Video appunto: Cemento

Cemento



I leganti idraulici fanno presa e induriscono anche se sono immersi permanentemente in acqua; tra essi troviamo il cemento.
Il cemento è un legante idraulico costituito da piccolissimi granuli ottenuti dalla macinazione e dall’omogeneizzazione delle materie prime. Le materie prime sottoposte a macinazione formano il “crudo”, che viene sottoposto a cottura nei forni rotanti, a temperatura via via crescente, da mille fino a millecinquecento gradi finali.
Le elevate temperature provocano la fusione della miscela cruda e si formano dei prodotti chimici costituiti da silicati di calcio, si forma il clinker. Il clinker raffreddato e ridotto in polvere viene miscelato con altre costituenti per ottenere cementi con caratteristiche diverse.


I cementi si suddividono in: cementi comuni, cementi per impieghi particolari e cementi speciali:

• I cementi comuni sono leganti ottenuti da opportune dosature di “clinker cemento portland” più: loppa granulata di altoforno; materiali pozzolanici, naturali o industriali; ceneri volanti, silicee o calciche; calcari e vari additivi.
I cementi comuni si possono suddividere in: cemento portland, portland composito, cemento d’altoforno, cemento pozzolanico, cemento composito.
Le classi di resistenza a compressione sono: resistenza normalizzata che viene misurata dopo 28 giorni di stagionatura; e resistenza iniziale misurata dopo 2 o 7 giorni di stagionatura.

• I cementi per impieghi particolari si suddividono in:
o Cementi alluminosi: composti da clinker più alluminati di calcio; non si usano per opere strumentali, induriscono subito, resistono alle aggressioni chimiche e sviluppano molto calore;
o Cementi per sbarramenti di ritenuta (per le dighe): sviluppano poco calore;
o Agglomerati cementizi: sono idonei per la realizzazione di manufatti fuori opera oppure opere di poca entità.

• I cementi speciali si suddividono in:
o Cementi bianchi: sono opere che hanno cemento cromatico;
o Cementi ferrici: hanno basso ritiro e un elevata resistenza agli agenti chimici;
o Cementi pozzolanici: hanno elevata resistenza alle reazioni chimiche e vengono utilizzati nei lavori per i pozzi petroliferi o nei lavori ad alte pressioni.