Ominide 139 punti

Il Calcestruzzo (CLS) detto conglomerato cementizio è un impasto omogeneo costituito di legante, aggregati e acqua che per via dell’azione del legante raggiunge valori di compattezza tipici dei materiali Litoidi. Il calcestruzzo è composto da legante, aggreganti, acqua e additivi per conferire particolari caratteristiche.
La qualità del calcestruzzo dipenda da qualità e dosatura dei componenti e dall’accuratezza dei procedimenti adottati nella preparazione.
La quantità di cemento impiegata durante la miscelatura dei componenti influisce in modo determinante sulla resistenza del prodotto ultimo. L’attenta dosatura degli elementi assume quindi un ruolo fondamentale nella realizzazione di un calcestruzzo dalle proprietà adatte ma non è l’unica accortezza da seguire: il contenuto di umidità degli aggreganti, cioè la quantità di acqua naturalmente contenuta nei vari composti, sommata a quella da aggiungere, può determinare una divergenza significativa nel rapporto acqua/cemento, andando a modificare la resistenza finale. Inoltre la granulometria degli aggregati può modificare la resistenza: per ottenere risultati migliori sotto l’aspetto della resistenza si possono miscelare diversi aggregati di differente granulometria.

Il rapporto acqua/cemento (A/C) è fondamentale nella determinazione della qualità di un calcestruzzo, perché in base al rapporto si modificano proprietà quali lavorabilità e resistenza alla compressione. Generalmente il rapporto risulta inferiore all’unità.

Gli aggreganti svolgono una fondamentale funzione per la buona tenuta strutturale del calcestruzzo, il loro compito è quello di formare, all’interno dell’impasto, una massa compatta senza spazi vuoti. Per ottenere questo importante risultato bisogna servirsi, durante la miscelatura, di componenti dalle diverse granulometria affinché i componenti a granulometria minore, quindi più piccoli, vadano ad occupare gli spazi vuoti formati.
Esistono aggreganti di tipo naturale e aggreganti di tipo artificiale.

AGGREGANTI NATURALI Derivano da frantumazioni di rocce e minerali provenienti da cave o dall’alveo di fiumi, possono avere forme regolari e tondeggianti oppure spigolose.

AGGREGANTI ARTIFICIALI Derivano da prodotti di riciclo che possono avere origine dalla demolizione di edifici, essi devono rispettare le norme UNI per la resistenza e per le proprietà chimico-fisiche, tutti gli aggreganti devono avere il marchio CE che ne garantisce le proprietà fondamentali.

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email