Ominide 139 punti

I TERRENI PER LE COSTRUZIONI NON DEVONO ESSERE:


    • Terreni serviti come deposito di immondizie, letame o materiale insalubre capace di inquinare il suolo;
    • Terreno adibito a cimitero per almeno 15 anni dall’ultima inumazione;
    • Terreno umido o soggetto all’infiltrazione di acque superficiali/sotterranee, salvo lo svolgimento di attività drenanti e al momento della costruzione avere l’accortezza di impermeabilizzare le fondazioni.

ACCORGIMENTI GENERALI


    • Le distanze del nuovo fabbricato da quelli preesistenti, dalla strada e l’altezza massima che può raggiungere è da valutare in base alle norme vigenti nel comune di appartenenza;
    • Prima del rilascio della licenza d’uso l’area deve vedere rimosse tutte le strutture inerenti al cantiere, secondo quanto descritto nel progetto;
    • E’ vietato l’impiego di materiali inerti inquinanti e non idonei dal punto di vista igienico-sanitario;
    • I muri non possono essere a contatto con il terreno ma ne devono distare almeno 3m, laddove ci si trovasse in assenza di sotterranei, l’edificio deve essere isolato del terreno mediante vespaio;
    • I muri perimetrali devono avere spessore adeguato a garantire adeguata impermeabilità all’acqua meteorica e adeguato isolamento acustico;
    • Ogni edificio deve avere un marciapiede perimetrale di materiale impermeabile di larghezza minima 60cm e posto ad almeno 2,5cm dal piano del pavimento;
    • I canali di gronda sono indispensabili e devono essere indipendenti e in numero sufficiente, devono avere un diametro interno minimo di 8cm e preferibilmente vanno applicate alla muratura perimetrale;
    • Le finestre devono avere parapetti non inferiori a 100cm di altezza su tutti i piani;
    • I balconi e i terrazzi devono avere parapetti non inferiori a 100cm di altezza nei primi due piani mentre di altezza minima 110cm per tutti gli altri, non devono essere realizzati con aperture maggiori di 11cm per scoraggiarne lo scavalcamento e devono garantire un0adeguata resistenza agli urti.
    • Ogni locale deve essere raggiungibile internamente all’alloggio o attraverso passaggi coperti, anche lateralmente, le aree destinate alla cucina devono garantire lo smaltimento dei sottoprodotti e quelle adibite al sonno devono avere un isolamento adeguato;
    • Ogni alloggio deve vantare almeno 28mq per la prima persona e con l’aggiunta di 10mq per ogni altra persona.
    • In relazione alla superficie minima, nella licenza d’uso, verrà stabilito dal Responsabile del servizio il numero massimo di utenti accettabili sotto l’aspetto igienico-sanitario;

ALTEZZA


    • L’altezza minima per gli spazi ad uso abitazione(Camera da letto, Soggiorno…) è 2,70m;
    • Per gli spazi accessori(Studio, Mansarda, Taverna…) si riduce a 2,40m
    • Per i locali seminterrati l’altezza minima è 2,20m
    • I locali di altezza minore a quella consentita non potranno avere destinazione d’uso diversa da quella di ripostiglio;
    • Le norme relative all’altezza minima dei locali dovranno essere applicate agli edifici di nuova costruzione e a quelli soggetti a rifacimento.

ILLUMINAZIONE


    • Tutti i nuovi edifici devono avere locali caratterizzati da un’adeguata superficie finestrata apribile per assicurare la naturale aerazione e illuminazione;
    • Per i secondi servizi igienici non è indispensabile una superficie finestrata apribile;
    • Le superfici finestrate devono garantire un’opportuna riservatezza e devono essere accessibile alle pulizie anche nelle parti esterne;
    • Devono essere composte da doppia vetratura per garantire un’ottimale isolamento acustico e termico;
    • Ogni spazio abitativo deve essere munito di opportuno impianto elettrico al fine di garantire un’adeguata illuminazione artificiale, necessaria a garantire la perfetta visibilità in ogni condizione;
    • Gli accessi, le rampe esterne e gli spazi di circolazione esterni devono essere muniti di illuminazione notturna.

AERAZIONE


    • Gli alloggi devono essere realizzati in modo da garantire lo smaltimento di sostanze inquinanti e vapore acque, naturalmente prodotto, garantendo quindi la salute degli occupanti e la perfetta conservazione degli elementi di arredo;
    • Ogni alloggio deve avere un bagno fornito di finestra apribile all’esterno di almeno 0,5mq
    • Nei corridoi o disimpegni di superficie maggiore a 20mq deve essere garantita un’aerazione naturale (finestra apribile) oppure forzata (Ventola);
    • Nei locali dove vi è la presenza di una fiamma libera dovrà essere garantita una quantità di aria sufficiente ad alimentare la combustione;
    • E’ proibita l’istallazione di apparecchi a gas in locali privi di aerazione naturale continua;
    • Tutti i focolari devono essere collegati a canne fumarie sfocianti oltre il tetto;
    • Gli odori e i fumi prodotti da apparecchi di cottura devono essere espulsi mediante canne di esalazione;
    • Il diametro della canne fumarie varia in base all’altezza raggiunta e alle Kcal/h profotte.

TEMPERATURA E UMIDITA’


    • La muratura esterna deve garantire l’isolamento acustico e termico e non deve essere inferiore a 28cm;
    • I muri esterni di nuova costruzione devono essere intonacati o stuccati;
    • Gli impianti di riscaldamento devono garantire il raggiungimento di 18° interni anche nei mesi più freddi.

RUMORE


    • I materiali utilizzati per la costruzione devono tener conto dell’isolamento acustico;
    • Per decidere lo spessore degli isolanti si distinguono diverse fasce di rumore in base ai Decibel prodotti.

RIFIUTI E SCARICHI


    • E’ vietato conservare rifiuti solidi putrescibili all’interno dell’abitazione per più di 24h;
    • Gli scarichi idrici di rifiuto si distinguono in:
    -Acque bianche (Meteoriche);
    -Acque nere (Luride).
    • Le acque devono essere raccolte e separate all’origine;
    • Per le acque bianche è consentito lo smaltimento nella pubblica fognatura o nel sottosuolo, solo ad adeguata distanza dal fabbricato.

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email