Ominide 2387 punti

Le connessioni tra elementi metallici possono essere di vari tipi:
1. Aggraffatura: crea giunti in lamiera sottile per materiali duttili come il rame, il titanio e lo zinco. Consiste nell'affiancare e ripiegare i lembi delle parti da collegare, per creare continuità, tramite un'aggraffatrice elettrica che è formata da 5 coppie di rulli e può essere usata direttamente sul tetto e non ha bisogno di manodopera specializzata ed è molto veloce (4 m/min).
2. Chiodatura: concentra gli sforzi in punti precisi e richiede un'attenta analisi. La distanza tra i chiodi deve essere almeno 3-5 volte il diametro (gambo) del chiodo e deve distare dal bordo almeno 2-3 volte. Si compone di varie fasi:
- foratura: con punzone o trapano
- riscaldamento del chiodo: per chiodi minori di 0,8 mm (ribattini) si omette
- messa in opera
- ribattitura: con un martello pneumatico o chiodatrice fino a formare la seconda testa.
l'efficacia dell'unione dipende dalla resistenza del chiodo che deve impedire lo scorrimento dei pezzi (il chiodo viene sollecitato a taglio e le parti collegate sono sollecitate a compressione)

3. Rivettatura: viene usata per unire lamiere e profilati di limitato spessore e si opera su un solo lato. E' formato da un cilindro in cui è infilato uno spillo metallico che viene infilato nel foro e poi viene tirato lo spillo che va a deformare il cilindro formando la seconda testa.

Hai bisogno di aiuto in Tecnica delle costruzioni?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email