Ominide 2387 punti

 Accoya: è garantito per 50 anni fuori terra e 25 interrato (durabilità elevata), ha un'alta resistenza ai funghi e ai microrganismi. E' un legno massello acetizzato in profondità che non ha bisogno di altri additivi. Non subisce alterazioni con l'umidità o con l'acqua ed è ideale per l'esterno.
 Legno lamellare: consiste nella sovrapposizione di tavole di modesto spessore disposte nella direzione delle fibre ed incollate sotto pressione con speciali colle a base di resine sintetiche. Si possono realizzare elementi strutturali di qualsiasi forma e la connessione avviene grazie a giunti "a dita" o "a pettine". E' facilmente montabile e molto impiegato per strutture temporanee. Viene usato per coperture di grandi luci e permette di realizzare strutture complesse. E' più costoso del legno massiccio ma è diffuso e le connessioni possono essere di vario tipo: con ancoraggio all'esterno o all'interno, alcune parti possono essere ancorate meccanicamente con elementi puntuali o a secco con soluzioni a incastro (a coda di rondine) per strutture piccole. Il problema dell'attacco a terra non cambia e deve essere separato dal suolo con uno strato in calcestruzzo. La piastra in ferro presenta dei fori nei quali viene inserita la vite. Ha un buon comportamento a trazione e a flessione e non subisce dilatazione termica. Ha un buon comportamento al fuoco e brucia molto lentamente e in modo prevedibile. Viene usato anche per solai con travetti prefabbricati e soletta in calcestruzzo armato con rete elettrosaldata, inserendo una trave di separazione per non bagnare il legno con l'acqua del calcestruzzo.

 X-Lam: (pannelli di legno a strati incrociati) viene usato per strutture portanti lineari formati da più strati di tavole sovrapposte e incollate. Sono simili alle precedenti ma sono pannelli e lo spessore varia tra 5/30 cm

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email