Ominide 2387 punti

• Nodo: Inclusione di rami con tessuti orientati diversamente dalla struttura del tronco. (connessioni tronco-ramo). Ciò causa diminuzione della resistenza, maggiore durezza del legno, ritiro più accentuato, alterazione dell'aspetto e del colore.
• Torsione delle fibre: rispetto all'andamento lineare del tronco le fibre hanno direzioni diverse
• Cipollatura: distacchi parziali tra due anelli
• Fusto ad asse variamente curvilineo
• Tensione
• Cuore eccentrico: avviene agli alberi cresciuti lungo forti pendii e hanno anelli con spessori variabili
• Lunatura: per effetto del gelo l'alburno non si trasforma in durame e non invecchia
• Spaccature
• Canastro: avviene alla base ed è dovuto all'eccessiva compressione per il vento
• Marezzatura: il tronco presenta un perimetro sinuoso che ne rende l'uso difficoltoso
• Soggetto ad attacchi di parassiti e animali. Tra gli insetti xilofagi ci sono il tarlo dei mobili (aggredisce la cellulosa e la emocellulosa), orologio della morte (vive nel legno) e il capricorno della case (attacca il legno in opera e lo svuota all'interno).

• E' condizionato dall'umidità e ne soffre le alterazioni; i legni più compatti sono più resistenti e più pesanti, mentre quelli umidi sono meno resistenti.
Le caratteristiche meccaniche dipendono da specie, peso e grado di umidità e la sua resistenza dipende dalla direzione delle fibre. Il legno viene classificato in 3 categorie:
1. Di prima categoria: non presenta cipollature nè tasche di resina ed ha una deviazione delle fibre minore di 1/15
2. Di seconda categoria: non presenta cipollature ma tasche di resina ed ha una deviazione delle fibre minore di 1/8
3. Di prima categoria: presenta cipollature e tasche di resina ed ha una deviazione delle fibre minore di 1/5
e vengono classificati anche per densità apparente e per durezza

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email