Ominide 2387 punti

L’arco è un’apertura che scarica il peso sulle parti laterali sollecitando gli elementi a compressione, possono essere di varie forme ma i più comuni sono:
- A tutto sesto (f = l/2)
- Acuto (f > l/2)
- A sesto ribassato (f < l/2)
Può essere unico con elementi cuneiformi, doppio ad anelli o radiale. Si costruiscono mediante le centine, strutture in legno che sostengono l’arco fino alla sua conclusione. E la sua dissestione può avvenire per:
1. Allontanamento dei piedritti
2. Avvicinamento dei piedritti
3. Sovraccarico eccessivo
Lo pseudo-arco è simile all’arco esternamente ma ha un comportamento statico diverso e si basa sul posizionamento dei mattoni uno sull’altro spostati verso l’interno.
La piattabanda è tra l’architrave (per forma) e l’arco (per comportamento statico). Può coprire massimo 2 m di luce ed è un arco con intradosso rettilineo. Ci sono piattabande alla romana (con giunti che convergono in uno stesso punto) o alla francese (con giunti paralleli) che prevede l’uso di conci speciali al centro. La soluzione a sordino impiega una piattabanda sovrastata da un arco ribassato.

L’architrave resiste a trazione e scarica il peso verticalmente sul piedritto ed è un trilite con costituzione unitaria. È diversa dalla trave in quanto essa è un elemento strutturale che sorregge l’intera struttura mentre l’architrave scarica il peso superiore lateralmente.

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email