri si è passato alla determinazione del tracciolino sulla carta a curve di livello usando una pendenza del 3%, scegliendo quello che si accostava alle caratteristiche del terreno.
Scelta la spezzata guida si è passato alla rettifica del tracciolino mediante una poligonale d’asse, la quale si presentava con 4 rettifili che sono stati uniti con 3 curve, di raggio variabile di 100-70-30 m.
Dopo aver raccordato i rettifili si è passato alla formazione della planimetria generale, nella quale sono state fissate 14 sezioni trasversali.
Subito dopo si è passati alle redazione del profilo longitudinale, il quale ha messo in evidenza le caratteristiche del terreno lungo l’asse stradale, quindi si è passato allo studio delle livellette con l’aiuto della scala delle livellette; dopo vari tentavi si è ritenuto opportuno inserire tre livellette, una dalle sezioni A-1 con pendenza del
0.00 % , l’altra tra le sezioni 1-8 con pendenza del 2,88 %, l’altra tra le sezioni 8-T2 con pendenza del 0,48%, l’altra tra le sezioni T2-16con pendenza del 1,20 %, l’altra tra le sezioni 16-B con pendenza del 0,84 %.

Da ciò si è notato che la massima ordinata di riporto si trova in corrispondenza della sezione n° T1 è di 0,60 ml, mentre la massima ordinata di scavo è quella della sezione n° 7 ed è di 0,78 ml.
La realizzazione delle sezioni trasversali ha messo in evidenza l’andamento del terreno e le dimensioni della strada in senso trasversale al suo asse.

Successivamente si è passato alla determinazione delle aree di scavo e di riporto delle sezioni componendole in figure elementari.
Fatto questo si è effettuato il calcolo dei volumi e quindi il calcolo analitico delle eccedenze e si è eseguito il diagramma delle aree eseguendo paleggi trasversali dove vi era la presenza di sezioni a mezza costa, depurando poi le aree dai paleggi.
Dopo aver depurato il profilo delle aree dai paleggi trasversali si è realizzato il “Diagramma dei volumi” tramite l’integrazione grafica del profilo delle aree depurato usando la base di integrazione di 10 cm, il quale conferma l’eccedenza di scavo di 362.90 m³.

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email